Recensione di: “Un bacio sotto il temporale” di Elena Russiello

Ciao Notters,
oggi vi faccio compagnia con una super emozionante lettura, quella di una delle nostre autrici più affezionate. Parlo proprio di lei, Elena Russiello con il suo meraviglioso “Un bacio sotto il temporale”.
Seguiteci! 🙂


COVER EBOOK Un bacio sotto il temporale

Titolo: Un bacio sotto il temporale
Autore: Elena Russiello
Genere: Contemporary Romance/Second Chance
Prezzo: ebook 0.99
Data di uscita: 30 Giugno 202

SINOSSI

Un bacio per iniziare. Un bacio per dimenticare.
A soli ventisette anni Mia ha tutto quello che crede di volere: una carriera di successo e un fidanzato premuroso che la aspetta ogni sera a casa. Le giornate scorrono lente e prevedibili, fino al giorno in cui il suo mondo viene stravolto da scomode verità.
Gianluca è bello e intelligente, ma ha imparato a vivere la vita assaporando ogni istante. Tuttavia, dietro la sua spensieratezza, in un angolo del suo cuore, nasconde una ferita ancora aperta che lo tormenta e non lo lascia andare.
Costretti a trascorrere una settimana insieme, Mia e Gianluca scateneranno una guerra a colpi di accuse, malintesi e gelosie. Lui è deluso ma il suo cuore, accanto a lei, si risveglia dimenticando gli errori e il dolore del passato. Lei è determinata a non cedere, sa bene che tra loro non potrà succedere niente, per quanto il suo cuore dica il contrario e l’attrazione che prova per quell’uomo sia innegabile e forte.
Non rimane che ignorarsi, ma non hanno fatto i conti con le scintille e la magia del vero amore che non ha bisogno di gesti eclatanti, è fatto di cose semplici, normali. Come un bacio sotto il temporale.

RECENSIONE
***Attenzione possibili spoiler***

Questa è la storia di Mia e Gianluca, la storia del loro amore.
Un amore difficile, incompreso.
Un amore che soffre e fa soffrire.
Un amore che è stato tanto, tantissimo, di quegli amori che tolgono il fiato e la voglia di fare altre se non di vivere a pieno la persona con la quale si sta condividendo il proprio cuore.
Un amore travagliato, dolce, maturo.
Un amore unico, di quelli sicuri, che capitano una volta sola nella vita.
Il loro era, è, un amore che aveva tutto… aveva il romanticismo, la magia, la sensualità, la fiducia, l’eccitazione.
Un amore al quale non mancava nulla, ma al quale all’improvviso è mancato tutto.

Non sempre quando succedono queste cose esiste un perchè preciso.
Non sempre esiste una spiegazione logica e razionale che possa giustificare il guasto di un amore splendido e completo, come quello che avevano Gianluca e Mia.
Capita che la vita è una bastarda, perchè improvvisamente le cose che sembravano dover essere le più belle e le più importanti, si rivelano essere anche quelle che ti incasinano l’esistenza.
E non le sai gestire, ti sfuggono dalle mani, perdi il controllo e la sicurezza che avevi fino a quel momento e… non sai più tornare indietro.

Questo è esattamente quello che è successo a Mia, quando quella ragazza semplice e solare è riuscita ad avverare il proprio sogno nel cassetto: diventare avvocato.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è justitie.png


E Dio solo sa quanto sudore, quanto entusiasmo, quanto sangue buttato sui libri le siano serviti per compiere questo “miracolo”, perchè lei lo vedeva come tale.
Questo ci da la misura di quanto sia intraprendente e determinata Mia, una donna con la forza ed il coraggio di un leone, pronta a buttarsi a capofitto in questa nuova avventura, che è sempre stata un po’ anche la sua personale battaglia.
Ma cosa succede quando investi tutte le energie nel raggiungere risultati, quando questi risultati non contemplano l’uomo che si ha al proprio fianco?

