Presentazione di: “Nero Velluto” di S.D. Buzzi

Buongiorno Notters,
oggi vi presentiamo un libro dal titolo intrigante, che cattura sicuramente l’attenzione di noi donne. Scoprite con noi di cosa parliamo!


Titolo: Nero Velluto
Autore: S.D. Buzzi
Data di uscita: 23/08/2020
Editore: self publishing
Serie: autoconclusivo
Pagine: 195
Ebook: https://www.amazon.it/Nero-Velluto-S-D-Buzzi-ebook/dp/B08GJWHS82/
Cartaceo: https://www.amazon.it/Nero-Velluto-S-D-Buzzi/dp/B08GFSYMK3/


SINOSSI

La seconda opportunità di chiunque tra noi ha un solo nome: si chiama Amore.
Theodore e Perlah sono due universi paralleli, che non dovrebbero potersi incontrare. Al massimo potrebbero sfiorarsi, per poi sfrecciare via in direzioni opposte.
A dividerli ci sono ventitré anni, l’opposta estrazione sociale e perfino la nazionalità.
Ad accomunarli c’è solo la sofferenza. Un dolore radicato e profondo che nulla sembra poter estirpare.
Lei è una prostituta di strada, lui un uomo di successo.
Cosa succederebbe se le loro vite s’intrecciassero in una maniera che nessuno avrebbe mai potuto prevedere? Potranno amarsi o si faranno solo del male a vicenda?

ESTRATTO

Che meraviglia. Quando osservava la città dormiente ai suoi piedi, non poteva fare a meno di pensarlo.
La notte lo attirava, come la luce le falene.
C’era stato un tempo in cui amava crogiolarsi al sole, fare lunghe passeggiate nei parchi o corse in bicicletta.
Un tempo in cui la primavera rappresentava una fonte di scoperte continue, con i suoi fiori, i colori e i profumi; l’estate, una stagione di relax e divertimento e l’autunno, una piacevole anticamera al magico Natale.
Ma adesso solo il nero della notte con il suo silenzio riusciva a tranquillizzargli l’animo.
Per un momento osservò la sua immagine sbiadita riflessa sul vetro: un uomo piacente, un cultore del fisico, un intenditore di donne o solo una patetica imitazione di ciò che era stato?

Seduta sul retro del taxi, attese in silenzio che l’uomo finisse di accordarsi sul prezzo della corsa e che allungasse il denaro al conducente.
«Ciao, piccola. Ci rivediamo presto» la salutò, mentre le strizzava l’occhio. Perlah rispose con un sorriso, anche se in quel momento avrebbe desiderato solo che l’asfalto si aprisse a inghiottire lei stessa, quel tizio e anche il taxista che la sbirciava dallo specchietto retrovisore.
Non ci teneva affatto a incontrarlo di nuovo, anzi si augurava che sparisse per sempre nel nulla.
Era la speranza segreta che coltivava per tutti gli uomini con cui era costretta ad andare, ma con alcuni quel sentimento diveniva forte al punto da faticare a celarlo. Lui apparteneva a quella categoria.
La sua repulsione si trasformava in un urlo dell’anima, capace di lacerarla dentro.


Notting Hill Staff

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...