14141485_956044437855702_4358462893100098082_n

Presentazione di: “Dentro il mio peccato” di Laura C.Portale|Anteprima!

Buongiorno Notters,
vi presentiamo in anteprima il primo volume della serie Into my Sin di Laura C.Portale, che dal 10 Settembre 2016 troverete online nello store Amazon. Noi notters, vi sveliamo la trama e la cover.

  • #1 Dentro il mio peccato (settembre 2016);
  • #2 (novembre 2016);
  • #3 (gennaio 2017).

Attenzione: le date dei prossimi volumi sono orientative.

divisorio

Cover Dentro il mio peccato

TITOLO: Dentro il mio peccato #1
AUTORE: Laura C.Portale
EDITORE: Self-publishing
DATA PUBBLICAZIONE: 10 Settembre 2016
FORMATO: Ebook
GENERE: Romance
PREZZO: € 0,99
PRE ORDER: http://amzn.to/2bAZ4lo

 

SINOSSI

Sevan Farrell è un architetto che lavora per una prestigiosa società di ingegneria di New York di cui ambisce a diventare socio, specie da quando ha iniziato a frequentare Rebecca Loewenthal, la figlia del fondatore dello studio che per lui ha rotto con il fidanzato storico, Travis Wilson.
Introverso, solitario e carismatico, Sevan appare inquieto e incapace di prendere le distanze dall’avventura avuta con una certa Sara, nonostante sia a un passo dall’ottenere quello che ha sempre voluto.
In rotta con il fratello di Rebecca, Noah, e poco presente al lavoro, Sevan dovrà affrontare anche la notizia della morte di Clara Bark, cui in passato era stato legato da un rapporto ambiguo e morboso.
Partito alla volta di Cape Cod per il funerale, Sevan scoprirà che Clara, nelle sue ultime volontà, ha espresso il desiderio che lui ristrutturi il vecchio faro acquistato da lei prima di morire.
Vincolato dal testamento a seguire i lavori in prima persona e ad assumere una squadra del posto senza la possibilità di appoggiarsi alla Loewenthal&Associati, Sevan deciderà di rimandare il fidanzamento con Rebecca e di vivere nella casa attigua al faro con Amoret Reed, l’ingegnere ambientale che Clara ha voluto nel progetto e che vive lì da sempre.

L’attrazione tra i due è immediata, ma entrambi sembrano decisi a non assecondarla.

Un passato da seppellire, un futuro da vincente e un presente che scompaginerà ogni cosa. Una storia d’amore, di perdono e rinascita.

14117875_957011841092295_424883496786116432_n

divisorio

10 Settembre è dietro le porte, ordinatelo!

Naty&Julie❤

 

51ojBRR7NqL._SX331_BO1,204,203,200_

Recensione di: “Cygnus” di Rhoma G.

Bentrovati Notters,
oggi vi parlo di un libro che mi ha affascinato molto. Dove bellissimi paesaggi e leggende mi hanno accompagnato per qualche ora nel viaggio di: “Cygnus” di Rhoma G., fantasy e amore si intrecciano in un’unica storia. Seguitemi.

divisorio

51ojBRR7NqL._SX331_BO1,204,203,200_

 

TITOLO: Cygnus
AUTORE: Rhoma G.
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE: 1 Giugno 2016
GENERE: Fantasy
FORMATO: Ebook/Cartaceo
PREZZO: € 2,99/€ 9,99
LINK DI ACQUISTO: http://amzn.to/2byF5mv

 

SINOSSI

Nel cuore rigoglioso e magico dell’Irlanda, dove la realtà si mescola all’incanto, e la magia dei miti celtici si respira insieme all’aria profumata della foresta di Whoille, sta per accadere qualcosa di terribile. I Molokos sono in subbuglio, l’adepta zero sta per tornare e il sangue degli innocenti comincerà a scorrere… Mi chiamo Mira Doyle e sono stata rapita. Distesa su un giaciglio, dolorante, legata e bendata, aspetto che il mio destino si compia. Sono terrorizzata, e furiosa. Solo poche settimane prima, avevo realizzato il sogno della mia vita, poi, senza una ragione apparente, sono stata catapultata in un incubo. Il mio aguzzino vuole usarmi e uccidermi; vuole proteggermi e liberarmi. É spietato e gentile. Ha due facce, mi confonde. I giorni trascorrono ed io resto in vita, allora riprendo a sperare. Presto conoscerò la verità, saprò perché mi è stata negata la libertà e risparmiata la vita. Saprò perché non sono più sicura di voler fuggire e tornare indietro. Il mio cuore è spaccato in due e non so su quale metà mi trovo. Voglio andare a casa, voglio restare qui. Il mio nome è Amon Dougherty, e sono un mostro. Una misera caricatura di ciò che ero un tempo. Sono assetato di sangue e vendetta. Non vedrò luce, non troverò pace fino a quando non avrò scovato chi ha rovinato la mia vita, e gliela farò pagare. Per far sì che ciò avvenga sono disposto a tutto, anche ad uccidere. Adopererò i mezzi necessari e userò gli individui giusti. Mi servirò di lei, del suo nome, del suo sangue, e ciò che le sue origini rappresentano. Il male, puro e assoluto. Alla fine la distruggerò. Se mai ne avrò il coraggio… Negherò la realtà, ignorerò la verità, e renderò più oscura la mia anima. Voglio che se ne vada, voglio che resti. Un castello dalla bellezza secolare, una leggenda mistica, l’effigie di un algido cigno, ambientazioni ombrose e dense di fascino, sono gli ingredienti di questa storia incredibile e avventurosa, che vedrà Mira, giovane studiosa, e Amon, uomo misterioso e dalla doppia faccia, combattere contro un nemico comune, invisibile e sanguinario.

RECENSIONE

Irlanda, giorni nostri.

Mireén ha appena terminato gli studi e si è da poco laureata in Arte e Architettura Irlandese con la specializzazione in Studio di Miti Celtici. Ecco che qui entra in gioco la mia particolare curiosità su tutto quello che concerne il celtico, e con l’aiuto dell’ambiente magico dell’Irlanda sono capitolata immediatamente dalle prime pagine. Ritornando a Mira, riceve LA lettera, non una qualsiasi ma proprio quella che deciderà e probabilmente cambierà la sua vita per sempre!Neuschwanstein_castle Mira che fin da piccola è stata attratta dal mondo medioevale e tutte le leggende che circolano intorno, ha sempre desiderato di lavorare allo Stone Swan Castle e finalmente la sua occasione è arrivata.

Lessi e rilessi la lettera ad alta voce, e quando finalmente mi decisi ad alzare lo sguardo trovai mia madre in lacrime.

Si trasferisce nell’imperioso castello e prende servizio come guida turistica, presso la famiglia O’Brien. Il tutto sembra procedere per il meglio, è tagliata per quel lavoro ed è circondata da persone simpatiche tranne per il burbero Angus, proprietario e discendete del casato. Ma tutto sta per cambiare radicalmente, Mira si ritroverà prigioniera in luogo a lei sconosciuto e trattenuta dall’arrogante, autoritario e maledettamente affascinante Amon.fotografia-surreale-mistica-fiabe-helena-lavrenkova-05 Da qui in poi la storia trascorrerà amabilmente tra il suo rapimento e l’avvicinamento ad Amon e il tutto condito da sprazzi di misticismo e battute sarcastiche che ne alleggeriscono la lettura. Ma perché Mira viene rapita? Chi sono queste persone ? E’ una ragazza come tanto, non è facoltosa e non è poi così divertente e di compagnia. Lei stessa si definisce una ragazza d’altri tempi, imprigionata nell’epoca sbagliata.

