REVIEW PARTY |Recensione di “Wonderwall – More of all series vol. 1” di Sabrina Williams

Buongiorno Notters,
oggi cominciamo la giornata raccontandovi una piacevolissima lettura che mi ha letteralmente fatta sognare, ma proprio della serie: occhi a cuoricino e testa a nuvoletta!
Pronti a conoscere Max e Marina?
Seguiteci ♥

77319911_2701001053279956_7745261683341262848_n-e1574677099203


41aiMQLGcBL
Titolo: Wonderwall (More of all series vol.1)
Autore: Sabrina Williams
Editore: Self – Publishing
Genere: romance
Pagine: 265
Data di pubblicazione: giugno 2020
Formato: ebook e cartaceo
Prezzo: 0,99 ebbok – 9,99 cartaceo

SINOSSI:

Max e Marina, due giovani neolaureati in marketing. Già dal periodo universitario, tra i due non corre buon sangue. Lui è insoddisfatto della sua vita quindi chiede a suo padre, un neurochirurgo affermato, di trovargliene uno tramite le sue conoscenze ed è in questa occasione che rivede Marina. La ragazza, nonostante la laurea con lode, lavora come cameriera in trattoria. Il destino deciderà di rimescolare le carte: sarà un viaggio di lavoro a mettere tutto in discussione e a cambiare il loro rapporto.
Tra litigi, ex e varie vicissitudini, Marina cercherà in tutti i modi di proteggere il suo cuore da un’altra delusione. L’innegabile attrazione, che entrambi provano e che cercano di combattere, ma senza riuscirci, basterà a far superare loro gli ostacoli che li attendono?

RECENSIONE
Attenzione possibili spoiler

“A volte l’amore si nasconde dei posti più impensati”.
Inizia così la storia di Max e Marina, un uomo e una donna incompatibili per carattere, ambiziosi, testardi e vendicativi.
Un uomo e una donna accumunati solo da un percorso di studi che li ha portati ad incontrarsi, conoscersi e poi odiarsi.
Un uomo e una donna con un vissuto completamente diverso, due mondi opposti, due paralleli destinati, in realtà, a non incontrarsi mai.
Si sa, però, che dall’odio più intenso nasce poi spesso l’amore più puro, no?

Marina è una giovane donna, di quelle rare, che si incontrano una volta sola nella vita.
Marina ha una personalità spiccata, è una donna decisa, una donna che non ha paura di mila-kunis-in-una-immagine-di-amici-di-letto-istruzioni-per-l-uso-209482rimboccarsi le maniche e andare a cercare il proprio futuro.
Il lavoro non la spaventa, ed è disposta anche a fare anche quello più umile pur di cavarsela da sola.
Marina è tosta, è in gamba, è forte e genuina. I suoi valori parlano prima della sua bellezza e l’intelligenza non è da meno.
Ma è anche una donna che, purtroppo, ha sofferto tanto perchè il suo cuore è stato spezzato proprio da chi le aveva giurato vero amore.
Una storia travagliata quella di Marina, costretta ad allontanarsi dalla propria casa, dai suoi cari, da sua sorella, dal suo paese d’origine pur di lasciarsi tutto alle spalle e cominciare una nuova vita.
Ed è così che si butta a capofitto in ciò che ama fare e che le riesce meglio: lo studio.
Marina è la prima del suo corso, ad ogni esame che fa corrisponde il massimo dei voti e la soddisfazione che la gente legge nel suo sguardo è proprio tanta.
Non sa, però, che è proprio nel luogo che più ama, in cui si sente più se stessa, che conoscerà chi le cambierà la vita.

<<Anita, sai per caso chi è quello?>> domando incuriosita.
<<Chi?>>
<<Quel ragazzo moro con la polo bianca e blu>> lo indico con un cenno del capo.
Cavolo, anche da lontano è capace di farmi girare gli ormoni a mille. Comincio a sudare ma non per il caldo. 
Che cazzo mi succede?
<<Ah, beh. Quello è Max Spadoni, le chiappe d’oro dell’ateneo. Lo conoscono tutte>> replica con un ghigno divertito.
[…] <<Cioè?>> domando con un tono indifferente ma dentro mi sento ribollire.
Prima che Anita possa rispondermi, una ragazza alta, bionda, dalle fattezze da copertina patinata, si avvicina a Max che non perde rempo nel metterle la lingua in bocca. Lei gli mette una mano sul sedere (direi che è anche giusto. visto quel ben di Dio che si ritrova tra le mani) e cominciano quasi a strusciarsi.

Ed ecco qui che entra in scena il nostro Max: bello, ricco, il classico “figlio di papà” che Marina definirebbe “con la pappa sempre pronta”.
EliaMax è l’uomo che tutte vorrebbero e che tutte hanno, poichè ogni sera una donna diversa gli scalda il letto… ma mai il cuore. Quello no. Perchè il cuore di Max è sempre stato freddo.
Max è un uomo che ha eretto su di sè una corazza che lo protegge, non prmettendo a nessuna donna  di avvicinarsi.
La sua vita è piena di amicizie frivole e superficiali a causa dello stile di vita che conduce perchè lui è un uomo che di nome fa “festa”e di cognome fa “baldoria”.
Ma non illudetevi cari Notters, perchè questo è solo quello che Max vuole fare vedere, quello che mostra a tutti, che decide di rendere pubblico.
In realtà esiste una parte di lui che nasconde forse persino a sè stesso, perchè non è pronto ad affidarla nelle mani di nessuno.

