Recensione di “La Carezza del Fuoco” di Elisa Mirno

wpid-img_20151116_120650.jpg

TITOLO: LA CAREZZA DEL FUOCO

AUTORE: ELISA MIRNO

DATA PUBBLICAZIONE:15 APRILE 2015

CE: SELF PUBLISHING

SINOSSI:

Luke è un gigolò spiantato con un passato confuso alle spalle. Giselle è un’aristocratica viziata e misteriosa, promessa ad un capitano di marina.
Due creature completamente differenti, ma con una caratteristica in comune: entrambi incapaci di amare, entrambi succubi di una passionale e pericolosa attrazione, nata al loro primo sguardo.
Costretti per motivi differenti, ad affrontare un viaggio sulla stessa nave, tra danze sensuali ed oscure superstizioni, presto saranno vittime di un sensuale gioco di seduzione che li renderà vittime dei più oscuri e violenti impulsi umani. Odio e disprezzo in ogni gesto, desiderio e pazzia in ogni disperato ed illecito contatto.
Fin dove si è disposti ad arrivare, solo per ferire ed odiare, colui che per destino non si potrà mai avere?

RECENSIONE:

Oggi cari Notters,

Vi parlo di “La carezza del fuoco” di Elisa Mirno.Leggendo la trama,mi ha davvero incuriosito( come qualcuno può ben sapere,amo i gigolò con il passato confuso!);)

Un romanzo storico,ambientato nella Francia del ‘700,esattamente ci troviamo a Brest,arricchito da leggende fantasy.

I libri sono due uno ancora in fase di stesura:

La carezza del fuoco- parte I

La carezza del fuoco- parte II

Il protagonista,Luke è un giovane ladro e gigolò.

La sua vita ruota, tra rapine e donne,infatti passa da “fiore in fiore” tra le aristocratiche francesi.

La protagonista Gisele,una bellissima donna dai capelli rosso fuoco,seducente e pericolosa.Promessa sposa di Morel,capitano di una nave che salpa i maggiori porti del Mediterraneo.

I loro destini si incrociano in più di un’occasione, alimentando l’attrazione di Luke nei confronti della bellissima rossa, che ha tutta l’aria di essere una donna tanto seducente quanto pericolosa.

È proprio il pericolo, quello che contraddistingue i loro incontri clandestini alle spalle di Morel, che non si rende conto che la sua promessa sposa ha una tresca. A fare da sfondo a questa storia contorta tra i due protagonisti,che come l’ho definito io, il loro è un amore e odio, troviamo il passato intricato di Luke e la malinconia di Gisele, legati al mare e alle navi.

Luke non ricorda niente del suo passato a parte delle allucinazioni in cui crede di vedere la nave di suo padre prendere fuoco, mentre Giselle cambia drasticamente umore se si trova sulla terra ferma.

Nel primo volume, questi misteri e questi legami in realtà non vengono ancora spiegati, tenendoci fino all’ultima pagina sulle spine per cercare di capire quale sia il segreto di Giselle e che cosa la leghi a Luke.

Le mie impressioni finali,Elisa Mirno ha contraddistinto la sua fantasia,cosa ottima per uno scrittore soprattutto alla sua prima opera.L’unico consiglio che mi permetto di darle per i prossimi suoi lavori qualche revisione in più non fa mai male!

Ora aspetto la seconda parte di “La carezza del fuoco” per sgarbugliare il passato di Luke&Gisele 😉

NATYwpid-picsart_1446468340390.jpg wpid-picsart_1446469013285.jpg

Annunci

Recensione di “Sei tu il mio destino” di Lucy Dale

91vMAUZg66L._SL1500_

Titolo: Sei tu il mio destino

Autore: Lucy Dale

Editore: Self Publishing

Genere: Romance

Pubblicazione: Agosto 2015

SINOSSI

L’amore non bussa, non chiede permesso.
L’amore ti entra dentro con prepotenza, ti sommerge completamente.
In suo nome ti fa compiere scelte e prendere strade che ti porteranno a ciò che tanto aneli.
E poi alla fine, arriva quel momento in cui ti chiedi se tutto è dipeso da te, o se invece una mano è stata sempre lì, per guidarti.
Lia e Cam non hanno niente in comune: né l’età, la città o la vita vissuta fino a quel momento e né la strada che hanno deciso di percorrere.
Perciò, quando si incontrano, non hanno la minima idea di quello che li attende e che travolgerà le loro vite.

Sarà solo opera del caso, o era già stato scritto nel loro destino?

RECENSIONE

Care Notters, come promesso, dopo due giorni di “Notting’s Pills” eccomi a raccontarvi più da vicino la dolcissima storia di Cam e Lia, giovanissimi protagonisti di “Sei tu il mio destino” di Lucy Dale.

