Presentazione di: “You and Me” di Amy Lee Walker

Buongiorno Notters 🙂

Una nuova segnalazione per voi! Si tratta sempre di un romance, uscito il 6 luglio 2016, di un autrice italiana che ha vissuto per un po’ in america e oggi Amy Lee Walker ci racconta: “You and Me”. Primo volume della serie Texan Life.

divisorio

youandmecoverok

TITOLO: You and Me – Texan Life #1
AUTORE: Amy Lee Walker
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE: 6 Luglio 2016
GENERE: Romance/New Adult
FORMATO: Ebook
PREZZO: € 1,99
LINK D’ACQUISTO: http://amzn.to/2a5KSNb

 

SINOSSI

Jacey, in viaggio sulla Route 66 per iniziare una nuova vita, decide di fermarsi in un diner dove incontra Ryan, vigile del fuoco in servizio ad Amarillo. Dopo uno scambio di battute all’insegna del sarcasmo, Jacey riparte alla volta del Texas dove è stata assunta come maestra presso la scuola elementare San Jacinto. Al suo arrivo viene accolta da Allie, una energica e generosa signora proprietaria della casa presa in affitto e, il caso vuole, madre di Ryan. Tra il nuovo lavoro e gli impegni quotidiani, Ryan comincia a far parte della sua vita ogni giorno di più fino a quando Jacey, determinata ad aiutare Julia la figlia di Ryan, decide di affrontarlo trovandosi però di fronte al muro che lui ha costruito negli anni.
Riuscirà Jacey ad abbatterlo? Ryan sarà in grado di fare la scelta giusta per sua figlia?

LA SERIE:
YOU AND ME – Texan life series #1
ANCORA NOI – Texan life series #2 – coming soon
SOLO TU – Texan life series #3 – coming soon

AUTORE: AMY LEE WALKER!

Amy Lee Walker è italiana ma ha vissuto in America, ha una laurea in lingue e lavora come traduttrice da diverso tempo. Mamma e moglie, scrive perché altrimenti non respira.   Per contattarla potete farlo su Twitter @amyleewalker77 o sulla sua pagina Facebook Amy Lee Walker.

divisorio

Naty&Julie ❤

Annunci

Presentazione di: “Briciole d’amore” di Susanna Scandella

Ciao Notters, una nuova segnalazione per voi!

Il nuovo romanzo di Susanna Scandella è disponibile nei maggiori store online. Un contemporary romance che emoziona il lettore e lascia sempre una porta aperta alla speranza che a tutto c’è una soluzione, questo è: “Briciole d’amore”.

divisorio

BRICIOLE D'AMORE WEB

TITOLO: Briciole d’amore
AUTORE: Susanna Scandella
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE:
GENERE: Contemporary Romance
FORMATO: Ebook
PREZZO: € 1,99 (gratis con KU)
LINK D’ACQUISTO: http://amzn.to/29GIyhU

 

 

SINOSSI

«All’amore non bastano le briciole, ma sono fondamentali. Se mancassero quelle, in mezzo a tutto il resto, allora non sarebbe vero amore».

Quando si chiude una porta si apre un portone. Ed è esattamente ciò che succede a Lilian ‘OFarley. Dopo essere stata intrappolata in un amore malato per troppi anni, alza finalmente la testa e ricomincia a respirare. Ma per poter essere così felice, che cosa ha dovuto sopportare? La relazione con David non era reale, era a senso unico. Quando lui supera per l’ennesima volta il limite, lei viene spezzata, distrutta, dilaniata. Lilian riesce a fuggire e decide di farsi aiutare: reagire diventa la parola d’ordine, quando il buio minaccia di soffocarla. Pian piano la sua vita riprende a scorrere. Una nuova Lilian, un nuovo lavoro, un nuovo amore. Evan riesce a dissipare l’oscurità nel suo cuore, la sostiene, la protegge, la ama. La realtà è più bella di qualunque desiderio abbia mai espresso. Somiglia a un romanzo, quel romanzo che lei così tanto ama: Orgoglio e pregiudizio. Ma David non si arrende e rientra prepotentemente nella sua vita, cercando di strapparle anche le ultime briciole d’amore. Quando il passato busserà alla porta, la vendetta la travolgerà definitivamente o segnerà la fine della sua agonia? Lilian riuscirà a non farsi più sopraffare dall’uomo che le ha rovinato l’esistenza? Una storia che parla d’amore e di rivincita. Briciole d’amore affronta realtà quotidiane che perpetrano silenti, annientando anima e corpo di molte donne, derubandole della speranza.Briciole d’amore è un omaggio a loro. A tutte le Lilian.

ESTRATTO

«Ricordi che cosa mi hai detto l’altro giorno? Quando mi hai paragonata a un panino. In quel momento non mi è piaciuto solo il senso di ciò che mi hai detto, ma anche la metafora che hai usato. Ho smesso di mangiare perché non ero considerata, perché mancavano quelle briciole, così fondamentali, ma che da sole non basterebbero a definire un rapporto d’amore. Le stesse briciole che col tempo si danno per scontate, ma che sono così potenti da decidere la sorte di due persone. Mi hai aiutata a capire cosa voglio dalla vita e da un rapporto, in quel momento, Evan. Non mi accontenterò mai più, e chiunque sarà il mio compagno saprà di non essere qualcuno che si deve adeguare o al quale mi sono adeguata. Saremo semplicemente noi stessi, e per questo motivo, saremo semplicemente perfetti l’uno per l’altra».

