Recensione di: “L’ultimo bacio” di Alessia D’Oria

Ciao Readers,
oggi vi presentiamo, per la prima volta, Francesca Bravi nella veste ufficiale di Notters ❤

Il primo libro di cui Francesca vi parlerà è “L’ultimo bacio” di Alessia D’Oria, un libro del genere Young Adult pubblicato nel Febbraio 2016 che racconta di un amore difficile e tormentato da qualcosa che forse, potrebbe essere troppo forte…

divisorio

copertina_d_oria

TITOLO: L’ultimo bacio
AUTRICE: Alessia D’Oria
DATA PUBBLICAZIONE: 10 Febbraio 2016
EDITORE: Booksprint Edizioni
GENERE: Young Adult
FORMATO: eBook/Cartaceo
PAGINE: 248
PREZZO: € 4,99/€ 16,07
LINK PER L’ACQUISTO: L’ultimo bacio

 

SINOSSI

Angela e Vincenzo sono giovani, e come ogni giovane, si imbattono per la prima volta nell’amore. Quegli amori che nascono da uno sguardo, una parola ed una carezza. Quegli amori che li senti ancor prima che comincino davvero. Ma il loro non è un amore comune, tanto meno semplice. I due innamorati scoprono di appartenere a due famiglie camorriste da sempre in lotta tra di loro. Entrambi cercano di rinunciare al loro amore, di disobbedire al loro cuore e di prestare ascolto alla ragione. La ragione urla e li supplica di perdersi e di ritornare alla loro vita fatta di obblighi mafiosi, di dolore, di paura e di rabbia. Proveranno a farlo, lo faranno perché la paura della morte incombe su di loro. Ma niente li spaventa di più di una vita divisi. E allora non ci sarà più niente da fare: affronteranno il nemico come guerrieri, con determinazione e coraggio. E cominceranno la guerra… senza sapere chi ne uscirà vincitore.

RECENSIONE

Parlando di… “L’ultimo bacio” di Alessia D’Oria.

Si inizia a leggere e ci si trova immersi immediatamente nella vita di una giovane donna, adolescente del sud Italia. Stiamo parlando di uno young adult.
Young adult, nello stile e nella velocità di scrittura, nella scelta dei termini, delle situazioni, della trama. Le frasi scorrono leggere nella loro semplicità. La spensieratezza dell’adolescenza è parallelamente accompagnata, in ogni tratto del libro, dalla difficoltà di convivere in un ambiente difficile ed ostico.

Siamo a Napoli. Angela fa parte di una famiglia mafiosa molto importante e conosciuta.
I suoi genitori e suo fratello seguono il codice camorra.jpgdettato dalla camorra.
Per loro ciò che si mostra è più importante di ciò che si è. I conti vanno sempre regolati e nessuno deve decidere di fare ciò che vuole allontanandosi dagli argini ben definiti dettati in quell’ambiente.

“C’è sempre un’altra scelta. Ma non è quella che mi rende felice”

Ma lei non riesce ad adattarsi a questa vita. Lei vuole di più. Lei è umile, semplice, buona. Vuole studiare medicina. I suoi piani sono già tutti ben chiari nella sua mente. Aspetta di terminare il liceo per poi andare via. Per costruirsi una vita lontana da quella famiglia in cui maledice di essere nata. A lei fanno pena, si sente diversa.

“Si può sempre scegliere cosa si vuole essere. Tu hai scelto di essere il perdono e la salvezza per il prossimo. Io dopo essere annegato in un mare di rabbia, sto risalendo in superficie per liberarmi da questa tremenda sensazione di soffocamento.”

Una sera però conosce Vincenzo. E’ la prima volta che va a sbattere contro la necessità di sentirsi così vicina ad un ragazzo. E da lì, iniziano tutte le sue prime volte, insieme a lui. Lui non è quello che si dice un bravo ragazzo. Angela scopre immediatamente che si tratta del figlio di un camorrista di una famiglia in profonda opposizione alla sua. Cerca di resistere ma l’amore non le permette di stargli lontana. Lui è disposto a lasciare tutto, a migliorarsi e cambiare per stare con lei.