«Le cose sono già cambiate.» Fa un passo indietro e non è solo la distanza fisica a preoccuparmi ma il resto.
I pensieri sopiti, gli sguardi schivati, il contatto rifiutato.
«Non sono un impegno, Mia. Sono una persona. Ieri sera mi hai chiesto se ti stessi tradendo e no, non lo sto facendo, ma tu sì.»
«Devi essere impazzito!», impreco girandomi di spalle.
Lo ripago con la stessa moneta, l’indifferenza, e mi sento una bambina capricciosa in cerca di rassicurazioni. «Mi tradisci ogni giorno con il tuo lavoro e non riesco più ad accettarlo. Non ce la faccio, ci ho provato, è più forte di me. Ieri sera tutti i miei amici parlavano di quanto erano felici con le loro ragazze, di quello che facevano insieme e dei progetti che avevano.»
«Si vede che nessuna di loro ha un lavoro e delle responsabilità. Me lo stai rinfacciando, Gianluca. Stai usando la mia professione contro di me, te ne rendi conto?»
«Le persone sono più importanti di un impiego», puntualizza.
«Dove vuoi arrivare?» Lo guardo, cerco di ritrovare il ragazzo di un tempo, quello dolce e gentile, quello che non mi avrebbe mai ferita. Non lo vedo. Non c’è più.
«È finita, Mia. Non posso più stare con te.»

Succede che Mia perde Gianluca.
E si sente confusa.
Si sente triste, delusa, arrabbiata.
Si sente incompresa perfino da sè stessa e con le mani in pasta in qualcosa che è più grande di lei.
Perchè all’improvviso ciò che aveva di più caro l’ha abbandonata, regalandole anche un bello schiaffo in faccia di quella che viene chiamata “amara realtà”.
E’ smarrita, non sa come andare avanti e all’improvviso pensa a quello a cui non avrebbe mai pensato prima: prendersi un po’ di tempo per sè.
Fare una vacanza, andare da sola da qualche parte a schiarirsi le idee.
Ed ecco che il viaggio che aveva organizzato mesi prima le sembrava tutto ad un tratto una buona idea, se non fosse che…


«Il viaggio che ho organizzato mesi fa. Voglio farlo e mi servono i biglietti, so che li hai tu.»
«Cazzo, me n’ero dimenticato.»
Abbassa la testa fino a toccare la mia spalla, le braccia ancora stese e le mani poggiate vicino le mie tempie.
«Vengo con te.»

Già, quel viaggio doveva farlo con Gianluca.
E mai, dico mai, avrebbe pensato di ritrovarsi a farlo davvero con lui.
Infatti Mia non è convinta.
Non è convinta di avere il giusto spazio, di poter godere in solitudine dei propri pensieri per capire cosa ha veramente dentro con Gianluca attorno.

Lui, col suo modo dolce di dirle le cose.
Lui col suo sorriso genuino.
Lui con il suo sguardo che le trapassa anche l’anima.
Lui, che non ha smesso di amarla mai, nemmeno per un secondo.

«A proposito di questo, devi venire con me.»

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è download.jpg

La sua richiesta mi stupisce, sono quasi le undici di sera e scommetto che a quest’ora ad Innsbruck persino le montagne stanno dormendo.
«A proposito di questo… dove?»
Mi prende le mani e le stringe, tirandomi leggermente.
«Fatti guidare dall’istinto e fidati di me.»
«Sono in pigiama.» Un pigiama rosa scintillante che mi ricorda quello che usavo da bambina.
«Sei in cerca di complimenti. Mia, sei straordinaria anche così, non importa cosa indossi o quanto trucco usi, solo un coglione non rimarrebbe impressionato da te.»

Perchè del resto la verità è una, ed una soltanto: Gianluca è sempre stato il faro nella notte di Mia, la sua guida.

Ed ecco che Mia, inevitabilmete, si ritrova davanti ad un bivio: ritornare in sè stessa e riconoscere nuovamente l’amore che prova per Gianluca o restare l’avvocato di successo, ma da sola?

Non posso andare oltre Notters e credetemi che vi ho già detto fin troppo di questa bellissima lettura.
Una lettura che mi ha colpita tantissimo, nel profondo, perchè l’ho trovata diversa da tante altre… questa storia d’amore si distingue, un po’ come una perla rara, in mezzo a tante finte.
E’ una storia mai scontata o banale, che affronta l’amore maturo, quello che raggiungi solo con il tempo ed una profonda conoscenza e accettazione dell’altro, l’aspetto dell’amore più difficile, che molto raramente ho ritrovato in altri libri.
Il personaggio di Mia è un po’ come un’escalation: mano a meno che si va avanti nella storia la si impara a conoscere, capire, consolare e sgridare quando serve.
E’ una donna che ha sbagliato, e forse sbaglierà ancora, ma chi non lo ha mai fatto?
Gianluca è… unico.
Dolce, sensibile, romantico. Il perfetto compagno di vita.

Riuscirà Mia a rendersene conto?
Non vi resta che leggerlo 😉

Edna

Classificazione: 5 su 5.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...