Recensione di: “Un adorabile lunedì” di Giulia Dell’Uomo

Buongiorno Notters!

È con grande piacere ed emozione che recensisco il primo libro per Notting Hill Books e questa mia avventura non poteva cominciare meglio.
Volete sapere il perché? Semplice: questa settimana ho avuto il piacere di leggere “Un adorabile lunedì” di Giulia Dell’Uomo che, credetemi, non poteva regalarmi un inizio migliore!

divisorio

51-mqkzh3FL.jpg

TITOLO: Un adorabile lunedì
AUTRICE: Giulia Dell’Uomo
EDITORE: Rizzoli
COLLANA: YouFeel – MOOD: Emozionante
DATA PUBBLICAZIONE: 26 maggio 2016
GENERE: Romance
FORMATO: eBook
PAGINE: 179
PREZZO: € 2,99


SINOSSI

Questione di fiuto

Eva è una giovane maestra di una scuola elementare. Edoardo, quarant’anni, insegna canto al conservatorio e la sua unica regola di vita è schivare le responsabilità. Si incontrano per caso, poi per lavoro, e si scontrano violentemente per i loro caratteri tanto diversi. Eva nasconde un passato difficile, un groviglio di dolori, rimorsi e promesse infrante. Edoardo invece ha un presente fin troppo facile, fatto solo di donne e amici, ed è proprio il tipo di uomo che Eva ha sempre detestato. Eppure passo dopo passo – complice Lunedì, un simpatico cane randagio adottato da Eva – i loro cuori iniziano a conoscersi e riconoscersi. Ma per Eva aprirsi significa correre un grande rischio, ed Edoardo sembra una persona di cui sarebbe disastroso fidarsi… Un romanzo che vi farà commuovere per la sua tenerezza, perché l’amore arriva all’improvviso, anche di Lunedì.

Mood: Emozionante – YouFeel è un universo di romanzi digital only da leggere dove vuoi, quando vuoi, scegliendo in base al tuo stato d’animo il mood che fa per te: Romantico, Ironico, Erotico ed Emozionante.

RECENSIONE

ATTENZIONE, POSSIBILI SPOILER

Quante volte nella vita ci capita di indossare una maschera che ci aiuti a sopravvivere e a nascondere agli occhi altrui l’intimo dolore che portiamo dentro? È una condizione che bisogna imparare a sostenere e ad affrontare prima o poi, che fa soffrire, che logora dentro.
Avete presente la canzone di Cesare Cremonini, “Il comico”? É l’autrice stessa ad utilizzarla un po’ come colonna sonora della storia e direi che mai frase fu più azzeccata:

…E l’occhio ride ma ti piange il cuore…

È esattamente ciò che accade alla protagonista del romanzo, Eva.

keira_knightley1Eva è una ragazza semplice, genuina, dotata di una bellezza scaturita dal profondo dolore che ha provato in passato e che tutt’ora la opprime; una bellezza limpida e pulita che lei non vede, ma qualcun altro sì. È una donna ferita, a cui la vita ha portato via tanto, oserei dire tutto; una donna bloccata in una sorta di limbo dal quale non vuole riaffiorare, la cui essenza è data dal susseguirsi di confortanti abitudini quotidiane. La sua vita, infatti, segue i soliti ritmi, scanditi dai pochi impegni da cui è assorbita: il lavoro di maestra elementare, l’affetto della migliore amica Laura e le serate trascorse a leggere.

A scuoterla dal torpore della sua monotonia sono due fatti che avvengono in rapida successione: l’incontro con un cane randagio e la conoscenza con Edoardo. Il tutto avviene di lunedì, ragion per cui Eva dà al cane il nome di questo giorno settimanale. Lunedì diventa una sorta di faro nel buio per la sua vita, una ventata fresca di affetto e di speranza; speranza di uscire da quel tunnel di tristezza nel quale è sprofondata due anni prima, come si evince attraverso dei misteriosi flashback.

“Fu in quel momento che capii che mi stava implorando.
Fu in quel momento che capii che io stessa mi stavo implorando.
Di darmi una possibilità. Di dargli una possibilità.

[…] Ero padrona del suo destino, e proprio al destino pensai.
Se qualcuno lo aveva messo sul mio cammino, sulla mia strada, dovevo cogliere l’attimo e salvarlo. Perché forse lui avrebbe salvato me. E avrei dimenticato il passato. Avrei ricominciato a partire da lui e lui avrebbe ricominciato con me.
Per questo lo chiamai Lunedì. Il giorno in cui ci siamo incontrati. Lunedì fu a tutti gli effetti un nuovo inizio.”

