Recensione di: “Un amore di Chef” di Vanessa Valentinuzzi

Buondì Notters!
Eccoci qui al nostro solito appuntamento con le recensioni e oggi io vi parlo di un libro dolcissimo, dove l’amore per la cucina regna sovrano ma che ci insegna al tempo stesso che non si può cucinare senza amore.
Sto parlando di “Un amore di chef” di Vanessa Valentinuzzi, un libro romantico e divertente che non potete perdervi! 😉

divisorio

5c9ce0d8-97bb-4c24-9fb1-fe434b3dd40f

TITOLO: Un amore di chef
AUTRICE: Vanessa Valentinuzzi
GENERE: Romance
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE: 11 maggio 2016
PAGINE: 342
FORMATO: ebook
PREZZO: 1,99€

SINOSSI

Camilla ed Eva gestiscono un relais in Toscana insieme alla madre Beatrice. Le due ragazze sono nate a Buenos Aires e si sono trasferite in Italia dopo che i genitori hanno divorziato. Sono molto legate, amano il casale in cui vivono, adorano la loro coraggiosa e forte mamma e il suo nuovo compagno. Non hanno invece un buon rapporto con il padre, uomo sfuggente e problematico.
Camilla è una ragazza acqua e sapone. È single, non segue la moda, indossa sempre comode scarpe da ginnastica ed è a dieta perenne. Fresca di laurea in economia, è un tipo decisamente pratico e disciplinato. Nel tempo libero studia danza, grazie alla quale ha perso dieci chili, e la insegna anche ai bambini.
Eva adora la moda, mangia smisuratamente senza mai aumentare di un etto, le piace flirtare anche se ha un fidanzato storico, odia la disciplina e sogna di fare la cantante.
Un problema affligge il casale da qualche tempo: dopo aver passato anni gloriosi, gli affari vanno malissimo; lo chef, alla guida della cucina da due anni, non raccoglie consensi tra i clienti e la reputazione del relais è ormai compromessa. Per superare la crisi occorre trovare un nuovo chef; tra i candidati possibili spunta Tommaso, per cui Camilla aveva una cotta a quindici anni, quando era goffa, timida e cicciotella. Il giovane chef difatti sta per tornare da San Francisco e solo l’idea del suo arrivo farà tremare più di un cuore! Ma questa non sarà l’unica sorpresa nella vita delle ragazze…

RECENSIONE

“Tutto è più facile da dire in una cucina, tutto è sfumato da questa intenzione di condivisione, e l’appetito fa scorrere nuova linfa nelle cose. “
(Serge Joncour)

Vi è mai capitato di mettervi ai fornelli con l’intenzione di preparare il piatto della vita, quello che farà dire “wow, ce n’è ancora?” a chi lo assaggerà, seguire alla lettera la ricetta scaricata da internet, armarvi delle migliori intenzioni e poi…
E poi una puzza di bruciato si propaga in tutta casa fino ad arrivare alle proprie narici che, in automatico, si collegano al cervello che fa scattare la gambe in avanti fino ad arrivare in cucina, aprire il forno e venire invasi da una nube di fumo nera che fa persino lacrimare gli occhi?
Ecco, questo è quello che succede quando non si cucina con amore, quando non si mette l’anima nel piatto, quando non si personalizza la ricetta.
E questo è proprio quello che succede da sempre a Camilla che è letteralmente una frana ai fornelli.

Camilla è una di quelle ragazze dal passato spigoloso che ne ha temprato il carattere facendola diventare la donna che, appena sveglia, si arma della propria corazza per affrontare il mondo.
Camilla è una ragazza che è cambiata, sia nel fisico che nell’anima, si è guardata nello specchio un giorno ed ha avuto il coraggio di dire basta.
Basta a quei chili di troppo che la costringono a indossare maxi maglie e pantaloni larghi.
Basta a quella timidezza che le fa abbassare lo sguardo anche solo per un banale “ciao”.
Basta a quella paura di lasciarsi andare, di vivere di emozioni.
Basta a questa insicurezza che le divora lo stomaco e la mente.
Ma, soprattutto, basta a mentire a se stessa.
Camilla si è rimboccata le maniche e ha deciso image-4di affrontare se stessa e il mondo che la circonda in una sala da ballo, facendo l’unica cosa in grado di fare: ballare.

Ha deciso di esprimere se stessa in quei volteggi, in quelle piroette che chissà, magari un giorno le permetteranno davvero di spiccare il volo.

Ma Cos’ha spinto veramente Camilla al cambiamento?
Beh, semplice, un uomo (o meglio, una chiacchierata con un uomo).
Ma non un uomo qualsiasi, no…
Il suo amico d’infanzia, l’amico di sempre che non ha mai avuto il coraggio di conoscere più approfonditamente per via della sua insicurezza: Tommaso.

Tommaso, da ragazzino, era il più gettonato della scuola, il più richiesto tra le ragazze, il più tutto.
E lei?
Beh lei era solo la ragazza paffutella che se ne stava in disparte coi suoi libri e le sue maxi maglie, la ragazza che nessuno sembrava notare, e invece qualcuno che la notava c’era eccome, solo che lei non lo sapeva…

Solo una cosa avevano in comune Tommaso e Camilla (a parte l’amicizia che legava le loro famiglie): il tiramisù alla fragola.
Quello stesso tiramisù che, magicamente Camilla vede comparire davanti ai propri occhi dieci anni dopo.

