Recensione di: “Rainbow” di Cecilia K.

Ciao Notters 🙂
Anche oggi vi tengo compagnia e lo faccio con un libro che mi ha piacevolmente sorpresa.
E’ “Rainbow” di Cecilia K.

divisorio

51oblgQO+oL

TITOLO: Rainbow
AUTRICE: Cecilia K.
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE: Marzo 2016
GENERE: Rosa
FORMATO: Ebook
PREZZO: € 2,99

 

 

SINOSSI 

Rain è una giovane ragazza con una vita difficile. La mamma è morta dandola alla luce e il padre è un uomo violento. Nella piccola cittadina di Blue Groove conoscerà per la prima volta l’amore e il calore di una famiglia. Ma Rain ha un obiettivo, andarsene per sempre e farsi una nuova vita, lontano da questa che sta faticosamente vivendo adesso. Riusciranno amore e amicizia a farle cambiare idea? Oppure Rain farà comunque questo passo, abbandonando chi si è preso cura di lei? Spesso la vita ci mette di fronte a scelte coraggiose e, a volte, ci premia se seguiamo la strada giusta.

RECENSIONE
ATTENZIONE POSSIBILI SPOILER

La paura è un sentimento che s’insinua nella pelle diventando uno strato protettivo che meccanicamente si presenta, nel momento in cui, la violenza si manifesta in maniera prepotente per reclamare il suo potere sulla sua vittima; la quale per proteggersi si racconta delle scgabriella-wilde-so-it-goes-photo-shoot01use e sì incolpa delle ripetute vessazioni a cui è giornalmente sottoposta.
Rain è una giovane ragazza cresciuta troppo in fretta per sostenere un bagaglio carico di dolore, di sofferenza, di paura, di soggezione, d’incertezza e d’inferiorità. Un bagaglio donato a lei fin dalla nascita, un dono che ha sostituito la gioia della sua nascita per la morte della madre, deceduta per donare a lei la luce, una luce che si è dovuta conquistare con ogni forza, per lottare contro colui che avrebbe dovuto amarla. Al contrario la costringe a rinunciare alla propria identità e all’amore della sua vita, Christopher.
La lotta interiore cui è giornalmente costretta e imagesannunciata dal suo nome per intero “Rainbow”. Non a caso, l’arcobaleno è il risultato di un fenomeno ottico che appare in cielo dopo la pioggia; sprigionando dei colori che si scagliano tra le nuvole per annunciare l’arrivo della quiete. La vita di Rain è in similitudine con l’arcobaleno; la sua lotta subisce degli arresti a volte improvvisi e a volte piacevoli ma grazie alla sua forza interiore e al sostegno dei suoi tre angeli Christopher, Liam e Grace riuscirà a rinascere e diventare una nuova persona.

Davanti al dolore, ognuno reagisce in maniera diversa. Una violenza subita diventa un leggero strato di vergogna, un senso di colpa che la vittima pone tra sé e le altre persone che fanno finta di non capire per paura di scoprire ciò che non vorrebbero sentire. Come poter spiegare le maniche lunghe in estate, il fatto che non voglia mai perdere il controllo, le continue visite al pronto soccorso e il bisogno di rifugiarsi in un centro d’accoglienza? La risposta è semplice: Siamo bravi a mentire, a creare ciò che non esiste, a vivere una vita che non ci appartiene. Rain cammina in punti di piedi per non fare rumore, sussurra per non dare  fastidio, e i suoi occhi, gli unici che dicono la verità sono sempre velati da uno strato di tristezza per non dimenticare mai il passato, l’unico amico che ha conosciuto.

tumblr_mzyq1bOyVy1qlch1po1_500f

La vita dona a Rain una possibilità per rinascere ponendo una sola condizione: rinunciare a tutto per se stessa. Rinunciare a Christopher, quindi dover rinunciare al senso di sicurezza, alla sua forza e all’unica persona che riesce a calmare la sua paura con un suo abbraccio. Sceglierà di rinunciare a tutto per se stessa o rimarrà nel luogo, dove ogni cosa gli ricorda il dolore che pulsa ogni giorno nella sua più intima natura: la sua anima.

Rain ha sperimentato ogni sentimento possibile nella sua vita: dolore, senso di colpa, vergogna, abbandono, angoscia, ansia, paura. I sentimenti, le emozioni, gli stati d’animo, i pensieri e le certezze sono stati la sua fonte di energia per andare avanti e lottare da sola. Hai attraversato il tuo inferno e ne sei uscita splendente. Le fiamme non ti hanno consumata ma ti hanno fatto brillare.

Un-amore-senza-fineLa sua innocenza e la sua abitudine a stare nell’angolo gli donano l’amore di una nuova famiglia: avrà il coraggio di scappare lontana? Un vecchio proverbio dice che se due anime sono destinate a stare insieme, prima o poi si ritrovano perché l’amore è quel soffio di emozione che ripara ogni ferita chiedendo solo di condividere la vita con la persona amata.

Lo stile e la scrittura seguono il percorso formativo di Rain, sostenendo le sue battaglie. Il romanzo invita alla lettura, senza mai annoiare, al contrario tiene il lettore con il fiato sospeso in alcuni punti di svolta, dove le decisioni sono cosi decisive da lasciare in attesa; perché non sono prevedibili le conseguenze. Un romanzo impeccabile nella sintassi e appassionante fin dalle prime righe, nonostante parli di un argomento molto doloroso, “la violenza sulle donne”, una violenza che annienta tutto ciò che incontra. Il lettore assiste al viaggio interiore di Rain, un viaggio verso ciò che è donato senza chiedere niente in cambio: l’amore di una persona che ti ama per quello che sei realmente.

Carmela.

Il mio giudizio:

IMG-20160606-WA0039

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...