Recensione di: “A Domani” di Maura R.

Ciao Notters 🙂
Oggi vi parlerò di un romanzo che lascia l’amaro in bocca, perché davanti al destino non si riesce a reagire, si spera solo che il domani possa essere un nuovo giorno in cui il sole splenda per portare luce e serenità.

divisorio

copertina_a_domani-1

TITOLO: A Domani
AUTRICE: Maura R.
EDITORE: Self publishing
DATA PUBBLICAZIONE: 24 luglio 2016
GENERE: Contemporary romance
FORMATO: Ebook/Cartaceo
PAGINE: 238
PREZZO: € 0,99/ € 10,39

SINOSSI

Per l’avvocato Andrea Furlan – affascinante quarantenne divisa tra i doveri di madre e una brillante carriera – Leonardo Cacciari potrebbe rappresentare un “pericolo”, una duplice trasgressione.
Sul piano professionale significherebbe andare contro il suo principio di tutelare unicamente i diritti delle donne e, su quello personale, fare un salto nel vuoto, cancellando anni di totale autocontrollo e l’innata capacità di tenere tutti ad una certa distanza. Catturato dai contrasti di una donna che porta con sé fuoco e ghiaccio, l’“arrogante” imprenditore immobiliare è determinato a conquistare la fredda professionista, sempre in fuga da se stessa e dai propri sentimenti. Sotto lo sguardo sbigottito, ma ironico, dei loro amici il viaggio inaspettato di Andrea e Leonardo avrà tre tappe fondamentali: Trieste, Torino e Genova. Ciascuna di queste cornici racchiuderà tre diverse spirali della loro innegabile passione. Come la vita ci insegna, il cambiamento è l’unica certezza: si ride, si piange, si ama, si costruiscono muri per poi buttarli giù. A domani non è una certezza, ma l’augurio più bello.

Il destino non esiste … Tutto dipende dalle scelte che siamo in grado di fare.
Da quanto siamo pronti a rischiare, a lottare, a crederci .
Da quanto siamo disposti a cedere per avere.
… Tutto dipende da noi.

RECENSIONE
***ATTENZIONE, POSSIBILI SPOILER!***

Ognuno porta sulla pelle i segni di altre persone, le stesse che ha amato e poi odiato, con le quali aveva iniziato guerre all’apparenza mai terminate. Le battaglie dei sentimenti restano lì, in un angolo profondo della nostra anima, come assopite, ma sempre pronte a ricordarci la nostra vulnerabilità.

La vita insegue il tempo, senza fermarsi per paura di essere schiacciata dalla velocità in cui i mesi si susseguono a catena, senza soffermarsi mai; se non per inglobare vicende, ricordi, dolori che si depositano in un angolino nascosto. Basta un niente per farli riaffiorare in superficie, scuotere le certezze che si erano adagiate su convinzioni fatti di sabbia, apparentemente solide solo in superficie.  In realtà vulcani pronti a esplodere per concedere all’anima l’opportunità di guarire e non continuare a soffrire a causa della ragione, che non accetta che per vivere bisogna anche lasciarsi andare, essere vulnerabili e non pensare sempre al domani, ma godersi il presente; l’unico momento in cui essere vivi e sinceri è la priorità.

scarlett-johanssonLa nostra protagonista è Andrea Furlan, un’affascinante donna divisa tra due ruoli: avvocato quarantenne che s’impegna a far rispettare i valori in cui crede e cercando di fare carriera e madre single che cerca di dedicare il suo tempo a suo figlio. La vita di Andrea è stata caratterizzata da tante soste in cui è riuscita a sollevarsi e andare avanti, grazie al suo coraggio dmeyers__120724055811i dimostrare soprattutto a se stessa che si meritava di vivere. Questa sua convinzione che gli aveva garantito una tranquillità passeggera, è scalfita a poco poco dalla presenza di Leonardo Cacciari, un imprenditore immobiliare, che ha bisogno di essere difeso per una questione
delicata. Leonardo rappresenta una minaccia sia dal punto di vista professionale, perché accettare la sua difesa, significherebbe andare contro la sua convinzione di tutelare soltanto i diritti delle donne e sia dal punto di vista personale, è un ostacolo che la spinge a interrogarsi se continuare a vivere nel buio, senza azzardare per il quiete vivere, o osare per poter cambiare la sua vita e distruggere gli anni in cui il motto era tenere tutti ad una certa distanza per mantenere sempre il controllo.

Ci si costruisce la propria esistenza come se fosse una corda, dove ogni nodo rappresenta un dolore, un ostacolo o una sofferenza che non si è riusciti a superare; nonostante ciò, come se niente ci possa scalfire, a testa alta, si continua il cammino con la promessa a se stessi di ritornarci per risolverlo. Sappiamo benissimo che è una bugia, una patetica scusa per avere il coraggio di andare avanti; ma alla fine il passato torna e ci costringe a ritornare indietro e slegare uno a uno ogni nodo della matassa, ponendoci davanti a delle scelte che abbiamo ritardato, finché il presente esige un rimedio per fare un salto nel vuoto nel futuro; uno slancio che porta ansia, ma anche tanta voglia di buttarsi.
Nella vita si possono fare giri immensi, ma chi siamo ci verrà sempre a cercare. Non a caso, vivere è una grande paura piena di coraggio.

Davanti al bivio Andrea si lascia andare e accetta la difesa di Leonardo, il quale diventa la sua via di salvezza, il sorriso che aveva perso, la quiete dove trovare rifugio.

immagine-1

La loro relazione non è facile perché Andrea non riesce a lasciarsi andare, aprire il proprio cuore e fidarsi di Leonardo, un uomo che cerca di lottare per scalfire il muro. Andrea è spinta dalle sensazioni che sente a buttarsi, a non razionalizzare tutto, a lasciare tutto al caso, senza controllare ogni cosa; ma i limiti che si è imposta per anni la portano a dubitare di se stessa e di Leonardo. Leonardo rappresenta lo specchio in cui lei non si è mai voluta specchiare per paura di affrontare dei fantasmi che gli avevano condizionato tutta la vita. La dolcezza e la pazienza di questo cavaliere convincono Andrea a lasciarsi andare e a buttare la maschera. Nonostante ciò, il destino ha la sua puntualità, perché il passato di Leonardo torna per dividerli temporaneamente o forse per sempre, non si sa, dipenderà dalla forza di entrambi di affrontare la situazione e accettare che ogni ostacolo indebolisce momentaneamente, ma ci prepara a essere più forti per il futuro.

Il romanzo lascia il segno perché il lettore segue i tormenti della protagonista con il fiato sospeso e nel momento in cui riprende fiato, il destino irrompe con una notizia choc. La scrittura è lineare e decisa per presentare la tenacia e la forza di Leonardo e tormentata e sofferta per rimarcare la fragilità di Andrea. La scrittrice già dal nome della protagonista ci voleva annunciare la doppia personalità di Andrea, una donna che combatte delle battaglie giornaliere senza lasciare niente al caso; una donna che nonostante la vita gli abbia riservato l’ennesima sconfitta, alza la testa e spera nel domani.

Carmela.

Il mio giudizio:

voto-bellissimo

Annunci

Recensione di: “Il maestro parla strano…” di Francesca Rossini

Ciao Notters!
Il libro che vi sto per raccontare è di Francesca Rossini, autrice italiana del mondo self-publishing. Il titolo? “Il maestro parla strano…” 🙂

divisorio
51hqie7or-l

TITOLO: Il maestro parla strano…
AUTORE: Francesca Rossini
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE: 19 luglio 2016
GENERE: Romanzi rosa
FORMATO: Ebook/Cartaceo
PAGINE: 260
PREZZO: € 0,99/ 8,61

 

SINOSSI

Laura, una maestrina tutta d’un pezzo, occhiali, capelli tirati in uno chignon e la convinzione che la vita sia fatta di sacrificio e organizzazione. Lorenzo, un eterno precario, convinto che la vita sia solo battute di spirito e occhiate dolci alle colleghe. Due anime opposte, che dovranno imparare a collaborare per un anno. Laura rimarrà ferma nelle sue convinzioni, barricata nelle sue certezze e protetta dalla quotidianità che l’anziano padre e il fidanzato hanno plasmato attorno a lei? Riusciranno a trovare un punto d’incontro, per il bene dei loro alunni? Cosa nasconde Lorenzo nella vita lontana lasciata a Piacenza?

RECENSIONE
***ATTENZIONE, POSSIBILI SPOILER!***

L’abitudine e la consuetudine di fare le stesse cose, ci portano a pensare che la fatica sia minore, poiché giornalmente, il compito giunge al termine portando dei risultati variabili, nonostante lo scopo iniziale sia invariabile.