Ma poi scatta qualcosa nella testa di Max, vuole redimersi, come un bruco che diventa farfalla vuole dimostrare a tutti, a se stesso e a suo padre di essere capace di farcela da solo, di smetterla di crogiolarsi nell’agio e iniziare a guadagnarsi con le proprie mani tutto lo sfarzo che lo circonda.
Decide quindi di cercare lavoro e, tramite una conoscenza del padre, trova lavoro presso l’Archiemede Media dove proprio il primo giorno di lavoto fa un incontro del tutto inaspettato…

<<Buongiorno a tutti. Mi scuso per il ritardo>>, ma la voce mi muore in gola quando, scandagliando il volto di tutti i presenti, riconosco il biasimo negli occhi dell’ultima persona che mi sarei aspettato di trovare in questo posto.
Forse stamattina avrei fatto meglio a non alzarmi dal letto, visto quello che mi si prospetta davanti.
Marina mi rivolge un sorrisetto compiaciuto per la figura barbina appena fatta, ma il suo non è un sorriso che coinvolge gli occhi: forse un pochino si dispiace per me. Nel verde delle iridi dardeggiano fiamme ardenti, ma quello che più mi colpisce peggio di un pugno allo stomaco di Mike Tyson è il suo aspetto sofisticato: il corpo fasciato alla perfezione da un tallieur scuro che a mala pena riesce a contenere il seno florido, i capelli tenuti su da un rigido chignon, il quale ha preso posto della celebre coda di cavallo e che mi viene voglia di scioglere immediatamente per darle un aspetto più informale, il trucco appena accennato, ma che le valorizza al massimo il volto privo di imperfezioni.

Ed ecco che basta quello strano e imprevedibile incontri per far rimpiombare entrambi nel vortice dei ricordi.
Ricordi fastidiosi e a tratti divertenti del periodo universitario, della loro continua sfida, del loro stuzzicarsi continuamente fino a darsi fastidio e poi anche dello dello schiaffo che Marina gli ha dato quando lui ha provato a baciarla perchè lei non è come tutte.
Lei non avrebbe giocato a fare la “donna di una notte e via” com’era abituato a fare Max.
Marina avrebbe dato nuovamente il suo cuore solo a chi se lo fosse meritato, solo a chi non lo avrebbe spazzato e poi calpestato nuovamente perchè lei è stanca di soffrire, è stanca di struggersi per amore, di scegliere sempre prima prima di scegliere se stessa e Max non avrebbe mai potuto garantarle la stabilità che tanto cercava, trasmetterle la sicurezza di cui aveva bisogno. Almeno fino a quel momento.

Momento in cui si ritrovano in macchina insieme, in compagnia dei loro relativi capi, diretti al paesino di origine di Marina per girare uno spot pubblicitario.
La tensione tra i due è palpabile nell’aria, il disagio che li investe altrettanto.
Un viaggio di lavoro che ha tutta l’aria di essere un incubo, ma che potrebbe trasformarsi in qualcosa di più…

<<Ciao Luca, lui è Max, il mio fidanzato! Max, lui è Luca>> dice lìistante successivo, prendendomi per mano e sfoggiando un sorriso smagliante falso quanto una banconota da cinquecento euro del monopoli.
Che cazzo succede? 
[…] <<Felice di averti rivisto, Luca. A presto!>>
Il malcapitato viene tagliato fuori dalla discussione perchè Marina si avventa sulle mie labbra in una maniera folle. Mi serve un secondo per capire che la sua lingua sta spingendo per farsi spazio nella mia bocca e, quando questo avviene, mi sembra che innumerevoli fuochi di artificio mi esplodano dentro.

passionate-1-gap

Con una motivazione un po’ banale, la passione travolge all’improvviso Max e Marina, senza chidere loro il permesso, che non riescono più a fare finta di niente.
Non riescono più a fingere di non volersi sfiorare, baciare, possedere.
Perchè di fondo è tutto ciò che desiderano veramente, tutto ciò di cui hanno bisogno.

Ed ecco che incontriamo due personaggi inaspettati, del tutti diversi da come Sabrina ce li aveva fatti conoscere inizialmente.
Troviamo una Marina fragile, delicata, incapace di controllare le proprie emozioni e decisa, anzi, ad assecondarle sempre più.
Troviamo poi un Max dolce, romantico, attento, comprensivo, protettivo ed emozionato… come mai gli era capitato in vita sua.

Com’è che si dice Notters? Che i poli opposti si attraggono, giusto? 25016240_203636913528750_6466746654870470656_n
ma varrà anche per loro..?
riusciranno a mettere da parte le loro incomprensioni caratteriali, il loro temperamento esuberante, il loro continuo essere in sfida, pur di aversi?
E Marina avrà del tutto chiuso con il suo passato..?
Una cosa è certa: vi innamorerete perdutamente di questa strana e dolce storia d’amore.

Sabrina ci ha regalato una storia d’amore romantica, per certi versi classica, per altri estremamente innovativa, che la rendono davvero affascinante.
Ho divorato questo libro spinta dalla curiosità di capire cosa sarebbe successo tra Max e Marina ma, confesso, soprattutto spinta dal voler conoscere sempre di più, nel profondo, la vera essenza dei due protagonisti che verranno scoperti piano piano, quasi come fossero un regalo da scartare.

Beh cari Notters, che dirvi di più?
Se non lo leggete sotto l’ombrellone siete dei pazzi! 🙂

Edna

Il mio voto:
gif voto 44,5


Notting Hill Staff

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...