Presentazione di: “BETWEEN TWO POINTS” di Valentina Mears

Ciao Notters!
Il 24 Settembre 2016 la nostra Valentina Mears ha pubblicato una nuova storia per gli amanti del romance. Lo sapevate già vero?

Beh allora adesso scopritene di più! ❤

divisorio

between

TITOLO: BETWEEN TWO POINTS
AUTRICE: Valentina Mears
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE: 24 settembre 2016
GENERE: Romantico
FORMATO: ebook – cartaceo
PAGINE: 447
PREZZO: 0,99 ebook – 12 cartaceo

 

SINOSSI

Quando Megan si trasferisce in Virginia ha un solo obiettivo: diventare una persona nuova.
Al college, lontano dal secondo matrimonio di sua madre e dai suoi compagni di liceo cerca di far emergere la vera Megan, ma le vecchie abitudini sono difficili da abbandonare. Dopo l’incontro con Dalton e Robert -due iniziati dell’Alpha Rho Chi- la sua vita sembra iniziare a prendere una nuova piega.
Eppure c’è qualcosa che rischia di minacciare questa felicità, un segreto nella vita di Robert che porta a delle forti ripercussioni durante le prove d’iniziazione. L’attrazione tra i due è innegabile, eppure c’è qualcosa che gli impedisce di cedere a quell’emozione.
Ben presto Megan si ritroverà divisa tra il desiderio prorompente per Robert e la gentilezza di Dominic, Presidente della confraternita maschile.
Il suo cuore sembra già sapere la strada giusta per la felicità, ma sarà in grado di ascoltarlo? L’amore è un sentimento forte e distruttivo, capace di annientare una persona o di elevarla se solo si ha il coraggio di viverlo.
Saranno in grado di riconoscere l’amore?

BREVE ESTRATTO

Robert dà un’alzata di spalle come se la cosa non lo toccasse minimamente prima di aprire l’acqua fredda del rubinetto.
«Ti sei fatto male?» gli chiedo ammorbidendo la voce ripensando al bicchiere andato in frantumi nell’altra stanza. È voltato di spalle e nemmeno si prende la briga di rispondermi.
«Ti sei fatto male?» ripeto avvicinandomi per constatare io stessa il danno. Vorrei tornare come quando nella mia mente tutto era a posto e lui era la mia ancora di salvezza qui a Charlottesville.
Guardo anche io verso la sua mano semplicemente arrossata. Tiro un sospiro di sollievo, pensavo già di vedere del sangue sgorgare da qualche taglio provocato dai frammenti di vetro.
Non reagisco molto bene alla vista del sangue.
Senza alcun preavviso mi afferra per un polso strattonandomi contro di lui intrappolandomi così tra il lavandino e il suo corpo. «Che…cosa fai!» balbetto imbarazzata cercando di spingerlo via e riottenere il mio spazio, ma questo non fa altro che aumentare la sua presa.
 Si china lentamente verso il mio collo depositando un bacio proprio sotto l’orecchio tenendomi con l’altra mano il volto. Il suo respiro inizia a solleticarmi la pelle fino a quando non deposita un altro bacio appena più sotto. Se non fosse per la sua mano sulla mia schiena che mi spinge verso di lui ora sarei già finita a terra.
«Rob…» sussurro.
Un brivido continuo si propaga lungo tutta la colonna vertebrale facendomi reclinare ancora di più la testa dandogli libero accesso al mio collo. La magia si spezza quando sento qualcosa iniziare a vibrare sulla mia coscia. Estrae il cellulare con un gesto fluido leggendo con attenzione il messaggio abbandonando così l’assalto. Senza dire una parola esce fuori dalla cucina a passo spedito sistemandosi la cravatta e la giacca come se nulla fosse successo.
«Onnò.» ringhio digrignando i denti dalla rabbia. Non può trattarmi come una bambolina e abbandonarmi così su due piedi senza nemmeno una spiegazione. Non ci sto. Non sono un oggetto da usare e buttare. Come diavolo si è permesso?
Impiego un secondo prima di riprendermi e seguirlo a rotta di collo fino a trovarlo nel corridoio.

BOOKTRAILER


BIOGRAFIA DELL’AUTRICE

Valentina Mears vive in un piccolo paese del Piemonte di duemila anime in provincia di Novara. Innamorata della lettura fin dalla più tenera età, viene spronata a mettere per iscritto le sue storie fin dai tempi delle elementari, anche se le prime vere e proprie “pubblicazioni” avvengono sulla piattaforma web EFP per poi fare il salto su amazon nell’estate del 2015.

divisorio

Che dirvi se non: buona lettura amici? ❤

Naty&Julie

Annunci

Presentazione di: “Sexspotting” di Alea Corini

Ciao Notters!
Nuova presentazione per voi edita ErosCultura. Si tratta di Sexpotting di Alea Corini.

