Presentazione di: “Fotografie” di Diego Popoli

Buongiorno Notters! 🙂
Vi presentiamo un racconto dal carattere forte uscito dalla penna di Diego Popoli.
Un centinaio di pagine che vi lasceranno col fiato sospeso…

divisorio

49437f4ad5ad4679afb9d144c22de19d[1] (2).jpg

TITOLO:

AUTORE: Diego Popoli

EDITORE: Leucotea Edizioni

DATA PUBBLICAZIONE: Giugno 2015

GENERE: racconto

FORMATO: eBook/Cartaceo

PAGINE: 96

PREZZO: € 5,99/€ 10,12

SINOSSI

Il primo batticuore per la compagna di banco e le fughe da scuola sulle bici da cross. Le partite al campetto e la prima uscita in motorino tutti insieme. La prima vera delusione d’amore e la sigaretta delle tre del mattino, fumata in compagnia, alla luce del lampione di fronte al bar. Il primo addio ad un amico e l’ultimo sguardo lanciato alla vita, di quando pensavamo che sarebbe stata più facile.
Nella provincia emiliana di metà anni ottanta, il percorso di crescita e l’educazione sentimentale di un ragazzo, attraverso ventuno racconti brevi. Ventun scatti fotografici, per scoprire quanto l’inquietudine, la spensieratezza e l’ansia del futuro, prima di facebook e twitter, ancora ci appartengano e siano vicini a noi.

ESTRATTO

Senza che nessuno potesse avere il minimo sospetto, il piano era già scattato e stava filando via alla perfezione. Un mese di duro lavoro alle spalle per poter racimolare i soldi, attivare i contatti, procurarsela e custodirla. Sapevamo che ci saremmo giocati tutto in pochi momenti decisivi. Io ero tra i pessimisti a riguardo, perché la posta in palio era molto alta, la tensione alle stelle e temevo che qualcuno di noi si sarebbe tradito. Un conto è essere beccato per possesso abusivo di giornalazzi vietati ai minori, ma adesso la musica era cambiata, adesso si parlava di droga.

L’AUTORE

Diego Popoli è nato il 04/09/72  a Vignola (MO) nella profonda provincia emiliana, dove tutt’ora vive e lavora. Frequenta da sempre la stessa compagnia di amici, cosa di cui gli va di vantarsi. Gli stessi, insieme a lui, sono i protagonisti del suo esordio letterario, “fotografie” da Edizioni Leucotea.

divisorio

Buona lettura!
Naty&Julie 🙂

Annunci

ANTEPRIMA| Presentazione di: ” Come foglie sospese nel vento” di Jo Rebel

Buonasera Notters,
è con piacere che vi segnaliamo il terzo romanzo di Jo Rebel, in uscita il 5 novembre 2016.

“Come pioggia sulla pelle” e “Come foglie sospese nel vento” fanno ora parte della serie “Calling You”.

 

divisorio

cover-lr-cfsv-ebook

TITOLO: Come foglie sospese nel vento
AUTORE: Jo Rebel
EDITORE:  Self Publishing
GENERE: Romance
FORMATO: eBook/Cartaceo
PAGINE: 116 (copertina flessibile)
PREZZO: € 7,90 CARTACEO – € 2,99 EBOOK

 

SINOSSI

“Come foglie sospese nel vento” è lo spin-off di “Come pioggia sulla pelle”. Ãˆ soprattutto il racconto degli ultimi giorni di Patrick prima di salire su un aereo con la ferma intenzione di riprendersi la sua Lila, ma è anche il racconto del loro secondo incontro (già vissuto in “Come pioggia sulla pelle” attraverso gli occhi di Lila) dal suo punto di vista. Si consiglia perciò di cominciare queste pagine dopo aver letto “Come pioggia sulla pelle”, per evitare un significativo spoiler circa il finale del primo libro sulla storia intensa e romantica di Lila e Patrick.

