REVIEW PARTY|Recensione di: “Re di Anime” di L.A. Cotton – Verona Legacy #2


Ciao Notters,
eccoci finalmente qui con il secondo capitolo della serie “Verona Legacy”.
L.A. Cotton è tornata e possiamo finalmente assaporare il finale della bellissima storia di Arianne e Nicco ma adesso, visto che so che siete impazienti quanto lo sono stata io fino a qualche giorno fa, veniamo a noi!



TITOLO: RE DI ANIME
AUTORE: L.A. COTTON
SERIE: VERONA LEGACY #2
EDITORE: QUEEN EDIZIONI
GENERE: NEW ADULT
PUBBLICAZIONE: 29 OTTOBRE 2020
FORMATO: eBook/Cartaceo
PREZZO: € 4,99/€ 12,77

SINOSSI

Arianne Capizola sta vivendo una menzogna. Arrabbiata. Abbandonata. Spaventata. Preferirebbe passare le sue giornate rinchiusa nella villa di suo padre, invece di stare con il ragazzo che ha rubato la sua innocenza: il suo fidanzato. Niccolò Marchetti sta vivendo un incubo. Spezzato. Esiliato. Tradito. Farà di tutto pur di salvare la ragazza che ama, anche se questo significa dover pagare con la sua vita. Mentre la verità che avvolge le loro famiglie inizia a rivelarsi, tutto quello che credono di sapere inizierà a vacillare. Ma Nicco farà qualsiasi cosa per proteggere la ragazza che gli ha insegnato ad amare, e lei rischierà tutto per salvare il ragazzo che le ha rubato il cuore. Il tempo scorre, e nemici vecchi e nuovi si avvicinano. Solo che, questa volta, il loro amore potrebbe non essere sufficiente a salvarli.

RECENSIONE
***ATTENZIONE, POSSIBILI SPOILER***

Li avevamo lasciati in preda alla disperazione, nel caos più totale, senza la minima idea di cosa fare per uscire dalle porte dell’inferno che li circonda e li ritroviamo esattamente così, incatenati in quell’inferno.
Arianne e Nicco sono lontani, feriti, persi e confusi.
Lei è promessa sposa del mostro che ha violato la sua innocenza, che le ha rubato troppe prime volte e la bellezza di un’emozione che nessuno potrà darle indietro.
Nicco è costretto a stare lontano, in una città che non gli appartiene, per non correre ulteriori rischi ed evitare di commettere altri errori.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 19f5be44-aa33-4f07-87a3-4c7e8ee0baa5.jpg


La sua vita e il futuro con Arianne è pericolosamente appeso ad un filo… un filo che si sta sgretolando tra le sue mani.

Le cose a Verona County si fanno sempre più complicate, Roberto Capizola sta giocando una partita che i Marchetti faticano a comprendere, i Fascini sono sempre più determinati a raggiungere il loro scopo e Arianne è l’inevitabile pedina di questo gioco malato.
Nicco vive con l’unico obiettivo di proteggerla, di salvarla da quella vita che la tiene sotto scacco e porta con sé l’intera Dominion in questa guerra che si preannuncia ogni giorno più spietata.

«La mia vita non è mai stata mia, adesso l’ho capito. Sono sempre stata e sempre sarò l’erede di Capizola.»
«No. Col cazzo. Mi rifiuto di accettarlo.» Nora scosse la testa. «Tu sei molto più di questo, Arianne. Tu sei gentile e compassionevole e umile. E forte… sei fottutamente forte. E quello che hai trovato con Nicco è una cosa rara. È una cosa per cui vale la pena combattere. Per cui vale la pena soffrire. Nicco e suo padre troveranno una soluzione, tesoro. Non ne dubito. Perché per Antonio la famiglia è tutto, e tu sei tutto per Nicco. Quindi, faremo come dici tu. Continueremo a fingere che vada tutto bene finché non troveremo una soluzione.»