È proprio grazie a Lunedì e, in seguito, al lavoro, che Eva incontra e si scontra con l’affascinante Edoardo, un uomo sulla quarantina affetto dalla sindrome di Peter Pan.

“Purtroppo o per fortuna per me, non avevo ancora trovato la donna giusta, quella in grado di farmi perdere la testa o, cosa più sensata, di farmela ritrovare. Ero convinto che stare da solo fosse molto più appagante che stare in coppia. Niente costrizioni, niente limiti, niente regole: ero l’unico padrone di me stesso. Non riuscivo a controllare questo mio istinto innato, parte integrante del mio carattere. Forse perché la mia infanzia non mi aveva aiutato da questo punto di vista e sentivo sempre una forte necessità di distaccarmi da ogni relazione potenzialmente pericolosa, in grado di rendermi schiavo di un’altra persona.

Le donne che avevo frequentato fino a quel momento erano belle e curate. Amavo i dettagli, la preziosità dello smalto rosso fuoco sulle unghie, la pelle liscia di pesca, il rossetto su labbra carnose. Ero affascinato e ammaliato dai capelli lunghi, ondulati, che cadevano sulle spalle morbidamente. Adoravo i seni prosperosi, gli abiti stretti e fascianti. Ma nessuna di queste donne era stata in grado di farmi amare la testa oltre che il corpo.

luca-argenteroA primo impatto Edoardo può sembrare un uomo frivolo, egoista e completamente concentrato su di sé…Beh, ragazze mie, sappiate che, per sua stessa ammissione, lo è! Tuttavia lasciatemi dire a sua difesa che nel corso del romanzo rivelerà che, al pari di Eva, anche lui si porta dietro delle profonde ferite lasciate dal passato, ferite, però, che finiranno per renderlo una persona migliore. E allora non potrete fare a meno di amarlo.

“«Vorrei poterti promettere la luna, o qualunque cosa tu desideri, ma sento che hai sofferto troppo per credere alle promesse. E allora ti dico: non lasciare che il tuo dolore ti soffochi. Datti una possibilità. Volta pagina. Voltiamola insieme.»”

Ed è così che Edoardo irrompe prepotentemente nella solida routine di Eva, armato di carisma e fascino da vendere a cui lei non resta indifferente.

Eva è l’unica in grado di far traballare le sue certezze sulla vita da single e per la prima volta Edoardo si troverà a rincorrere una donna, a volerla conoscere, scoprire e capire quale bagaglio emotivo si porti dietro. D’altro canto, lei rifiuta qualsiasi approccio, anche perché nel corso della storia riceverà non poche delusioni da Edoardo, che però non voglio svelarvi…Sarebbe uno spoiler grosso come una casa e non voglio assolutamente rovinarvi la lettura di questo dolcissimo romanzo.

“Posai le mani sul bordo del materasso. Lo afferrai forte, quasi per scaricare la tensione in quel punto. Chiusi gli occhi e nascosi il viso sotto le lenzuola. Singhiozzi. Solo singhiozzi. Uscivano dalla mia bocca esplodendo, e più li trattenevano più rimbombavano nel silenzio della stanza. Guardandomi intorno mi resi conto di essere sola.”

Un adorabile lunedì , oltre ad essere un romanzo d’amore, è anche una storia di speranza, in grado di donare conforto a tutti coloro che hanno sofferto o che stanno tutt’ora soffrendo. Eva è una donna fragile e forte al tempo stesso, una donna che fa a pugni con il proprio passato per sopravvivere ogni giorno, fino a quando si renderà conto che l’unico modo per farcela veramente è quello di lasciarlo andare. In ciò Edoardo sarà fondamentale, perché l’aiuterà a vedersi bella come la vede lui, una bellezza che proviene da dentro, fino a riflettersi nel suo aspetto. Grazie ad Edoardo, ricomincerà a volersi bene, ad apprezzarsi come un tempo.

Eva è una di noi, perché non è perfetta né vuole esserlo; s’imbarazza per un complimento, arrossisce per uno sguardo, non si vergogna di manifestare apertamente l’amore che prova per il suo Lunedì. A tal proposito, è impossibile non apprezzare la dolcezza con cui Giulia affronta il rapporto cane-persona. Da amante degli animali quale sono, mi sono immedesimata fortemente anche in questa piccola sfumatura romanzesca e ho adorato l’importanza del ruolo rivestito da Lunedì (così come la questione del nome).