Patrick Owen ha da poco compiuto ventisei anni, è bello, è inglese, è un attore di successo e le donne gli cadono praticamente ai piedi. Nessuna però era stata in grado di rubargli il cuore, fino a quando non ha incontrato per caso Lila Packer.
Lila di anni ne ha trentatré, è italiana, e non aveva mai conosciuto l’amore vero fino a quando non ha incontrato Patrick Owen.
Insieme, a Londra, hanno vissuto cinque giorni intensi, ma la favola si è spezzata quando Lila ha deciso di rinunciare alla possibilità di una storia con Patrick, spaventata soprattutto dalla sua esistenza frenetica e sempre sotto i riflettori.
Sono passati circa due mesi dal loro distacco, e da quel momento Patrick ha scoperto cosa significa perdere qualcuno per cui si prova un sentimento forte, ha scoperto la sofferenza, e in tutto questo tempo ha tentato di rinnegarla, immergendosi in fuggevoli incontri senza impegno e sbattendo ancor di più la sua esistenza sotto le luci della ribalta.
Lila però ha lasciato un segno indelebile sulla pelle e nel cuore di Patrick, un segno che è davvero difficile cancellare, impossibile se non si è prima tentato, almeno una volta, di riconquistarla.

BOOKTRAILER

 

ESTRATTO

«Vivilo, Patrick, buttati alla scoperta di questa cosa fantastica che si chiama amore. Lasciati travolgere dal sentimento. Fatti sconvolgere dalla passione. Sii impulsivo, segui l’istinto, cercala, amala, e soprattutto prega che lei ti permetta ancora di farlo.»

Mi passai nervosamente le mani tra i capelli.

«A volte mi sento come una stupida foglia sospesa nel vento. Non sono in grado di toccare terra ma non ho nemmeno una meta da raggiungere. Mi lascio trasportare dal tempo e dagli eventi, ed è dannatamente frustrante.»

Sospirai. Poi ammisi: «Un po’ mi spaventa l’idea di riaverla accanto. E se stare insieme ora non fosse così magnifico come invece si è rivelato in passato?»

Helen mi regalò il più affettuoso dei sorrisi.

«Per scoprirlo devi correre il rischio, figliolo.» 

L’AUTRICE

Jo Rebel è una giornalista italiana specializzata in automobilismo di cui ha seguito sia il settore industriale sia quello sportivo, arrivando a lavorare in Formula 1. Si è poi occupata di grandi eventi, tra cui i Giochi Olimpici. Da sempre appassionata lettrice, l’opera della svolta per lei è stata “Orgoglio e Pregiudizio” di Jane Austen. Si augura che una briciola di Mr. Darcy possa entrare in ognuno dei suoi personaggi maschili. Adora viaggiare, sia in aereo sia con la fantasia. Vive a Torino con Mya, una dolce gatta tigrata, e non potrebbe mai rinunciare al computer, alle bibite gassate, e alla sua collezione di cd dei Bon Jovi. Nel 2015 ha pubblicato “Craving” (urban fantasy – Golem Edizioni). Il 15 giugno 2016 è uscito “Come pioggia sulla pelle”, il suo secondo romanzo, che è stato accolto con entusiasmo dai lettori, tanto da farle nascere il desiderio di scrivere qualcosa dal punto di vista di Patrick, il protagonista maschile che ha fatto palpitare parecchi cuori. È nato così “Come foglie sospese nel vento”, spin-off pubblicato a inizio novembre 2016. Entrambi i romanzi, autoconclusivi, fanno ora parte della serie “Calling You”.

