Presentazione di: “Dentro l’acquario – la ragazza del centro massaggi” di Viola Nagis

Ciao Notters,
nuova presentazione per voi e si tratta di un romanzo di narrativa contemporanea dalle sfumature erotiche firmato Viola Nagis.
divisorio

unnamed-5

TITOLO: Dentro l’acquario – la ragazza del centro massaggi

AUTRICE: Viola Nagis
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE: 5 ottobre 2016
GENERE: Narrativa contemporanea
FORMATO: epub, mobi
PAGINE: 399
PREZZO: 3,99 euro

SINOSSI

“Esiste un giorno capace di mimetizzarsi fra gli altri, non lo si distingue dal profumo nell’aria o dalla luce che cade diversamente sulla testa. Si annida insospettabile in un tempo qualunque, in attesa di raggiungere la quotidianità per imporre una scelta rapida, una direzione che cambierà per sempre la vita.
Per me fu un mercoledì.”
Inizia così la parabola discendente che porterà Viola a vivere, nell’ambiguo mondo dei “Centri Massaggi”, esperienze intense e degradanti, in un racconto poetico e disperato che mescola lo squallore della quotidianità al ricordo dei traumi dell’infanzia.
Il caso, la necessità o l’attrazione per il lato oscuro del sesso la avvicineranno a pratiche erotiche perverse, consentendole di osservare con lucidità i risvolti sfaccettati dei diversi personaggi che popolano i recessi più bui delle moderne case del piacere.
L’intensa rievocazione degli amori morbosi che la protagonista sperimenta nella vita conferiscono alla narrazione introspettiva un denso sapore a volte dolcemente trasognato, altre amaramente tormentato.
Una nota di benevola autoironia e la profonda aspirazione alla libertà preserveranno infine Viola dall’autodistruzione, in un viaggio emotivo tra ragione e follia attraverso cui giungerà alla consapevolezza di sé.
Uno struggente romanzo di sensibilità femminile che tratteggia in chiaroscuro, attraverso i brividi del corpo, le pieghe dell’anima.

L’AUTRICE

Viola è nata nell’83, vive a Milano insieme al suo vecchio cane, non è sposata.
“Dentro l’acquario – la ragazza del centro massaggi” è il suo romanzo d’esordio, con cui si fa portavoce di una realtà nota ai più, ma di cui nessuno ha ancora raccontato.

ESTRATTO

“Esiste un giorno capace di mimetizzarsi fra gli altri, non lo si distingue dal profumo nell’aria o dalla luce che cade diversamente sulla testa. Si annida insospettabile in un tempo qualunque, in attesa di raggiungere la quotidianità per imporre una scelta rapida, una direzione che cambierà per sempre la vita. 
Per me fu un mercoledì.”
“Rosso è la prima cosa che vedo. Il colore del dolore, delle urla.
Di vita e di morte. Dell’amore, insomma. Forse sto nascendo.
Accenditi, cuore mio, batti e vivi.”
divisorio
Buona lettura!
Naty&Julie ❤
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...