Recensione di: “Segreti” di Erika Baima

Buongiorno Notters 🙂
Oggi vi racconto la mia ultima lettura, un libro che non rappresenta proprio il mio genere ma che mi ha incuriosito e proprio per questo sono qui a raccontarvelo.
Si tratta di “Segreti” di Erika Baima.

divisorio

TITOLO: Segreti
AUTRICE: Erika Baima Griga
EDITORE: Lettere Animate
DATA PUBBLICAZIONE: 02 Marzo 2015
FORMATO: eBook
GENERE: New Adult
PAGINE: 139
PREZZO: Gratis su Kindle Unlimited

SINOSSI

La storia racconta le vicende di Alessia, Ally per tutti, con un oscuro passato alle spalle. La ragazza, infelice, incontra il bello e affascinante Luca Vazza, imprenditore della zona. Tra i due è subito amore e passione e le resistenze della ragazza non fanno altro che eccitare e attrarre di più l’uomo. Alla fine tra i due scocca la scintilla. Ma il passato torna a tormentarli. Sia quello di Ally, che a causa della relazione con il fidanzato della sorella è stata buttata fuori di casa da anni dalla famiglia; sia quello ben più pericoloso di Luca, coinvolto anni prima in un gioco erotico con una bellissima donna, Vichy, e mai più riuscito a liberarsi di lei.
Complice l’amore per Ally, tuttavia, Luca decide di rompere definitivamente con Vichy. Scopre però che non è affatto facile come credeva. La donna, infatti, ossessionata da lui, architetta un piano via via più complesso per tenere l’uomo legato a lei, come del resto già fatto in passato, quando allontanò Simona, un’altra fidanzata di Luca.
Nel corso della storia si verrà così a scoprire un passato intricato in cui nulla è come sembra.

RECENSIONE
***ATTENZIONE, POSSIBIL SPOILER***

Non sapevo cosa aspettarmi da questo libro, ho iniziato a leggere senza sapere di cosa parlasse, senza pregiudizi o contaminazioni esterne. Una storia leggera, che si legge velocemente e che mi ha lasciato qualche interrogativo in sospeso.
Premetto che non è proprio il mio genere, ma ho voluto lo stesso dargli un’opportunità, tutti la meritano in fondo.
Le pagine scorrono molto velocemente, a volte troppo, gli eventi si susseguono rapidi, precipitano, alcune scene sono molto esplicite, altre, a mio modesto parere, andrebbero approfondite, soprattutto i sentimenti dei due protagonisti.
Ma comunque la storia ha un suo perché, tra tanti (troppi?) segreti, si arriva all’ultima pagina quasi senza accorgersene.
Una storia che si discosta dalla realtà della maggior parte delle persone ma che comunque ha un fondo di verità.
Il titolo direi che è quello più appropriato: se all’inizio vi era solo un alone appena accennato di mistero, dopo metà libro i segreti si susseguono uno dopo l’altro, travolgendo e stravolgendo la vita dei due protagonisti.
Sembrava quasi di guardare una telenovela 😉

Alessia è una giovane donna segnata da una profonda ferita. Sola, abbandonata, confusa smarrita.

Luca è un uomo forte e fragile al tempo stesso. Tormentato, anzi perseguitato da un oscuro e  passato.

Un giorno si incontrano sulla spiaggia.
Alessia è molto triste, abbattuta, demoralizzata ma basta uno sguardo, un sorriso e le loro anime entrano in collisione.

images (10)