Ciò che mi ha colpito maggiormente è che l’autrice, con il suo stile fluido, scorrevole ed elegante, affronta l’intera vicenda narrata con tenerezza, delicatezza e un pizzico di divertente ironia, che non guasta mai. Le pagine scivolano via velocemente e in un batter d’occhio ci si ritrova ad aver concluso la lettura del romanzo, con gli occhi leggermente velati d’emozione e un sorriso commosso sul viso. Almeno, questo è ciò che ha suscitato a me ed è il motivo per cui lo consiglio davvero a tutti. Brava Giulia!

Laura Z.

Il mio giudizio:

IMG-20160606-WA0039

Annunci

Le edizioni di Pink Magazine Italia: Nascono i Pink Books!

cropped-12650213_10208146054679559_1910435185_n

I racconti che avreste sempre voluto leggere
Le emozioni che avreste sempre voluto provare
Le storie che avreste sempre voluto conoscere 

Pink books escono in allegato a Pink Magazine Italia (ma sono disponibili anche online su Amazon) e parlano di tutti noi. Sono racconti di vita, d’amore e di impegno sociale: un mondo che storie che ci faranno sorridere, piangere, arrabbiarci, meravigliarci e di cui non dimenticheremo mai i protagonisti…

Il tutto all’incredibile prezzo di lancio di € 1,99 con la possibilità di scaricare l’eBook a soli € 0,99 nel giorno di uscita di Pink Magazine!

Grande novità: alcuni testi verranno proposti in lingua poiché scritti da nostre autrici inglesi e francesi.

Enjoy the Pink Side of Books!

divisorio


christmas-in-parisViola Spring – Christmas in Paris

Charlotte Blake ha deciso: passerà il Natale a Parigi! Sua zia Georgie ha appena aperto una libreria a Montmartre, così lei non esita nemmeno per un istante a prendere il primo volo diretto in Francia, dove l’aspetta Pierre, il suo grande amore. Troppi chilometri li hanno separati per mesi e mesi, ma ora è giunto il momento di prendere decisioni sul loro futuro insieme. Chiaro, no? Così sembra, almeno fino a quando mette piede sull’aereo che da New York vola verso la capitale francese. Tra le nuvole, dopo qualche turbolenza e un paio di cocktail, Charlotte si ritrova a raccontare la sua vita a un perfetto sconosciuto, che forse non è così tanto sconosciuto come crede…

 

the-emperors-listMorgana LeFay – The Emperor’s List (EN)

Jerusalem  135 A.D. General Julius Severus has just guided his legions through a difficult campaign in Palestine.The repression of the rebels has been maybe the bloodiest in Roman history. The preaetor Fulvius Atticus is asked to return immediately to Rome, he has a secret mission to carry out. In Rome Cornelia Clodia, the only daughter of a rich copper trader, is getting ready for her husband’s funeral. He died during the Jerusalem campaign. Theirs was not a good match. She was his Young second wife and he married her for her money. Also, she has not a drop of noble blood, while Marcus descended from a long line of patricians. Marcus’s best friend, Fulvius Atticus is the executor of her husband’s will which states that Fulvius and Cornelia should marry. The preator has a decree from the Emperor Hadrian, by which the Emperor himself blesses the wedding. Cornelia can’t do anything but obey. On the night of her wedding she discovers a list of names in her new husband’s study and finds a partially burned letter from the Emperor in which there is mentioned a list of conspirators. Her father is on that list…


Le prime uscite saranno disponibili a partire da lunedì 12 dicembre 2016
Info: ufficiostampa.pinkmagitalia@gmail.com

 

 

 

 

Arrivano i Pink Books!

Ehi Notters!
E voi lo sapete che arrivano i PinkBooks? 🙂

Pink Magazine Italia

pb1

Carissimi amici, sono in arrivo per voi magnifiche novità. A partire dal numero di Natale di Pink Magazine Italia, infatti, troverete due meravigliosi eBook scelti per voi dalla redazione di Pink.

Se avete una storia da raccontare o un racconto da pubblicare, non esitate a contattarci!

inviate i vostri manoscritti a pinkmagazineitalia@gmail.com

Per informazioni consultate la nostra pagina cliccando su

Pink Books

View original post

Pink Magazine Italia – Ottobre 2016

Ciao Notters 🙂
Grande novità dal mondo Pink Magazine Italia, seguiteci per scoprire di più!