PAGINA FB autrice https://www.facebook.com/JoRebelAuthor
GRUPPO FB autrice https://www.facebook.com/groups/JoRebel/

Contatti social:
INSTAGRAM  –  FACEBOOK  –  FB FAN PAGE  –  TWITTER

divisorio

Buona lettura!
Naty&Julie ❤

Recensione di: “Come la coda delle comete” di Paola Garbarino

Buongiorno, Notters!
Oggi è con grandissimo piacere vi parlo di “Come la coda delle comete” di Paola Garbarino.
Capisci di aver letto un ottimo libro quando riesci a vedere oltre qualche piccola imprecisione o sbavatura grammaticale e la storia ti entra nel cuore, ti penetra nelle ossa, fino in profondità e lo senti sulla pelle e non vorresti mai separartene, incollata alle pagine, a ritagliarti tempo per leggere, a lasciare fuori il mondo per poterti immergere tra le pagine di quella storia così emozionante che il finale leggermente aperto ti fa infuriare non poco (per fortuna che ho scoperto che esistono già i capitoli successivi!).
A mio modesto avviso, un libro che sa emozionarti al punto da farti ridere e poi commuovere, è un libro che merita e che consiglio calorosamente.

divisorio

41nfzisv7bl

TITOLO: Come la coda delle comete
AUTRICE: Paola Garbarino
EDITORE: Self-Publishing
SERIE: Stars Saga Vol.1
DATA PUBBLICAZIONE:
GENERE: Romance
FORMATO: eBook/Cartaceo
PAGINE: 302
PREZZO: € 0,99/€ 9,90

SINOSSI

Lisa è una studentessa universitaria genovese, appena uscita da una lunga e travagliata storia d’amore. Thorger è uno studente erasmus, austriaco, che si fermerà in Italia soltanto pochi mesi. Lei ha un oscuro segreto; lui ne ha più di uno ed è una rockstar in incognito, con un fratello gemello, Harald, che sembra avere tutte le intenzioni di conquistare Lisa per primo.
Lisa conosce Harald una sera in discoteca, quando il suo migliore amico le presenta alcuni studenti erasmus a cui sta facendo da tutor. Harald le propone una notte e via, ma Lisa, pur essendo attratta, lo rifiuta. Il giorno dopo scopre che il nuovo coinquilino dell’appartamento che divide coi suoi amici è Thorger, il fratello gemello di Harald e inizialmente lo scambia per lui.
Ciò che Lisa non può nemmeno immaginare, è che quei due ragazzi entrati nella sua vita conducono un’esistenza diversa e lontana: sono stelle del Punk rock americano e presto vi torneranno. Thorger sta davvero per laurearsi, ma è lì per sfuggire per un po’ dallo star system dell’Industria discografica, che l’ha portato quasi alla morte e alla rehab per mesi.
Ciò che Thorger non sa, è che anche Lisa ha un doloroso segreto, che riguarda la sua storia di lunga data con un ex ragazzo che non sembra avere intenzione di lasciarla andare.
Le cose che non sanno l’uno dell’altra saranno quelle che li avvicineranno, ma, al tempo stesso, che rischieranno di dividerli.
Segreti, amore, equivoci, lacrime ed eros si snodano in questa storia narrata a due voci.

RECENSIONE

ATTENZIONE, POSSIBILI SPOILER!

Genova, giorni nostri.
Thoragazzo-con-occhi-azzurri-e-capelli-nerirger, 24 anni, occhi scuri come due pozzi, capelli scompigliati, sguardo distante, un buco nero dentro, così profondo da inghiottire ogni scintilla di luce che entra in contatto con lui.
Un ragazzo dall’aspetto androgino ed eccentrico, dall’abbigliamento al di sopra delle righe, che si mostra e sembra sfidare il mondo, che non è quello che appare, che nasconde più oscurità di quello che si potrebbe immaginare.
Arrivato in Italia dall’Austria con il progetto Erasmus, per prendere le distanze da una vita che ha rischiato di soffocarlo, di bruciarlo.
Adesso cerca pace, il riscatto…se stesso.

Non  stavo  più  cadendo,  al  contrario.  Mi sentivo  forte, libero  come  non  ero  mai  stato. 

Mi muovevo velocissimo, alla  velocità  del  mio  pensiero,  verso  un  chiarore  che sembrava  aspettarmi,  qualcosa  di  caldo,  pulito;  non sapevo perché,  mi fece venir voglia  di piangere,  di gioia!