“Ma erano certi che se non avessero fatto i conti con quei due segreti pesanti come macigni che si portavano sulle spalle, era inutile, e soprattutto struggente, arrendersi all’intensità disarmante di ciò che stava nascendo tra di loro.”

Sesso-in-auto-300x200Aiutata dal suo autista Ciro, che lei considera un fratello, inizia una serie di incontri clandestini con il suo Vincenzo. Non possono starsi lontani, non vogliono farlo. Ma Ciro ha paura. Ha paura perché ha provato sulla sua pelle cosa significhi mettersi contro la propria famiglia per amore e l’ha pagata, la pagherà per tutta la vita. Non vuole questo per lei.
Ma Angela è decisa, combattiva, vuole Vincenzo, nonostante il suo futuro marito sia già stato scelto da suo padre.

“Non ho bisogno di niente quando ci sei tu. Niente soldi, niente pistole, niente risse, niente codici, niente famiglia, perfino. Solo te. E’ solo di te che sento di aver bisogno.”

Finché Vincenzo, consapevole del pericolo che per questa storia sta facendo correre alla sua Angela, decide di procurarsi e procurare a lei un lacerante dolore piuttosto che lasciarla al destino che la camorra riserverebbe per lei in una simile situazione.

“Come diavolo era successo? Un attimo prima era in paradiso. L’attimo dopo all’inferno.”

Young adult adatto a chi in quella fascia d’età ci si trova proprio ora. Le prime65463385-368-k576720 esperienze, le prime volte. L’attesa. La gelosia. La paura di perdere qualcuno e la necessità di averlo accanto. Le lacrime e i sorrisi. Quei contatti fisici che spaventano fino a creare poi dipendenza. Le parole non dette. L’abbandono. La scoperta. E’ tutto racchiuso in questo romanzo giovane e leggero.

“C’era solo il vuoto. Eppure, quel vuoto si sentiva meglio di qualunque altra cosa. E faceva più rumore di un cuore che si spezza.”

Famiglie in lotta. Violenza. Amore impossibile, o forse no?

Francesca Bravi

Il mio giudizio:

IMG_0096

Annunci

Recensione di: “Nichi arriva con il buio” di Sara Zelda Mazzini

Buongiorno Notters 🙂
Mi presento a voi per la prima volta: sono Antonietta e questa è la mia prima recensione per Notting Hill Books.
Il primo libro che mi è stato assegnato mi ha piacevolmente colpito e spero di riuscire a raccontarvelo al meglio?
Vi starete chiedendo di che libro stiamo parlando e avete ragione, si tratta di “Nichi arriva con il buio” di Sara Zelda Mazzini.

divisorio

maxresdefault
TITOLO: Nichi arriva con il buio
AUTRICE: Sara Zelda Mazzini
EDITORE: Narcissus Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE: 30 Luglio 2015
GENERE: Narrativa contemporanea
FORMATO: eBook/Cartaceo
PAGINE: 288
PREZZO: € 2,99/€ 10,40
LINK D’ACQUISTO: Nichi arriva col buio

 

SINOSSI

A dieci anni dalla morte del suo ex fidanzato una donna ne racconta la storia alla sorella adolescente di lui, che non ha avuto il tempo di conoscerlo davvero. Greta ha quattordici anni quando conosce Nicola in occasione di una vacanza al mare, i due si incontrano ogni estate nella medesima località di villeggiatura portandosi appresso nuovi bagagli di vita reale: Greta ha i genitori separati e presto arriva anche una sorellina, la stessa cosa accade in seguito a Nicola; due esistenze speculari a trecento chilometri di distanza unite da un filo fragilissimo di fiducia e speranza. La storia di Greta e Nicola è contrastata di volta in volta da personaggi gelosi, orgogliosi, insicuri e disperati, ma soprattutto da loro stessi. Tra concorsi di bellezza e quiz televisivi la vicenda è l’occasione per ricostruire un decennio di storia italiana dal punto di vista di una generazione, a favore di chi quella generazione non l’ha mai vissuta.