I lineamenti del viso erano sereni , anche se per metà gonfi e colorati di blu. La rassomiglianza con la sua ava era molto più che impressionante: era strabiliante. L’antica reliquia che custodivo ne era una chiara testimonianza. Se fossi stato uno sciocco fanatico, avrei creduto a un sortilegio opera della strega. Se Oluba fosse realmente esistita, e il suo fantasma avesse aleggiato al mattino, misto alla bruma della campagna, avrei pensato che la sua fosse stata proprio una mossa furba.

Cygnus è un perfetto connubio: con la nostra epoca e quella medievale. 0natalieportmannelthrillerblackswan173406Rhoma è riuscita in maniera impeccabile, semplice, fresca e frizzante a raccontare la storia del cigno del castello e tutta la leggenda che ne segue. Ho trovato favolosa l’apertura di ogni nuovo capitolo in lingua irlandese, questo fa capire quanto Rhoma ne è affascinata😉 I pensieri e i botta e risposta di Mireén, sono divertenti e rendono il personaggio reale e a volte grottesco nella sua ingenuità. Amon da prima appare burbero, arrogante ma poi si scioglie come neve al sole ed è difficile non innamorarsene. Il finale inaspettato lascia aperto ad un ulteriore seguito, che spero che Rhoma abbia in progetto.🙂

Naty❤

Il mio giudizio:

IMG-20160606-WA0039

pizap.com14636541592231

Recensione di: “Emma Braccani “Perché io non posso” di Giulia Bacchetta

Buongiorno Notters!
Eccomi qui, dopo la nostra piccola “pausa” estiva a raccontarvi il romanzo che mi ha fatto compagnia sotto l’ombrellone.
Sto parlando di un libro che provoca emozioni forti, che vanno ai 100 all’ora.
Sto parlando di “Emma Braccani “Perché io non posso”” di Giulia Bacchetta.
E allora che dirvi cari Notters se non… Tenetevi forte?😉

divisorio

pizap.com14636541592231

TITOLO: Emma Braccani “Perché io non posso”
AUTORE: Giulia Bacchetta
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE: 19 maggio 2016
GENERE: Narrativa
PAGINE: 300
FORMATO: eBook
PREZZO: 4,99€

SINOSSI

«Emma, perché pensi che nella vita ci sia per forza una spiegazione a tutto?» chiese curiosa Eleonora alla sua migliore amica.
“Riserva la metà di te stessa per combattere contro ogni tipo di imposizione, violenza, plagio, corruzione, dogma, odio, rabbia.”
Un’infanzia infelice, seguita da un’adolescenza piena di ansietà e dubbi. Un continuo difendersi dalla figura paterna, e poi psicologi, giudici, avvocati, assistenti sociali, complotti, una realtà al limite, tormentata da incubi e dall’abbandono di familiari e amici. Tutto questo porterà Emma Braccani, quattordicenne timida e riservata, ma dotata di uno spiccato spirito critico, ad un’inconsapevole e disperata analisi del comportamento umano, attraverso gli strumenti che le offriranno i suoi studi e le sue letture. Un diario segreto, fedele compagno a cui affidare i pensieri più riposti e sul quale dare spazio ai propri ragionamenti. E l’amore? Ci sarà per lei? Un solo destino, e tanti perché. Questa è la storia di Emma Braccani che soltanto alla fine potrà essere giudicata. «Sei debole Emma. Non ti conviene metterti contro di me» la minacciò suo padre prima di chiudere il telefono. «A te non conviene perdere una figlia come me.»

RECENSIONE
***ATTENZIONE, POSSIBILI SPOILER***

Ci sono libri che raccontano storie talmente vere, talmente reali da sembrare di vedere uscire dalle pagine i protagonisti e ritrovarseli davanti ai proprio occhi, coi loro dubbi, le loro perplessità, le loro emozioni, i loro perché.
Libri che parlano di realtà, di vissuti quotidiani difficili da comprendere e da accettare, ma che non possiamo ignorare.
Ci sono libri come questo, libri che raccontano la storia di Emma Braccani, libri destinati ad entrarti dentro.

Emma è una dolcissima adolescente catapultata nel mondo adulto troppo presto.
imageÈ una ragazza che si ritrova prematuramente a fare i conti con la sua realtà, la triste quotidianità di casa sua, l’amara consapevolezza di crescere in una famiglia che tale non è, non più.
La sua dolcezza e ingenuità si scontrano giorno dopo giorno con il cinismo e la freddezza di suo padre, un “uomo” cresciuto sotto l’ala protettiva della madre, ma che di amore, in realtà, ne sa meno che niente.
Emma è una ragazza la cui curiosità fa fa padrona al suo carattere a tratti introversi, ma al contempo così pieno di amore e affetto da donare agli altri.
Ed Emma ama, non si riserva nel farlo nonostante veda coi suoi occhi che in casa sua di amore ce n’è ben poco.
Ama i suoi amici, ama la scuola, ama lo studio, ama i suoi libri, ama i suoi nonni, soprattutto nonno Jacopo che non si tira mai indietro davanti ad una partita a carte con la sua piccola nipotina.
Emma ama anche la sua famiglia: la sua fragile mamma, la sua irruente sorella Marta e sì, ama anche suo papà Roberto.
Un papà che non è mai stato dolce e amorevole, un papà che non è mai stato attento e affettuoso, un papà dal quale non ha mai sentito pronunciare le parole “ti voglio bene”.

Roberto, prima di essere padre e marito, è un semplicemente Roberto.
Cosa significa?
Intendo dire che nella sua vita c’è lui prima di tutti: prima di sua moglie e prima delle sue figlie, costrette a sentirsi un peso, a sentirsi fi troppo nella vita di Roberto, così piena di lui.
Roberto è un padre padrone, abituato a dettar legge in casa sua e, purtroppo, abituato ad essere assecondato sempre.

“Come mai sei tornata a quest’ora?” le domandò lui, tenendola ancora per i capelli. “Perché il motorino di Natalie ha avuto problemi!” gli rispose stringendo i denti per il dolore.
“Non dirmi bugie!” esclamò lui, tirandole ancora di più i capelli.

image (1)

“ No papà, dico davvero!” disse lei guardandolo impaurita con la coda dell’occhio.
“Non devi dirmi bugie!” ripeté Roberto tirandole la coda così energicamente da farla cadere a terra, tanto da far svegliare Emma.

Rosa corse dal salotto, si mise le mani sul viso, pregando il marito di smettere di fare del male alla figlia. Ma Roberto non le diede ascolto e iniziò a picchiare Marta dandole calci sui fianchi e pugni in viso, mentre lei lo supplicava di fermarsi.
“ Chiedimi scusa!” le ordinò lui continuando a picchiarla.

Inutile contraddirlo, troverà sempre un modo per avere il controllo, o per primeggiare, per imporsi.
Emma, Marta e sua moglie sono vittime del suo carattere difficile, duro, incomprensibile.
Sono la preda, e lui è il predatore.
Sono il peso sulle spalle che si porta dietro da anni, un peso che non sopporta più.
Sono il pensiero da scrollarsi di dosso attraverso il teatro, la sua passione.
Quello stesso teatro che gli ha fatto incontrare chi sarà in grado di allontanarlo ancora di più, da quella che sarebbe la sua famiglia…

“Frugò con le mani entrambe le tasche, trovando unicamente un fazzoletto usato, poi, in ultimo, ficcò la mano nel taschino superiore e vi trovò una moneta ed un biglietto da visita con su scritto Braccani Ferri R&D s.r.l., in collaborazione con Diego Belluomo, sono liete di presentarvi la compagnia teatrale Il Quadrifoglio. Poi, sentendo il portone d’ingresso, nascose velocemente il biglietto nel taschino. Quando ritrasse la mano vide che si era sporcata di rosso un dito, ma non poteva essere sangue perché non si era tagliata. Guardò meglio finché notò sul bavero una macchia scura. Vi passò sopra la mano che si sporcò di rosso. Si trattava senza dubbio di rossetto, poi annusò lo stesso punto e le sembrò di sentire un odore di fiori, di rosa precisamente, infine annusò tutta la giacca che profumava di quello che, senza dubbi, riconobbe essere Chanel n.5.”