                                                                   ***  ***  ***

Stringo gli occhi in una piccola fessura, poi, senza un controllo effettivo sulle mie parole, do forma a dei pensieri martellanti. Ci sono momenti in cui si comporta da stronzo. Sembra malizioso. In seguito mi ignora, per poi sfiorarmi la mano e farmi capire che mi ha osservata più profondamente di chiunque abbia mai fatto prima. Giungo a un’unica conclusione. «Sei uno psicopatico?» Per poco non si strozza con il sorso di vino che sta bevendo. «Che cosa?» continua a tossire, in un misto tra soffocamento e risata. «Per quale motivo sei, d’un tratto, gentile? Mi sembrava di averti inquadrato come un arrogante, presuntuoso, spocchioso, irritante…» «Prima o poi il tuo elenco finisce o devo aspettarmi tutta la descrizione del malvagio di un film?» Mi scappa una risatina involontaria. «Mentre ora sembri una persona quasi normale. Anzi, qualcosa di più a dire il vero». Adesso si comporta come un ragazzo straordinario. Evan fa come per togliersi un cappello immaginario. «Potrei dire la stessa cosa di te. Sembri arrogante, forte, fiera. Poi basta una piccola foglia smossa dal vento e ti chiudi in te stessa, ti adombri, ti oscuri. Come se stessi per crollare da un momento all’altro. Sei una leonessa e un gattino al contempo, e non so mai chi potrò incontrare ogni volta ti vedo. Per cui giro la domanda a te: per quale motivo cambi così tante volte atteggiamento?» Mi prendo un attimo per riflettere e ammetto – con una piccola parte di me stessa – che possa avere ragione e che sia anche io instabile. «Ah, quindi sei uno psicopatico». «Lo affermi perché sai di esserlo anche tu?» «Di certo non sono totalmente sana» ridacchio. «Allora inizio a nutrire dubbi anche su me stesso». «Fai bene, mi sembrava di aver intravisto un tic prima, sulla tua faccia». «Mi viene quando sono in balia di una psicopatica che mi fa domande scomode» Evan scoppia a ridere e io non posso fare a meno di restare a fissarlo imbambolata. Ora nell’elenco delle cose che mi piacciono di lui devo inserire anche il suo modo di stare al gioco.

                                                                  ***  ***  ***

«Sto semplicemente cercando di capirti». «Non è più bello scoprirci giorno dopo giorno?». Fingo di pensarci su. «Per niente» affermo convinta. «Davvero?» «Certo. Penso che se le persone girassero con indosso un cartello su cui sono svelati tutti i loro segreti, il loro stato d’animo e il loro carattere, i rapporti umani sarebbero molto più facili. Non si potrebbe mentire, non si potrebbe soffrire». «Lo sai che è una sciocchezza, vero?» «Non lo è. Lo penso seriamente. Il mondo sarebbe migliore. Vedi una persona, leggi il cartello e decidi se fa per te o meno. Nessuna possibilità di sbagliare». «Ma la fiducia dove la metti? Se sapessi già tutto in principio, anche se secondo me non sarebbe fattibile, la fiducia che fine farebbe?» «Quindi secondo te è meglio affidarsi a un completo estraneo, senza avere alcuna protezione, col rischio di soffrire a portata di mano?» Evan mi sorride dolcemente, poi si morde il labbro prima di rispondermi. «Si chiama amore, Lily» dice semplicemente, alzando le spalle. «Nessuno dice che è semplice o che non ci sia il rischio di soffrire» continua, «la differenza la fa la persona giusta, quando la si incontra. All’amore non bastano le briciole, vuole il panino intero». «Mi hai appena paragonata a un panino?» ora è il mio turno di sorridere. «Esatto» Evan scuote la testa, prima di accarezzarmi con lo sguardo. «All’amore non bastano le briciole, ma sono fondamentali. Se mancassero quelle, in mezzo a tutto il resto, allora non sarebbe il vero amore». «Sembra tanto un ragionamento da storia delle favole». «Perché, tu non credi alle favole?» Abbasso lo sguardo, prima di essere sincera. «Non più» rispondo. «Sono certo che con la persona giusta tornerai a crederci» afferma senza guardarmi.

AUTORE: SUSANNA SCANDELLA!

Susanna Scandella è nata a Como nel 1990 ed è mamma di una splendida bambina. Ha sempre avuto la passione per la lettura e, quando ha deciso di provare a scrivere, ha trovato la strada dei suoi sogni, potendo fare ciò che ama di più rimanendo accanto a sua figlia. Link per contattare l’autrice, pagina facebook di Susanna Scandella: https://www.facebook.com/susanna.scandella Mail: susy945@hotmail.it

divisorio

Naty&Julie

Presentazione di: “MoonHuntress: L’inesorabile fascino del destino” di Connie Shipley

Ciao Notters,

oggi vi presentiamo un romance uscito il 12 Luglio 2016 in lingua italiana, che  all’estero ha avuto un buon successo. Questo romanzo è un intreccio di amore e avventura. Ora seguiteci che vi facciamo conoscere: “MoonHuntress: L’inesorabile fascino del destino” di Connie Shipley.

