Recensione di: “Il coraggio di ricominciare” di Alda La Brasca

Buongiorno, Notters! Oggi vi parlo di un libro interessante e anche molto divertente. E mi sto riferendo a: “Il coraggio di ricominciare” di Alda La Brasca. Ora non vi resta che scorrere la pagine e tuffarvi a Monteferrante 🙂

divisorio notting hill books

73252837_3130778813604345_7659033669343903744_n

Titolo: Il coraggio di ricominciare
Autore: Alda La Brasca
Editore: Self-Publishing
Genere: Rosa Contemporaneo
SINOSSI

Sofia ha un lavoro ben retribuito, un fidanzato brillante e una carriera invidiabile. La sua vita è apparentemente perfetta, ma il destino ci riserva spesso eventi inaspettati, in grado di distruggere ogni sicurezza. Così Sofia scappa dal suo mondo dorato per raggiungere la vecchia casa dei suoi defunti nonni, che si trova in un piccolissimo paese, decisa a ritrovare se stessa. Ma è così importante essere perfetti, illudersi di avere tutto sotto controllo? È ciò che dovrà comprendere Sofia quando si renderà conto di trovarsi in un luogo dove la perfezione è qualcosa di surreale, almeno per l’idea che ne ha lei. Come se non bastasse, oltre al piccolo paese, dove sembra che il tempo si sia fermato, anche il suo vicino contribuisce a rendere tutto ancora più difficile mostrando insofferenza nei suoi confronti. Forse il loro primo incontro non è stato dei migliori, ma… chissà se insieme riusciranno a trovare… il coraggio di ricominciare.

RECENSIONE

Quante volte hai maturato l’idea di mollare tutto? Quante volte hai pronunciato: basta, mene vado! Una vita sicura ma monotona, che ti fa sentire quel nodo alla gola che ti provoca affanno e urli voglio ricominciare! Ti sfido, almeno una volta ti sarà successo. La voglia di ricominciare, di lasciare tutto alle spalle, anche le cose che hai costruito pezzo per pezzo, freme potente dentro ognuno di noi.

start-1080x675
Ma quando hai pensato ad un cambiamento o addirittura ad un trasferimento a quale città hai pensato? Ecco, bene, tranne Sofia la protagonista di “Il coraggio di ricominciare”. Lei abbandona una vita sicura a Milano per trasferirsi a Monteferrante comune di 120 anime, in provincia di Chieti, in Abruzzo… E allora la nuova vita di Sofia abbia inizio! Una casa malandata ereditata dai nonni, con mille problemi, in un paese con pochi agi; ma anche lontana dal caos, smog ed immersa nella natura. Un paese meraviglioso che la aiuterà a ritrovare la serenità ed a esaudire i suoi desideri e forse anche… trovare l’amore 😉

Si era davvero stufata di quella città soffocante e del suo lavoro, che per quanto redditizio, non riusciva a trasmetterle le emozioni che cercava. In realtà i suoi sogni erano completamente diversi dal percorso che aveva intrapreso. Voleva seguire le orme della nonna paterna e diventare una pasticciera; da sempre adorava fare esperimenti e mescolare gli ingredienti per realizzare dolci dal sapore unico e speciale. Quella passione era nata grazie alla nonna, che anni prima, insieme al nonno, aveva aperto una pasticceria e realizzato dolci davvero deliziosi e dai sapori intensi che a oggi non riusciva più a gustare in città. Dopo anni di duro lavoro, avevano ceduto l’attività e si erano trasferiti a Monteferrante. ma la nonna non era riuscita a stare lontana dai dolci, e aveva deciso di mettersi di nuovo in gioco aprendo una piccola pasticceria in quel paese.

BACI-APERTURA-1030x615

Marco Rossini, vicino di casa di Sofia. Papà single, un po’ burbero e definito dalla frizzante Sofia un’eremita. Amante delle piante e dei fiori e anche terribilmente affascinante! Marco è restio a fare nuove conoscenze, la sua vita ruota intorno ad Anna, sua figlia di dieci anni e, la serra dove coltiva le sue piante. Il primo incontro con Sofia sarà alquanto esilarante. Ma quell’incontro sarà l’inizio di una nuova avventura… per entrambi. Marco ha sofferto in passato, non crede nel vero amore, anzi non lo ha mai provato, se non per la sua bambina. Il perché ovviamente lo scoprirete da soli! 🙂 E avranno Il coraggio di ricominciare?

Marco usciva poche volte la sera. Essendo un padre solo le sue possibilità erano a dir poco inesistenti, ma quel sabato furono due le motivazioni che lo convinsero a farlo: si era reso conto, anche grazie alle osservazioni della figlia, che la sua vita sociale era troppo limitata e poi voleva distrarsi e dimenticare lo spiacevole episodio accaduto quel pomeriggio. Aveva dato un’occhiata alla casa di Sofia, notando che era al buio; forse aveva terminato le candele. Dovette ammettere di essersi dispiaciuto per lei, la sua espressione delusa e sconfortata non appena si era resa conto delle condizioni in cui stava quel locale non lo aveva lasciato indifferente.

La prima parte del libro è molto divertente, i protagonisti vi terranno compagnia con i loro molteplici battibecchi. Rendono i capitoli scorrevoli e leggeri. La seconda parte è più matura ed i protagonisti si troveranno ad affrontare i fantasmi del passato. La narrazione è in terza persona ma Alda è stata molto brava a spiegare bene i loro caratteri e pensieri. Io penso che narrare in terza persona e coinvolgere il lettore in toto non sia un lavoro semplice: ma lei ci è riuscita alla grande. Il coraggio di ricominciare è ben delineato non si perde mai su fatti superficiali e non annoia. Alda poi ha una penna molto divertente, mi ha strappato più sorrisi durante le mie serate e per concludere non mi resta che consigliarvi di leggere Il coraggio di ricominciare di Alda La Brasca!

Naty

gif voto 4

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...