Le onde sbattevano dolcemente lungo la scogliera, che pareva essere accarezzata da quell’acqua  limpida.
Lei seduta sulla spiaggia ammirava quell’intreccio di emozioni di acqua e roccia  pensando a lui. 
Ripensava ai momenti trascorsi  assieme, si chiedeva ora dove  fosse, cosa stesse facendo, ma  soprattutto perché l’aveva abbandonata così, senza neppure  una spiegazione.
Guardando i gabbiani volteggiare  nel cielo pensò che anche lei avrebbe voluto essere così: libera.  Libera dal nodo alla che gola la  attanagliava; libera dal freddo che  la scuoteva a dispetto del caldo dell’estate. 
Libera di farsi stringere dalle sue braccia. Una fitta di  tristezza la trapassò e una lacrima percorse le guance. Poi più d’una. Una sagoma le si fermò davanti.  Lei alzò a malapena la testa scorgendo poco più che un’ombra. Notò che apparteneva a un uomo  abbronzato. 
Rimase colpita dal suo sguardo,  dai suoi occhi neri e penetranti.
«Io… ciao, scusami se ti guardo  ma… hai dei bellissimi capelli».
Lei sentì le guance prendere fuoco  a quel complimento. 
Si passò una mano sugli occhi è asciugò le lacrime.

Un approccio iniziale che sembra quello di un ragazzino e, invece…ben presto, dal primo istante si scopre che Luca è un uomo dalle mille sfumature, e anche dalle mille zone d’ombra. Un uomo pieno di contraddizioni, che non si riesce a comprendere ma che sa sorprendere. Un uomo che, con il suo sorriso riesce a sfondare il muro che Alessia, suo malgrado, aveva innalzato per difendersi.
E anche Alessia, con la sua aria sbarazzina, colpisce molto intensamente Luca.
BACIO GRANDE.jpg
Una forte passione li spinge l’uno verso l’altro.
Resistere è difficile.
Cedere è l’unica cosa da fare.

Forse è questo il punto che maggiormente mi ha lasciata perplessa, lo sbocciare rapido e travolgente.. e l’insistere sulla fisicità della cosa, ma ci sono anche momenti di dolce tenerezza che stemperano l’atmosfera, che la rendono anche più spensierata.

Perché c’è da dire che i momenti rilassati, di tranquilla serenità…sono veramente pochi!
Un fugace attimo di pace…e poi un precipitare drastico degli eventi.
E alla fine tutta la verità viene a galla e devo dire che mi ha lasciato senza parole la piega che ha preso la storia, considerando come era partita.

Ally lo raggiunse  poco dopo, portando un bicchiere e la bottiglia del vino. 
Si sedette sulla seggiola e fece un respiro profondo sotto lo sguardo pensieroso di lui.
«Scusami…  ma non mi conosci e  non sai nulla di me. Forse… forse è  sbagliato quello che stiamo facendo.»
Lui le si sedette vicino.
«Vedi , Alessia, la vita è un rischio,  a volte si sbaglia e ci si mette un po’ a capirlo. Altre volte invece ci lasciamo sfuggire le cose belle.».
Un piccolo sorriso comparve sul  volto della donna.
«Hai ragione, ma ho delle cose in sospeso che mi fanno soffrire,  devo chiudere ancora la porta del passato prima di aprire quella del futuro.»
Luca sorseggiò un po’ del vino che  si era versato nel  bicchiere.
«Ma io non sono né il  passato, né  il  futuro. Sono il  presente… se  sbaglio in qualcosa devi dirmelo.» «Non sbagli nulla, anzi.  Io però  non  posso vivere  il  presente se so che  da un momento all’altro il passato  si può ripresentare.».

Il passato è un’ombra, un fantasma…una spada che oscilla pericolosamente sul presente.
Non esiste margine di errore.
Basta una piccola distrazione e ogni cosa può andar perduta, distrutta.
E alla fine il passato diventa un nemico da sconfiggere, una presenza soffocante da esorcizzare.

A volte si ha come l’impressione di camminare sul confine dell’irrealtà, se non della pazzia, però devo ammettere che, a sangue freddo, una storia così, per certi versi, fa riflettere.
Forse il fatto che non sia il mio genere un poco ha inciso, come il fatto che avrei preferito un ulteriore approfondimento di alcune scene.  Nonostante i dubbi che sono affiorati e che mi hanno accompagnato per gran parte della lettura, penso che questa storia, sempre a mio modestissimo parere, meriti un’opportunità. In fondo il bello di essere lettori è avere gusti diversi e penso che ad alcuni potrà piacere questa storia 😉

Serenella 🙂

IMG_8227

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...