Recensione di: “Come pioggia sulla pelle” di Jo Rebel

Buongiorno Notters!

Oggi vi parlo di un romanzo che si presenta come fosse un ruscello pieno d’acqua, in cui gli esseri viventi che lo popolano vivono una vita propria, nonostante lo scorrere impetuoso dell’acqua, non si arresti mai, proseguendo il suo cammino senza esitazione.

divisoriodownload

 

TITOLO: Come pioggia sulla pelle
AUTORE: Jo Rebel
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE: 15 Giugno 2016
GENERE: Romanzo Rosa
FORMATO: Ebook/Cartaceo
PREZZO: € 2,99/€ 10,30
LINK D’ACQUISTO: http://amzn.to/2aacaoq

 

SINOSSI

Lila ha trentatré anni, un lavoro che la soddisfa, tre amiche con cui condividere qualsiasi cosa, e un carattere deciso. Ma da qualche tempo si sente irrequieta. Decide così di affrontare l’arrivo di un nuovo anno da sola, per fermarsi a riflettere, godendo della compagnia del solo Al Pacino, suo attore preferito, che recita carismatico e appassionato in un vecchio film. All’improvviso tutto le diventa chiaro: le manca l’amore. Per lei non è mai stato un punto importante nella lista delle “cose da ottenere nella vita”, ma si ritrova a riflettere sul passato e sul presente, sul muro che col tempo ha costruito in difesa di se stessa, e si rende conto che solo lei può essere l’artefice del cambiamento che la porterà ad avere un futuro in cui sentirsi amata e amare senza timori. Decide perciò di comprare un biglietto aereo per Londra: ha sempre sentito un legame speciale con la capitale britannica ed è convinta che una settimana nella “city” non potrà che essere un toccasana per rigenerarsi e ripartire con il piede giusto.
Il destino però ha in serbo per Lila una sorpresa, qualcosa che non le darà il tempo di “prepararsi” ai sentimenti, una novità da affrontare priva di scudi, lasciandosi cadere nel vuoto. Proprio a Londra infatti, senza cercarlo veramente, troverà ciò che le manca. Si chiama Patrick, ha venticinque anni, è attraente e, al contrario di Lila, emotivamente maturo. Unico vero “difetto”: è un attore, e non un attore qualsiasi, ma proprio quello che, grazie all’incredibile successo di un film uscito da poco, al momento è il più chiacchierato e desiderato dalle donne di quasi tutto il pianeta.
Affrontare una storia con lui pare da subito cosa non facile, ma mentre Patrick si rivela pronto per una donna come Lila, Lila è pronta per un ragazzo come Patrick?

RECENSIONE
*** ATTENZIONE, POSSIBILI SPOILER! ***

Il vento e il gelo sono fattori naturali che penetrano nelle ossa e scivolano nelle vene per terminare la loro corsa nel cuore, ghiacciandolo senza chiederne il permesso. Come nelle fiabe, c’è un solo modo per sciogliere questo muscolo privo di potere proprio, in grado però di non abbandonare il corpo in caso di bisogno: sperimentare l’amore.
Lila è una donna che crede di possedere tutto ciò che renda felici nella vita: un lavoro soddisfacente e delle amiche con cui condividere la propria vita, raccontandosi le avventure amorose. ragazza-biondaC’è un solo problema, Lila non ha né un amore da condividere né un uomo su cui contare, “Lila è sola”, questa considerazione si presenta come uno schiaffo alla sua continua testardaggine di affermare che nella sua vita, l’amore non rappresenta un punto importante nella lista delle “cose da ottenere nella vita”. Il suo cuore comincia a sentire un vuoto che non riesce a colmare e si rivolge al corpo per cercare aiuto, ma soprattutto svegliare la ragione che si ostina a negare l’evidenza. Il muro che Lila ha retto in tutti questi anni, sta crollando, le basi non erano solide, nonostante la sua convinzione era maturata dal fatto che non esiste un uomo che possa accertarla come lei sia. Il punto di svolta per un futuro cambiamento viene propria da Lila, colei che decide che partire per un viaggio, downloadsia il modo più semplice ma efficace per riflettere sul suo passato e contribuire a scrivere un nuovo futuro. La destinazione scelta è Londra. In questo viaggio Lila conoscerà se stessa, scoprendo i suoi lati sensibili e le paure che prima frenavano il suo desiderio di essere amata. Londra, una città piena di cultura e di storia sarà lo sfondo per la nascita di un amore che ha bisogno di essere coccolato, protetto, senza mettere fretta perché come un fiore si deve aspettare la sua naturale fioritura per avere la sua migliore rappresentazione. Londra si presenta nel suo clima abituale, nei primi mesi invernali, il freddo, sintomo di chiusura, accoglie Lila, che è in sintonia con la solitudine e i paesaggi che la spingono a riflettere per ritrovare qualcosa che ha sempre rincorso, ma non ha mai afferrato. Un qualcosa che ha sempre voluto, cercando di raggirare soltanto se stessa, un qualcosa che può essere indicato con un solo nome: “Amore”, ossia Patrick Owen, un ragazzo che arriva nella sua vita per una coincidenza e si sa nella vita le coincidenze riescono a generare delle occasioni fortunate. Patrick, un ragazzo semplice, 13437142_1717485068506766_180260maturo e pronto a intraprendere una storia d’amore, nonostante abbia otto anni meno di Lila. Il destino, però, non si presenta mai senza problemi: Patrick è un attore molto famoso e Lila non è pronta a lasciarsi andare per paura di soffrire. Il lavoro di Patrick, frena Lila per paura di avere di fronte un attore, un ragazzo che si vuole divertire, al contrario Patrick è un ragazzo che sa cosa vuole: conoscere Lila e abbattere le sue difese. C’è un solo modo per convincere il suo cuore prima di poter convincere la sua ragione, farsi conoscere senza veli e farle comprendere che lui vuole conoscere lei, prima di poter cedere alla passione che li lega e li divide, per paura di affrettare il tempo e rovinare l’incanto che si sprigiona ogni qual volta, si trovano insieme e le loro mani si sfiorano per rendersi conto che sono reali e non frutto della loro immaginazione. Questo incanto dura per quattro giorni, finché Lila decide che non possono più stare insieme per via delle loro vite diverse e lontane. Nonostante il suo cuore si fosse aperto e fidato, ma soprattutto innamorato per la prima volta, poiché lui è tutto quello di cui lei ha bisogno, ritorna alla realtà e abbandona la favola, perché come dice Virginia Woolf “la vita è sovente un sogno dal quale ci si sveglia morendo”. Le giornate, diventano mesi e Lila non riesce ad accettare che il suo cuore sia dilaniato dal dolore per essersi aperto all’amore, per aver amato un uomo che lei identifica come la pioggia sulla pelle, una sensazione impossibile da dimenticare. Un odore che ti resta addosso a lungo, dolce e amaro allo stesso tempo. Qualcosa che sai essere destinato a scomparire per restare un ricordo. Ciò che non riesce ad accettare Lila è che il mondo non si sia fermato per comprendere il suo dolore.

Immagine
Il mondo continua la sua corsa, ma lei è rimasta a quell’ultima sera trascorsa insieme in cui il cuore ha lasciato la decisione alla ragione. Ma non bisogna mai perdere la speranza nella vita perché: la pioggia prima o poi ritorna sempre.

Carmela

Il mio giudizio:

IMG_0096

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...