“Emma Braccani” è una storia forte, dura, vera.
È una storia triste, fatta di mille battaglie che la nostra piccola Emma è costretta ad affrontare da sola.
Perché, fondamentalmente, Emma è sola.
Allontanata dai suoi più cari amici, la depressione di sua madre e la ribellione di sua sorella, sono gli ingredienti fondamentali della solitudine di Emma, costretta quindi a combattere suo padre per proteggere il resto della sua famiglia.
image (2)Ho adorato il personaggio di Emma perché è un piccolo uragano, con il coraggio e la forza di un leone e tanto fragile da sembrare una farfalla alla quale poter spezzare le ali in qualsiasi momento.
Emma ha il mare in tempesta dentro, eppure non abbandona mai i suoi propositi, i suoi affetti più sinceri, quello in cui crede.
È la piccola di casa, ma in realtà è l’appiglio di sua madre e sua sorella, è la loro àncora, la loro roccia, la loro speranza.
Già, perché se c’è una persona nella famiglia Braccani in cui riporre speranze, in cui poter scommettere, quella è sicuramente Emma.
Ma, proprio come la farfalla di cui ho parlato prima, Emma sarà pronta a spiccare il volo, a lasciarsi andare alle emozioni, ad accettare di farsi aiutare da qualcuno, a non vergognarsi di quello che è e di quello che sarà.
Emma sarà pronta a concedersi al sentimento più vecchio e grande del mondo, a quello che lo smuove, il mondo: l’amore.

Questo è un libro serio, per niente scontato e banale, che tratta importante tematiche sociali che spesso sono trascurate perché “scomode”; qui, assistenti sociali, avvocati e psicologi sono presenti a tutto tondo e rappresentano una parte molto importante di tutto il racconto.
Ho apprezzato tantissimo questa scelta da parte dell’autrice, una scelta indubbiamente coraggiosa e sicuramente per niente facile fa sviluppare e affrontare.
Se posso permettermi di fare una critica, però, riguarda proprio questa tematica: avrei preferito che queste figure professionali fossero affrontate meno negativamente.
È vero, il mondo è pieno di assistenti sociali, avvocati e psicologi incompetenti…
Ma è anche vero che ce ne sono altrettanto bravi!

In questo romanzo la famiglia è il nucleo pulsante di tutto il racconto: tutto ruota attorno ad essa e, leggendolo, è piuttosto naturale pensare alla propria, pensare a similitudini e differenze, pensare a quanta fortuna ci circonda e a quanta sofferenza invece si nasconde dietro le porte di altre case.
È un romanzo che aiuta a comprendere nel profondo il senso della famiglia, il significato della parola “unione”, che aiuta a capire quanto sia importante essere amati dai propri genitori, quanto sia bello averli al proprio fianco in ogni momento della giornata e a quanto possa far soffrire quando manca tutto questo.

È una storia in cui la violenza psicologica e fisica sono presenti, purtroppo, e fanno male.
Feriscono e  pugnalano alle spalle senza chiedere il permesso.
Sono demoni da combattere ogni giorno, difficili da scacciare dalla propria vita.
Demoni che, a volte ritornano.

“Emma Braccani “Perché io non posso”” è un libro da trattare con responsabilità perché merita tutta la cura e l’attenzione del mondo.
Perché?
Beh, perché è speciale… Punto.

Edna🙂

Il mio giudizio:

IMG_0096

Pageflex Persona [document: PRS0000040_00003]

Presentazione di: “La primavera dell’acero tridente” di Francesca Cay

Ciao Notters,
oggi vi segnaliamo un romanzo particolare ed affascinante allo stesso tempo. Un libro di formazione, amicizia e amore che Francesca Cay ci racconta in: “La primavera dell’acero tridente”.

divisorio

Pageflex Persona [document: PRS0000040_00003]

TITOLO: La primavera dell’acero tridente
AUTORE: Francesca Cay
EDITORE: Self-Publishing
GENERE: Narrativa Contemporanea
FORMATO: Ebook/Cartaceo
PREZZO: € 0,99/ € 8,31
LINK DI ACQUISTO: http://amzn.to/2bOUNKE

 

 

SINOSSI

Un padre stringe in mano un regalo, è mal incartato ma fatto col cuore. Guarda il suo bambino dormire tra lenzuola candide, guarda il bianco del tessuto confondersi con la pelle sottile. Capelli ormai troppo lunghi gli ricadono sul viso, neri come il buio sferzano i lineamenti delicati. Non vuole, ma deve svegliarlo. Sarà un viaggio lungo e pesante per il piccolo Kaede ma non ha scelta, presto lasceranno quell’ospedale e il Giappone per sempre. C’è un aereo che li porterà lontano, verso la salvezza. Da allora sono trascorsi dieci anni, e Kaede continua a osservare il mondo attraverso un vetro interiore, indispensabile barriera per sopravvivere al torpore della propria mente. Un letargo senza fine che lo protegge dal passato, ma che recide la sua umanità. Non ricorda nulla dell’infanzia, del tragico rapporto perduto con la madre. Uno spiraglio di luce sembra farsi strada nei cieli grigi di Londra quando la sua vita da studente universitario s’intreccia con quella di Rey, un giovane biologo australiano. Entrambi custodiscono un segreto, entrambi sembrano legati dal filo del destino. Intanto si affaccia l’autunno, e il vecchio acero nell’ombra del terrazzo si prepara alla quiescenza. Intinge le sue foglie del colore del sangue prima di lasciarle andare. Poi si addormenta, e aspetta la primavera.

Questa è la storia di una rinascita. Un romanzo di formazione, ma anche di amicizia e di amore. Alternando tempo della narrazione a flashback, il passato viene compreso, sciolto, rivisitato, esorcizzato. L’accettazione del dolore condurrà i due ragazzi alla maturazione e alla metamorfosi delle loro vite.

AUTORE: FRANCESCA CAY!

Francesca Cay è nata a Cagliari nel 1982. Appassionata fin da bambina del mondo animale, si è laureata in Biologia Evoluzionistica a Roma dove attualmente vive con il compagno e una iguana. L’amore per la scrittura arriva in un momento particolare della sua vita e non l’abbandona più, diventando lavoro a tempo pieno. “La primavera dell’acero tridente” è il suo primo romanzo, tradotto anche in inglese con il titolo “The scars of spring”.

ESTRATTO

“Quell’odore, che sapeva di alga e di sale, dolce e piccante, che conosceva ma non ricordava. Il suo naso sentiva, i suoi occhi vedevano e il suo corpo si difendeva. Una nausea acre si diramava, crudelmente malinconica e familiare, rifiutava quell’odore. Era lei. Era lei che la sua mente negava.”

