Recensione di: “Alakim. Luce dalle Tenebre” di Anna Chillon

Buongiorno Notters,

oggi è con grande piacere che vi parlo di Alakim di Anna Chillon, una storia dalle forti tinte, cupo, oscuro, crudo, spiazzante, una storia che erano mesi che aspettavo di leggere, incuriosita dalla prima volta in cui avevo letto la trama e dai giudizi positivi che leggevo in giro, una storia che mi ha catturata, sorpresa, fatta infuriare e commuovere al tempo stesso, una storia che scava nelle profondità più oscure dell’anima, una storia per certi versi così nuda e cruda che ti viene voglia di interrompere la lettura ma al tempo stesso una storia che ti entra nelle vene, che è in grado di emozionare e questo la rende una storia che vale davvero la pena di leggere e non vedo l’ora di scoprire come prosegue.

divisorio

41-qk8J3QbL._SX332_BO1,204,203,200_

TITOLO: Alakim. Luce dalle Tenebre
AUTORE: Anna Chillon
EDITORE: Self-Publishing
GENERE: Fantasy
FORMATO: eBook/cartaceo
PAGINE: 409
PREZZO: € 2,99/€ 13,90
Gratis su Kindle Unlimited

SINOSSI

Alakim è un permanente divorato da una fame crudele. Reietto in cielo e braccato in terra da una schiera di guerrieri immortali, condivide il suo rifugio sotterraneo con due Nephilim, abili combattenti e fedeli compagni nella sorte.
Di giorno è costretto all’oscurità, mentre la notte si aggira per le vie di una Marsiglia trasgressiva, in cerca di un modo per assolvere al patto stretto con Lucifero. È proprio durante questa ricerca che un prete dalle eccezionali capacità sensitive gli suggerisce un antico testo custode di segreti proibiti, portandolo così a imbattersi in Nicole, una giovane libraia animalista.
La ragazza ingaggia una lotta impari per non venire travolta dall’indole tenebrosa di Alakim e dal suo spiccato gusto per la malvagità, ma l’ardore che scocca tra loro rapisce corpo e mente, lasciandola senza via di fuga, sopraffatta dall’impetuosità dell’immortale e dalla scoperta di una realtà troppo grande da accettare: una realtà per la quale occorre avere fede.
Così, in un susseguirsi di eventi inaspettati, mettendo a rischio la propria esistenza, i suoi amici e Nicole stessa, Alakim fa di tutto per dare a Lucifero ciò che gli spetta, lottando, tracciando la sua strada nel sangue e spingendosi oltre i limiti.
Perché avere una possibilità di scelta è l’unica cosa cui non è disposto a rinunciare, anche se quello da pagare è un inimmaginabile prezzo.

RECENSIONE
***ATTENZIONE, POSSIBILI SPOILER!***

Alakim.
Un reietto.
Un arrogante presuntuoso della peggior specie.
Pensate a ogni termine negativo che conoscete, a ogni termine dispregiativo che sfocia nella parolaccia per descriverlo e avrete Alakim.
Definire Alakim senza usare termini crudi ? Quasi impossibile.
Alakim è un opportunista egoista egocentrico (passatemi il termine) vile bastardo , il peggiore che si possa incontrare…uno di quei personaggi di cui ti innamori! E io l’ho adorato !  Perché è luce e ombre! Perché è vero, non si nasconde dietro yba maschera, perché ferisce e sa di ferire, perché è spietato e non lo nasconde ma è anche leale e fedele ai suoi amici, un angelo che ha perso la luce, un demonio che cerca di sconfiggere le tenebre.

PicsArt_06-18-04.24.37

Alakim è fuoco e ghiaccio.
È tempesta dentro la tempesta.
È metallo fuso nelle vene.
È un grido che squarcia la notte.
Ed è fame.
Una fame cruda, spietata che lo fa impazzire, che non lascia scampo, che lo porta sulla soglia della pazzia.
Alakim è oscuro, perverso, diabolico, spietato, l’unica legge che riconosce è la sua, è giudice e boia al tempo stesso.
È un dannato egoista egocentrico, tutto in lui grida statemi lontano, tutto in lui attrae come una calamità.
È l’essere peggiore che potresti incontrare sulla tua strada…l’unico di cui potresti innamorarti follemente e scegliere la dannazione eterna pur di stare anche solo per una millesima frazione di secondo al suo fianco.

Nella totale oscurità, Alakim vedeva perfettamente.
Era la luce a essere sua nemica.

Alto,  con un fisico prestante, capelli rossi sempre scompigliati e due occhi che sono la fine e l’inizio dell’universo.
Quasi sempre celati da un paio di occhiali da sole. Perché un segreto si nasconde nel suo sguardo. Il segreto della sua esistenza.

Sono la più maledetta tra le creature della Terra.
Ecco cosa sono.
Un tempo regnavo puro e potente, giungendo in ogni luogo e la mia volontà era legge.
Ora sono braccato e non ho regno nell’Eden né agli Inferi.
La mia casa è una tana nel fondo oscuro del mondo.
Io sono il più inetto tra gli esseri, perché ho deciso per me stesso pur non avendone diritto.
La mia essenza è ancora lì, la posso sentire sotto una coltre di carne, sangue e ossa.
Io ero la luce. Io sono la luce.

1466258630810E quando incontra Nicole ogni cosa cambia, tutto viene travolto.
Nicole dagli occhi verdi a mandorla.
Nicole indomita e combattiva.
Nicole che porta un tatuaggio con disegnate ali d’angelo e catene.
Nicole che non sa chi è.
Nicole che ha un grande poterr.
E una grande responsabilità.
Lei vede cose che gli altri non possono vedere.
Lei vede la luce.
Lei può chiamare gli angeli.
Lei è l’Invocantes.
L’ unica in grado di salvare Alakim e i suoi amici.

Ma Alakim è un osso duro, un essere che non conosce né pietà né rimorso e Nicole non è una ragazza che si fa piegare o spezzare. Sono fuoco e fiamme.

Una sola carezza può scatenare l’inferno. Un solo bacio può riportare il paradiso.
Alakim è un sussurro, è un grido che squarcia le tenebre. E la battaglia tra Luce e Oscurità non ha mai fine.

Lui era Alakim: ciò che stava tra il bene e il male.

PicsArt_06-17-08.58.37

Ma Nicole sa essere più testarda di Alakim. Né è spaventata e attratta al tempo stesso.
Sa che lui potrebbe farle male, molto male, ma non riesce a stargli lontana.
La tensione è alle stelle. Si cercano, si scontrano. Sono due anime che si sfiorano ed entrano in collisione.
Luce e Tenebre.
L’oscurità è dolce come il miele. La luce un ricordo. Flebile come l’ultimo respiro.
E basta una sola parola per stravolgere l’intero universo. Una sola parola, il suo nome.
Alakim, Alakim, Alakim…

Una lettura intensa, cruda, nuda, senza filtri, senza fronzoli, una storia che penetra nelle ossa, che cattura, affascina, fa infuriare ma in un determinato punto è riuscita anche a emozionarmi e a farmi scendere una lacrimuccia.
Una storia che mi è entrata dentro e non vedo l’ora di leggere il seguito!

PicsArt_06-17-07.31.56

Lo consiglio ? Assolutamente sì!

Serenella 🙂

Il mio giudizio:

IMG_0093

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...