Pink Magazine Italia

pink-_oct_issue16Pink Magazine Italia si rinnova: dal numero di ottobre si trasforma in una rivista orientata alla fruizione digitale con una vasta gamma di nuovi contenuti culturali e campagne di interesse sociale. Nuova veste grafica e nuove collaborazioni.

Abbiamo inoltre in serbo una bellissima sorpresa per i lettori: un almanacco natalizio cartaceo che si potrà ordinare direttamente dal nostro sito web (disponibile a partire da dicembre 2017).

Sarà comunque possibile avere la versione cartacea su richiesta, da ritirare presso edicole e librerie convenzionate.

Clicca sul link qui sotto per scaricare Pink Magazine Italia

PINK MAGAZINE ITALIA – OTTOBRE 2016

In questo numero, oltre alle nostre amate rubriche di scrittura creativa e traduzione, leggerete recensioni di libri molto particolari e focus sul mondo dell’arte e del cinema. Abbiamo intervistato per voi Max Croci, regista di Al posto tuo, una raffinata commedia con Luca Argentero, che sta spopolando nelle nostre…

View original post 90 altre parole

Recensione di: “E’ vero, è complicato odiarti” di Alissia Marv

Ciao, Notters!

Una canzone recita cosi: Adesso ti devo respingere…il perdono e il ritorno non sarà mai, non puoi più avermi quando vuoi, si fa solo un errore… la tua bocca non sarà mai, la tua forza non mi avrà mai, c’è un muro gelido tra noi, non puoi più farmi male. Il testo racchiude il tormento, la passione e l’amore che il romanzo recita fin dalle prime righe del testo. Carmela ci introduce così il suo pensiero su “È vero, è complicato odiarti” di Alissia Marv.

divisorio

516OkWSGJoL._SY346_.jpg

 

TITOLO: È vero, è complicato odiarti
AUTRICE: Alissia Marv
SERIE: The Iron Series Vol.1
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE: 12 Giugno 2016
GENERE: Romanzi rosa
FORMATO: Ebook
PAGINE: 254
PREZZO: € 2,99

SINOSSI

Valentina ha tutto dalla vita. Un ragazzo bellissimo, follemente innamorato che farebbe qualsiasi cosa per lei e che tra meno di un anno diventerà suo marito. Un lavoro che ama e che la appaga professionalmente. Ma c’è aria di cambiamento e la sua azienda viene assorbita da una grossa società di Milano. E questo inaspettato cambio al vertice porterà un notevole scompiglio nella sua vita. Il destino la mette di fronte a Luca, il suo primo grande amore adolescenziale. Quel ragazzo a cui ha donato tutta se stessa, ma che subito dopo ha preso il suo cuore e l’ha distrutto in mille pezzi. Quello stesso ragazzo che l’ha resa diffidente verso tutto il genere maschile. Un giorno durante una trasferta di lavoro a Parigi, complice l’atmosfera romantica, Luca le confessa di amarla ancora e di volere una seconda possibilità.  Valentina, sconvolta, erige un muro e cerca in tutti i modi di resistere a quella passione travolgente e palpabile che si sprigiona tra di loro ogni volta che sono nella stessa stanza. Luca però è una persona determinata e farà di tutto per riconquistarla perché quando si mette in testa qualcosa la ottiene. Sempre. Infatti quando riesce a rubarle un bacio, il muro che Valentina aveva eretto nei suoi confronti, crolla miseramente e si ritroverà, suo malgrado, di fronte ad un bivio.

RECENSIONE

La vita ci pone  sempre davanti ad un bivio, a una decisione inaspettata e sofferta, mila-kunis-freematurata per riprendere fiato e considerare che la realtà si sia sgretolata davanti ai nostri occhi per rivelarsi una polvere di fumo, che si allontana da noi, perché attirata dalla forza di gravità verso l’alto, ma allo stesso tempo non ci abbandona del tutto, ci lascia una macchia indelebile nel cuore. Valentina è una giovane donna impegnata sia nella vita lavorativa, contribuendo alla crescita dell’Azienda in cui lavora come grafica pubblicitaria, sia nella vita sentimentale, con il suo amato Mattia, il suo futuro sposo; il classico principe azzurro che è stato in grado di sciogliere il gelo che aveva intrappolato il cuore di Valentina . imagesLa quiete della coppia è destabilizzata dall’incontro inaspettato di Valentina con Luca, una persona che ha contribuito a sconvolgere il suo passato e che romperà l’equilibrio e la serenità che ha cercato di costruire mettendo da parte i ricordi. Valentina è una donna con un carattere forte, orgoglioso dei risultati ottenuti e soprattutto credeva nell’amore, prima che la vita gli regalasse un bello schiaffo per farla svegliare. La storia inizia con il  loro l’incontro in azienda, poiché Luca è nuovo vice-capo di Valentina; un incontro che riporterà Valentina indietro di dieci anni, quando era un’adolescente alle prime cotte, alle prime gelosie e al primo batticuore per una sola persona, Luca, il suo primo amore.