divisorio

51MW+b2JhIL._SX326_BO1,204,203,200_

TITOLO: MoonHuntress: L’inesorabile fascino del destino
AUTORE: Connie Shipley
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE: 12 Luglio 2016
GENERE: Romance
FORMATO: Ebook
PREZZO: € 2,99 (gratis KU)
LINK D’ACQUISTO: http://amzn.to/29SQEDy

 

 

SINOSSI

Da Tel Aviv alle profondità dell’Oceano,
dalle missioni militari ai travolgenti ritmi delle notti dell’alta società.
Dalle indagini nelle Filippine alle scoperte di ricerche militari sulla Luna,
solo la diabolica astuzia di Bina Knopfler riesce sempre a sconfiggere il Male e a scovarne i suoi misteri.
Uno dei migliori agenti del Mossad, una donna affascinante e seducente, sempre accompagnata dalla sua fidata Glock,
una Moonhuntress, a caccia di segreti, emozioni e forse anche del vero amore. Un’organizzazione internazionale mina gli equilibri del mondo intero.
Alcuni dei migliori scienziati spariscono in circostanze misteriose,
Ma cosa c’è in realtà dietro a tutto questo?
Il “cerchio della sorellanza” e una strana forza extrasensoriale guideranno l’agente Knoplfer lungo la strada per la verità…
ma sarà pronta Bina a scoprire tutta la verità? E quali segreti si celano dietro il suo passato?

ESTRATTO

Mentre tutti i membri parlavano ed esaminavano le mappe distese sul tavolo da pranzo Bina osservava attentamente James Roth. Capelli neri corti, barba lunga, baffi. I jeans consumati si accompagnavano a una camicia bianca che cadeva perfettamente aderente sulle sue spalle muscolose. I suoi occhi di un blu intenso e incredibilmente penetranti, avevano decisamente colpito Bina.  Potrebbe conquistare una donna solo con lo sguardo, pensò. Inspirò profondamente e osservò le sue mani: virili e allo stesso tempo delicate. Mani perfette per accarezzare il volto di una donna. Era poco più basso di Liev. Il suo accento scozzese la fece sorridere, ed inaspettatamente lui a sua volta le sorrise, sostenendo il suo sguardo. Era molto provocante e allo stesso tempo inquietante. Bina chiuse gli occhi e cercò di tornare sulla terra. Cosa sapeva di quest‟uomo?  Sul dossier aveva letto che era nato a Wick nel Nord della Scozia, 26 anni, figlio unico; i genitori si erano separati quando aveva 15 anni, a 19 si era arruolato nei paracadutisti e da 5 anni era nei SAS, 22esimo Reggimento. Aveva partecipato a diverse operazioni in Afghanistan e in Iraq. Tutte informazioni tecniche. Ma com‟era veramente James Roth? Il linguaggio del corpo esprimeva un uomo risoluto con occhi intelligenti, che si accendevano soprattutto quando si rivolgeva a Bina. Questo suo divagare lontano con la mente aveva insospettito Liev, avvertiva il suo sguardo interrogativo, così riportò immediatamente la sua attenzione sull’operazione: in questo momento era più importante concentrarsi sulla missione.  Studiarono tutti e quattro la mappa satellitare della città di Al Raqqah; mentre Liev spiegava dove di solito erano situati i posti di blocco. E indicò agli altri dove i prigionieri potevano essere portati per l‟esecuzione: a sud-ovest della città passato il fiume Eufrate, nella zona desertica. Decisero quindi di portare lì anche i tre prigionieri per tentare la loro liberazione, sarebbe stato decisamente più facile piuttosto che entrare in città. Grazie alla tecnologia militare sarebbero stati in grado di seguire tutti gli spostamenti dei prigionieri. Le Forze Speciali Britanniche ed Americane sarebbero arrivate là con elicotteri invisibili, i Blackhawks; mentre un elicottero Chinook, che trasportava un gruppo di medici e rinforzi, li avrebbe seguiti a distanza di sicurezza. I Seals sarebbero stati armati con dei fucili d‟assalto FN SCAR mentre i SAS con i MC51 e il semi-automatico HK417, fucile da cecchino. Tre membri dei SAS compreso il sergente Roth sarebbero arrivati prima vicino al luogo dove sarebbe dovuta avvenire la liberazione, in modo da orientare gli altri membri e i Blackhawks. L‟elicottero Chinook invece sarebbe rimasto in stand-by. Era arrivata l‟ora di separarsi. La tensione nella stanza era palpabile. A Lance non piaceva che fossero coinvolti degli israeliani, ma d‟altronde erano i più esperti: conoscevano la lingua, la religione e le tradizioni musulmane meglio di chiunque altro. Erano “maestri” di infiltrazioni segrete. Secondo Lance i membri del Mossad avevano questo dono nel loro dna. Forse non aveva tutti torti. Lui era un ex-Seal, poi passato alla CIA come agente. Era stato sposato e inevitabilmente divorziato. Amava il suo lavoro, più di qualsiasi cosa e questo aveva sempre avuto la priorità sulla sua vita privata. Era una uomo egocentrico, scaltro con un‟intelligenza eccezionale.  Ora a 57 anni il suo fisico militare, a causa dell‟inattività fisica e a cene copiose nelle sfere diplomatiche, si era rilassato. Portava i capelli bianchi corti e aveva una cicatrice vecchia che scorreva dall‟occhio sinistro all‟orecchio. Avrebbe informato i Seals una volta arrivato a Al Tabqah con ulteriori informazioni sull‟operazione. Poi insieme al sergente Roth avrebbero aspettato l‟inizio della liberazione dei prigionieri.