“Rey li sentì ancora, ma più forti stavolta. I battiti reagirono con un balzo all’espressione pura del suo viso, alle sue parole morbide di colpevole assoluzione. Lo stesso turbamento che aveva provato la mattina precedente, quando al risveglio se l’era ritrovato accanto. Vide Kaede sfiorarsi il naso con le dita e puntare gli occhi all’insù, verso il cielo nuvoloso. «Pensi che potrebbe nevicare?», si sentì chiedere.  «Dovresti dirmelo tu, non ne ho la più pallida idea», rispose. Forse non stasera, pensò. Ma è solo questione di tempo e, prima o poi, la neve cadrà.”

I LETTORI NE DICONO

  • Letto e finito nel giro di una serata l’ho trovato stupendo, un libro che ti rimane dentro anche dopo che l’hai finito. (Beatrice);
  • Mi sono avvicinata a questo libro con curiosità e devo dire che mi ha piacevolmente sorpresa, una bellissima opera per un’esordiente. (Cliente Amazon);
  • Una storia molto bella ed originale, raccontata con uno stile narrativo affascinante e molto evocativo. (Daubentonia)

divisorio

Naty&Julie❤

 

12999712_785140231616792_1317756054_o

Recensione di: “Il giglio bruciato” di Alessia Garbo

Heila Notters, come state?

Oggi vi parlo di un paranormal romance, che mi ha affascinato e sono in fervente attesa per il seguito. “Il giglio bruciato” di Alessia Garbo, un libro che mi ha piacevolmente coinvolta nel mondo oscuro di Angelica e Gabriel.

divisorio

51yKqGb+OOL

TITOLO: Il giglio bruciato
AUTORE: Alessia Garbo
EDITORE: Self-Publishing
GENERE: Paranormal Romance
DATA PUBBLICAZIONE: Aprile 2016
FORMATO: Ebook/ Cartaceo
PREZZO: € 0,99/ € 12, 48
LINK DI ACQUISTO: http://amzn.to/2c2pBnf

 

SINOSSI

Un incidente d’auto le ha cancellato la memoria.
Ora, l’anno che non riesce a ricordare le sembra un’intera vita da ricostruire.
Che cosa succede a chi dimentica un segreto inconfessabile?
Il tempo di Angelica Giglio sulla Terra è sul punto di scadere.
I nemici potranno essere la sua condanna, oppure rappresentare la sua salvezza.
Angelica si troverà trascinata in un vortice fatto di pericoli e rivelazioni al di là di ogni possibile immaginazione. Le già fragili certezze della protagonista verranno messe a dura prova, dovrà riscoprire la sua vera identità e avrà bisogno di un alleato per sopravvivere. Ma fra amici che non ricorda di avere conosciuto e l’arrivo del misterioso Gabriel Duke, chi potrà aiutarla a non bruciarsi col fuoco?

RECENSIONE

*** ATTENZIONE, POSSIBILI SPOILER! ***

Angelica si risveglia in una stanza di ospedale, senza ricordare nulla di quello che l’è accaduto. Si risveglia con accanto sua mamma, una amica e un fidanzato. Le ultime due persone non ricorda nemmeno come le ha conosciute. La sua memoria ha cancellato il suo ultimo anno di vita, e ora è alla disperata ricerca di questo passato che racchiude oltre 365 giorni vissuti senza sapere come. Angelica ricorda solo di essere sempre stata una ragazza attenta alle regole, attenta a non deludere sua mamma e soprattutto ricorda di essere sempre stata una ragazza sola, associale non proprio dedita alle conversazioni socievoli.

Quelle due persone erano legate a me in qualche modo, ed io a malapena ne ricordavo una. Avevo quasi accettato la presenza di un’amica (era comunque tutto da vedere) nella mia vita, ma il ragazzo? Era fuori discussione. Avrei rotto con lui appena possibile.

Ritornare alla vita di tutti i giorni, per Angelica non è affatto semplice. Ora oltre gli impegni universitari si erano aggiunte pure le relazioni con queste due nuove persone. Con gran fatica accetta il suo nuovo presente, rimanendo sempre all’oscuro di cosa le sia accaduto realmente quella notte.streghe_nomi2 Perché la mente le ha cancellato proprio quell’ultimo anno vissuto? Che cosa realmente stava accadendo ad Angelica? Torna ad affrontare la sua vita di tutti i giorni, la sua vita universitaria e torna alla carica più carica di prima. Ma… Beh, c’è sempre un “ma” pronto a minare la tranquillità😀. Il ritorno nell’aula della sua università la manda in panico, il suo relatore è sparito e nessuno sa il vero motivo al posto del vecchio professore c’è Gabriel. Affascinate, autoritario, oscuro uomo che fa capitolare qualsiasi donna che gli passa di fianco!

«Buongiorno a tutti, mi chiamo Gabriel Duke e sono il vostro nuovo insegnante di Inglese». Quello sì, che era un vero colpo al cuore! E che fine aveva fatto l’anziano professor Brunetti?

Angelica ne è terribilmente attratta, come non esserlo? Ma lei ne è attratta per qualcosa di oscuro, incomprensibile. Perché Gabriel Duke è diventata un’ossessione per Angelica? Un susseguirsi di “incidenti” mandano sempre di più nel panico Angelica, tutto sembra una casualità ma… non c’è nulla di casuale, tutto avviene per un motivo preciso.

fuoco_4

Angelica farà un viaggio, alla ricerca dell’anno perduto.

“Il giglio bruciato” è un libro che coinvolge, perché il lettore si sente in dovere di ricercare il passato della protagonista. E’ una lettura scorrevole, a tratti anche divertente, il velo misterioso che rimane avvolto intorno a quasi tutto il libro tiene in suspense il lettore, infatti in poco più di un giorno l’ho terminato, non riuscivo a chiudere il libro e mi ripetevo «Un altro pezzettino, solo uno!» e poi mi trovavo improvvisamente a guardare l’ora e il pezzettino era diventato un intero capitolo e oltre. Mi complimento con Alessia per essere riuscita a creare un buon paranormal, e mi sento di dirle: buona la prima! Unica pecca? Che devo attendere per il seguito e uffa😛. (Questi sono gli attimi di sfogo della lettrice compulsiva, mi capirete). I personaggi sono ben delineati, Angelica con la sua ingenuità pian piano tenterà di crescere. Gabriel è un po’ il classico cliché che troviamo in molti libri, ma fortunatamente anche se è un Adone non cade mai in banalità assurde e irreali (tranne, vabbé, è un paranormal) e mi sento affezionata a lui. Mi aspetto, per il seguito, ancora più nodi da snodare e molti, moltissimi colpi di scena.