Gli attori di questa storia sono due anime opposte che tendono ad avvicinarsi come fossero delle calamite, ma si respingono a causa della forza di gravità che li allontana. Laura è la classica ragazza, cresciuta a pane e accondiscendenza ai valori impartiti dai genitori; vive con il padre anziano ed è fidanzata con Fulvio dalla sua adolescenza.

Laura è una donna che non si lascia mai andare, per paura di deludere le persone che ama, quindi giornalmente indossa una maschera. Lorenzo, l’eterno ragazzo, che dietro al sorriso, al sarcasmo e alla sua fama da Don Giovanni, nasconde un dolore. Lorenzo è il suo opposto: allegro e caotico.

La vita dei nostri protagonisti s’incrocia nella quotidianità, in cui Laura è la maestrina rigida, sguardo severo, capelli raccolti, occhiali ma con un cuore enorme, affezionata ai propri alunni cui dedica tutto il suo tempo. Lorenzo è il nuovo arrivato, professore di Scienze Motorie da Piacenza, come potenziamento all’organico e supporto alle lezioni sportive. Il destino irrompe nelle loro vite per sconvolgere la tranquillità di Laura e placare la vita movimentata di Lorenzo. Il destino non ama fare le cose a metà, infatti, i due dovranno convivere a scuola e persino vivere nello stesso palazzo, generando delle situazioni sia di astio sia comiche.

L’incontro iniziale tra due rivela fin da subito la reticenza di Laura di aprirsi alle novità, a ciò che non conosce e alla capacità di adattarsi e sentirsi a proprio agio nelle nuove esperienze con Lorenzo…

L’uomo sorrise e Laura si sentì a disagio: era uno di quelli che ti guardano troppo a lungo e si prendono troppa confidenza. Istintivamente indietreggiò, d’altronde aveva portato a termine quello per cui era stata trascinata lì. “Piacere Lorenzo Alberti”, allungò una mano verso Lucilla….. e poi la mano arrivò a lei, prima che fosse riuscita a dileguarsi. “Laura Vezzani”. Sentì una stretta decisa, aggrottò le sopracciglia al suo sguardo scrutatore, davvero imbarazzante. 

Laura e Lorenzo intrecciano le loro vite a secondo delle vicissitudini del caso. La quotidianità passa in secondo piano per cercare di evadere e sentirsi vivi. Laura apre gli occhi sulla sua storica relazione, notando il gelo che intercorre tra lei e il suo fidanzato e la monotonia forzata che s’infligge per paura di sbagliare. Lorenzo cerca di mantenere la facciata del donnaiolo, ma scopre che l’amicizia che si sta instaurando con Laura, porta in secondo piano la sua voglia di evadere e divertirsi. I battibecchi, il continuo punzecchiarsi, le vicissitudini scolastiche portano piano, piano a far emergere le sfaccettature del carattere di Laura che si dimostra dolce, piena di vita e desiderosa di essere amata e alla trasformazione di Lorenzo, che all’inizio sembrava vivesse con una facciata di leggerezza, dimostrando di essere un uomo con dei valori, con il dono di sdrammatizzare le situazioni negative e il voler proteggere le persone che ama.
I due protagonisti hanno imparato che l’abitudine nasconde il vero aspetto delle cose; Laura cerca di combattere contro il modo di vivere di Lorenzo e quest’ultimo cerca di far conoscere a Laura la felicità che si prova in un giro in vespa o una passeggiata al mare.

immagine

“Essere infelice è un’abitudine. Essere felice è un’abitudine. La scelta è nostra”
recita Tom Hopkins, poiché non è nelle grandi cose o nelle novità che si trova la felicità, ma nelle abitudini.

Un romanzo semplice, leggero, piacevole in cui la scrittrice s’immedesima nella storia che racconta e la storia d’amore s’intreccia con le tematiche scolastiche. La vita dei due protagonisti riflette i dubbi e le perplessità sulla Buona Scuola, non a caso, sembra che Laura rappresenti la scuola classica, quella timorosa di cambiare per paura di perdere valore e Lorenzo rappresenti la nuova riforma, che cerca di inserirsi nella scuola consolidata, per cercare di cambiare le cose senza però garantire l’efficienza del suo operato. Il lettore segue, passo passo, l’evolversi della storia e giunge alla fine, rimanendo colpito dal finale inaspettato che lascia aperta la porta dell’immaginazione.

Carmela 🙂

Il mio giudizio:

IMG_0092

Recensione di: “Il respiro del cuore” di Silvia Rossi

Ciao Notters!
Oggi vi racconto di una storia che ci porta a riflettere sul fatto che “la vera essenza” di noi stessi non può essere celata a lungo, perché prima o poi, riemergerà come una tempesta a cambiare il corso della nostra esistenza.

divisorio

TITOLO: Il respiro del cuore
AUTORE: Silvia Rossi
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE: Luglio 2016
GENERE: Romance
FORMATO: Ebook
PREZZO: € 1,99

 

 

SINOSSI

Cosa faresti se la passione bussasse alla tua porta tre mesi prima del tuo matrimonio?
È quello che succede a Ginevra, la cui vita è scandita da una routine fatta di lavoro, cene con le amiche e incontri con il fidanzato Andrea, con cui sta programmando le nozze.
Sembra tutto perfetto, ma a Gin la perfezione sta stretta, perché sotto l’apparenza della fidanzata  modello nasconde una passione e una fame di vita che la divorano e la consumano come una  fiamma pronta a divampare. E troverà il giusto combustibile in Alex Lombardi, imprenditore che conosce Ginevra durante un viaggio di lavoro nella repubblica dominicana, dove la ragazza si reca per concludere una trattativa proprio con Lombardi. Lui, bellissimo ed enigmatico, le darà del filo da torcere e si divertirà a tormentarla con la sua sensualità sfacciata e i segreti che lo rendono oscuro e impenetrabile. Quello che Alex non può prevedere, però, è che la dolce Ginevra è come una fiamma che, se alimentata, può ridurre in cenere tutte le difese che lui si è costruito, mettendo a nudo la sua anima e insegnandoli a far respirare il cuore. Tra acque cristalline e spiagge dorate, la passione che travolgerà Alex e Ginevra sembra essere destinata a sconvolgere le vite di entrambi.
Ma Gin ha un fidanzato che l’aspetta, un uomo che la ama da otto anni e che le è sempre stato fedele. Cosa fare, allora, quando la passione bussa alla tua porta?
Lasciarla entrare e ascoltare il respiro del cuore, o chiuderla fuori e lasciare che il cuore batta meccanicamente?

RECENSIONE

La vita a volte è imprevedibile, ti regala il paradiso, inondatoti di luce splendente, dopo averti fatto conoscere il dolore e la sofferenza; ma come per magia non dimentica mai di ripresentarsi in qualsiasi momento per sconvolgere l’equilibrio conquistato con fatica e coraggio. Un gesto, una parola diventano le uniche ancore di salvezza cui aggrapparsi per non essere travolti e gettati in pasto alla tempesta, in cui le forze centrifughe ci trascinano senza darci il tempo di riflettere, abbandonandoci all’istinto per seguire un qualcosa che non smette di pulsare in simbiosi sia nella mente sia nel cuore. Nell’intimo profondo, dove le emozioni si generano e si sprigionano per essere condivise dagli occhi, che si trasformano in un pozzo d’acqua limpida e rivelatrice.

Ginevra, Andrea e Alex sono delle pedine che tessono una tela, che mira a raggiungere un fine preciso: conquistare il cuore della persona che è in grado di far emergere la parte reale di noi stessi e soprattutto la persona che ci fa stare bene, sentire protetti e amati.

Ginevra è una donna d’affari che gestisce l’azienda familiare con il padre. Una donna che nella sua infanzia ha conosciuto il dolore, che si è presentato nelle vesti di una strega, venuta a rapire la principessa. Solo l’intervento di un cavaliere prodigioso, ha salvato la principessa dal male cattivo, il quale aveva rubato i sogni della sua infanzia. Il cavaliere, Andrea, aveva donato la sua vita per salvare la sua principessa, Ginevra, che solo dopo faticose cure era riuscita a sconfiggere il nemico. Andrea e Ginevra erano legati dall’amore e dalla riconoscenza per aver contribuito alla guarigione.
La loro relazione mira al coronamento più importante: il matrimonio. Durante i preparativi, Ginevra deve assentarsi per delle questioni lavorative che la portano a raggiungere la Repubblica Domenicana, precisamente a Samanà, dove deve riuscire a farsi cedere un terreno in cui dovrebbero sorgere delle ville residenziali, confinanti con l’albergo del Signor Lombardi.
1469507662689La nuova realtà tropicale, catapulta, Ginevra nella bellezza incontaminata del posto e nella passionalità e accoglienza degli abitanti del luogo. Fin dal primo giorno fa la conoscenza di Alessandro Lombardi, un uomo enigmatico, affascinante, seduttore e gentiluomo che incanta Ginevra. Alex è il tipico uomo sensuale che sprigiona energia e fascino attraverso il suo corpo scolpito ad arte, uno spettacolo da mozzare il fiato, che si articola in linee sinuose e armoniose che evidenziano un fisico muscoloso e tatuato, un viso divino e delle mani forti. Un corpo perfetto da statua greca, con uno sguardo intenso che confonde Ginevra.  La vicinanza di Alex destabilizza Ginevra sia nel corpo sia nell’anima; il cuore non risponde più agli battiti, la mente viaggia nei meandri del desiderio nascosto, che fuoriesce in superficie per essere assopito e appagato e il corpo è scosso da potenti vibrazioni scatenate dalla forte attrazione reciproca. Il contatto con Alex, mette a dura prova Ginevra che si sente come ipnotizzata da lui, spogliata del suo essere e manovrata come fosse una statuina di cui Alex muove i fili. Alex diventa una parte essenziale della sua nuova essenza; lui riesce a leggerle nella sua mente, capire di ciò che il suo corpo ha bisogno per provare nuove emozioni e catturare la sua vera anima per farle aprire gli occhi.