“Bene, noi abbiamo un aereo da prendere tra tre ore per Istanbul!” disse Liev mentre piegava le carte satellitari e le porgeva a Roth, che prese le carte e gli chiese: “Sapete già come arrivare in Siria da lì?”.  “Un sayanim turco che incontreremo all‟aeroporto ci guiderà fino al confine dove ci lascerà per poi entrare in Siria con il pullman. Abbiamo dei passaporti siriani già pronti con i nostri nomi, così come i passaporti inglesi con i quali viaggeremo”, spiegò Liev.  “Siete sicuri di questo volontario ebreo che vive in Turchia, potete fidarvi di lui?”, domandò Lance “Si, è molto conosciuto all‟Istituto e ci ha fornito numerose assistenze per i nostri agenti in passato” rispose Liev  “Una volta passata la frontiera ci sarà un membro dell‟Isis, Mohammed Yusuf.  Appena sarò sul pullman lo chiamerò per informarlo del nostro arrivo. Lui poi ci porterà ad Al Raqqah. “ Dopo aver salutato Liev, James avvicinò Bina e le tese la mano; un gesto semplice che provocò una inverosimile scossa elettrica lungo le loro braccia. I loro occhi si incontrarono: James sorrise, Bina lottò per mantenere la sua compostezza.  “Ci vediamo presto” disse James tenendo la mano di Bina nella sua per un tempo troppo lungo. Un tempo che aveva innervosito Bina; si era sempre vantata di avere il controllo delle sue emozioni e non era abituata a perderle così velocemente. Rammentò a se stessa che Roth era solo un soldato, una pedina utile per questa missione.

“Aspettate” esclamò Lance, “prendetevi queste lenti, sono lenti a contatto per la visione notturna, vi potrebbero servire !”   

Alla partenza di Lance e James, Bina e Liev finirono la preparazione dei bagagli.   “Stai bene?” chiese Liev guardando Bina. “Ho l‟impressione che tu gli piaccia!” aggiunse sghignazzando. “Cosa?! A chi?! Uhm..può darsi, ma non sono interessata se è questo che ti preoccupa.  Cazzo Liev, stiamo per partire per questa assurda missione e tu mi fai queste domande adolescenziali? Credi forse che mi farei coinvolgere in una puntata romantica di 007?”affermò decisamente irritata Bina. “Ok, ok, come non detto” sorrise Liev e scrollando le spalle disse, “prendi i biglietti dell‟aereo e andiamo!”

BOOKTRAILER (in lingua originale)

AUTORE: CONNIE SHIPLEY

Nata in Belgio, Connie ha girato il mondo. Nel corso degli anni Ottanta, ha vissuto e lavorato in Medio Oriente. Attualmente, vive in Toscana con il marito e tre cani. MoonHuntress è il romanzo d’esordio di Connie, il sequel dei quali è già in corso.

Questo slideshow richiede JavaScript.

divisorio

Naty&Julie

 

Notting’s allert! OLTRE 2.000 EBOOK IN OFFERTA SPECIALE IL 19 LUGLIO a â‚¬1,99

Ciao Notters 🙂
Oggi abbiamo una fantastica notizia per tutti voi lettori! Una notizia che fa felici gli shopper dipendenti:

OLTRE 2.000 EBOOK IN OFFERTA SPECIALE

IL 19 LUGLIO a € 1,99

image003.jpg

Più di 2.000 titoli ebook in promozione domani, 19 luglio, al prezzo di 1,99€ ciascuno su tutti gli store. Un’offerta che comprende un’ampia varietà di generi, dai romanzi d’amore ai gialli, dai thriller ai romanzi d’avventura, dai classici alla saggistica, senza dimenticare i libri per i più piccoli. I cataloghi di Salani, Editrice Nord, Vallardi, Corbaccio, Ponte alle Grazie, TEA, tre60, Magazzini Salani, APE JUNIOR, NORD-SUD EDIZIONI e La Coccinella, saranno in promozione per un solo giorno su tutti i principali store. In promozione anche il catalogo dei romanzi pubblicati dal concorso letterario ioScrittore. Tra gli autori in promozione Robert Galbraith (pseudonimo di J.K. Rowling), Glenn Cooper, Marie Kondo, James Patterson, Jennifer Probst, Charlotte Link, JamesRollins, J. Lynn, Diana Gabaldon, Gianni Simoni, Giorgio Nardone, Albert Espinosa, Sarah Waters, Margaret Atwood.

“L’estate è il momento migliore per la lettura di ebook – commenta Alessandro Magno, Direttore area digitale GeMS – non solo perché si ha più tempo libero, ma anche perché la lettura digitale consente di portare in vacanza, su tablet, ereader o smartphone, un’intera biblioteca, senza appesantire la valigia. Per questo abbiamo pensato a una promozione irripetibile, in cui oltre duemila titoli, per un giorno, sono ad un prezzo incredibile, inclusi i maggiori best seller degli editori coinvolti. Tanti ebook per tutti i gusti, per chi non ha ancora scelto le letture per l’estate e per chi vuole provare la lettura digitale“.