Naty

Il mio giudizio:

IMG-20160606-WA0039

247 DOPOTUTTO, POSSO FARCELA

Recensione di: “Dopotutto, posso farcela” di Irene Val

Ciao Notters!
Eccomi qui, insieme a voi per una nuovissima recensione🙂. In queste vacanze estive ho letto: “Dopotutto, posso farcela” di Irene Val. Seguitemi per sapere che ne penso! Vi assicuro che ne vale la pena, parola di Ilia White😛

divisorio

247 DOPOTUTTO, POSSO FARCELA

TITOLO: Dopotutto, posso farcela
AUTORE: Irene Val
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE: Maggio 2016
GENERE: Narrativa Rosa
FORMATO: Ebook/ Cartaceo
PREZZO: € 0,99/€ 10,40
LINK DI ACQUISTO: qui

SINOSSI

Milena, Lena per tutti, ha quasi diciotto anni, ma non si sente per niente giovane. È il 1987, e a Roma ci sono le cabine telefoniche e gli autobus verdi, e c’è anche il suo liceo classico, un bellissimo ex convento atterrato lì da chissà dove, in mezzo ai palazzoni grigi della periferia. È là che un giorno di settembre arriva Luca, dal nord. Nella vita di Lena ci sono già l’amico Andrea, l’ex migliore amica Marta, la sorella Silvia, la ginnastica ritmica, i libri… ma quando in quella vita piccola e stretta entrerà Luca, tutto il resto diventerà uno sfondo. Con lui, Lena diventerà Mile, fino a diventare davvero, e completamente, Milena, anche per gli altri.
Un romanzo di formazione, ambientato in anni in cui computer e cellulari non facevano parte della vita delle persone, quando per sentire la voce del tuo amore dovevi aspettare che ti chiamasse al telefono di casa, rigorosamente in camera dei tuoi genitori. Formazione sentimentale, quando inizi a confrontare ciò che credi di essere con l’immagine che un altro ha di te, fino a capire chi sei e chi vuoi diventare, e formazione personale, quando il futuro indistinto inizia a farsi più chiaro e la tua prospettiva, con un’intensità quasi dolorosa, si allarga.
Peccato che diventare grandi sia sempre così maledettamente difficile, e chiunque abbia detto che la gioventù è un’età d’oro non sa niente della gioventù, o ha dimenticato la sua.

“Dopotutto, posso farcela” è il primo di una serie di due romanzi.

RECENSIONE

L’orologio del tempo torna indietro e ci riporta alla fine degli anni ottanta, quando c’erano ancora le cabine telefoniche, le lire, quando si aspettava il trillo della campanella per correre fuori dalla classe per andare a fare la posta al bello della classe vicina. 

14111793_10210773544523866_836131511_nQuando le amicizie tra i banchi di scuola lasciavano le prime cicatrici e il cuore batteva all’impazzata per le cose più piccole, quando la vita era più semplice e bastava uno sguardo o un sorriso per far capire al ragazzo o alla ragazza che ti piaceva.

Dopotutto, posso farcela è un romanzo young adult in cui la protagonista Milena, o Lena, o Mile si trova ad affrontare il passaggio tra l’adolescenza e la maturità. Lena ha un carattere introverso, la fiducia in se stessa è minata dalla continua indifferenza della madre che sembra preferirle la sorella maggiore, ha difficoltà a crearsi amicizie e se non fosse per Andrea e Marta, passerebbe tutto il suo tempo con i libri. Ma con l’inizio del nuovo anno scolastico ecco arrivare i primi cambiamenti, Marta si allontana rivelandosi essere diversa dalla persona che Lena conosceva, o che credeva di conoscere. Valerio, la cotta segreta che per anni ha conservato nel cuore viene messa in dubbio da un nuovo arrivo: Luca.

14111728_10210773544683870_209316882_n

Luca, biondo, occhi verdi, bravo ragazzo, così bravo da non riuscire a rimettere a posto Marta quando si prende troppa libertà. Luca che non ha occhi che per Milena, per il suo sorriso, per la sua grazia, per quella bellezza che lei proprio non riconosce in sé, lui che giorno dopo giorno, abbatte le barriere che Milena si è costruita intorno, che attraverso il teatro crea un punto d’incontro. Giorno dopo giorno la protagonista scoprirà di essere molto più forte di quanto non abbia mai creduto, riscoprirà un legame con la sorella Sara che credeva perduto.

Ma l’insicurezza di una vita può essere scacciata da un amore così giovane? Può l’istinto di fuggire essere domato? Riuscirà Milena a trovare il coraggio per lottare per ciò che ama?

Il personaggio di Milena è veramente ben costruito, nella sua insicurezza, nella complessa mentalità adolescenziale; Luca d’altra parte è il classico princess charm, bravo fino al midollo, con una pazienza da santo per un’età dove i sentimenti sono sempre amplificati, entrambi si contrappongono l’uno all’altra in una danza di personalità: desiderio, attrazione, amore, insicurezza, sicurezza, gelosia, forza, debolezza. La loro storia li tocca tutti, in egual misura.

Andrea il migliore amico di Lena è un personaggio simpatico, ma a cui non gli è stato dato molto spazio, mentre gli altri personaggi secondari sono un po’ piatti, a iniziare dalla madre, che subisce un cambiamento notevole negli ultimi capitoli del libro ma senza un motivo apparente. In effetti sarebbe bastata una frase per giustificare il voltafaccia.

C’è nella trama un buon equilibrio, i dialoghi hanno una buona dinamicità, in sintesi è una lettura gradevole se vi piacciono gli young adult, l’unica pecca, a mio avviso è nel finale che non mi è piaciuto per nulla, nonostante questo sia il primo di due volumi.

Ilia White

Il mio giudizio:

IMG_0096

 

14139409_1155222907872963_1421657489_o

Presentazione di: “Oltre i confini del cuore” di Rosanna Fontana

Ciao Notters,

da oggi è online il nuovo romance di Rosanna Fontana. Seguiteci per scoprire la trama🙂

“Oltre i confini del cuore”

divisorio

14139409_1155222907872963_1421657489_o

TITOLO: Oltre i confini del cuore
AUTORE: Rosanna Fontana
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE: 29 Agosto 2016
GENERE: Romanzo Rosa
FORMATO: Ebook
PREZZO: € 0,99 ( gratis con KU )
LINK DI ACQUISTO: http://amzn.to/2bLUmR5

 

SINOSSI

Noemi è una giovane donna vittima di un grande dolore. Due anni fa ha perso il marito Ivan per colpa di una grave malattia. L’unico scopo che le rimane, per ridare senso alla sua esistenza, è di dedicarsi ai bambini che vivono nel luogo in cui lavora come educatrice, una comunità per minori. Non è facile ripartire dopo il lutto, ma all’improvviso qualcosa cambia. Grazie a un incontro fortuito, il suo cuore ricomincia a battere per Stefano, un fruttivendolo del mercato rionale. A causa di un grande equivoco, si perdono subito di vista, per poi ritrovarsi dopo qualche settimana in comunità, dove lui è stato assunto come tuttofare. Subito rinasce un forte interesse reciproco, ma nulla è come sembra. Il loro è un rapporto complesso, fatto di tira e molla continui, di dubbi e segreti. Eppure c’è qualcosa che li lega, nonostante le incomprensioni. Riuscirà l’amore a essere più forte del dolore? O il sospetto la vincerà su tutto?

divisorio

Non lasciatevi scappare: “Oltre i confini del cuore”, Noemi e Stefano vi terranno compagnia per qualche ora!

Naty&Julie ♥

IMG_2302

Recensione di: “Il mio raggio di Sole” di Angela Castiello|Anteprima Esclusiva!