Le radici costruite fino a quel momento, crollano come fossero fatte di sabbia; il passato di Ginevra diventa un ostacolo pesante da dimenticare, un macigno che pesa sul presente, un macigno di nome Andrea. Andrea è l’esatto contrario di Alex, il classico ragazzo che ogni mamma vorrebbe per la propria figlia, premuroso, protettivo e galante.
Alex, invece, è l’uomo misterioso, che affascina con lo sguardo penetrante, ma che non lascia trasparire niente della sua anima. photostudio_1468569652731
Un uomo che è in grado di scatenare un turbine di emozioni solo con un semplice sorriso; un uomo imprevedibile di cui ogni mossa è dettata dal momento e non studiata per fare colpo, ma per sconfiggere il mito che ciò che si vuole fare si può fare se ci s’impegna con il cuore. Ogni gesto, ogni azione di Ginevra è messa in discussione da Alex, colui che cerca di farle vivere la vera essenza della vita, di fargli capire che i difetti o le emozioni che si sentono non devono essere respinte per paura di dare una visione diversa di noi stessi. Si deve vivere e accettarsi per come si è, affinché gli altri possano accettarci. Alex nasconde un grande dolore, che ha lacerato la sua anima, ma non la sua volontà di reagire e andare avanti. Le sue armi sono l’umiltà e il coraggio di guardare avanti e non voltarsi mai indietro. Entrambi hanno conosciuto la sofferenza e il dolore, un filo conduttore che li lega perché entrambi hanno sfiorato il vero senso della vita e sono cresciuti molto in fretta. Ginevra si getta nelle braccia di Alex, nell’impeto della passione, ma subito dopo ritorna in sé e lo allontana per paura di tradire ciò che pensa di sentire verso Andrea.
instaquote-05-05-2016-11-58-04L’amore incondizionato è la vera essenza del romanzo. Quell’amore che spinge a cogliere l’attimo, a regalare sorrisi o abbracci gratuiti, a non
arrendersi mai nelle difficoltà, a reagire anche quando le possibilità di riuscita sono minime, a rischiare tutto pur di non aver rimpianti, a donare se stessi per la persona amata, a mettersi in discussione per dimostrare a se stessi che i limiti che pensavamo di avere possono essere superati. Un amore che nasce dall’anima, attraversa il corpo con un’elettricità esplosiva per fuoriuscire attraverso i gesti e gli occhi, lo specchio dell’anima.

E alla fine del giorno, quando la luce del sole si spegnerà nell’oscurità della notte quando il silenzio calerà sul mondo, ricorda, è qui che mi troverai a fianco a te, a dare un senso al presente, ad inventare un domani. Ti amo adesso e ti amerò per sempre, anche quando il tempo sbiancherà i capelli e rughe sottili solcheranno il viso. Ti amerò, ancor più, quando l’avanzare dei giorni sbiadirà i ricordi. Cercami, sarò comunque lì a ripercorrerli con te a sorriderne insieme. Non ti dimenticherò neanche quando sentirò il respiro fermarsi, perché nell’assenza abiterò comunque nei sogni, tra i tuoi pensieri, fra i tuoi silenzi. E semmai ti sentirai solo, nei grigi inverni senza luce guarda il mare. Sarò goccia salata trasportata dal vento sulle tue labbra, Sarò profumo d’acqua e sale che t’inebrierà i sensi. E se ancor ti sentirai smarrito e perso ascolta il respiro del cuore. Ti parlerà di me, del mio amore, un amore unico, vero per il quale sorrido un amore grande e immenso per il quale spero e vivo.

Ogni frase, ogni parola, ogni sillaba seguono le corde musicali dell’amore, una melodia che tende alle note alte nei momenti di massima gioia e alle note basse nei momenti di dolore, necessarie per poter assaporare al meglio la felicità.

La scrittrice ci dona la possibilità di immergerci nel romanzo, come protagonisti reali che vivono la storia come spettatori. La descrizione dettagliata dei paesaggi esotici, la magnificenza del mare e dei suoi fondali, la bellezza della natura fanno da sfondo alla luminosità e al fascino sprigionato da Alex e alla semplicità di Ginevra. La scrittura fluente e scorrevole porta il lettore a scoprire una storia d’amore galante, che si racconta come fosse una poesia in cui le rime sono le uniche note discordanti, rispetto al tenero finale.

Carmela 🙂

Il mio giudizio:

IMG_0093

 

 

Recensione di: “E’ vero, è complicato odiarti” di Alissia Marv

Ciao, Notters!

Una canzone recita cosi: Adesso ti devo respingere…il perdono e il ritorno non sarà mai, non puoi più avermi quando vuoi, si fa solo un errore… la tua bocca non sarà mai, la tua forza non mi avrà mai, c’è un muro gelido tra noi, non puoi più farmi male. Il testo racchiude il tormento, la passione e l’amore che il romanzo recita fin dalle prime righe del testo. Carmela ci introduce così il suo pensiero su “È vero, è complicato odiarti” di Alissia Marv.

divisorio

516OkWSGJoL._SY346_.jpg

 

TITOLO: È vero, è complicato odiarti
AUTRICE: Alissia Marv
SERIE: The Iron Series Vol.1
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE: 12 Giugno 2016
GENERE: Romanzi rosa
FORMATO: Ebook
PAGINE: 254
PREZZO: € 2,99

SINOSSI

Valentina ha tutto dalla vita. Un ragazzo bellissimo, follemente innamorato che farebbe qualsiasi cosa per lei e che tra meno di un anno diventerà suo marito. Un lavoro che ama e che la appaga professionalmente. Ma c’è aria di cambiamento e la sua azienda viene assorbita da una grossa società di Milano. E questo inaspettato cambio al vertice porterà un notevole scompiglio nella sua vita. Il destino la mette di fronte a Luca, il suo primo grande amore adolescenziale. Quel ragazzo a cui ha donato tutta se stessa, ma che subito dopo ha preso il suo cuore e l’ha distrutto in mille pezzi. Quello stesso ragazzo che l’ha resa diffidente verso tutto il genere maschile. Un giorno durante una trasferta di lavoro a Parigi, complice l’atmosfera romantica, Luca le confessa di amarla ancora e di volere una seconda possibilità.  Valentina, sconvolta, erige un muro e cerca in tutti i modi di resistere a quella passione travolgente e palpabile che si sprigiona tra di loro ogni volta che sono nella stessa stanza. Luca però è una persona determinata e farà di tutto per riconquistarla perché quando si mette in testa qualcosa la ottiene. Sempre. Infatti quando riesce a rubarle un bacio, il muro che Valentina aveva eretto nei suoi confronti, crolla miseramente e si ritroverà, suo malgrado, di fronte ad un bivio.

RECENSIONE

La vita ci pone  sempre davanti ad un bivio, a una decisione inaspettata e sofferta, mila-kunis-freematurata per riprendere fiato e considerare che la realtà si sia sgretolata davanti ai nostri occhi per rivelarsi una polvere di fumo, che si allontana da noi, perché attirata dalla forza di gravità verso l’alto, ma allo stesso tempo non ci abbandona del tutto, ci lascia una macchia indelebile nel cuore. Valentina è una giovane donna impegnata sia nella vita lavorativa, contribuendo alla crescita dell’Azienda in cui lavora come grafica pubblicitaria, sia nella vita sentimentale, con il suo amato Mattia, il suo futuro sposo; il classico principe azzurro che è stato in grado di sciogliere il gelo che aveva intrappolato il cuore di Valentina . imagesLa quiete della coppia è destabilizzata dall’incontro inaspettato di Valentina con Luca, una persona che ha contribuito a sconvolgere il suo passato e che romperà l’equilibrio e la serenità che ha cercato di costruire mettendo da parte i ricordi. Valentina è una donna con un carattere forte, orgoglioso dei risultati ottenuti e soprattutto credeva nell’amore, prima che la vita gli regalasse un bello schiaffo per farla svegliare. La storia inizia con il  loro l’incontro in azienda, poiché Luca è nuovo vice-capo di Valentina; un incontro che riporterà Valentina indietro di dieci anni, quando era un’adolescente alle prime cotte, alle prime gelosie e al primo batticuore per una sola persona, Luca, il suo primo amore.