La promozione è attiva su tutti gli store ebook. Di seguito i link ad alcuni dei principali:

IBS http://www.ibs.it/ebook/ser/serpge.asp?cpgn=1429&srt=pws
Kobo https://store.kobobooks.com/p/SaldiGEMS2016
Amazon/GiuntialPunto: http://goo.gl/41dBf2

Di seguito i link specifici ai cataloghi delle varie case editrici:

Casa Editrice Nord

IBS: http://www.ibs.it/ebook/ser/serpge.asp?cpgn=2659&srt=PWS
Kobo: https://goo.gl/S6tFKE
Amazon: https://goo.gl/7na4YR

Salani

IBS: http://www.ibs.it/ebook/ser/serpge.asp?cpgn=2663&srt=PWS
Kobo: https://goo.gl/yP35HO
Amazon: https://goo.gl/9v5Xw9

Vallardi

IBS: http://www.ibs.it/ebook/ser/serpge.asp?cpgn=2655&srt=PWS
Kobo: https://goo.gl/9pi6O8
Amazon: https://goo.gl/kmrmCp

Corbaccio

IBS: http://www.ibs.it/ebook/ser/serpge.asp?cpgn=2661&srt=PWS
Kobo: https://goo.gl/bd6xOa
Amazon: https://goo.gl/KxOPSy

Ponte alle Grazie

IBS: http://www.ibs.it/ebook/ser/serpge.asp?cpgn=2658&srt=PWS
Kobo: https://goo.gl/DELSPV
Amazon: https://goo.gl/sPVVaj

TEA

IBS: http://www.ibs.it/ebook/ser/serpge.asp?cpgn=2657&srt=PWS
Kobo: https://store.kobobooks.com/List/tea/nowfXkVVcsLumQjTq_7J_A
Amazon/GiuntialPunto: http://www.giuntialpunto.it/content/19-luglio-ebook-tea-offerta

Tre60

IBS: http://www.ibs.it/ebook/ser/serpge.asp?cpgn=2656&srt=PWS
Kobo: https://store.kobobooks.com/List/tre60/7DlndIrAKcdkYQjTq_5FPw
Amazon: http://goo.gl/41dBf2

 Magazzini Salani

IBS: http://www.ibs.it/ebook/ser/serpge.asp?edi=3159&txt=Magazzini+Salani&ep=
Kobo: https://store.kobobooks.com/List/magazzini-salani/6C9YyirzjcccoQjTq_3TWw
Amazon/GiuntialPunto:http://www.giuntialpunto.it/content/19-luglio-ebook-magazzini-salani-offerta

 IoScrittore

IBS: http://www.ibs.it/ebook/ser/serpge.asp?cpgn=2660&srt=PWS
Kobo: https://store.kobobooks.com/List/io-scrittore/tXXlJxLuEcGRHwjTq_2VEg
Amazon/GiuntialPunto: http://www.giuntialpunto.it/content/19-luglio-ebook-io-scrittore-offerta

La Coccinella

Kobo: https://store.kobobooks.com/List/la-coccinella/g2ahIFjZ6MOxAQjTq_3A3g
Amazon/GiuntialPunto: http://www.giuntialpunto.it/content/19-luglio-ebook-salani-nord-sud-ape-e-la-coccinella-offerta

APE JUNIOR

IBS: http://www.ibs.it/ebook/ser/serpge.asp?edi=2042&txt=Ape+Junior&ep
Kobo: https://store.kobobooks.com/List/ape/b8KsqyK_-MQYNQjTq_0wQQ
Amazon/GiuntialPunto: http://www.giuntialpunto.it/content/19-luglio-ebook-salani-nord-sud-ape-e-la-coccinella-offerta

NORD-SUD EDIZIONI

IBS: http://www.ibs.it/ebook/ser/serpge.asp?edi=738&txt=Nord-Sud&ep=
Kobo: https://store.kobobooks.com/List/nord-sud-edizioni/vmhrFoqDBMsysQjTq_3yZQ
Amazon/GiuntialPunto: http://www.giuntialpunto.it/content/19-luglio-ebook-salani-nord-sud-ape-e-la-coccinella-offerta

divisorio
Non fatevi scappare questa grande offerta!

Naty&Julie ❤

Recensione di: “Cristallo” di Federica D’Ascani

Buongiorno Notters!

Oggi vi parlo di “Cristallo”, il bellissimo libro di Federica d’Ascani.
Un libro che amavo già dalla sinossi, perché sono affascinata e molto interessata a tematiche come questa e che, leggendolo ho amato sempre di più.
Cosa ne penso?
Leggete qui! 😉

divisorio

maxresdefault

TITOLO: Cristallo
AUTRICE: Federica D’Ascani
GENERE: Narrativa
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE: 26 maggio 2015
PAGINE: 168
FORMATO: ebook / cartaceo
PREZZO: 0.99€ / 12.48€

 

SINOSSI

Perdersi negli occhi di Vittorio e riaccendere la passione che l’ha legata a lui, come un cristallo che riflette la luce del sole… Vera vuole solo questo: l’amore per come lo ricorda, per come la fa stare bene. Ma Vittorio è lontano, distante, duro e a volte anche spietato. Forse troppo. Eppure la felicità sarebbe a un passo da lei, a un passo dal quel senso di vuoto che sente quando lui la tocca. A un battito di ciglia dalla bolla in cui è immersa: per non soffrire, per non vedere.
La seconda attesa edizione di Cristallo, il primo vero romanzo che indaga gli aspetti della violenza psicologica rendendoli reali.
Perché ci sono coppie che non andrebbero composte, amori che non dovrebbero neanche accendersi…

RECENSIONE
ATTENZIONE, POSSIBILI SPOILER

Amori sbagliati.
Amori malati.
Amori tossici, velenosi.
Amori che entrano nelle vene come la peggiore delle droghe.
Amori che non possono avere un “lieto fine”.
Amori che non conoscono la speranza, la dolcezza, il rispetto, la lealtà.
Amori che, semplicemente, non hanno ragione di esistere.