RECENSIONE

“Nichi arriva con il buio” è un libro che colpisce fin dalle prime righe13434277_1643560122630641_1931275239_n.jpg, soprattutto per chi come è nata a cavallo degli anni 70-80. E’ facile ritrovare segni distintivi di quell’adolescenza, i juke–box che ancora resistevano in qualche bar, le sale gioco come luogo di ritrovo per i ragazzi e le tanto sognate e temute vacanze, piene della speranza di ritrovare la comitiva di sempre e preoccupate che qualcosa, nel corso di quell’anno, fosse cambiato.

Questo è solo l’inizio, perché l’intero libro è una pozza di emozioni spesso contrastanti.
In questa lunga lettera – confessione, che Greta, la protagonista, scrive alla sorella di Nichi, il suo primo vero amore – avvertiamo tutto il senso di nostalgia, tristezza, a volte abbandono, ma soprattutto crescita, che la protagonista vive, e tutto diventa la profonda motivazione per far conoscere alla giovane ragazza chi fosse realmente suo fratello, che non ha mai potuto veramente conoscere data soprattutto la grande differenza d’età.

Sono molte le cose che uniscono Greta e Nichi, a partire dalla complessa situazione familiare, entrambi figli di genitori separati, entrambi che si ritroveranno a fare i conti con fratelli molto più piccoli, a cui spiegare ciò che sono diventati, mese dopo mese, anno dopo anno, fin da quel primo incontro che li ha poi uniti profondamente nel bene e nel male.

Ho sorriso a tratti nel ricordare un tempo in cui non si era prigionieri di WhatsApp o Social Network, quando per mantenere vive quelle preziose amicizie estive bisognava scriversi o telefonarsi, usando magari quell’unico telefono fisso presente in casa, spesso nel salotto o in corridoio, dove i tanto amati – odiati genitori spesso potevano abilmente controllare le nostre chiamate.

13434037_1643560115963975_1626446507_n
All’apparenza si potrebbe credere di trovarsi di fronte a una qualunque storia di ragazzini, ma in realtà ci troviamo ad analizzare anche, e forse soprattutto, gli adulti, o meglio i genitori. Esseri così imperfetti come lo sono i propri figli. Se da un lato questa consapevolezza consola, dall’altro innesca un’istintiva rabbia, perché se una ragazzina cresce con un padre eternamente adolescente, come punto di riferimento, come può crearsi un modello sano di uomo prima e di coppia e famiglia poi?

I nostri genitori sono il metro con cui misuriamo noi stessi e le nostre azioni, più ci allontaniamo dalla loro strada più pensiamo di essere diversi e forse vincenti. Quando però l’età adulta ci sorprende, non possiamo evitare di ammettere di essere identici a loro, se non in alcuni casi addirittura peggiori.

Ed ecco che il nostro protagonista, Nichi, che probabilmente per tutto il libro non troviamo mai veramente bello o affascinante, come invece le parole di Greta vorrebbero mostrarcelo, e soprattutto non fa mai niente per mettersi in buona luce, in modo da farcene scoprire più i pregi che i difetti, solo alla fine sembra quasi trasformarsi in una sorta di eroe romantico e maledetto.

Con la sua scomparsa riesce ad evitare il doloroso confronto nello scoprire che, esattamente come capita a tutti noi, essere diversi da chi c’era prima di noi senza però riuscire ad esserlo mai davvero, o mai abbastanza.

“Nichi arriva con il buio” è, in definitiva, un libro struggente, assolutamente ben scritto, pungente e che fa riflettere ad ogni pagina. Una lettura difficilmente definibile estiva, se si considera l’accezione odierna, ovvero letture leggere, spesso banali e scontate, ma lo diviene per quel suo sapore, retrogusto oserei, di mare e vacanze su un’isola dove tutto sembra possibile. Una lettura che ci permette di ritrovare il nostro lato più giovane e forse anche più folle.