“Perché il suo sguardo ha sempre avuto questo effetto su di me, i suoi occhi sono sempre stati come il freddo dell’inverno, che non ti avvisa quando arriva, che non fa rumore, ma che fa tremare.”

Il dolore, la sorpresa e la rabbia riportano Valentina ai ricordi che aveva gelosamente custodito nella sua anima per andare avanti. downloadIl passato irrompe e ci permette di conoscere i protagonisti e il loro innocente amore. Un amore fatto di semplicità, di felicità e di tanto dolore per degli equivoci che dopo dieci anni non sono stati svelati.

Il ritorno di Luca pone in crisi Valentina, che si ritroverà a dover scegliere: da un lato il suo principe azzurro, pronto sempre a consolarla, a coccolarla e sostenerla nonostante lei all’inizio non abbia il coraggio di rivelargli la vera identità di Luca; e dall’altro Luca con la determinazione di riprendersi ciò che è sempre stato suo e che il destino ha contribuito a dividere.  La situazione parallela tra i ricordi, la passione, la lotta contro i sentimenti e l’incomprensione al lavoro con Luca e la dolcezza  e la comprensione con Mattia, distruggono Vale che diventa debole e insicura, precipitando in un vortice nero, con una sola unica uscita, che il cuore di Valentina accetta, ma la ragione la respinge per paura.

milajustin2“Vado in bagno e quello che vedo allo specchio non mi piace per niente. Vedo la mia immagine, ma è come se la vedessi da un’altra prospettiva, come se quel corpo non mi appartenesse più. Vedo l’immagine forte e nitida di una persona sconfitta. Ancora una volta. E anche la sensazione che pervade la mia anima è quella.”

Solo il soggiorno nella città dell’amore può aiutare Valentina a decidere se dare fiducia di nuovo al suo cuore e quindi scegliere la strada più complessa o la strada più facile nelle braccia di Mattia. La scelta sarà sofferta anche se suggellata da un bacio, un attimo rubato al tempo, che contribuirà a sciogliere il gelo tra i due e far riconoscere a entrambi che, l’amore tra i due non si era mai assopito, anzi alimentato a poco a poco per irrompere come un vulcano che spazza tutto per far riemergere l’essenziale, ossia che la realtà a volte inganna perché è letta attraverso la ragione e non con il cuore.

Ma oggi mi ha baciato e il muro che avevo eretto per proteggermi da lui è crollato miseramente.

tumblr_n06ddnw4jl1rz7tg7o1_500Entrambi si abbandonano all’amore, alla passione che li ha sempre legati e divisi a causa dell’insicurezza di Valentina e al passato di Luca.

Sono qui. Sono qui con te. Non vorrei essere da nessun’altra parte. Sfioro delicatamente le sue labbra con le mie e lui riprende a muoversi. Pian piano sento arrivare quella sensazione, quel calore che nasce dal basso ventre e si espande per tutti i muscoli del corpo, so che non resisterò ancora per molto, è tutto troppo intenso.

Dedizione, rispetto, passione, dolore contribuiranno ad un finale dolcissimo dimostrando che il primo amore non si scorda mai. Un amore adolescenziale che ci mostra come l’inesperienza e l’invidia tra ragazzine possa contribuire a dividere due persone che si amavano. Valentina è stata una ragazza che si lasciava travolgere dagli eventi scegliendo la strada più facile per comprendere dopo dieci anni che solo combattendo può raggiungere la felicità. Luca era un ragazzo adolescente che spinto dalla scoperta commetteva degli errori che contribuirono a sminuire le sue attenzioni verso Valentina, sia nel passato sia nel presente dove il suo atteggiamento deciso la spaventa.

La lettura è molto piacevole e la scrittura scorre nei meandri della storia scatenando sentimenti contrastanti perché i personaggi non riescono a comprendere ciò che il lettore ha capito già dal loro primo incontro.

Carmela

Il mio giudizio:

IMG_0093

Recensione di: “Il re di picche e la regina di cuori – parte II” di Angelica Cremascoli

Ciao Notters 🙂
Oggi vi parlerò del secondo appuntamento della storia di Engie e Derek, due anime vaganti che prima si poggiano sulla terra, per conoscere dolore e gioia, e poi ritornano in aria per respirare di nuovo.

divisorio

cover

TITOLO: Il re di picche e la regina di cuori- parte II
AUTRICE: Angelica Cremascoli
EDITORE: Triskell Edizioni
DATA PUBBLICAZIONE: 15 Gennaio 2015
GENERE: Romanzi rosa
FORMATO: Ebook
PAGINE:  339
PREZZO: € 2,99

 

SINOSSI

La fuga a Las Vegas è servita a Engie per far luce su quello che vuole davvero. Ora il suo cuore può tornare a battere di nuovo per amore, ma purtroppo troppo tardi. Derek, ormai stanco dell’atteggiamento della donna, non l’ha aspettata ed è andato avanti.
Engie però non si arrende e, spalleggiata dall’amica Brenda “Brownie” Brandi e dalla sua compagnia di ballo, si lancia in un tour in giro per gli USA che le permetterà – forse – di tornare ad essere la regina del cuore di Derek Heart.

RECENSIONE

e5c27ed82ddb77bf0e31e5f14147a424
La prima parte del romanzo è ambientata nel paradiso dei sogni, Los Angeles, dove ogni persona ambiziosa cerca di raggiungere il successo.
Tra queste persone, incontriamo Engie Porter, ballerina e coreografa professionista che lavora per la sua amica, la celebre Brenda “Brownie” Brandi.
Engie è una ragazza ambiziosa che ha lavorato senza sosta per raggiungere il successo lavorativo, ma è allergica all’amore a causa di una delusione che ha innescato un vortice di emozioni che si sono tramutati in paura, dolore, allontanamento dalle amicizie e l’alienazione di se stessa. Questa nuova barriera che resiste nel tempo è corrosa da un cantante che utilizzerà le note giuste per far battere il cuore alla protagonista, Derek Kay Heart. La loro conoscenza sarà molto comica e non convenzionale, l’unico strumento ammesso è il telefono, il mezzo che li aiuterà a conoscersi, punzecchiarsi e soprattutto a innamorarsi.

La seconda parte del romanzo è un’esperienza evolutiva che si trasforma in un susseguirsi di prove complesse da superare, dei muri invisibili difficili da sconfiggere, quando l’ostacolo da superare è un cuore deluso. La delusione d’amore ghiaccia il cuore, pietrifica il corpo per neutralizzarlo dal dolore che falcia la pelle fino ad arrivare al cuore che lotta con la ragione, che non si lascia condizionare dai sentimenti. Le delusioni ci lasciano una ferita lancinante, un dolore che si ripercuote su ogni nostra scelta quotidiana, ci fa scendere a compromessi pur di non soffrire, perché la fiducia e l’amore verso la persona amata si trasformano in diffidenza, odio, rancore e senso di vendetta. A volte si riesce a perdonare un tradimento perché si giustifica con la scusa della mancanza di qualcosa, ma l’abbandono volontario e soprattutto voluto per rincorrere se stessi mettendo da parte l’altro, pensando egoisticamente che l’altro rimanga in un angolino ad aspettarci, con le braccia aperte, solo perché noi adesso ci sentiamo pronti; è un’illusione che ci si racconta pur di giustificare le nostre azioni. Un gioco iniziato per sentirsi vivi, che purtroppo si rivela in occasione mancata, in una momentanea boccata d’aria che ci ritorce contro. La persona delusa si chiude in se stessa, si allontana dalle amicizie, e per paura di rimanere da sola con il suo dolore, si getta in un vortice pericoloso di relazioni-avventura, per riuscire a guardare avanti.

Engie aveva ceduto alle sue paure scappando, per inseguire e affrontare la lotta che si era innescata nella sua ragione per un motivo ben preciso. Engie abbandona Derek e fugge a Las Vegas, dove intraprende un viaggio purificatore, dove le prove da superare mirano alla demolizione di se stessa e del modo in cui si rapportava con gli altri.images-1

“L’ho strappato da me, imponendo del feroce dolore ad entrambi, adesso come domani e come dopodomani e come dopodomani ancora, decisa a non lasciarmi cucire a lui con il filo della rabbiosa passione che ci trafigge, avvicinandoci e fondendoci pericolosamente.”

Engie ritorna con la volontà di riprendersi Derek e non si aspetta di trovarlo deluso e sfiduciato dall’amore e soprattutto arrabbiato per il suo ritorno che riapre la ferita, facendo uscire rancore, disprezzo e dolore lancinante. Engie non si abbatte e inseguendo la sua carriera s’impegna a riconquistare il cuore di Derek.