Oh mio dio! Un SMS  di Tommaso…image-5
[…]
Prepara quella teca, stampa il messaggio e incornicialo!
Cercai di respirare normalmente. Contai fino a dieci, ripetendomi che si trattava di lavoro e poi digitai una risposta. «Ciao! Chiedi pure».
«Sei sempre una fan del tiramisù alle fragole o sei diventata una di quelle maniache della dieta che spiluccano e basta?».
Panico. Non è che si era sbagliato? Era davvero per me quel messaggio? Non sapevo cosa rispondere! Come si flirtava con il ragazzo che avevi sognato durante tutta l’adolescenza? Lui era stato per anni il mio ultimo pensiero prima di andare a dormire… Ok, calma. Sono passati dieci anni, sei una donna con un carattere ora, non più una ragazzina impacciata.
«Il tiramisù è ancora il mio punto debole…», risposi.
«Ottimo», replicò. “

“Com’è possibile?” vi starete chiedendo voi; beh, succede quel che Camilla non si sarebbe mai aspettata potesse succedere: Tommaso e Camilla diventano soci.
Del resto lei ha un relais con la sua famiglia che da qualche tempo a questa parte non frutta più economicamente e lui è diventato una cosa tipo… Lo chef più in voga degli ultimi tempi!
E sapete cosa nasce quando si uniscono queste due cose?
Una collaborazione.
Una collaborazione che ha tutta l’aria di essere un grosso sbaglio ma che, se affrontata con gli ingredienti giusti, può rivelarsi la scelta più azzeccata del mondo.

Ma è difficile tenere a bada i sentimenti se si prova un amore non corrisposto!
Già, avete capito, Camilla è innamorata di Tommaso da… Sempre!
E di certo la situazione non cambia nel momento in cui si rivendono…

“Tornai alla reception poco dopo. Guardai l’orologio. Erano già le undici… e noi lo aspettavamo per le dieci e trenta. “Ah! Odio i ritardi. Tommaso comincia male”, pensai. Mentre davo una sistemata ai fiori sul davanzale del caminetto all’ingresso, mi lamentai con Eva che era intenta a sistemare delle scartoffie nello studio lì accanto: «La puntualità è fondamentale sul lavoro… non gliel’hanno insegnato in America e in Francia?», le domandai alzando un po’ la voce.
«Be’, è stata la prima lezione, quella», rispose una voce maschile. Mi voltai sperando che non fosse lui . Invece… era lui.
Oddio! Eva ha lasciato la porta principale aperta e non mi sono accorta che fosse entrato!
Il sexy chef era lì davanti a me, in tutta la sua altezza. E con i suoi penetranti occhi azzurri puntati nei miei. «Mi dispiace…», continuò.
[…] Non riposi, impietrita dalla presenza di Tommaso. Lo fissai, restando immobile. Aveva lo stesso sguardo profondo, lo stesso sorriso magnetico di un tempo, e io ridiventai di colpo una quindicenne in preda agli ormoni. Indossava un giubbotto di pelle, una camicia azzurra e un paio di jeans che gli cadevano a pennello. Portava una leggera barba terribilmente sexy. Un uomo potrebbe essere più irresistibilmente affascinante? ”

image

Come far tacere il cuore e affrontare con indifferenza la nuova situazione?
Come fare a non permettere ai sentimenti di averla vinta sulla ragione?
Come potrà Camilla resistere a quella tentazione fatta di carne e ossa che è Tommaso?

Non posso proprio dirvi di più cari Notters, altrimenti vi rovinerei questa divertente e ironica lettura!
Posso solo dirvi che un pizzico di audacia, in pizzico di trucco in più, un paio di tacchi vertiginosi, lezioni provate di cucina e un sito di incontri saranno senza dubbio gli ingredienti giusti per questa frizzante storia d’amore!

“Un amore di chef” è un libro spumeggiante.
Fa sorridere dalla prima all’ultima pagina grazie alle strampalate avventure di Camilla e al suo divertentissimo modo di fare.
È un bel peperino eh!
Ma è anche un libro serio, perché da largo spazio a tematiche importanti come la dipendenza dal gioco e l’unione familiare, e lo fa con trasporto, permettendo al lettore di rivestire comodamente i panni della protagonista.
Ho apprezzato moltissimo questo aspetto del romanzo anche se, devo ammettere, a volte è sembrato essere leggermente più presente rispetto alla storia di Camilla e Tommaso che è il centro di tutto il racconto.
La scrittura è scorrevole e coinvolgente anche se, a tratti, leggermente ripetitiva ma questo non scalfisce la curiosità che cresce inevitabilmente nel lettore pagina dopo pagina.

Un libro intrigante, interessante e piacevole che va sicuramente letto.
Brava Vanessa! 🙂

Edna.

Il mio giudizio:

IMG_0096

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...