Mi dispiaceva soltanto lasciare mio fratello.

Lisa, capelli castani mossi lunghi fino a metà schiena, grandi occhi bl11432u che sembrano aver catturato l’essenza stessa del cielo, legata a un passato che la segue ancora, che la sbatte a terra ogni volta che si ripresenta, che l’ha spezzata nel profondo e al quale non ha ancora dato un addio definitivo, perché sono due poli che si attraggono e si respingono.

Era  un’alchimia  che  ci  avrebbe  attratti  in mezzo  a una  folla,  che  ci  avrebbe  fulminati  ogni dannatissima  volta.

Estroversa, spigliata, diretta e al tempo stesso timida, una ragazza che ha sofferto molto ma che ha saputo rialzarsi.
Sempre, ogni volta.
Anche se il suo cuore sanguina ancora, non ha mai smesso di sanguinare.

Per una serie di coincidenze o casi del destino, le loro strade si incrociano.
Lisa ha bisogno di un nuovo coinquilino, Thorger di un posto dove stare per qualche mese, e così i due ragazzi entrano in contatto.
Il loro primo incontro non è dei migliori, perché vittima di un fraintendimento.
Lisa, infatti, aggredisce quasi il suo futuro coinquilino perché…lo scambia per il fratello che aveva conosciuto la sera precedente e che le aveva sussurrato appassionatamente all’orecchio di vivere l’attimo.
Avances che la ragazza aveva prontamente respinto.
E quando si ritrova davanti Thorger ne rimane sorpresa.

Thorger e Harald, gemelli simili nell’aspetto ma diversi nel carattere.
Come il giorno e la notte.

Io ero il gemello camaleontico,  l’esibizionista,  quello che sembra mettersi sempre in gioco. Ma, alla fine,  il gioco mi aveva preso la mano! 

Lui aveva sempre saputo godersi  la  vita senza  danneggiarsi, i suoi divertimenti  erano  rimasti  tali, i miei erano  diventati eccessi,  vizi  e  infine  dipendenze.

Thorger il più sensibile e fragile, mentre Harald il più forte e coraggioso.
Almeno all’apparenza, sulla superficie.
Uno esibizionista ma che vorrebbe solo nascondersi in un angolo e perdersi tra le note di una canzone.
L’altro sfrontato e provocatorio che vorrebbe solo essere sfiorato con amore.
Due gemelli, due spiriti uniti, tanto uniti da essere sempre stati indivisibili.
Sempre assieme.
Nella buona e nella cattiva sorte.
Fratelli nel corpo e nella mente.
Un legame così intenso che li ha portati spesso a compiere scelte che mai avrebbero preso in considerazione e allontanarsi l’uno dall’altro è come una lacerazione dell’anima.

E Lisa, suo malgrado, si trova in mezzo, attratta inesorabilmente dal loro fascino.
Harold è sfrontato, sfacciato, così irresistibile con i suoi occhi di ossidiana affilati come coltelli, la sua notevole cultura e intelligenza e la sua indiscutibile bellezza.
Thorger è lunatico, più dolce e fragile nonostante sembri il più esibizionista dei due, è chiuso e al tempo stesso vulnerabile.
È un casino, è tormentato.
Harald, invece, sembra più sicuro di sé, più consapevole anche nei confronti del mondo che lo circonda.
E anche Lisa ha le sue zone d’ombra.
E mentre Harald la spiazza e la provoca, Thorger la conquista giorno dopo giorno, con la sua presenza, nonostante i suoi sbalzi d’umore, nonostante il suo fuggire, nonostante i suoi demoni interiori, nonostante sia riservato come dietro un vetro.

picsart_10-18-10-35-17

Ogni giorno che passa i due ragazzi si avvicinano sempre di più.
Tra dolorosi ricordi che affiorano da un passato che si credeva superato, tra segreti sussurrati con il cuore che batte a mille, tra lacrime sfuggite al controllo e notti dolci e confortanti.