Intraprendono una lotta continua di avvicinamenti e rifiuti, dove la passione e il desiderio reciproco li unisce e li divide perché dentro di lui deve essere in corso una sanguinosa guerra cui, ormai, non riesce più a celare le tracce.
download
Derek è un manichino con il cuore di ghiaccio e il viso inespressivo, vittima del suo dolore e della passione innescata da Engie, un uomo diverso da come si presentava prima, un uomo che cerca d’impedire l’accesso a chiunque voglia far breccia nel suo cuore, al contrario di Engie che ha tolto la maschera ed è pronta a tuffarsi nel mondo dell’amore.

“Le parole ci piovono addosso, ci ammaccano, ci tagliano, ci confondono, ci disorientano, oscurano l’orizzonte verso il quale ci dobbiamo dirigere e risplendono d’inutilità. Sono i nostri corpi ad essere i veri canali attraverso cui guerra e pace si trovano, si azzuffano, si amano, si abbandonano; attraverso cui quelle stesse parole vuote che odiamo acquisiscono significato, trasformandosi in salvezza. La sua irruenza mi dice che la rabbia è ancora viva, vigile, attenta, e non assopita nel torpore del tempo come mi ero concessa di sperare.”

Le parole, le promesse non bastano più, i sentimenti dovrebbero superare la tempesta, dimenticare le paure e il passato, ma al contrario si sfogano in modo violento e generano un epilogo inaspettato.

“Sono tentata di seguirlo, ovunque e comunque, odiata o amata, in capo al mondo o nella bocca dell’inferno, solo per sentire dentro di me quella forza distruttrice che lancia grida di lacerante anelito attraverso la sua voce profonda e controllata. Ne ho assaggiato la violenza, la furia, il languore, l’impeto, la foga, e non credo più in una vita che si chiami vita se privata di tutto ciò.”

Il loro amore è passione, violenza, sentimento, rancore, dolcezza e mancanza di respiro. Entrambi guidati dai loro corpi, giungono all’inferno, per ferirsi e porre resistenza alla loro anima. Toccano il fondo, risalgono in superficie, colpendo il destino, il quale si rivela l’unico giudice di questa storia che si evolverà in maniera inusuale.

La scrittura segue un filo logico per seguire le vicissitudini dei personaggi che dimostrano di essere caratterizzati da uno spessore intellettuale e incalzante che rende la storia viva, entusiasmante e in alcune parti, critica, esortando il lettore alla riflessione. Il dualismo delle doppie voci narranti ci permette di comprendere sia i comportamenti di Derek sia di Engie. L’autrice ci guida nel percorso per sciogliere la matassa della strana relazione iniziata con lunghe conversazioni al telefono, proseguita con il contatto fisico per subire un distacco violento, per poi riunirsi e forse dividersi per sempre.

Carmela 🙂

Il mio giudizio:

IMG_0093

 

Recensione di: “Il re di picche e la regina di cuori” di Angelica Cremascoli

Buongiorno, Notters,
oggi la nostra Carmela vi parla di “Il re di picche e la regina di cuori” di Angelica Cremascoli. Seguitela per sapere che ne pensa :).

divisorio

cover-copia

 

 

TITOLO: Il re di picche e la regina di cuori
AUTRICE: Angelica Cremascoli
EDITORE: Triskell Edizioni
DATA PUBBLICAZIONE: 29 luglio 2014
GENERE: Romanzi rosa
FORMATO: Ebook/ Cartaceo
PAGINE: 424
PREZZO: € 2,99/€ 16,83

 

SINOSSI

Los Angeles, California. La culla dei sogni, il seno a cui gli artisti impavidi e temerari si attaccano per succhiare fama e successo, l’abbraccio persuasivo della seduzione. È qui che Engie Porter, ballerina eclettica e donna paralizzata dalla paura d’amare, incontra un temibile futuro, riflesso negli occhi celesti e appassionati di Derek Heart. Con un risveglio turbolento, Engie cerca di sottrarsi ai tranelli della vita, malgrado il destino, incarnatosi in Brenda “Brownie” Brandi, la diva, la super star, la regina dello showbiz, colei che aleggia sulla storia, ne muova sfacciatamente le fila. Una storia d’amicizia, d’amore, d’orgoglio; un duello di menti e di cuori, coinvolti nell’aspra battaglia per la reciproca conquista. Riuscirà l’amore a farsi di nuovo strada nel cuore di Engie Porter?

RECENSIONE

*** ATTENZIONE, POSSIBILI SPOILER! ***

William Shakespeare diceva che siamo fatti della stessa sostanza dei sogni. Una sostanza, a volte, effimera e inafferrabile al punto che, basta un piccolo ostacolo, per far aprire gli occhi e vedere la realtà cruda e vera.nina-dobrev-2-1024x576 I protagonisti della storia sono giornalmente costretti a sdoppiarsi in due personalità diverse, per tener fede alla volontà di realizzare quel sogno tanto sperato e desiderato, che realizzatosi si è tramutato in un mostro invisibile che li sta inghiottendo in un vortice di compromessi, rinunzie, e soprattutto il consolidamento di un vuoto che viene percepito sia da Engie Porter, una donna che ha una doppia personalità, di giorno fa la ballerina per passione, insieme alla sua amica-capa Brenda Brownie, e di notte si spoglia della maschera e diventa una donna fragile, complessa e soprattutto impaurita dalle emozioni che una storia d’amore può innescare e cerca di raccontarsi scrivendo un diario, con il quale dialoga, scherza, ci discute, ma soprattutto con il quale è sincera e affronta tutti i tormenti che affliggono la sua mente, cercando di decidere ciò che dovrebbe fare e non, scegliendo di andare controcorrente o rimanere fedele a ciò che ha costruito negli anni. download-copiaPer placare il vuoto cerca di ingozzarsi di cibo mentre gira il mondo per lavoro. A farle compagnia c’è Derek Heart o Kay, un cantante e casanova circondato da molte donne. Derek, occhi blu e fisico perfetto cerca in tutti i modi di far capire a Engie la sua vera natura, nonostante lui cerchi di colmare il suo vuoto scegliendo un’alimentazione più sana, una dieta rigida per depurarsi. Le loro opposte idee sul cibo nascondono qualcosa di più profondo, qualcosa che in Engie cerca di fuoriuscire e lei cerca di nascondere e bloccare, invece in Derek è qualcosa che è evidente, ma nessuno riesce a percepire.

I due protagonisti si conoscono a Los Angeles, la città dei sogni, che ti abbaglia trasformandoti in una pedina, finché qualcuno non faccia scaccomatto per riportarti alla realtà. Entrambi fanno parte del mondo dello spettacolo e si conoscono  dopo una notte di alcool a casa di lui, e iniziano una relazione telefonica di odio e amore, innescata dalla Regina dello show, Brenda, che li muove come pedine per farsi che i loro destini si intrecciano anche a Km di distanza. La distanza per il lavoro, il fuso orario a causa dei diversi continenti e l’insonnia di Engie, non fermano questi due giovani, che assomigliano ai protagonisti di Orgoglio e Pregiudizio, Darcy e Elisabeth. Si stuzzicano, si odiano, si punzecchiano, si provocano a vicenda a orari assurdi al fine di conoscere le loro paure, i loro dubbi, i loro desideri, le loro emozioni.

In pochi giorni ho assistito a due fenomeni spaventosi: la distruzione delle mie difese e la riscoperta di un’umanità che credevo fosse stata esiliata per sempre dal mio codice genetico. Quanto serve a una donna per rinascere? Cosa serve? Chi?Forse solo ombre, per saper riconoscere la luce, e pioggia.

La storia si trasforma in un paziente, premuroso e dolce corteggiamento da parte di Derek, che da casanova si spoglia della maschera e si trasforma nell’uomo più semplice, pur di far breccia nel cuore di una ragazza cinica e spaventata, che è stata costretta a indossare una corazza per una delusione d’amore. La storia si alterna tra il dialogo di Engie con il suo diario e le telefonate con Derek, un tira e molla, che non lascia nulla al caso, l’odio attira l’amore come una calamita. originalNelle loro conversazioni, entrambi dimostrano di essere attratti l’uno dall’altro, nonostante Engie sia troppo spaventata per lasciarsi andare, al contrario di Derek, che si sente pronto ad amare e cerca continuamente di conquistarla.