Questi sono gli amori che sempre più spesso si affacciano alla nostra quotidianità, che interferiscono con la nostra vita e che siamo costretti ad affrontare giorno dopo giorno.
Sono amori che ci rifiutiamo di credere che esitano, che troppo spesso siamo abituati a far finta di non vedere, non sentire, perché è più facile nascondere l’evidenza che combatterla.
E questo è anche l’amore di Vera per Vittorio, i protagonisti di questo meraviglioso libro.
image
Vera è una ragazza che ha smesso di sperare, di sognare, di vivere.
Le sue giornate sono un susseguirsi monotono di sopravvivenza, segnate dalle liti con lui.

«Vaffanculo! Sei solo una testa di merda… Che ci sto a fare ancora qua? Tanto non servi a un cazzo, l’ho sempre detto…»
«Aspetta, aspetta, aspetta» piagnucolò in una cantilena stonata e lacrimevole. Ma lui era già lontano, non sarebbe tornato indietro.

Liti che spengono sempre più, giorno dopo giorno, ora dopo ora, attimo dopo attimo, la luce di Vera.

Liti a cui è abituata, ma che in realtà la feriscono ogni volta come se non si fosse abituata mai.
Perché il più futile dei motivi, quando si perde la magia dello stare bene insieme, diventa il più grande tra i problemi e Vittorio non si risparmia nel farlo notare a Vera.

Parole cattive, acide, di odio, sono all’ordine del giorno per questo amore malato.
Un amore in cui Vera ha creduto e in cui credere ancora, perché nonostante tutto lei è dipendente da Vittorio; le crea assuefazione come se fosse la sua dose giornaliera di eroina. Impossibile smettere.
Ed è questo il motivo che la spinge a sopportare tutto: sa che Vittorio, anche dopo la peggiore delle litigate subite da Vera, torna sempre da lei.

«Girati. Voglio scoparti.»
Davanti a quegli occhi, a quella bramosia, a quell’imperativo capace di incendiarla non sapeva neanche lei perché, dimenticò in un baleno tutte le buone intenzioni, tutto ciò che aveva animato la sua ribellione negli istanti appena trascorsi. Annegò nello sguardo glaciale di Vittorio, nelle sue braccia conserte, nella sua postura arrogante, abbandonato allo stipite della porta, mentre la osservava con… il vuoto dentro.
«Ho detto girati. E voglio prenderti davanti allo specchio e guardarti mentre te lo sbatto dentro.»
In un momento Vera si sciolse in un sorriso condiscendente, idiota. Sì, idiota, eppure l’unica cosa a cui riusciva a pensare, in quel momento, era l’incondizionato amore che la legava al suo uomo. Era tornato da lei, voleva pur dire qualcosa, no?

Eppure Vera sa, infondo al cuore, che quello non può essere vero amore.
Fare l’amore con brutalità non può essere vero amore.
Come non può esserlo pensare che la tua compagna sia una nullità e non accompagnarla mai ad una cena in famiglia.
Non può esserlo arrivare a pensare di togliersi la vita sotto ad una doccia, dopo l’ennesima sfuriata di lui che dice che sei cambiata, che non sei più la stessa.

Già perché è questo che fa un amore malato, dove la violenza psicoloimage (1)gica è protagonista, è questo quello che fa Vittorio nei confronti di Vera ogni santo giorno: la fa sentire colpevole di ciò che sta accadendo, la fa sentire sbagliata, come se la sua aggressività verbale fosse colpa sua.
E sapete qual’e il bello?
Che Vera ci crede.
Crede di essere lei quella che ha rovinato tutto, quella che ha minato per prima il loro rapporto e ora ne paga le conseguenze e quindi si merita il trattamento che tutti i giorni le riserva Vittorio.
Perché lei sa che il loro rapporto non era così, erano stati anche felici insieme.
Lei era felice.
Vera era una di quelle ragazze che non appena sorrideva le brillavano sempre automaticamente gli occhi di luce propria.
Una gioia di vivere contagiosa, il piacere di stare in compagnia, di ridere e di scherzare erano le sue carte vincenti.
Ora, invece, le sigarette, i chili di troppo presi per disperazione e le lacrime perenni sono i suoi migliori amici, non l’abbandonano mai.

A niente servono le occhiate in tralice dei colleghi, le morali della sua famiglia, il tentativo del migliore amico di lui di aprirle gli occhi.
Niente e nessuno la disintossicherà mai dal suo amore malato per Vittorio, convinta di amarlo ancora, nonostante tutto.
Almeno fino a che non si imbatte in Claudio.
image (2)
Claudio è il suo sogno proibito di quando Vera era adolescente; è sempre stata innamorata di lui e dei suoi occhioni profondi, talmente azzurri da vederci dentro il mare.
Erano ottimi amici anche se Vera sperava fossero qualcosa di più, ma la differenza di età era troppa in quel periodo e così si persero di vista.
Ma è bastato poco a Vera per ricordarsi di lui: un attimo di lucidità e un social network.