Mi  fece  scivolare  tra  le  sue  braccia,  piano,  come  per assicurarsi  che  capissi,  che  non  scappassi;  non  ci  mise  la minima  forza.  Non  avevo  alcuna voglia  di  fuggire!  Volevo soltanto  essere  cullata  come  una  bambina,  in  quel momento avrei  voluto  avere  di nuovo quattro anni. Poi,  quando  mi  rannicchiai  di  schiena  contro  di  lui,  lo sentii  trattenere  il  respiro  un  istante […].

Il  suo  torace  mi  sembrò  ampissimo,  un  porto  in  cui potevo  ripararmi dal  naufragio.

Mi  strinse  un  po’  più forte,  ma  con  delicatezza,  come  se  avesse  paura  di  farmi male.

“Non  voglio  parlarne!”  misi le  mani  avanti.

“Dormi un po’!”  sussurrò.

Stavo  per  ribattere  che  non  sarei  mai  riuscita  a  dormire, ero  troppo sconvolta.

“Ti tengo!”  aggiunse.

E  rimasi  senza  parole,  quindi  restai zitta,  me lo  dissi  solo nella  mente.

Era  proprio  ciò  di  cui  avevo  bisogno:  che qualcuno  mi  tenesse  per  non  farmi  cadere  in  quel  baratro!

Restai  in  silenzio  ad  ascoltare  il  rumore  dei  respiri  di Thorger, il  calore  del  suo  corpo,  la  tenerezza  con  cui  mi teneva  e  mi  venne  di  nuovo  da  piangere,  ma  per  un  altro motivo,  che  non  capivo  del tutto,  forse  perché  era  bello  e io  non  mi  meritavo  bellezza,  né  gentilezza,  in  quel momento.

Poi  ci  fu  il  rumore  della  pioggia,  dapprima  lento,  poi  più forte.  Pregai  che  quell’acqua  lavasse  via  anche  i  miei peccati.

Erano  passati  tanti  minuti,  forse  quasi  un’ora.  Continuava a  piovere.

Lui  era  immobile,  probabilmente  si  era addormentato.

“Grazie…”  mi uscì.

Una storia intensa, che mi ha catturata e coinvolta sin dalla prima riga.
Ho riso e mi è anche scesa una lacrima a un certo punto.
Straziante, commovente.
Le emozioni come carta vetrata sulla pelle scorticata.
Ogni parola perfetta.
Ogni parola sembra scandita dal battito del cuore.
È una storia intensa e divertente, le emozioni si susseguono veloci, scivolano, bruciapicsart_11-02-07-22-35no, si imprimono nella mente, nel cuore, sotto pelle, nelle vene.

Come il legame che si crea tra Lisa e Thorger.
Un incastro perfetto.
Che entra dentro come una coltellata.
Di cui non si può fare a meno.
Che diventa indispensabile come respirare.
Che diventa esso stesso ossigeno.
Due anime doloranti, acciaccate, stravolte dalla vita stessa e dai propri tormenti interiori che trovano una ragione per rinascere l’uno nell’altra.
Basta uno sfiorarsi, un impercettibile tocco e il mondo assume una nuova tonalità, sempre più luminosa.

C’era  qualcosa in  lui ,  che  a  volte riuscivo  a  intravvedere  tra  un  battito  di  ciglia  e  l’altro, come  qualcosa  nei  suoi  occhi,  un  gioiello,  qualcosa  di bello  ma  triste,  che  mi  faceva  venir  voglia  di  scoprire  il suo  segreto.  Forse  non  ce  n’erano,  non  tutti  erano  come me.

E la speranza inizia a battere forte nei loro cuori.
Forse è possibile se non dimenticare, almeno superare il passato e tutto il dolore che è racchiuso nelle sue profondità.
Nonostante le ferite.
E i segreti.
Perché sia Lisa che Thorger nascondono un segreto.
Un segreto che potrebbe dividerli o forse unirli ancora di più.
E non si può dimenticare Harold.
Spesso l’apparenza inganna e anche lui potrebbe non essere quello che sembra.