divisorio

fashion beautiful young couple on grey wall background

TITOLO: Sexspotting

AUTORE: Alea Corini

EDITORE: ErosCultura

DATA PUBBLICAZIONE: 16 luglio 2016

GENERE: Young Adult Erotico

FORMATO: eBook

PAGINE: 186

PREZZO: € 4,99

SINOSSI

Andrea il tenebroso, Emanuele dal look secchione, Filippo il ragazzo angelico, Marco in perenne carenza di sesso e Sandro l’umile superdotato, sono cinque amici sedicenni in piena tempesta ormonale e alla scoperta del sesso, con le sue gioie, i dubbi, le paure. Nove mesi di avventure erotiche, a tratti romantiche, spesso comiche, ma sempre ingenue, viste e raccontate attraverso gli occhi di Marco.
Nel romanzo, che si divide in tre parti – Suburbana, Regionale, Intercity – le vicende sono narrate come sequenze, sbirciate nei vagoni dei treni che scorrono.

ESTRATTO DAL LIBRO

PRIMO VAGONE


«Allora, viene?»

«Sì, sì. Ci siamo accordati per dieci sacchi.»

«A testa?»

«In tutto.»

Sospiro generale di sollievo.

«Rulliamo?»

«OK, ma dobbiamo aspettarla per accendere. Se non le offriamo neanche un tiro, s’incazza e se ne va» risposi.

«Abbiamo una sola canna e dobbiamo passarla a quell’idrovora? Non ci resterà più niente!» protestò Emanuele.

«Se vuoi, ti diamo un quinto del fumo, ma salti il giro con la “bisteccona”» replicai, drastico.

«No, no. Va bene così.»

Eravamo tutti eccitati. E ce n’era motivo. Tra breve sarebbe arrivata Cinzia detta la “bisteccona” – un’ex compagna di classe delle medie mia e di Filippo – che aveva accettato, dietro lauto compenso, di fare una sega a ognuno di noi. Cinzia era una gran vacca. Di solito non la frequentavamo, ma conoscendola da anni eravamo riusciti a persuaderla. Erano stati i “nomi noti” a darle quell’appellativo, presto adottato dall’intero quartiere perché ben ricalcava cosa pensavano i maschi di lei. Cinzia era una quindicenne grassoccia, sempre vestita con abiti attillati che la rendevano simile a un arrosto legato, ma la dava via facile e questo la rendeva un po’ più appetitosa di una bistecca infilata nel termosifone.


BIOGRAFIA DELL’AUTORE: ALEA CORINI

Sotto le mentite spoglie di Alea Corini non si nasconde un autore al suo primo romanzo YA erotico, bensì un barman acrobatico.
Per creare il suo cocktail è partito da una base composta da fasti e delusioni dell’adolescenza. L’ha mischiata con quelli di amiche, amici e conoscenze dell’epoca.

Per alzare il tasso alcoolico-erotico ha versato alcune gocce di “sarebbe potuto essere” e “sarebbe stato bello fosse”.
Infine ha shakerato il tutto con innumerevoli evoluzioni di fantasia e umorismo.
Il risultato è Sexspotting.

L’AUTORE RACCONTA…

Quando la catasta di parole che butto dentro all’hard disk del mio PC prende forma, non posso credere che ciò sia originato da me. Ed è questa fulminante sensazione, così simile al ritrovamento di un reperto sconosciuto, a far sì che ci sia sempre uno stimolo per scrivere.

Il mio curriculum è:

  • 3° posto al concorso internazionale “Premio Firenze” sez. Testo Teatrale Inedito del 2009 con “Una indesiderata, inevitabile e inquietante veglia funebre (per l’atroce morte di Giovanna Ch.)”;
  • presenza nell’E-book “Incubi del passato – Cronache dal patibolo” prodotto da Horrorlandia.it nel 2006, col racconto “La stirpe parallela”.
  • 3° posto al concorso nazionale “L’Eco on line” del 2005 per romanzi brevi con “Il diario di pietra”;

divisorio

Buona lettura!
Staff 🙂

Recensione di: “Non è poi così male” di Selenia Erye

Ciao Notters,
oggi la nostra Francesca Bravi ci parla di: “Non è così male” di Selenia Erye. 

divisorio

51jtc8bymql-_sx350_bo1204203200_

 

 

TITOLO: Non è così male
AUTORE: Selenia Erye
EDITORE: Eclettica
DATA PUBBLICAZIONE: Gennaio 2016
GENERE: Narrativa Rosa
FORMATO: Cartaceo
PREZZO: € 12,75
LINK DI ACQUISTO: http://amzn.to/2dxhvFl

 

SINOSSI

Chi è Mia? Una ragazza qualunque: piena di insicurezze, di speranze, di sogni. Ed è genuina, limpida. Per questo si scontra con la vita, ma è una lotta impari e quasi sempre ne esce ferita e delusa. Finché nella sua vita non entra Teo. All’inizio è solo un lampo. Una luce all’improvviso, che appare e sparisce. Poi, però, come sempre accade quando si sente tuonare in lontananza, arriva la tempesta. Una meravigliosa tempesta che la stravolge tutta e che le fa pensare, alla fine, che la vita – ma sì, anche la sua! – non è poi così male.