Iniziano così a ricostruire in maniera epistolare il loro rapporto, parlando del passato e raccontandosi del presente.
Ma Claudio non si accontenta di parlare con lei attraverso lo schermo di un computer, lui vuole vederla.
Vuole rivedere il peperino che tanto lo affatto penare quando erano più piccoli e vedere coi suoi occhi in che meravigliosa donna si è trasformato.
Peccato che non sappia che della vecchia Vera non sia rimasto più nulla, nemmeno una traccia.

Vera, dal canto suo, è emozionantissima.
Ogni volta che il nome di Claudio compare tra le sue e-mail, un sorriso compare sul suo triste viso e il suo cuore manca un battito.
Accetterà di vederlo?
Come gestirà il rapporto con Vittorio alla luce di quello che sta accadendo con Claudio?
La sua dipendenza da Vittorio sarà talmente forte da dimenticarsi per sempre di Claudio oppure riprenderà in mano la sua vita e ricomincerà da capo con Claudio?
Tutto questo e molto altro è “Cristallo”.

Questo libro mi è letteralmente entrato dentro.
È una storia maledettamente vera, reale, che racconta l’altra medaglia dell’amore oggi.
È una storia cruda, dura, raccontata con grande amarezza ma al tempo stesso con grande coraggio perché sono poche le persone che decidono di affrontare un tema difficile e importante come questo, la violenza psicologica, e farne un libro.
Un tema che è affrontato a muso duro, nel modo giusto, perché a niente servirebbe affrontarlo con garbo e leggerezza.
Questa storia entra nella mente e nel cuore del lettore proprio perché l’autrice ha scelto di raccontarcela senza sconti, senza riserve, senza paura delle conseguenze.
Uno stile graffiante, schietto, ma al contempo elegante, rendono il racconto un vero e proprio “cristallo”: un gioiello unico nel mondo della letteratura.

“Cristallo” è un libro che tutti dovrebbero leggere perché apre gli occhi su una realtà spaventosa ma purtroppo sempre più vicina a noi, perché fa capire i motivi di determinati comportamenti, di certi silenzi.
È un libro che va vissuto, oltre che letto, perché vuole essere un aiuto a chi, come Vera, subisce violenza psicologica ma non ha mai chiesto aiuto.
Ma è anche per chi la violenza psicologica non sa cosa sia, e magari la subisce senza rendersene conto e non l’ha mai subita in vita sua.
È un libro che richiede coraggio per essere letto e compreso, ma che, in cambio, regala emozioni vere e sincere, quasi da poterle toccare con mano.

È un libro dal quale non mi separerò più.
È, ormai, il mio “cristallo”. ❤

Edna.

Il mio giudizio:

IMG-20160606-WA0039

Presentazione di: “L’ombra del proibito” di Tiziana Iaccarino

Buongiorno Notters!
E’ arrivato l’attesissimo 18 Luglio: torna Tiziana Iaccarino con il sequel di “Il rifugio del piacere”.
Online da oggi il secondo capitolo di questa caldissima storia d’amore: “L’ombra del proibito”. ❤

divisorio

L'ombra del proibito Cover

TITOLO: L’ombra del proibito
AUTRICE: Tiziana Iaccarino
EDITORE: Self-Publishing
DATA DI PUBBLICAZIONE: 18 luglio 2016
GENERE: Romance – Erotico
FORMATO: eBook
PAGINE: 150 circa
PREZZO: € 1,19


La cover e tutte le immagini promozionali inerenti l’opera sono state realizzate dalla grafica Consuelo Baviera.

SINOSSI

Carina torna a casa, dopo aver promesso a Diego di organizzare la loro nuova vita in Italia, ma ancora non sa che quest’ultimo ha un grosso debito nei confronti dei suoi soci d’affari ed è costretto a restare nel giro illecito de “Il rifugio del piacere”, l’hotel nel quale si sono conosciuti.
Quando la ragazza scopre ciò che impedisce all’uomo di raggiungerla, torna sui suoi passi per aiutarlo, ma i compari di Diego non mollano la presa e, per ottenere la somma di denaro di cui è debitore, gli forniscono una sorta di compromesso attraverso cui poter pagare.
Un danaroso cliente americano permetterebbe a Diego di liberarsi da ogni genere di problema con una richiesta molto particolare: una notte proibita da consumare insieme e nella quale coinvolgere anche Carina, usando l’imprevedibilità di un appuntamento senza regole.
Riusciranno, Diego e Carina, ad accettare questa proposta, sapendo che servirà a ottenere l’agognata libertà ma che, allo stesso tempo, potrebbe rovinare la loro storia d’amore?

“L’ombra del proibito” è il sequel de “Il rifugio del piacere”, un hotel nel quale niente è come sembra e il prezzo da pagare per resistere alla tentazione del proibito diventa molto alto per tutti.

NOTA: Questa storia è indicata a un solo pubblico adulto.