Tre ragazzi diversi e simili allo stesso tempo.
Giovanissimi ma segnati dalla vita.
Alla ricerca di risposte e di se stessi.
Alla ricerca di calore umano, di conforto, di una possibilità di rinascita e riscatto.
Tre combattenti nati.
Che ogni volta che sono stati gettati a terra, si sono rialzati.
Tra mille sforzi, con mille ferite, ma sempre in piedi.
E la musica come ancora di salvezza.
A cullare ogni pensiero.
A far battere i loro cuori.
A guidare i loro passi.

Una storia che lascia un’impronta indelebile nel cuore, che marchia a fuoco, così intensa da sentire le sensazioni dei protagonisti  vibrare come la melodia di una canzone suonata come se non ci dovesse essere un domani.
Una storia che regala emozioni una dietro l’altra.
Una storia a cui dire arrivederci non è stato facile (non so cosa avrei detto se non ci fosse il seguito già presente 😉 ).
Una storia che mi è piaciuta molto anche per il suo essere a due voci.
Una storia che emoziona e per questo vi consiglio di leggere.

Serenella 🙂

Il mio giudizio:

IMG-20160606-WA0039

Presentazione di: “La’ dove finisce il mare e comincia l’orizzonte” di Erika Stellitano

Buongiorno Notters 🙂
Oggi vi presentiamo il romanzo di Erika Stellitano.

“Un romanzo introspettivo basato su un dialogo immaginario, ma verosimile, tra un uomo e una donna innamorati che però sono condannati all’incomunicabilità. Sullo sfondo si delineano le principali tematiche pirandelliane che ne hanno ispirato la scrittura: dalla frammentazione dell’essere, all’umorismo, alla soggettività della realtà, alla celeberrima maschera.”

divisorio

3197808

TITOLO: La’ dove finisce il mare e comincia l’orizzonte
AUTRICE: Erika Stellitano
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE: 31 Agosto 2016
GENERE: Romanzo introspettivo
FORMATO: cartaceo
PAGINE: 184

SINOSSI

Amore, viaggio, introspezione, incomunicabilità, essere, apparire, ego ed alter ego, illusione e disillusione, maschere.

La storia è incentrata su un viaggio interiore che intraprende il protagonista maschile del romanzo, Daniel, costretto a superare vari step esistenziali che lo avevano allontanato dalla sua città, dai suoi affetti, ma soprattutto da un sentimento che, nel corso nelle pagine, riemergerà prepotente dall’oblio nel quale era stato confinato.

Decisivo nella trama, è l’incontro del protagonista con il soggetto/oggetto del suo desiderio, Claudia,  la donna che, nel corso di questo viaggio emozionale ed introspettivo, capirà di aver sempre amato.

Iniziano così a prendere corpo le sensazioni e le emozioni dei personaggi, diventando esse stesse le vere protagoniste della scena, in un gioco di ruoli che assume sembianze quasi cinematografiche. I dialoghi, infatti, sono per lo più monologhi dei protagonisti che sviscerano il loro sentire, tra amore, disincanto, illusione, incomprensione, rabbia, paura, odio, rimpianti, speranze, rimorsi. Si dipana, così, la trama di un romanzo dove a parlare non sono solo i protagonisti, ma anche il loro vissuto, le loro molteplici personalità, i loro sentimenti e le loro emozioni, tra ciò che è il loro essere e ciò che è il loro apparire, tra scene e colpi di scena.

ESTRATTO

“Come due aghi attirati dallo stesso magnete, nel medesimo istante i nostri sguardi si incrociarono, si trovarono, perdendosi l’uno nell’altra, ambasciatori, loro, di quelle emozioni, sensazioni, di quei sentimenti, ma soprattutto di quelle parole che nessuno dei due, in quel momento, sarebbe stato capace di pronunciare.