RECENSIONE

Le delusioni d’amore, quelle che scottano, che lasciano cicatrici impossibili da nascondere. Perché tu in quell’amore ci hai creduto, a tal punto da aprire il tuo cuore e renderti vulnerabile per chi avrebbe dovuto curarti, abbracciarti, amarti. Invece solo dopo aver abbassato le difese, lui si dimostra per ciò che è nella realtà, e no, non è l’amore della tua vita. pranzoMa ormai tu hai affidato a lui i tuoi sorrisi e la tua serenità, quindi ti si lacera il cuore. E quella cicatrice rimarrà sempre come promemoria. Non lasciarti andare perché altrimenti ti farai male.

‘Lei si era accorta di essersi innamorata dell’immagine che si era fatta di lui. La vera natura del professore era ben diversa da come Mia se l’era immaginata, da come l’aveva desiderata.’

Così inizia questo romanzo di Selenia, che racconta la delusione d’amore di Mia, innamorata persa del suo docente universitario. Una fuga a Parigi, tante lacrime sulla spalla dell’amica Nora e la scelta di fare giornalismo la aiutano ad andare avanti, sempre appoggiata dalla sua famiglia, che nell’amore completo la incoraggia a lasciare casa per trasferirsi a Roma, dove va a collaborare in una redazione che tratta cronaca nera.

“La vita…come è strana”, pensò tra sé Mia: sembra sempre, quando ti ritrovi in certe situazioni, che ci sia un disegno ben preciso e che nulla accada mai veramente per caso. Il fato, lo chiamano.

concertoEd è proprio qui che Mia si scontra con una vecchia conoscenza. Il suo primo bacio rubato ad un concerto al quale da adolescente era andata di nascosto, cambiandosi d’abito nel bagno del treno, le compare davanti il primo giorno di lavoro. E non si tratta di un collega, bensì del suo capo. Quel bacio che lei ricorda sempre come una delle esperienze più intime e intense della sua vita. Quel bacio che le aveva fatto capire cosa significhi provare un vuoto nello stomaco. Quel bacio che si era perso insieme al numero di telefono di quel misterioso fantastico ragazzo, Teo. Però Teo sembra non riconoscerla in redazione e a lei questo gioco non piace proprio.  In realtà Teo ricorda bene quella ragazza solare, spontanea e teneramente goffa del concerto, ma non sa come comportarsi con lei, soprattutto non appena capisce di volerla, volerla ancora come quel giorno ormai lontano. Ed è così che tra una gelosia e qualche pensiero forse un po’ troppo adolescenziale i due si ritrovano, si avvicinano, si baciano. Le posizioni lavorative di entrambi sono però incompatibili con una storia che potrebbe nascere ed inizia così un fantastico elastico di emozioni. Mia e Teo continuano ad allontanarsi quando la razionalità prevale, quando raccontano a sé stessi che sia la cosa giusta. Per poi cercarsi in ogni sguardo, ogni luogo, ogni brivido. Perché ritrovarsi dopo anni e provare ancora quella voglia e quel desiderio, non consente alla razionalità di vincere. Perché quella non è razionalità in fondo, ma paura di soffrire.

Tendeva a far caso solo a particolari negativi quando si trattava del rapporto con lui. In quei casi prevaleva la sua latente insicurezza.’ ‘Voleva andarsene ma non ci riusciva: sembrava che avesse delle “ancore” al posto dei piedi.

Passano mesi durante i quali i due tentano in ogni modo di starsi lontani, ma l’amore lega anche chi non vuole vederlo. La paura di soffrire pian piano si alleggerisce, il bisogno di aversi sempre li porta a non voler più fare a meno l’uno dell’altra.divano

Mia era felice, sentiva di aver trovato il suo posto nel mondo. Aveva vagato per anni alla ricerca di quello che, finalmente, era riuscita a trovare con il suo arrivo a Roma, il più grande dei tesori: l’amore.

Lo stile di scrittura di Selenia è lineare, chiaro. La lettura risulta semplice e fluida, consentendo di immergersi nella storia senza mai inciampare nel minimo errore. Alcune situazioni che si vengono a creare sono ben note ai lettori di romanzi rosa, a volte prevedibili, ma sempre piacevolmente inserite al posto ed al momento giusto.

Lei era davvero una leonessa, lei gettava il cuore oltre l’ostacolo. Agiva senza paura delle conseguenze

Gettare il cuore oltre l’ostacolo, questo forse è il segreto per andarselo a prendere, l’amore. Grazie Selenia.

Francesca Bravi

Il mio giudizio:

IMG-20160606-WA0039