“Sei tu il mio destino” è la storia un po’ di tutti. È la storia di ognuno di noi ai tempi delle scuole superiori. È la storia della nostra adolescenza, del primo amore, delle amicizie “comode” e dei dubbi esistenziali che davanti allo specchio non ci lasciano scampo.

Lia é una ragazza di quindici anni, diligente e studiosa. Ha pochissimi amici ma una passione immensa per il canto, forse, il suo amico più caro.

Lia è diversa dalle altre ragazze della sua età, ha pochi fronzoli per la testa ed investe il suo tempo libero nella musica; non passa il tempo a truccarsi con strati di ombretto colorato per sembrare più grande, Lia con un velo di lucida labbra ed un filo di matita affronta il mondo che ancora deve imparare a conoscere.

È una ragazza buona, ingenua, dolce ed altruista la nostra piccola protagonista.
Una farfalla… che deve ancora spiccare il volo.

Vive in un paesino di periferia, lontano dal caos delle grandi città ed ha un unico sogno: incidere un CD, uno tutto suo, da far ascoltare alle persone che le sono più care; primi fra tutti i suoi genitori nella speranza che, per quell’unica volta, si fermino ad ascoltarla.

Lia riuscirà presto nel suo intento e, grazie alla sua insegnante di canto Mena e suo cugino Nico, riuscirà a masterizzare diverse copie del suo primo CD.
Ed è durante una serata in piazza, mentre distribuisce la copia del suo CD a ciascuno dei suoi amici che incontra Cam e lui le rivolge parola per la prima volta, chiedendole una copia del CD.

In quel momento, Lia non lo sa, ma la sua vita cambierà per sempre.shutterstock_146933723
Da quando le mani di Lia e Cam si sfiorano ed i loro sguardi si incrociano, la vita di  Lia acquista un senso che non pensava esistesse.

Il tempo passa e Cam è sempre più presente nella vita di Lia.
Passano insieme ogni sera, passeggiando in piazza o mangiando un panino su una panchina.

Lia si sente bene, in particolar modo con lui e Carla che fino a poco tempo prima era la sua unica compagna di uscite serali.
Più passano i giorni e più si avvicinano, si conoscono, parlano del più e del meno, si confidano piccoli segreti e passano giornate a scambiarsi messaggi…
Questi momenti segnano l’inizio della loro grande amicizia, se così vogliamo chiamarla, perché se è vero che Lia é già perdutamente innamorata di Cam, è altrettanto vero che anche il nostro criptico ragazzo dagli occhi acquamarina non è assolutamente indifferente alla dolcezza della piccola Lia.

Tutto va avanti così per un po’, tra qualche sms, dei contatti sfiorati e i sogni ricorrenti di un amore che Lia non riesce più a controllare fino a quando una sera davanti al portone di casa di Lia, Cam prende l’iniziativa e, stringendola forte a sé, la bacia per la prima volta.

“Cam tocca le mie labbra con le sue e ricevo il mio primo vero bacio. E’ una sensazione incredibile, magica, ho le farfalle nello stomaco che sembrano impazzite e il cuore che batte furioso nel petto. Non ho mai baciato nessuno. Non so cosa fare, perciò mi lascio guidare da lui. Ci sfioriamo dolcemente. Bocca contro bocca, i nostri respiri diventano uno solo. Cam mi lascia il tempo di adeguarmi alla sua invasione. E’ come se volesse mangiarmi.”

Inizia così la loro storia, che per parecchio tempo sarà tenuta nascosta per volere di Cam che a seguito di diverse delusioni d’amore preferisce tenere tutti all’oscuro, fin da arrivare al punto in cui I nostri due protagonisti corrono il rischio di perdersi per sempre.

Nonostante i litigi, gli allontanamenti ricorrenti, i sentimenti non palesati di Lia per paura di un rifiuto e i silenzi fin troppo chiacchieroni di Cam il loro sentimento è sempre più forte e sempre più difficile da negare…tumblr_ncb26ef2lx1tl3kx9o1_1280

Una storia pulita, di una dolcezza genuina che ricorda il diario di ognuna di noi: quello di un’adolescente alle prese con il primo amore.

Un libro scorrevole, che comincia con le riflessioni di una ragazza ingenua, lontana dall’amore e da tutto ciò che me consegue, in perenne lotta con l’indifferenza dei genitori e con quelle amicizie di circostanza e continua poi descrivendo la purezza di un sentimento, la nascita del primo vero amore, delle emozioni inaspettate.

Un romanzo che ti fa sognare, che ti tocca per la sua semplicità, riportandoti con il cuore a quei momenti della vita in cui chiedere ai genitori il permesso per uscire la sera sembrava un problema insormontabile.

Un romanzo Il cui destino è finire sullo scaffale della libreria, tra quelli letti con più dolcezza.

JULIE.

wpid-picsart_1446468340390.jpg1