Ciao Notters 😊

Le vacanze sono quasi finite e noi siamo già qui pronte a farvi compagnia con delle recensioni che, se fossero auto, definiremmo fiammanti.
Come già sapete è tempo di nuove pubblicazioni per Butterfly Edizioni e non potevamo certo mancare nel raccontarvene uno (o forse due? 😜). Si tratta di “Il mio raggio di Sole” di Angela Castiello, che il prossimo 30 Agosto approderà su Amazon.
Seguitemi, ormai lo sapete che ne vale la pena no? 😉

divisorio

IMG_2302

 

TITOLO: Il mio raggio di Sole
AUTRICE: Angela Castiello
DATA PUBBLICAZIONE: 30 Agosto 2016
EDITORE: Butterfly Edizioni
GENERE: Romance
PAGINE:
FORMATO: eBook
PREZZO: € 2,99

SINOSSI

La vita di Sole Lombardi all’apparenza è perfetta: ha due migliori amici che riempono d’affetto e sorrisi le sue giornate, fa il lavoro che ama e ha un ragazzo. Ma pian piano la sua relazione con Gianni si sgretola. Stanca delle sue continue bugie e delle sue promesse infrante, cerca di allontanarsi da quell’amore malato e dedicarsi solo alla sua clinica veterinaria a Napoli e all’associazione animalista per cuccioli abbandonati. Nella sua quotidianità, fatta di piccole conquiste e momenti fragili, irrompe il dottor Matteo De Luca a scombussolare le sue poche certezze. Coinvolta dai suoi modi di fare e incantata dai suoi occhi, decide di dargli una chance, nel suo passato però ci sono ombre e segreti che premono per uscire…

RECENSIONE
ATTENZIONE, POSSIBILI SPOILER

IMG_2291
Sole. Bellissima veterinaria dai capelli folti e ricci e grandissimi occhi verdi, vive la vita che ha sempre sognato  (o quasi). Un unico neo mina la sua serenità: il suo amore per Gianni, un uomo fidanzato da anni con un’altra donna che, da altrettanti anni, promette di lasciare senza mai prendere questa possibilità seriamente in considerazione.
Sole ha aperto, insieme al suo migliore amico Alessandro, una clinica veterinaria nel centro di Napoli e da allora si dedica agli animali più di quanto non faccia con sé stessa.
“Vittima” di un amore che la spreme senza regalarle nulla di più di un rapporto sessuale veloce e una tenerezza spesso forzata, fatica ad aprire gli occhi e a mandare al diavolo Gianni. Non riesce a volersi bene davvero e per questo dedica la sua vita agli altri, a chi non può ferirla, a chi la ama incondizionatamente senza ingannarla e senza pretendere nulla in cambio.

Alessandro, oltre ad essere il suo migliore amico ed il suo socio è il suo angelo custode, un fratello a tutto tondo, colui con il quale condividere gioie e preoccupazioni, impegni e delusioni, successi e sconfitte.
La vita di Sole procede in maniera abbastanza abitudinaria: clinica, doccia veloce, due coccole alle sue gattine, qualche cena ogni tanto da Ale e Sara, poi clinica, qualche incontro fugace con Gianni, clinica di nuovo e infine l’Associazione dedicata alle adozioni dei cuccioli, un altro punto focale della sua vita.
È proprio una domenica mattina, il durante il momento delle adozioni settimanali, che incontra Matteo…

” Dimmi, piccolina. Ti piace questo cucciolo?», domandò Sole per spostare l’attenzione da lei al cagnolino.
«Tantissimo! Quanti anni ha? È maschio o femmina?»
«
Lui si chiama Leo e ha solo cinque mesi».IMG_2295
«
Zio, lo prendiamo? Mi avevi promesso un compagno di giochi a quattro zampe,  ricordi?», chiese raggiante all’uomo.
«Oh, beh… sì
ma chiediamo alla signora cosa dobbiamo fare per prenderlo», disse  studiandola con una certa insistenza.
«
Signorina, prego. Ma può chiamarmi Sole», rispose lei con tono indispettito per la continua insistenza nel fissarla.
«
E tu puoi chiamarmi Matteo», ribatté lui portandosi gli occhiali sopra la testa. Sole lo guardò con antipatia, ma rimase folgorata dal color nocciola dei suoi occhi. «E lei è Aurora», aggiunse.”

Un inizio non esattamente di buon auspicio considerando che Sole è ben disposta come un cane che non mangia da settimane, sporco di terra e arrabbiato perché è stato bagnato da un idrante e Matteo invece sfacciatamente interessato al suo ringhio rabbioso e al suo musetto sporco delle briciole della colazione consumata velocemente prima di iniziare il lavoro.

Oltre a questo dobbiamo considerare il fatto che Gianni non è intenzionato a “mollare l’osso” nemmeno dopo l’ennesima, furibonda, discussione durante la quale la nostra protagonista lo ha finalmente lasciato senza garantirgli possibilità di ritorno (o forse sì…?).

Le cose sarebbero, a questo punto, abbastanza semplici: Gianni che vuole Sole, Sole che sembra finalmente aver aperto gli occhi e si rifiuta di volere Gianni, Matteo che vuole conoscere quella cocciutissima donna dall’acidità sprezzante, Alessandro che vorrebbe che Sole si lasciasse alle spalle tutte le prese in giro, il dolore e la delusione e riuscisse a voltare pagina… magari con Matteo.
Purtroppo peró la sofferenza di Sole per gli anni persi, la poca fiducia negli uomini e la scarsissima voglia di rimettersi in gioco potrebbero giocarle brutti scherzi nonostante Matteo sembri tanto perfetto. L’uomo che, apparentemente, ha sempre sognato: premuroso, attento, interessato all’arte, generoso, galante e medico, come lei e quindi dedito al sacrificio e alla devozione verso chi ha più bisogno di aiuto.

Improvvisamente ed inaspettatamente Sole si trova attratta da lui e, anche se non vorrebbe, non può fare a meno di pensare a quanto lui e Gianni siano profondamente diversi e a quanto tempo lei abbia sprecato con una persona con la quale non aveva nulla da condividere se non il letto.

Poi l’insistenza di Matteo, gli incoraggiamenti di Alessandro, il suo cuore stranamente ballerino e il senso di colpa per averlo trattato con freddezza e distacco senza alcuna ragione sono stati addendi di un’operazione matematica perfetta…

IMG_2297“Il cuore di Sole cominciò a batterle forte. Avrebbe voluto girarsi, evitare quel contatto, allontanarlo perché non era ciò che cercava in quel momento. Forse. E invece si lasciò andare, prese quel bacio e se ne cibò come se fosse la prima volta. Le labbra umide di lui intrappolarono quelle morbide e carnose di Sole. Il contatto fu delicato, Matteo si aggrappò al labbro inferiore, mordendolo e alternando i morsi a leggere carezze con la lingua.
«Mi hai preso alla sprovvista», ammise lei per poi scostarsi in malo modo tant’è che Matteo la guardò stranito. «Non pensavo a un bacio, sono sincera. Non è un periodo tranquillo per me, come avrai capito. Però sono stata bene e ti prego, non prendere male queste mie parole ma ho bisogno di tempo per me».”

La reticenza, i dubbi, lo smarrimento nello sguardo di Sole furono per Matteo un pugno nello stomaco e bastarono a convincerlo di aver sbagliato tutto.

Cosa succederà tra Matteo e Sole? La nostra protagonista riuscirà a sconfiggere i demoni del suo passato? E se il suo passato non fosse l’unico a tornare? Se i giocatori di questa partita diventassero tre? La pazienza di Matteo sarà sufficiente per convincere Sole ad aprire il suo cuore?
Una verità sofferta e tutt’ora dolorosa presenterà il conto ad un amore intenso e passionale ma dall’equilibrio precario. Sarà vero che l’amore vince proprio su tutto? ❤️

IMG_2301

Un libro forte. Un libro di emozioni contrastanti e dell’eterna lotta tra testa e cuore.
Una storia che racconta paure radicate, delusioni profonde come l’oceano e della sensazione di non essere abbastanza, dell’inadeguatezza, del senso di fallimento.
Un racconto dalla sensibilità feroce che tratta un tema delicato, all’ordine del giorno ma spesso considerato tabù e per questo considerato motivo di vergogna.