Arianne è furiosa, delusa, spezzata, tradita da tutti i membri della sua famiglia, dalla sua stessa vita.
Obbligata a vivere in una costante menzogna, a recitare un ruolo che la distrugge e la vede a fianco di Scott, che non perde occasione per provocarla, umiliarla, prendersi gioco di lei, aggredirla e violarla ancora.
Scott è un mostro, un depravato e Nicco non riesce a perdonarsi di dover lasciare la sua Bambolina in quella situazione, totalmente impotente.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è e7e5ab34-b6ef-4ac9-b770-bc4971aff8a6.jpg

Entrambi, in più occasioni, rischieranno di perdere la testa, di crollare, di perdere la strada ma mai davvero perché l’amore che li lega è troppo grande, troppo puro, incondizionato. E’ quell’amore che ti porta a fare cose di cui non credevi di essere capace, quell’amore per cui moriresti, che non conosce limiti né ostacoli che non possano essere superati.
Arianne e Nicco correranno rischi impensabili, sfideranno la sorte con incoscienza e coraggio e si ameranno… si ameranno sempre, si ameranno forte, anche quando saranno sull’orlo del precipizio.

«Sono fidanzata con Scott, Nicco. Loro vogliono che io lo sposi.» Ogni muscolo nel mio corpo si irrigidì. «Tu non sarai mai sua», ringhiai. Arianne era mia. «Questo», premetti una mano contro il suo sterno, proprio dove si trovava il suo cuore, «è mio. Un giorno, quando sarà tutto finito, io ti renderò mia, bambolina. Sarai mia moglie. La mia regina. Lo capisci?» Il suo labbro inferiore tremò mentre mi guardava con occhi pieni di lacrime. «Dimmi che lo capisci», dissi, con la disperazione che traboccava da ogni parola.

Arianne sarà costretta a crescere in fretta, a stringere patti col Diavolo in persona, a fare i conti con la sua coscienza e Nicco dovrà tenere a bada i suoi demoni rifugiandosi nei meravigliosi occhi color miele della sua bambolina, imparerà a non fuggire e a non sfogare la sua rabbia combattendo, imparerà a non farsi inghiottire dalla sua stessa disperazione ma a condividere con Arianne ogni debolezza.
E’ un amore che verrà messo alla prova duramente, una storia che barcollerà tante volte per poi tornare più forte e solida che mai.

Quando l’avevo incontrata la prima volta, era insicura e incerta su quale fosse il suo posto nel mondo. Ma adesso, lì in piedi, era forte. E coraggiosa. Fottutamente coraggiosa. Non era più la pedina di un gioco che non capiva. Era la regina. La mia regina. E io avrei passato il resto della vita a farglielo capire.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 0ab18c81-9bc4-49c0-b9b2-291f5591c9f2.jpg

Non voglio andare oltre e raccontare dinamiche della storia che si rivelerebbero spoiler inclementi quindi mi fermo qui e vi dico solo che, come nel primo volume, L.A. Cotton non si smentisce.
Personalmente ho trovato il primo volume più avvincente quantomeno nel complesso. Il secondo regala attimi in cui manca il respiro soprattutto nella seconda parte ma forse, nella prima, è leggermente ripetitivo.
Ciò che non stanca mai è l’amore dei due protagonisti che viene descritto nelle sue tante sfumature con grande meticolosità e passione.
Nicco e Arianne non annoierebbero nemmeno se non venisse descritta nessuna scena, potremmo lasciarli su un tappeto, fermi e senza dire una parole e ciò nonostante ciò che li lega arriverebbe lo stesso al lettore come se stesse vivendo quelle sensazioni sulla pelle e questo è un talento che L.A. Cotton continua a confermare ad ogni pubblicazione.

Come sempre, quando termino una serie che mi emoziona, mi sento sempre “un po’ più sola” e con questa autrice capita troppo spesso.
Non mi resta che sperare nella storia di Nora ed Enzo ed aspettare di emozionarmi ancora leggendo le sue righe.

Grazie anche alla Queen Edizioni, per tutto il lavoro che fa e per regalarci sempre storie… da amare.

Julie.

gif voto 4

Classificazione: 4 su 5.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...