Review Party: “Sorry” di Lee Ann Keats| Queen Edizioni

Ciao, Notters!
Oggi vi parlo di un altro bellissimo libro edito Queen Edizioni: “Sorry” di Lee Ann Keats. Questa è una storia di rinascita, di crescita e di rivelazione. La vita a volte può essere tanto crudele quanto dolce. Ci schiaccia sotto un masso per poi toglierci da dosso quello stesso masso da lei lanciato.

70708258_1485435621599042_9145633386495213568_n

sorry cover

Titolo: Sorry
Autore: Lee Ann Keats
Editore: Queen Edizioni
Data pubblicazione: 5/11/2019
Genere: Romance
Link: E-book

°°Romanzo autoconclusivo°°

SINOSSI

Tiffany Hayes ha un “sacchetto rosso dei ricordi” in cui man mano ripone gli oggetti che segnano in qualche modo la sua vita, un elemento che, insieme alle splendide citazioni tratte da alcune opere di Virginia Woolf, fa da filo conduttore a questa storia intensa e indimenticabile, che indaga la crescita di una protagonista dalla personalità inaspettatamente forte e tutt’altro che scontata. Le vicende si svolgono in un’incantevole scenario sul Tamigi: a Canvey Island prima e poi a Londra, tra vicissitudini famigliari e un grande amore segretamente custodito che potrebbe sbocciare in qualcosa di inaspettato e meraviglioso.

RECENSIONE

Ho avuto un istante di grande pace. Forse è questa la felicità.
Da Le onde di Virginia Woolf

Tiffany, Tif per tutti è una ragazza silenziosa, chiusa in sé stessa: con una famiglia che non le dimostra l’affetto dovuto. Il suo unico amico sempre insieme a lei è George: la sostiene, difende e crede sempre in Tiffany.

La mamma e il papà mi consideravano una stupida, sotto tutti i punti di vista. Per loro non valevo nulla. Ero semplicemente “Tif”. Odiavo quando mi chiamavano così! Il mio vero nome è Tiffany, ma nessuno lo pronunciava per intero. Nessuno esplorava le mie vere sensazioni.

Tif ha una madre che non la abbraccia, per lei sua figlia è una nullità. Questo, giustamente, avvilisce Tiffany; tanto quasi che si convince che ciò che pensano i suoi sia vero. In punizione per ogni cosa che fa seppur ridicola. Ma per lei è arrivato il momento di stirare il collo. Allungarlo come fanno le giraffe per arrivare al ramo più alto. Non è però semplice, perché Tif invece di una giraffa è stata per diciassette anni uno struzzo con la testa sotto la sabbia. Riuscirà ad acquistare fiducia in sé?

Sulla riva sinistra del Tamigi, lungo l’estuario, affacciata sul Mare del Nord, si trova Canvey Island. Nonostante il nome, Canvey non è un’isola. È legata alla terraferma, fatta eccezione per alcuni canali.

tumblr_m879k0kl4h1rcu3p6o1_500

Beau ha tutto quello che si possa desiderare: bellezza, una buona famiglia alle spalle (amici da sempre dei genitori di Tiffany), ottimi voti, ragazze invidiabili che gli girano intorno e i suoi sogni sempre realizzati. Con Tiffany, nonostante la conosca da sempre, non ha mai avuto un rapporto amichevole. Anzi l’ha presa sempre in giro, gli sguardi che le lanciava erano puramente carichi di scherno. Ma Tif sta crescendo e uscendo fuori, potrebbe cambiare tutto in un attimo! Complice una barca da pulire come punizione… Complice forse anche la bellezza interiore di lei.

Ma a quel punto George esordì con un inaspettato: «Io devo andare, ti lascio in ottime mani. Ci vediamo domani.» Udite le sue parole rimasi immobile, priva di una reazione, che arrivò solo dopo qualche secondo. «No!» minacciai. «Non puoi!» continuai a dire. «Tif, è questo il mio regalo per il tuo compleanno.» «Non lo voglio. Non posso rimanere da sola con Beau» sussurrai a un soffio da George. «È stato lui a chiedermelo.» «Che cosa?» «Ha anche lui un regalo per te.» «George, ti prego» lo scongiurai di non abbandonarmi, ma lui fece un sorriso e se ne andò, lasciandomi da sola con Beau.

download.jpg

L’amore sboccia come i fiori in primavera, così come le nuvole oscurano il sole in autunno, l’amore si interrompe. Per Tiffany è distruzione, la sua vita nonostante Beau non ha subìto nessun cambiamento. È ora di alzarsi le maniche e allungare questo collo! Riuscirà Tiffany a farsi rispettare? Riuscirà ad abbandonarsi completamente?

Continuerei ad aggiungere altro, ma così facendo vi racconterei tutto il libro! In “Sorry” capiteranno tante cose, alcune vi lasceranno anche a bocca aperta e con una lacrima in caduta libera. “Sorry” è un titolo perfetto, perché qui tutti i personaggi dovranno perdonarsi a vicenda. Tiffany crescerà ad ogni pagina, rivoluzionerà la sua vita. Lee Ann Keats ha una scrittura fluida, semplice e scorrevole. L’ambientazione ben raccontata fa si che il lettore si tuffi a Canvey, sul Tamigi o tra le zone lussuose di Londra. I personaggi secondari sono ben descritti e palpabili. Ho trovato Sorry un bellissimo libro pieno di sentimento ed emozione. Vi consiglio di leggerlo se amate le storie belle ma drammatiche! Anche questa volta la Queen Edizioni ha fatto centro e ringrazio per avermi dato la possibilità di leggerlo in anteprima.

Naty

voto-bellissimo

Voto: 4,5/5

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...