“Perché il suo sguardo ha sempre avuto questo effetto su di me, i suoi occhi sono sempre stati come il freddo dell’inverno, che non ti avvisa quando arriva, che non fa rumore, ma che fa tremare.”

Il dolore, la sorpresa e la rabbia riportano Valentina ai ricordi che aveva gelosamente custodito nella sua anima per andare avanti. downloadIl passato irrompe e ci permette di conoscere i protagonisti e il loro innocente amore. Un amore fatto di semplicità, di felicità e di tanto dolore per degli equivoci che dopo dieci anni non sono stati svelati.

Il ritorno di Luca pone in crisi Valentina, che si ritroverà a dover scegliere: da un lato il suo principe azzurro, pronto sempre a consolarla, a coccolarla e sostenerla nonostante lei all’inizio non abbia il coraggio di rivelargli la vera identità di Luca; e dall’altro Luca con la determinazione di riprendersi ciò che è sempre stato suo e che il destino ha contribuito a dividere.  La situazione parallela tra i ricordi, la passione, la lotta contro i sentimenti e l’incomprensione al lavoro con Luca e la dolcezza  e la comprensione con Mattia, distruggono Vale che diventa debole e insicura, precipitando in un vortice nero, con una sola unica uscita, che il cuore di Valentina accetta, ma la ragione la respinge per paura.

milajustin2“Vado in bagno e quello che vedo allo specchio non mi piace per niente. Vedo la mia immagine, ma è come se la vedessi da un’altra prospettiva, come se quel corpo non mi appartenesse più. Vedo l’immagine forte e nitida di una persona sconfitta. Ancora una volta. E anche la sensazione che pervade la mia anima è quella.”

Solo il soggiorno nella città dell’amore può aiutare Valentina a decidere se dare fiducia di nuovo al suo cuore e quindi scegliere la strada più complessa o la strada più facile nelle braccia di Mattia. La scelta sarà sofferta anche se suggellata da un bacio, un attimo rubato al tempo, che contribuirà a sciogliere il gelo tra i due e far riconoscere a entrambi che, l’amore tra i due non si era mai assopito, anzi alimentato a poco a poco per irrompere come un vulcano che spazza tutto per far riemergere l’essenziale, ossia che la realtà a volte inganna perché è letta attraverso la ragione e non con il cuore.

Ma oggi mi ha baciato e il muro che avevo eretto per proteggermi da lui è crollato miseramente.

tumblr_n06ddnw4jl1rz7tg7o1_500Entrambi si abbandonano all’amore, alla passione che li ha sempre legati e divisi a causa dell’insicurezza di Valentina e al passato di Luca.

Sono qui. Sono qui con te. Non vorrei essere da nessun’altra parte. Sfioro delicatamente le sue labbra con le mie e lui riprende a muoversi. Pian piano sento arrivare quella sensazione, quel calore che nasce dal basso ventre e si espande per tutti i muscoli del corpo, so che non resisterò ancora per molto, è tutto troppo intenso.

Dedizione, rispetto, passione, dolore contribuiranno ad un finale dolcissimo dimostrando che il primo amore non si scorda mai. Un amore adolescenziale che ci mostra come l’inesperienza e l’invidia tra ragazzine possa contribuire a dividere due persone che si amavano. Valentina è stata una ragazza che si lasciava travolgere dagli eventi scegliendo la strada più facile per comprendere dopo dieci anni che solo combattendo può raggiungere la felicità. Luca era un ragazzo adolescente che spinto dalla scoperta commetteva degli errori che contribuirono a sminuire le sue attenzioni verso Valentina, sia nel passato sia nel presente dove il suo atteggiamento deciso la spaventa.

La lettura è molto piacevole e la scrittura scorre nei meandri della storia scatenando sentimenti contrastanti perché i personaggi non riescono a comprendere ciò che il lettore ha capito già dal loro primo incontro.

Carmela

Il mio giudizio:

IMG_0093