L’aria tra noi era satura di un silenzio assordante, foderato di un’infinità di parole e di pensieri scalpitanti, di cui i nostri occhi, per nulla estranei l’uno all’altra, erano senza dubbio degni messaggeri. Tra di noi non un sibilo, non una frase, non il suono di una lettera, però i nostri cuori, divincolatisi dalle catene con cui erano stati imbrigliati dai rispettivi  padroni, si stavano mettendo a nudo, proprio loro che, per natura, sono incapaci di mentire.

 Immobili, irrigiditi, forse addirittura tremanti, eravamo a pochi metri l’uno dall’altra, eppure fra di noi c’era un silenzio lungo due anni, una profonda voragine fatta di incomprensioni, di sensazioni, di emozioni, di illusioni, di paure, di speranze, di coraggio, di sogni, di sentimenti, di desideri, di pianti, di sorrisi, di litigi, di addii, di ferite, di rimpianti.

Tante volte ero caduto e mi ero rialzato con ferite sanguinanti che con il tempo si sarebbero cicatrizzate fino a scomparire. Ma fu proprio in quel preciso momento, avendola lì di fronte a me, che capii che le vere ferite, quelle che mai scompariranno, sono quelle che non si vedono, quelle che ci portiamo dentro per tutta la vita, quelle che non dimenticheremo e che, col tempo, si affievoliranno, per poi tornare a galla, più doloranti di prima, quando meno ce lo aspettiamo.”

L’AUTRICE: ERIKA STELLITANO

Laureata in giurisprudenza in corso con il massimo dei voti e lode. Specialista nelle professioni legali. Avvocato presso il foro di Reggio Calabria. Autrice di numerosi saggi di stampo giuridico con case editrici nazionali e di articoli letterari sulla rivista “Calabria Sconosciuta”. Da ultimo autrice del romanzo “La’ dove finisce il mare e comincia l’orizzonte”.

divisorio

Buona lettura!
Naty&Julie 🙂

Presentazione di: “I rumori della notte” di Daniel Di Giulio Cesare

Ciao Notters,

oggi vi presentiamo il libro d’esordio di Daniel di Giulio Cesare: I rumori della notte. Un viaggio temporale nell’adolescenza del protagonista Guido, tra i vicoli di Napoli e alla ricerca del primo amore. L’autore ha deciso di devolvere il ricavato delle vendite all’ospedale pediatrico di Napoli – SANTOBONO – per sostenere progetti dedicati ai bambini della struttura ospedaliera.

divisorio

Copertina2AA.JPG

TITOLO: I rumori della notte
AUTORE: Daniel Di Giulio Cesare
EDITORE: Self Publishing con ilmiolibro.it
DATA PUBBLICAZIONE: 1 Marzo 2016
GENERE: Romantico
FORMATO: Cartaceo/Ebook
PAGINE: 208
PREZZO: 12 euro (cartaceo) / 0,99 (ebook)

SINOSSI

Guido è uno scrittore e sceneggiatore di successo che si ritrova all’apice della sua carriera. Infatti, la sua ultima sceneggiatura è candidata al Premio Oscar e da poco ha firmato il contratto per il suo quarto romanzo.L’ispirazione però sembra non arrivare. In preda al “blocco dello scrittore”, trascorre le notti seduto alla sua scrivania, bevendo, fumando e lasciandosi divorare dai ricordi. Un evento inatteso e una donna misteriosa lo spingeranno a ripercorrere gli anni della sua adolescenza trascorsa a Napoli. Deciderà quindi, di mettersi sulle tracce della ragazza che tanti anni prima lo fece innamorare. Capirà che nemmeno il tempo riesce a cancellare un legame tra due anime gemelle. Una storia in bilico tra sogni infranti e vecchi ricordi.

AUTORE: DANIEL DI GIULIO CESARE!