“Il mio raggio di Sole” è un libro completo.
È sensuale, passionale (credetemi lo è molto!) senza cadere in cliché triti e ritriti, l’eros è elegante e questa è una delle cose che ho maggiormente apprezzato dello stile di Angela che riesce ad essere divertente, seria fino ad essere tanto intensa da diventare straziante per l’anima del lettore.
Non so dirvi se è perché questo tema mi sta particolarmente a cuore ma questo è un altro successo Butterfly che mi ha portato a pensare ai protagonisti anche ore dopo aver concluso la lettura. Ancora complimenti all’autrice che ha segnato così l’esordio nella mia libreria e sicuramente continuerà a riempirla.

Adatto a tutte quelle persone che credono nella forza dell’amore e della condivisione senza remore e anche a tutte quelle che amano senza freni, senza dubbio alcuno perché l’amore ci rende forti e capaci di spostare le montagne. Perfetto per chi fa cade ma si lecca le ferite e si rialza consapevole che la vita ha tanto da dare e per chi non cerca la perfezione assoluta ma il proprio raggio di Sole. ☀️

Julie.💛

Il mio giudizio:

IMG-20160606-WA0039

in fuorigioco per te_davanti

Recensione di: “In fuorigioco per te” di Eleonora Mandese

Ciao Notters, bentrovati! 😊
Ormai avrete capito che durante le mie vacanze Buttefly Edizioni mi ha tenuto compagnia quasi costantemente.
Il primo libro di cui voglio parlarvi è “In fuorigioco per te” di Eleonora Mandese, un libro di cui Argeta Brozi, Direttrice Editoriale di Butterfly Edizioni, mi parlava da un po’ ma di cui, fino al 21 Agosto avevo visto solo la copertina (che già mi piaceva moltissimo!) 😊

Oggi posso finalmente raccontarvi di più quindi che dite, partitella? ⚽️❤️

divisorio

in fuorigioco per te_davanti

TITOLO: In fuorigioco per te
AUTORE: Eleonora Mandese
EDITORE: Butterfly Edizioni
DATA PUBBLICAZIONE: 24 agosto 2016
GENERE: Romance
PAGINE: 130 ca.
FORMATO: eBook
PREZZO: 2,99 € (il romanzo sarà in offerta a 0,99 fino al week end)

SINOSSI

Laura Sciorti è una neolaureata in Lettere che aspira a scrivere per la rivista dei suoi sogni, la GDMagazine. Determinata a ottenere un posto fisso, è disposta a tutto. Per avere un contratto a tempo indeterminato deve intervistare Claudio Marchi, famoso centrocampista della serie A e addentrarsi in un mondo di cui non sa nulla. Tutto questo affiancata a una rivale che, invece, si sente perfettamente a suo agio nelle serate mondane che le aspettano.
In un susseguirsi di figuracce imbarazzanti, sotterfugi e sottili vendette, Claudio Marchi mostrerà a Laura il prezzo della fama, un conto che lo porta a non fidarsi di nessuno, neppure dei suoi sentimenti. Laura ha più di un motivo per odiarlo, ma quell’uomo dagli occhi di ghiaccio, all’apparenza così arrogante e che per lei è solo un lavoro, ben presto si trasforma in una dolce tortura infuocata…

Finalista al concorso “ilmioesordio2015”
Romantico, divertente, frizzante

RECENSIONE
***ATTENZIONE, POSSIBILI SPOILER!***

Non è semplice ottenere quello che si desidera e non sempre il percorso da intraprendere per raggiungere il nostro obiettivo è quello che ci aspettavamo.

È proprio dConquistare-in-chatavanti a questa realtà che si trova Laura Sciorti, brillante studentessa neolaureata alla facoltà di Lettere che sogna, fin da quando era piccolina, di diventare giornalista.
Quando dico “diventare giornalista” intendo sí un fortissimo amore per la scrittura e per il mondo della comunicazione in senso lato ma se la nostra Laura potesse sfregare la lampada di Aladino esprimerebbe tre desideri abbastanza precisi:
1.      Diventare giornalista;
2.      Farlo per la GDMagazine;
3.      Possibilmente per il resto della sua vita.

Avete capito bene e so che adesso vi state immaginando parlottare col grande Genio azzurro ma mentre voi immaginate la casa al mare (in California eh, mica a Riccione!), il principe azzurro possibilmente figo quanto Brad Pitt ai tempi di Troy, una montagna di soldi, uno yatch a Porto Cervo e una vita felice e spensierata beh sappiate che non sto scherzando!
Quello di Laura verso la testata editoriale è un amore sconfinato ed imprescindibile, il sogno nel cassetto, l’obiettivo da raggiungere, il traguardo nei giochi olimpici, ciò per cui ha studiato tanti anni.

Immaginate quindi la sua reazione quando il suo cellulare comincia a squillare e arriva LA telefonata:

“Eh sì, non una telefonata come quella dei tuoi genitori la domenica mattina in cui ti ricordano che hai una casa e una famiglia, ma la telefonata.
Quella che ti cambia la vita, ti risveglia dal coma universitario e ti ricorda che là fuori, dopo aver avuto una laurea, esistono davvero delle possibilità.
«Buongiorno, lei è la signorina Sciorti? Chiamo dalla GDMagazine».”

Ed ecco che, in pochi secondi, la vita di Laura sembra (?) assumere una piega completamente diversa.
Un colloquio, fissato per l’indomani mattina con il Direttore della testata giornalistica che le presenterà su un piatto di argento la possibilità di entrare a far parte del team della GDM a tempo indeterminato. claudio-marchisio.jpg
Un’unica prova da superare: l’intervista al famosissimo centrocampista della squadra bianconera Claudio Marchi. Un talento indiscusso della Serie A, dal passato burrascoso e una repulsione per la Stampa ed i giornalisti.

Nonostante l’entusiasmo iniziale, Laura si troverà a fare i conti una realtà che non ha mai considerato, con un mondo che non conosce e con una rivale sfrontata e determinata a soffiarle il posto (nonché assolutamente a suo agio in un mondo di lustrini e flash).
Inizierà quindi per Laura un periodo fatto di prove da superare, di sfide quotidiane e sì, di figuracce che farebbero invidia non solo a Bridget Jones ma anche al “Manuale della Perfetta Sfigata”.
In fondo cosa ci potrebbe di peggio di capitolare al tappeto inciampando nei cavi dell’impianto stereo nel bel mezzo di una serata di gala finendo ai piedi del proprio contratto a tempo indeterminato in smoking e camicia bianca (che a quel punto però è diventata giallina per via dello champagne che gli hai furbamente riversato addosso?)

Questa sarà la prima, ma non l’ultima disavventura di Laura, che si troverà spesso e volentieri a contatto con Claudio Marchi, ogni volta in una versione peggiore di quella precedente ed un cartello luminoso che sembra lampeggiarle in fronte con su scritto “Ehi guardami sono più imbranata di ieri!”. Tra di loro non mancheranno i battibecchi, le provocazioni e spesso anche qualche insulto.

Nonostante non sia a suo agio in quel mondo di fama e spettacolo e delusa dal fatto che il suo primo articolo per la GDM sarebbe stato, potenzialmente, di gossip la nostra protagonista capisce di aver bisogno di quel lavoro e, contro ogni aspettativa, di sentirsi attratta dal bellissimo centrocampista, dal suo sguardo di ghiaccio, dai suoi modi scontrosi e dalla sua voce roca.