È con le mani che si hanno le conversazioni più intime e profonde, incensurate e incensurabili, sincere e oneste; è alle mani che si affida il compito di parlare per noi, presentando la nostra concretezza, la nostra fisicità, il nostro essere. Ogni tanto si finisce anche per preferire loro a tutto il resto, loro che non pensano, non avendone la facoltà, ma che agiscono….. L’abbiamo camuffata, l’abbiamo controllata, l’abbiamo ignorata, l’abbiamo raggirata, l’abbiamo segregata. Tutto in noi ci ha tradito, tradisce e tradirà lo sforzo di beffarci della chimica. Tutto, tranne le mani. Grandi, sicure, agili, rivelatrici di un’esperienza che non ho mai faticato a immaginare. Ma anche dolci, persuasive, delicate, garbate, affettuose. Una contraddizione che, invece, era al di là di ogni sensata e logica aspettativa.

La costanza, la pazienza, l’audacia ripagherà Derek con l’amore di Engie? Per parlare d’amore a volte si deve scendere a compromessi. In questo caso la scrittrice segue una sua linea stilistica che incanta, diverte e inchioda il lettore, attraverso degli input donati dalla scrittrice, come fossero delle scatole cinesi, da scoprire attraverso la riflessione cui il lettore è obbligato a fare, per comprendere i ragionamenti della protagonista. Ogni situazione innescata tra i due protagonisti ha la capacità di scaturire ilarità e tanta emozione. Al livello semantico l’ironia ne fa da padrone, ma al livello stilistico è impeccabile.

Carmela

Il mio giudizio:

IMG_0093

Recensione di: “Aspettavo te” di Ilaria Satta

Notters,
oggi vi farò compagnia con un romanzo che si gusta come fosse una tazza di tè. All’inizio si sente il gusto soltanto sul palato, un sapore che attiva le papille gustative, agitando i sensi che si mettono in allerta per calmare una momentanea confusione che richiede una meditazione. Una confusione che si trasforma man mano in una dolce sensazione di benessere e di pace. Questo è: “Aspettavo te” di Ilaria Satta.

divisorio

cover

 

TITOLO: Aspettavo te
AUTRICE: Ilaria Satta
EDITORE: Lettere Animate Editore
DATA PUBBLICAZIONE: 3 giugno 2016
GENERE: Romanzi rosa
FORMATO: Ebook/ Cartaceo
PAGINE: 386
PREZZO: € 2,49/€ 12,75
LINK DI ACQUISTO: http://amzn.to/2ceZIFM

 

SINOSSI

Dopo la morte di sua madre, la vita di Sarah trascorre tra libri e banchi di scuola. Timida e riservata, ha difficoltà ad aprire il suo cuore agli altri, in particolar modo ai ragazzi, da cui cerca di stare alla larga il più possibile. Qualcosa in lei sembra essersi rotto irrimediabilmente, così come gli equilibri del resto della famiglia. Akira non ha mai conosciuto suo padre. Il suo carattere riflessivo e taciturno lo rende sfuggente e impenetrabile agli occhi degli altri. Si sente se stesso solo in sella alla sua moto. Questo almeno sino al giorno in cui il suo sguardo incrocerà quello di Sarah e le certezze di entrambi crolleranno per sempre. «Pensiamo sempre che un domani le cose cambieranno, che arriverà il momento giusto, ma siamo noi che dobbiamo cambiare».

RECENSIONE
*** ATTENZIONE, POSSIBILI SPOILER! ***

A volte ci si sente sicuri, fieri di quello che la vita ci dona senza limiti, dei traguardi ottenuti con sacrificio e tenacia e si pensa che niente e nessuno possa far vacillare questa bolla, in cui la realtà si fa strada, irrompendo senza preavviso e sconvolgendo le basi costruite con fatica. Questa realtà parallela alla vita reale è uno stratagemma pianificato con delle regole ben precise per permettere alla ragione di manovrare il cuore che è posto downloadin oblio per paura di soffrire. Seguire delle regole consente di mantenere un certo equilibrio interiore che manipola emozioni, idee, sentimenti per evitare comportamenti di caos e garantire di convivere con gli altri; una maschera costruita per vivere come si deve vivere e non come si desidera vivere: un compromesso per gestire il desiderio di libertà.

La paura di sbagliare, la paura di soffrire, la paura di deludere tutti, manovra le azioni dei personaggi di questa storia che non riescono a segnare un confine tra il passato e il presente. La quotidianità di una famiglia felice è sconvolta da una tragica perdita, la morte della madre di Sarah e Linda, due sorelle che si affidano al padre, Nicolas, per superare la dolorosa perdita. Sarah è la classica ragazza timida, secchiona e riservata che si sente a suo agio nei sui vestiti preferiti: jeans, t-shirt e scarpe comode; una specie di armatura contro il mondo esterno. images-2Linda sembra il suo opposto, sicura di sé e molto popolare, ma in realtà, è solo una maschera per nascondere una personalità molto debole. Entrambi sono all’ultimo anno del college e devono sostenere gli esami per il diploma. Nonostante il dolore, la loro vita continua e dopo cinque anni, il padre cerca di rifarsi una vita e dare una figura femminile di riferimento alle proprie figlie.

Senza preavviso la vita delle due sorelle è sconvolta dall’arrivo della fidanzata del padre, Mary e da suo figlio Akira. Linda è entusiasta del loro arrivo, al contrario Sarah non accetta il fatto che gli altri vogliano andare avanti, e cerca di opporsi per difendere i suoi ricordi: ti senti al sicuro all’interno del tuo guscio sino a quando non avverti che sta arrivando un cambiamento... Io sono la figlia egoista che non vuole che il padre si rifaccia una vita e non vuole un perfetto sconosciuto in casa. Ci si sente diversi, senza conoscerne il motivo, una sensazione che ci sfiora l’anima e cerca di coccolarci per essere in grado di reagire a ciò che succederà e che ci cambierà.

9L’arrivo di Mary e Akira sconvolge Sarah che da una parte teme che si voglia sostituire la madre e dall’altra si sente minacciata dai sentimenti e dalle emozioni che sente e non riesce a riconoscere, nonostante non sia il momento di pensare a certe cose, provo un fremito fortissimo. Sento il cuore che mi batte forte, cosi forte che ho paura possa sentirlo anche lui talmente, mi sta vicino. Akira è il principe azzurro che ha aspettato per tutta la vita, un sogno dagli occhi castani, solitario e schivo, con un passato che ha condizionato la sua infanzia e che rischia di procurargli dei problemi anche nel futuro se non accetterà la presenza di una persona importante. Laureato in informatica si trasferisce con la madre nella casa di Sarah, per seguire un corso di specializzazione per avere l’opportunità di farsi assumere in un’azienda. L’incontro tra i due sconvolge il mondo di entrambi che cercano di negareimmagine-2 l’evidenza. Akira nonostante non riesca a stare lontano da lei, cerca di convincere se stesso che l’amore è un sentimento che finisce. Sarah si guarda allo specchio e vede una nuova persona. Non è la ragione che sceglie la persona di cui ci si deve innamorare, ma è il cuore che con i suoi battiti sprigiona una melodia che solo il cuore gemello riesce a comprendere.

Sarah e Akira legati da sguardi inequivocabili, gesti dolci che non possono essere spiegati, ma separati dai pregiudizi e dalla consapevolezza di essere soli contro tutti. Il loro è un amore nato dall’innocenza e dal desiderio di provare delle emozioni sconosciute, ma che è messo in pericolo per il legame creatosi tra il padre di lei e dalla madre di lui. Il loro amore dovrà superare molti ostacoli, ma conoscerà molti momenti teneri… io preferisco citare questo. La sera del 18esimo compleanno di Sarah, Akira combattuto tra quello che dovrebbe fare e tra quello che vorrebbe fare, si presenta alla festa e porta Sarah in un luogo in cui l’atmosfera farà da sfondo al loro primo bacio, alle prime carezze e alle prime emozioni che inebriano il cuore, addormentano la ragione e rimangono per sempre nella memoria. Purtroppo il risveglio dal sonno è sempre traumatico, quando la realtà bussa alla porta. ySarah non riesce a dare il massimo nello studio, il padre non accetta il fatto che la figlia stia crescendo, Akira è combattuto tra l’amore per Sarah e il forte legame con Anna, la sua migliore amica e Raoul il suo migliore amico; a completare il quadro rimane Linda che inclinerà il rapporto tra Sarah e la sua migliore amica Sandra. Si dice che quando due anime sono destinate a stare insieme, nonostante la ragione voglia dividerli, il cuore cercherà sempre di riunirli, per questo nonostante il dolore entrambi decidono di seguire i loro sogni e dividersi con la promessa che un giorno si sarebbero riuniti.

Il romanzo è un’immersione totale nella storia seguendo i punti di vista di Sarah e Akira, che aprono il loro cuore e la loro mente per farci entrare nel loro mondo.
La scrittura semplice e approfondita ci proietta con uno stile curato, in una storia che analizza ogni aspetto e non lascia niente al caso; come se il presente richiede un tuffo nel passato senza annoiare il lettore, al contrario lo esorta a farsi carico delle paure e dei timori dei personaggi per non doverli giudicare per le loro azioni nel presente. La storia si costruisce pian piano e vede sbocciare l’amore tra Sarah e Akira, un amore a volte infantile che riesce a emozionare e rimanere delusi quando i due, molto simili più di quanto credano, si fanno la guerra, perché nonostante si vinca una battaglia non è detto che si vinca la guerra.