Molto più rapido di me, arrivò per primo all’uscita e mi si pose innanzi per sbarrarmi la strada. Allungò le mani sul mio viso per trattenerlo accanto al suo e mormorò una frase che non capii, lunga come una litania che mi stava facendo ancora più male e mi invogliava a scappare. Mi avvolse il punto vita con un braccio, ma presi a respingerlo, voltandogli le spalle nell’ingresso deserto del ristorante dal quale non mi permise neanche di uscire.
«Non toccarmi!» esclamai, furiosa, prima di volgere lo sguardo altrove, ovunque ma non sui suoi occhi affamati dei miei, per bussare alla prima porta socchiusa che mi avrebbero trovato dentro, per chiedere il permesso di entrare, così come aveva già fatto, quando ci eravamo incontrati la prima volta.

card 1


I CONTATTI DELL’AUTRICE:

divisorio

Oramai lo sapete quanto teniamo a Tiziana, autrice e donna di grande valore.
Una persona che sa riconoscere l’affetto sincero, sa ringraziare e dare tanto quanto riceve e forse anche qualcosa di più.
In bocca al lupo, di cuore. ❤

Naty&Julie

Recensione di: “Tu o nessuna” di Lily Jay

Notters ci siete o siete già tutti a rosolare?
In entrambi i casi ecco una breve lettura, piacevole sia sotto l’ombrellone, sia sul divano di casa in cerca di relax. Buona lettura!! 🙂

divisorio

imgres

TITOLO: Tu o nessuna
AUTORE: Lily Jay
GENERE: Romanzo Rosa
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE: 26 Marzo 2016
PAGINE: 104
FORMATO: eBook
PREZZO: € 0,99

 

SINOSSI

Venere, ha vent’anni. E’ una ragazza timida e all’apparenza fragile ma dentro di sé nasconde una gran forza. Ha imparato a cavarsela da sola senza l’aiuto e il sostegno di una famiglia.
Marco, ha ventun anni. E’ disinvolto e sfrontato. Al contrario delle apparenze, è un ragazzo profondo, dall’animo buono.
Si incontrano per puro caso, in un parcheggio di una discoteca. Il loro incontro li segnerà entrambi. Si arrenderanno all’amore o innalzeranno dei muri insormontabili?

RECENSIONE

A volte basta poco per essere felici, per combattere i propri demoni. Lo impareranno Venere e Marco, protagonisti di questa fresca storia di un amore all’improvviso.

Ad una prima impressione non potrebbero essere più diversi; Marco è un “bad boy”, uno che non deve chiedere mai, è il bello impossibile. Inavvicinabile per una come Venere, che invece è timida, semplice e lavoratrice instancabile.

In poco tempo, un incontro dopo l’altro, capiranno di assomigliarsi, ma soprattutto di appartenersi, più di quanto avrebbero mai potuto dire, prima che le loro strade si incrociassero.
Marco è stanco della “solita roba”: gli stessi locali, le stesse bevute, e le serate che finiscono tutte uguali, con una ragazza qualsiasi, in un bagno qualsiasi. Troppo trucco, troppi pochi vestiti addosso. Marco quella sera al Mono, uno dei soliti locali, cambia lo schema e non corteggia la solita ragazzetta che gli fa qualche moina sulla pista da ballo. Esce dal locale per prendere una boccata d’aria e tutto cambia.

Fuori vede lei per la prima volta, colei che diventerà la sua dea, Venere, e da quel momento sa che deve provare in tutti i modi a farla sua.

Venere d’altro canto è chiusa e timida, resa cosi da una famiglia che famiglia non è se per prima non ti protegge, anche dai suoi stessi componenti. Marco è un fulmine a ciel sereno nella sua quotidianità. Troverà Venere il modo e la forza di far entrare Marco nella sua quotidianità fatta di due lavori, università, un piccolo monolocale ma sopratutto tante paure e insicurezze?

Mi piace. Mi piace sul serio, accidenti a me. La sua voce riecheggia ancora nella mia testa e le immagini del suo viso e del suo sorriso sono sempre più vive nella mia mente. Mi porto una mano sulla guancia e mi rendo conto che è tutta un fuoco, inoltre sento un turbine nello stomaco che fatica a placarsi.
Cavoli, tutte queste sensazioni per avermi sfiorato appena e quando mi bacerà, se mi bacerà, che succederà?! Sconsolata, batto la testa sul volante. “Sono fregata”, sospiro. 

foto 1.JPG

Riuscirà Marco a mettere da parte la sua naturale inclinazione al “lato oscuro” e a far breccia nel cuore della sua Venere?

Il linguaggio semplice e quotidiano di questo breve romanzo, riesce a fare in modo che la storia e i sentimenti dei personaggi arrivino facilmente al lettore. Breve ma intenso, “Tu o nessuna” è preludio di un talento allo sbocciare della sua consapevolezza. Nonostante l’idea narrativa non sia delle più originali, essa riflette una possibile situazione reale dei giovani di tutto il mondo e per questo è possibile apprezzarne le sfumature rosa e le situazioni quotidiane.

Inutile dire che un eventuale seguito ci porterebbe magari più a fondo nelle rispettive vite e psicologie dei due protagonisti, e per questo ci porterebbe ad apprezzare maggiormente anche questo capitolo della storia, in quanto a se è certamente piacevole, ma lascia l’idea di essere incompleto, come se i personaggi stessi ci stessero nascondendo qualcosa.

Curiosi di scoprire di più su Marco e la sua Venere?

Francesca

 

Il mio giudizio:

IMG_0096