Daniel Di Giulio Cesare è nato a Napoli nel 1982. Si è laureato presso l’università “Federico II” in Economia e Commercio. Appassionato di libri, ha cominciato a studiare sceneggiatura per diletto, partecipando nel 2014 al “Premio Solinas”. Nel 2015 ha collaborato alla scrittura del cortometraggio dal titolo “Trinomio”, prodotto dalla Mhes Cinematic. Nel 2016 ha pubblicato il suo primo romanzo “I rumori della notte”, in modalità Selfpublishing, acquistabile on-line.

divisorio

Naty&Julie 🙂

Recensione di: “Così vicini mai: Asiya&Rex” di Sarah Matthew

Ciao, Notters!
Una giornata fredda ma soleggiata e mi trovo qui a parlarvi di: “Così vicini mai: Asiya&Rex” di Sarah Matthew. Un libro non molto lungo, ma davvero scorrevole ed emozionante.

divisorio

41na91optql

 

TITOLO: Così vicini ma: Asiya&Rex
AUTORE: Sarah Matthew
EDITORE:DATA PUBBLICAZIONE: Luglio 2016
GENERE: New Adult
FORMATO: Ebook
PREZZO: €0,99
LINK DI ACQUISTO: http://amzn.to/2eUqwds

 

SINOSSI

La vita per Asiya e Rex non è stata semplice. Asiya è cresciuta troppo in fretta a causa di un padre e una madre assenti e menefreghisti.
Ha affrontato la sua vita tra assistenti sociali e tanta solitudine, imparando a cavarsela sempre senza l’aiuto di nessuno.
Rex, un uomo all’apparenza duro, dovrà affrontare i demoni che lo hanno divorato nell’anima e un passato che non gli permette di vivere.
Ma tutto può cambiare.
Può la vita sorprenderti con un dono inaspettato?

RECENSIONE

Asiya, ventunenne che non ha mai avuto l’affetto dei genitori. Tant’è che lei li definisce “i procreatori”. Vive in una bettola, aiutata dagli assistenti sociali e dall’amica Rosy. Proprietaria di un negozio di alimentari, per cui Asiya fa saltuariamente delle consegne, un po’ per ripagare tutti i favori che le fa Rosy. Asiya, piena di inchiostro sulla pelle, che appare dura, aggressiva ma sotto quella scorza si nasconde una ragazza piena di sogni.

I tatuaggi mi ricordavano continuamente chi fossi e come fare per arrivare dritta alla meta: la serenità.

tumblr_n7fsyztin51tqmyc3o1_500Il giorno che deve presentarsi ad un colloquio, si rende conto che ha un nuovo vicino. Silenzioso che vive nell’ombra. Sofferente, con un passato turbolento. Un ragazzo che non sa più come si sorride, ma vive solo con un obiettivo: vendetta.

Sentii gli angoli della mia bocca incurvarsi leggermente verso l’alto, in un’espressione quasi innaturale. Che cazzo era questo? Neanche me lo ricordavo più.

Tra Asiya e Rex, nasce un rapporto da buon vicinato. Parole dietro una porta chiusa, foglietti infilati sotto la porta. Fino a che…

Si è piazzata sul pianerottolo, costringendomi a parlare. Non ce la facevo più a scrivere su quei dannati biglietti. Quando si è addormentata su quello schifo di pavimento, appoggiata al muro, non so più cosa sia successo. Mi sono sentito ubriaco di nuove sensazioni e mi sono comportato come un adolescente rincretinito dagli ormoni.

Così vicini mai è una storia di rinascita e crescita. Asiya che cerca il suo posto nel mondo. Rex che cerca di chiudere con il passato. Due anime così diverse ma che se avvicinate sono come i poli di una calamita. Sarah Matthew ci racconta una piacevolissima storia. Dolce, passionale e sentimentalmente forte. Mi dispiace solo che è corto, un paio d’ore e si arriva alla fine. L’unica cosa che mi sento di dire all’autrice di fare un piccolo lavoro di revisione. Dei piccoli accorgimenti che renderanno un po’ più grande Asiya e Rex ;).

Naty

Il mio giudizio:

IMG_0096