Carmela

Il mio giudizio:

IMG_0093

Recensione di: “Un amore firmato Louboutin” di Giulia Rizzi

Ciao notters!

Oggi vi parlo di un romanzo ambientato in Italia, nella città dell’amore, dove cupido si serve di un paio di scarpe, per aiutare due persone affinché comprendano che l’amore è un sentimento che occupa la vita in maniera totalizzante: “Un amore firmato Louboutin” di Giulia Rizzi.

divisorio

610Gc6SblaL

 

TITOLO: Un amore firmato Louboutin
AUTRICE: Giulia Rizzi
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE: 20 Agosto 2015
GENERE: Romance
FORMATO: Ebook/ Cartaceo
PAGINE: 118
PREZZO: € 0,99/€ 8,32
LINK DI ACQUISTO: http://amzn.to/2bATxvt

 

SINOSSI

Rebecca Losi è la pecora nera della famiglia. A trent’anni suonati vive ancora a Verona, nell’appartamento che condivide con Alessandra e Fabrizia dai tempi dell’università, e si barcamena fra un lavoro poco redditizio e la passione per la scrittura. Nonostante le pressioni delle invadenti zie, non ha nessuna intenzione di sposarsi e “mettere la testa a posto”, come hanno fatto i suoi fratelli maggiori. Al contrario, lei è una donna indipendente e non ha alcun bisogno di un uomo, soprattutto ora, che il sogno di una vita sembra essere incredibilmente vicino e l’idea di pubblicare il suo romanzo d’avventura si fa sempre più concreta. Rebecca è talmente convinta delle proprie idee che è pronta a dichiararle alla trasmissione televisiva alla quale è stata invitata, per presentare il suo Lit-blog “Lib(e)raMente”. Ha tutto sotto controllo: domande concordate, risposte accattivanti, scarpe griffate tacco dodici e essenza di Fiori di Bach in abbondanza. Il destino, però, decide di metterla alla prova, facendo finire le sue Louboutin, dalla suola rossa fiammante, dritte nelle mani di Leonardo Davies. Per fortuna Reby è una tipa tosta, praticamente immune allo sguardo magnetico e al sorriso disarmante del bel modello inglese…oppure no? Fra sketch tragicomici e odissee familiari, Rebecca si lascerà trascinare in un’avventura fuori dagli schemi, accompagnata dalle amiche di sempre, sullo sfondo di un’incantevole Verona. Il romanzo è autoconclusivo.

RECENSIONE

Si dice che bisogna remare controcorrente per sentire la brezza marina, provare l’emozione di solcare le acque e il vento sul viso; una sensazione unica. Il punto è che si cerca di afferrare l’infinito. Non a caso la nostra protagonista Rebecca Losi, si affida a delle Louboutin, dalla suola rossa fiammante, con tacco 12 per sentirsi sicura ad affrontare le avventure che si presentano nella vita. Rebecca è una trentenne che vive a Verona, con le sue due amiche Alessandra e Fabrizia.

francesca_chillemi_al_photocall_di_che_dio_ci_aiuti_2_a57dIn lontananza le campane rintoccano la mezzanotte e io mi sento proprio come una Cenerentola senza principe. Alzo la punta di un piede, contemplando la vernice lucida. Una Cenerentola senza principe, ma con entrambe le scarpe.

Sogna di diventare una scrittrice e pubblicare il suo romanzo d’avventura, perché per lei i libri sono come delle vitamine che devono essere somministrate con un giusto equilibrio, per donare forza all’intelletto e alimentare la sua curiosità di percorrere nuovi orizzonti attraverso le storie dei romanzi. Adoro il momento in cui infilo le cuffiette, scelgo la playlist più adatta per il tipo di scena da ideare e scompaio dal mondo. Scrivere è la cosa che più amo.

Indipendente e caparbia, cerca di inseguire il suo sogno, collaborando con una casa editrice BooksLife e istituendo un blog sui libri “Lib(e)raMente”. La sua passione per i libri e la notorietà del suo blog gli regalano la possibilità di conoscere un angelo sceso dal cielo per turbare i sogni dei poveri mortali, Leonardo Davies, un modello inglese di origini italiane che incrocia lo sguardo di Reby in un’occasione comica.images L’incontro con Leonardo, dissolve la scusa che Reby si è raccontata per tutta la vita: non ha un uomo al suo fianco perché non ha incontrato quello giusto.

Quando mi guarda perdo completamente la bussola. Eppure non fa nulla per mettermi a disagio. Al contrario, è talmente spontaneo da far quasi dimenticare l’enorme, innegabile, voragine fra i nostri stili di vita.

La giustificazione che ci diamo a noi stessi per non ammettere che forse vogliamo l’impossibile o meglio essere amati per quello che siamo veramente. Le occasioni, in cui Reby e Leonardo s’incontrano, hanno come comune denominatore la presenza delle sue famose Louboutin. Non a caso Reby si chiede se un paio di scarpe potessero davvero cambiarle la vita? Le sue certezze e la sua vita sono sconvolte da problemi familiari e con le amiche, ma per la prima volta cede all’istinto e si dona con tutto il cuore a un’occasione che non si presenterà due volte nella vita. Avrà fatto la scelta giusta o alla fine si comporterà come sempre, scapperà davanti alle situazioni che non riesce a controllare, poiché il suo cuore ne è coinvolto?

Un romanzo lineare e giovane che ha voglia di stupire il lettore. Una storia semplice ma ben scritta, dove le sfumature tragi-comiche instaurano un certo feeling con il lettore che si sente parte della storia. Una storia che si sviluppa nella città dell’amore, Verona, dove l’amore tra i due famosi amati è stato ostacolato per delle divergenze familiari, quindi un territorio dove cupido deve fare il doppio del lavoro per far sbocciare l’amore tra due persone che si ostinano a non vedere che tutto ciò che vogliono, è davanti ai loro occhi. L’unica pecca del romanzo è che la storia sembra avere fretta nei momenti in cui i vari personaggi esprimono le loro emozioni e poi si arresta con lentezza in situazioni in cui sarebbe stato più conveniente, essere meno prolissi. Nonostante ciò, consiglio la sua lettura a chi sogna che ci sia una possibilità su mille che la scarpa lasciata da Cenerentola sia raccolta da un principe dal cuore d’oro.

Carmela

Il mio giudizio:

IMG_0092

Recensione di: “Take” di Silvia Ami

Ciao Notters,
oggi vi parlo di un romanzo che racconta di un giallo che si trasformerà in occasione per la nascita di un amore tra due persone, che soltanto la fatalità poteva far conoscere. Due protagonisti estroversi, giovani e anche infantili nella loro sincerità. Una romantica storia d’amore che si colora di giallo.

divisorio

TAKE_ita_piccola.jpg

TITOLO: Take
AUTRICE: Silvia Ami
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE: 20 Aprile 2016
GENERE: Romanzi rosa (Azione e avventura)
FORMATO: eBook
PAGINE: 494
PREZZO: € 2,99

SINOSSI

Joss Dubois è un’agente dell’FBI indipendente, determinata e con un’abnegazione assoluta per il suo lavoro. Poche persone fanno parte della sua cerchia di amici e a lei va bene così. Quando una di loro, la star di uno dei più famosi spettacoli di Las Vegas, viene minacciata con delle lettere anonime, Joss non esita a trasferirsi all’altro capo del Paese per proteggerla.
Una volta là, anziché trovarsi di fronte all’opera di uno stalker, dovrà affrontare un attentato terroristico, un tentato omicidio e… Ethan Gallagher, ex marine e attuale capo della sicurezza del Desert Casino.
Mentre il fascino dell’evanescente città del peccato non sortisce alcun effetto su di lei, lo stesso non si può dire dell’uomo con il quale all’improvviso si trova a investigare.
Joss ha bisogno di Ethan e lui in cambio le chiede soltanto di condividere tutti i particolari dell’indagine. Lei però è una maniaca del controllo, e tra contrasti e attrazione voleranno inevitabilmente scintille.
Messa alle strette dalla minaccia incombente, a Joss non resterà altro da fare che appianare le divergenze e sfruttare la sintonia che si è creata tra loro per poter mettere le mani sul colpevole prima che sia troppo tardi.

RECENSIONE
***ATTENZIONE, POSSIBILI SPOILER!***

Delle lettere minatorie, un tentato atto terroristico, dei sabotaggi alla routine delle “Gazzelle” e uno stalker misterioso innescano un vortice di situazioni in cui Josephine Dubois e Ethan Gallagher sono costretti a lasciarsi andare e scoprire che a volte un muro si può spostare o scalfire con la sola consapevolezza che la bontà e il bene sono più forti del male.