Per una serie di (s)fortunati eventi Claudio e Laura si troveranno sempre più vicini, sempre più reciprocamente coinvolti l’uno dall’altra nonostante rispecchino esattamente il detto de “gli opposti si attraggono”. E’ in una serata di pioggia battente e di freddo pungente che il loro rapporto assume una piega del tutto imprevista…

“Mi sto allontanando dall’obiettivo, anzi, sto letteralmente salutando con la manina il mio posto a tempo indeterminato.
Niente complicazioni con il lavoro, Laura.
Non ti azzardare a dargli corda, fermalo subito.
Oh, dannacf527a211e1d15a18eba3680c6c2cd76zione!
Avvicino la mia bocca alla sua ed entrambi ci abbandoniamo a un bacio appassionato, permettendo alle mani di esplorare il nostro corpo alla ricerca di un contatto sempre più intenso. La sua lingua si impadronisce presto della mia bocca e premo il mio petto contro il suo, guidando le mani verso gli slip. Con la lingua traccia una linea lungo il collo e lascio sfuggire un gemito dalle labbra quando succhia delicatamente l’incavo dell’orecchio.
Afferro con le mani la sua testa e lascio che le nostre labbra si trovino di nuovo, ansimando l’uno nella bocca dell’altro, gemendo sempre più forte.”

Che cosa succede quando il cuore si immischia in questioni che dovrebbero essergli estranee? Cosa deciderà di fare la nostra Laura, continuerà  rincorrere il suo contratto con la GDMagazine lasciandosi Claudio alle spalle o le loro emozioni avranno la meglio? Siamo così sicuri che sarà necessario scegliere? E se il passato ed i vecchi rancori tornassero a bussare alla porta di Claudio Marchi travolgendo Laura come un uragano?

Una storia ironica, divertente e passionale quella di questi due insoliti protagonisti🙂
Eleonora è stata bravissima nel rendere questa storia, seppur improbabile da un punto di vista realistico, “alla portata del lettore”. Laura è una di noi e il calciatore su cui abbiamo fantasticato da bambine non è irraggiungibile.
Uno stile scorrevole, fresco e divertente, un racconto frizzante e mai sottotono rendono la lettura non solo piacevole ma estremamente avvincente.

calcio_amore.png

“In fuorigioco per te” è la storia degli obiettivi da raggiungere e dei sogni da inseguire e ci insegna che il cuore non è un limite, ma piuttosto, il goal del novantesimo.  ⚽️❤️

Julie❤

Il mio giudizio:

IMG-20160606-WA0039

TAKE_ita_piccola

Recensione di: “Take” di Silvia Ami

Ciao Notters,
oggi vi parlo di un romanzo che racconta di un giallo che si trasformerà in occasione per la nascita di un amore tra due persone, che soltanto la fatalità poteva far conoscere. Due protagonisti estroversi, giovani e anche infantili nella loro sincerità. Una romantica storia d’amore che si colora di giallo.

divisorio

TAKE_ita_piccola.jpg

TITOLO: Take
AUTRICE: Silvia Ami
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE: 20 Aprile 2016
GENERE: Romanzi rosa (Azione e avventura)
FORMATO: eBook
PAGINE: 494
PREZZO: € 2,99

SINOSSI

Joss Dubois è un’agente dell’FBI indipendente, determinata e con un’abnegazione assoluta per il suo lavoro. Poche persone fanno parte della sua cerchia di amici e a lei va bene così. Quando una di loro, la star di uno dei più famosi spettacoli di Las Vegas, viene minacciata con delle lettere anonime, Joss non esita a trasferirsi all’altro capo del Paese per proteggerla.
Una volta là, anziché trovarsi di fronte all’opera di uno stalker, dovrà affrontare un attentato terroristico, un tentato omicidio e… Ethan Gallagher, ex marine e attuale capo della sicurezza del Desert Casino.
Mentre il fascino dell’evanescente città del peccato non sortisce alcun effetto su di lei, lo stesso non si può dire dell’uomo con il quale all’improvviso si trova a investigare.
Joss ha bisogno di Ethan e lui in cambio le chiede soltanto di condividere tutti i particolari dell’indagine. Lei però è una maniaca del controllo, e tra contrasti e attrazione voleranno inevitabilmente scintille.
Messa alle strette dalla minaccia incombente, a Joss non resterà altro da fare che appianare le divergenze e sfruttare la sintonia che si è creata tra loro per poter mettere le mani sul colpevole prima che sia troppo tardi.

RECENSIONE
***ATTENZIONE, POSSIBILI SPOILER!***

Delle lettere minatorie, un tentato atto terroristico, dei sabotaggi alla routine delle “Gazzelle” e uno stalker misterioso innescano un vortice di situazioni in cui Josephine Dubois e Ethan Gallagher sono costretti a lasciarsi andare e scoprire che a volte un muro si può spostare o scalfire con la sola consapevolezza che la bontà e il bene sono più forti del male.

Due perfetti sconosciuti si ritrovano a stretto contatto per risolvere l’enigma che ha sconvolto la routine quotidiana di un noto casinò di Las Vegas.
Uno stalker minaccia di uccidere la prima ballerina e star dello spettacolo del casinò Desert, Iris Mellon, la fidanzata del direttore Donovan O’Malley.
download (1)
Donovan chiede al suo amico Ethan, ex marine specializzato in lavori d’intelligence e capo della sicurezza al Desert, di andare a recuperare la sua fidanzata, dove si
trova in vacanza  con la sua amica Joss, agente federale e riportarla a Las Vegas.

La storia del giallo continua intrecciandosi con quella romantica che s’instaura tra due persone che tentano di collaborare, cercando di non cedere alla passione e all’attrazione sessuale che li lega e li separa allo stesso tempo. Entrambi non vogliono cedere per paura di affrontare ciò che non sono riusciti ad affrontare in passato.

La ritrosia verso l’amore, un carattere forte e determinato identificano Joss, come una donna che non si lascia mai andare alle emozioni, ma solo Donovan e Iris conoscono il vero motivo. La personalità da duro, il dongiovanni della situazione identificano Ethan, come un uomo che in realtà vorrebbe solo fermarsi e formarsi una famiglia in cui poter credere. Queste due persone, totalmente diverse tra loro, collaborano per risolvere il caso, cercando di scendere a compromessi per non creare dei contrasti. download
La collaborazione li vede in azione, un contatto che li porterà a conoscersi meglio e a diventare una coppia sia sul lavoro, dove Ethan cerca di non reagire alle azioni avventate di Joss e nella vita dove Joss cede alle lusinghe dell’uomo che è riuscito a demolire la barriera che aveva intrappolato il suo cuore. Insieme risolveranno il caso, riuscendo a salvare la vita a molte persone. Alla fine, la paura di perderla nonostante si fosse ripromesso di darle del tempo, porta Ethan ha dichiararsi, spiazzando Joss, la donna di ghiaccio che si scioglie al calore delle sue parole: ti amo, Josie. Amare significa rimanere insieme nonostante tutte le avversità, i problemi e le catastrofi che ci piomberanno addosso. Perché, come contropartita, avremo un sacco di cose che ci renderanno felici, sorprese inaspettate e momenti come questo.

Un romanzo che incuriosisce e porta il lettore ad approfondire la lettura per cercare di scoprire il colpevole del giallo.
Le due storie che s’intrecciano portano a fare una pausa tra ciò che i protagonisti sono costretti a eseguire e ciò che vorrebbero fare. I dialoghi brillanti e ben scritti fanno sì che la storia romantica prenda il sopravvento su quella del giallo.

Un giallo ben scritto nella lingua originale, dove non ci saranno gli errori che si trovano nella versione italiana, unica pecca che rallenta la lettura e a volte anche il significato della frase. Invito l’autrice a rivedere la versione italiana e correggere alcune parti, perché il romanzo ha tutte le carte in regola per essere un buon giallo e magari pensare a un sequel della coppia Joss-Ethan.

Carmela🙂

Il mio giudizio:

IMG_0093