Antonietta 🙂

Il mio giudizio:

IMG-20160606-WA0039

 

Presentazione di: “Un amore firmato Louboutin” di Giulia Rizzi

Ciao Notters,
presentazione in arrivoooo! ❤
Questa volta è un romanzo rosa, pubblicato in self-publishing da una brillante autrice veronese. Si tratta di: “Un amore firmato Louboutin” di Giulia Rizzi.
 divisorio
12319296_10208629843213573_1670265139_n
TITOLO: Un amore firmato Louboutin
AUTRICE: Giulia Rizzi
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE: 20 Agosto 2015
GENERE: Romance
FORMATO: eBook/Cartaceo
PAGINE: 118
PREZZO:  € 0,99/€ 8,32 (Disponibile in tutti gli ebook stores)
LINK PER L’ACQUISTO: Un amore firmato Louboutin
 
SINOSSI
Rebecca Losi è la pecora nera della famiglia. A trent’anni suonati vive ancora a Verona, nell’appartamento che condivide con Alessandra e Fabrizia dai tempi dell’università, e si barcamena fra un lavoro poco redditizio e la passione per la scrittura. Nonostante le pressioni delle invadenti zie, non ha nessuna intenzione di sposarsi e “mettere la testa a posto”, come hanno fatto i suoi fratelli maggiori. Al contrario, lei è una donna indipendente e non ha alcun bisogno di un uomo, soprattutto ora, che il sogno di una vita sembra essere incredibilmente vicino e l’idea di pubblicare il suo romanzo d’avventura si fa sempre più concreta. Rebecca è talmente convinta delle proprie idee che è pronta a dichiararle alla trasmissione televisiva alla quale è stata invitata, per presentare il suo Lit-blog “Lib(e)raMente”. Ha tutto sotto controllo: domande concordate, risposte accattivanti, scarpe griffate tacco dodici e essenza di Fiori di Bach in abbondanza. Il destino, però, decide di metterla alla prova, facendo finire le sue Louboutin, dalla suola rossa fiammante, dritte nelle mani di Leonardo Davies. Per fortuna Reby è una tipa tosta, praticamente immune allo sguardo magnetico e al sorriso disarmante del bel modello inglese…oppure no?

Fra sketch tragicomici e odissee familiari, Rebecca si lascerà trascinare in un’avventura fuori dagli schemi, accompagnata dalle amiche di sempre, sullo sfondo di un’incantevole Verona.
Il romanzo è autoconclusivo.

banner

L’AUTRICE: GIULIA RIZZI

Giulia Rizzi, classe 1984, vive in provincia di Verona. Laureata in Scienze Pedagogiche, è un’accanita lettrice e, da qualche anno, aspirante scrittrice. Il suo romanzo d’esordio, il fantasy “Praemonitus. L’ombra del destino”, è edito da Lettere Animate.

I LETTORI NE DICONO…
“Elegante nelle descrizioni, nelle ambientazioni e soprattutto nelle situazioni!!! Sobrio e raffinato ma sentimentalmente magico al punto giusto… il lettore (finalmente!) non rischia un attacco di diabete ma si può lasciar travolgere piacevolmente da una romantica e quanto mai desiderabile histoire d’amour…très chic!!!”

“Mixate insieme una buona dose di sentimenti, un pizzico di ironia, un bel sulfamigio di Fiori di Bach, un paio di scarpe Loubotin, un amore impossibile e irrealizzabile, la bella Verona città dell’amore come sfondo e vi ritroverete a ridere a crepapelle, a singhiozzare intensamente ma e soprattutto ad amare ancora una volta gli scritti di Giulia.
Brava Giulia ancora una volta non mi hai delusa.”

“Ma quanto mi è piaciuto questo libro? L’ho letto col sorriso sulle labbra dall’inizio alla fine, leggero e scanzonato ma con personaggi realistici e ben delineati. “

un amore firmato louboutin
Buona lettura Notters 🙂

Naty&Julie ❤