Due perfetti sconosciuti si ritrovano a stretto contatto per risolvere l’enigma che ha sconvolto la routine quotidiana di un noto casinò di Las Vegas.
Uno stalker minaccia di uccidere la prima ballerina e star dello spettacolo del casinò Desert, Iris Mellon, la fidanzata del direttore Donovan O’Malley.
download (1)
Donovan chiede al suo amico Ethan, ex marine specializzato in lavori d’intelligence e capo della sicurezza al Desert, di andare a recuperare la sua fidanzata, dove si
trova in vacanza  con la sua amica Joss, agente federale e riportarla a Las Vegas.

La storia del giallo continua intrecciandosi con quella romantica che s’instaura tra due persone che tentano di collaborare, cercando di non cedere alla passione e all’attrazione sessuale che li lega e li separa allo stesso tempo. Entrambi non vogliono cedere per paura di affrontare ciò che non sono riusciti ad affrontare in passato.

La ritrosia verso l’amore, un carattere forte e determinato identificano Joss, come una donna che non si lascia mai andare alle emozioni, ma solo Donovan e Iris conoscono il vero motivo. La personalità da duro, il dongiovanni della situazione identificano Ethan, come un uomo che in realtà vorrebbe solo fermarsi e formarsi una famiglia in cui poter credere. Queste due persone, totalmente diverse tra loro, collaborano per risolvere il caso, cercando di scendere a compromessi per non creare dei contrasti. download
La collaborazione li vede in azione, un contatto che li porterà a conoscersi meglio e a diventare una coppia sia sul lavoro, dove Ethan cerca di non reagire alle azioni avventate di Joss e nella vita dove Joss cede alle lusinghe dell’uomo che è riuscito a demolire la barriera che aveva intrappolato il suo cuore. Insieme risolveranno il caso, riuscendo a salvare la vita a molte persone. Alla fine, la paura di perderla nonostante si fosse ripromesso di darle del tempo, porta Ethan ha dichiararsi, spiazzando Joss, la donna di ghiaccio che si scioglie al calore delle sue parole: ti amo, Josie. Amare significa rimanere insieme nonostante tutte le avversità, i problemi e le catastrofi che ci piomberanno addosso. Perché, come contropartita, avremo un sacco di cose che ci renderanno felici, sorprese inaspettate e momenti come questo.

Un romanzo che incuriosisce e porta il lettore ad approfondire la lettura per cercare di scoprire il colpevole del giallo.
Le due storie che s’intrecciano portano a fare una pausa tra ciò che i protagonisti sono costretti a eseguire e ciò che vorrebbero fare. I dialoghi brillanti e ben scritti fanno sì che la storia romantica prenda il sopravvento su quella del giallo.

Un giallo ben scritto nella lingua originale, dove non ci saranno gli errori che si trovano nella versione italiana, unica pecca che rallenta la lettura e a volte anche il significato della frase. Invito l’autrice a rivedere la versione italiana e correggere alcune parti, perché il romanzo ha tutte le carte in regola per essere un buon giallo e magari pensare a un sequel della coppia Joss-Ethan.

Carmela 🙂

Il mio giudizio:

IMG_0093

Recensione di: “Rainbow” di Cecilia K.

Ciao Notters 🙂
Anche oggi vi tengo compagnia e lo faccio con un libro che mi ha piacevolmente sorpresa.
E’ “Rainbow” di Cecilia K.

divisorio

51oblgQO+oL

TITOLO: Rainbow
AUTRICE: Cecilia K.
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE: Marzo 2016
GENERE: Rosa
FORMATO: Ebook
PREZZO: € 2,99

 

 

SINOSSI 

Rain è una giovane ragazza con una vita difficile. La mamma è morta dandola alla luce e il padre è un uomo violento. Nella piccola cittadina di Blue Groove conoscerà per la prima volta l’amore e il calore di una famiglia. Ma Rain ha un obiettivo, andarsene per sempre e farsi una nuova vita, lontano da questa che sta faticosamente vivendo adesso. Riusciranno amore e amicizia a farle cambiare idea? Oppure Rain farà comunque questo passo, abbandonando chi si è preso cura di lei? Spesso la vita ci mette di fronte a scelte coraggiose e, a volte, ci premia se seguiamo la strada giusta.

RECENSIONE
ATTENZIONE POSSIBILI SPOILER

La paura è un sentimento che s’insinua nella pelle diventando uno strato protettivo che meccanicamente si presenta, nel momento in cui, la violenza si manifesta in maniera prepotente per reclamare il suo potere sulla sua vittima; la quale per proteggersi si racconta delle scgabriella-wilde-so-it-goes-photo-shoot01use e sì incolpa delle ripetute vessazioni a cui è giornalmente sottoposta.
Rain è una giovane ragazza cresciuta troppo in fretta per sostenere un bagaglio carico di dolore, di sofferenza, di paura, di soggezione, d’incertezza e d’inferiorità. Un bagaglio donato a lei fin dalla nascita, un dono che ha sostituito la gioia della sua nascita per la morte della madre, deceduta per donare a lei la luce, una luce che si è dovuta conquistare con ogni forza, per lottare contro colui che avrebbe dovuto amarla. Al contrario la costringe a rinunciare alla propria identità e all’amore della sua vita, Christopher.
La lotta interiore cui è giornalmente costretta e imagesannunciata dal suo nome per intero “Rainbow”. Non a caso, l’arcobaleno è il risultato di un fenomeno ottico che appare in cielo dopo la pioggia; sprigionando dei colori che si scagliano tra le nuvole per annunciare l’arrivo della quiete. La vita di Rain è in similitudine con l’arcobaleno; la sua lotta subisce degli arresti a volte improvvisi e a volte piacevoli ma grazie alla sua forza interiore e al sostegno dei suoi tre angeli Christopher, Liam e Grace riuscirà a rinascere e diventare una nuova persona.

Davanti al dolore, ognuno reagisce in maniera diversa. Una violenza subita diventa un leggero strato di vergogna, un senso di colpa che la vittima pone tra sé e le altre persone che fanno finta di non capire per paura di scoprire ciò che non vorrebbero sentire. Come poter spiegare le maniche lunghe in estate, il fatto che non voglia mai perdere il controllo, le continue visite al pronto soccorso e il bisogno di rifugiarsi in un centro d’accoglienza? La risposta è semplice: Siamo bravi a mentire, a creare ciò che non esiste, a vivere una vita che non ci appartiene. Rain cammina in punti di piedi per non fare rumore, sussurra per non dare  fastidio, e i suoi occhi, gli unici che dicono la verità sono sempre velati da uno strato di tristezza per non dimenticare mai il passato, l’unico amico che ha conosciuto.

tumblr_mzyq1bOyVy1qlch1po1_500f

La vita dona a Rain una possibilità per rinascere ponendo una sola condizione: rinunciare a tutto per se stessa. Rinunciare a Christopher, quindi dover rinunciare al senso di sicurezza, alla sua forza e all’unica persona che riesce a calmare la sua paura con un suo abbraccio. Sceglierà di rinunciare a tutto per se stessa o rimarrà nel luogo, dove ogni cosa gli ricorda il dolore che pulsa ogni giorno nella sua più intima natura: la sua anima.

Rain ha sperimentato ogni sentimento possibile nella sua vita: dolore, senso di colpa, vergogna, abbandono, angoscia, ansia, paura. I sentimenti, le emozioni, gli stati d’animo, i pensieri e le certezze sono stati la sua fonte di energia per andare avanti e lottare da sola. Hai attraversato il tuo inferno e ne sei uscita splendente. Le fiamme non ti hanno consumata ma ti hanno fatto brillare.

Un-amore-senza-fineLa sua innocenza e la sua abitudine a stare nell’angolo gli donano l’amore di una nuova famiglia: avrà il coraggio di scappare lontana? Un vecchio proverbio dice che se due anime sono destinate a stare insieme, prima o poi si ritrovano perché l’amore è quel soffio di emozione che ripara ogni ferita chiedendo solo di condividere la vita con la persona amata.

Lo stile e la scrittura seguono il percorso formativo di Rain, sostenendo le sue battaglie. Il romanzo invita alla lettura, senza mai annoiare, al contrario tiene il lettore con il fiato sospeso in alcuni punti di svolta, dove le decisioni sono cosi decisive da lasciare in attesa; perché non sono prevedibili le conseguenze. Un romanzo impeccabile nella sintassi e appassionante fin dalle prime righe, nonostante parli di un argomento molto doloroso, “la violenza sulle donne”, una violenza che annienta tutto ciò che incontra. Il lettore assiste al viaggio interiore di Rain, un viaggio verso ciò che è donato senza chiedere niente in cambio: l’amore di una persona che ti ama per quello che sei realmente.

Carmela.

Il mio giudizio:

IMG-20160606-WA0039