Presentazione di: “Forte come il mare” di Elena Vesnaver

Buongiorno Notters!
Nuova presentazione dal carattere romance storico. Si tratta di un libro di Elena Vesnaver dal titolo: “Forte come il mare” pubblicato da Delos Digital.

divisorio

9788825401066-forte-come-il-mare

Titolo: Forte come il mare
Autore: Elena Vesnaver
Editore: Delos Digital
Data pubblicazione: 14 febbraio 2017
Genere: romance storico
Formato: ebook (presente su tutti gli store)
Pagine: 119
Prezzo: € 3,99

 

SINOSSI

Lo sai chi era veramente Melusine? Era una maga di cui si era innamorato un mortale. Il poveretto ha fatto una brutta fine, ma io sono diverso, non sarai tu a divorarmi, te l’assicuro…
Cornovaglia, 1700.
Melusine vive nella locanda dello zio Abel, un ex contrabbandiere che ora fa il doppio gioco, e di sua zia Conwenna, una donna fragile e senza carattere. La ragazza vorrebbe andarsene da una casa dove sente di non essere niente più che una serva, ma i pochi soldi e i miseri gioielli che la madre le ha lasciato non sono sufficienti per andare da nessuna parte.
Una notte, durante una delle sue passeggiate, incontra Ryol Seznec, figlio bastardo di un lord e di una bretone venuta chissà da dove, che fa il contrabbandiere per ribellione e per far tacere i fantasmi di un passato arido e privo di amore.
Ryol è un uomo duro, che non cede ai sentimenti e alle emozioni, eppure Melusine gli resta nel cuore, pur non fidandosi di lei.
Melusine è una donna innamorata, testarda e passionale, certa che Ryol sia l’unico uomo che lei possa amare, contro tutto e tutti, soprattutto contro lui stesso.

Questa è la storia di un amore impossibile. Eppure invincibile e forte. Forte come il mare.

BOOKTRAILER

ESTRATTO

Si sentì stupido, perché Melusine non era graziosa, era bella, di una bellezza piena e conturbante che gli faceva perdere la testa ed era questa la ragione per cui doveva stare molto attento; per un istante gli parve che il vento gli portasse alle narici il profumo di lei, quello che aveva imparato a conoscere le volte che erano stati troppo vicini e che aveva sognato di respirare ancora.
– Perché non mi lasciate in pace?
Era una richiesta quasi disperata, fatta con una voce piccola e sottile, leggermente venata di pianto alla quale Ryol si sforzò di non voler credere e cercò una risposta sprezzante, qualcosa per ferirla, qualcosa per farle capire che sapeva benissimo chi era e cosa voleva, ma non la trovò e rimase in silenzio, a fissarla, straziato dal desiderio di avvicinarsi a lei, toccarla.
– Lasciatemi in pace – sussurrò di nuovo e si strinse al petto il pacco che teneva in mano, nemmeno fosse stato uno scudo per proteggerla.
– Non riesco.
Ryol si maledì per quella frase scappata dalle labbra arse e Melusine, guardando la guancia di lui che pulsava proprio sotto alla cicatrice che una notte aveva sfiorato con le dita, capì che era pazzo e incredibile, però era la verità. Dovette fare violenza su se stessa per non guardarlo più e scappare via.


BIOGRAFIA

Nata a Trieste, Elena Vesnaver lavora come attrice per più di 20 anni e scrive adattamenti e testi teatrali. Dal 2004 si dedica esclusivamente alla scrittura, esplorando diversi generi letterari.
Tra i suoi ultimi libri, Le ragioni dell’inverno (A.Car ed.) e Il segreto della dire (Coccole Books). Collabora alla rivista Confidenze dal 2009 con romanzi e racconti.
Per Delos Digital ha pubblicato nelle collane Sherlockiana, Senza sfumature, History Crime e Passioni romantiche. È curatrice della collana Odissea Romantica.
Con il racconto La ragazza di via Sette fontane ha vinto il Premio Scerbanenco@Lignano (2015) e con Tutti mi chiamano bionda la prima edizione del Premio Verbania for Women (2016).

divisorio

Buona lettura!
Naty&Julie ❤

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...