Recensione: “Un uomo da amare” di Fabiola D’Amico

Buongiorno Notters!

Settimana scorsa vi ho parlato del primo volume della Serie Cupido di Fabiola D’Amico: Una fidanzata per papà.(Recensione qui).Oggi invece vi parlo di Un uomo da amare, secondo volume della serie.

divisorio

wp-1450013241399.jpeg

TITOLO: UN UOMO DA AMARE (SERIE CUPIDO #2)
AUTORE: FABIOLA D’AMICO
EDITORE: SELF-PUBLISHING
DATA PUBBLICAZIONE: 24 MARZO 2015
GENERE: ROMANCE

 

SINOSSI

Ethan Feldman, impresario di una casa discografica di New York, ama le donne e le pargona ai piatti culinari. Il suo motto e`: perche`accontentarsi della solita minestrina quando si puo` avere a disposizione un menu` ricco? Complice un Cupido dispettoso, una bambina intelligente e profumi invitanti, il grande seduttore si rendera` conto che una sola donna puo` essere un antipasto saporito, un primo piccante, un secondo saporito e un dolce afrodiosiaco. Ecco che, tolta la patina che gli aveva offuscato gli occhi nel passato, innamorarsi di Patty Mc Owen sara` facile come respirare. La strada, invece, per convincerla che lui e` un uomo da amare, sara` tortuosa, ricca di rocamboleschi equivoci ed erotiche provocazioni. Riuscira` Ethan a vincere la ritrosia dell’unica donna che non ne vuole sapere di lui?

“PUOI RESISTERMI ANCORA PER POCO, PATTY. L’ODORE DELLA TUA ECCITAZIONE TI PRECEDE. E` PIÙ` FORTE DEL TUO PROFUMO. FINGI INDIFFERENZA, TI AGGRAPPI SUGLI SPECCHI MA LO SAPPIAMO ENTRAMBI CHE E` QUESTIONE DI TEMPO. TI VOGLIO E TI AVRÒ!”

image

RECENSIONE

Nel primo libro, la storia di Klain con sua figlia Danielle e la bellissima Simone era finita nei migliori modi. La magia natalizia ha fatto il suo corso! Qui invece troviamo Ethan, migliore amico di Klain e Patty la sorella scontrosa.Vi ricordo che i romanzi sono tutti autoconclusivi, ma sempre collegati perché troviamo i personaggi del primo volume. E` un romanzo d’alto tasso zuccheroso! Indicato per noi fanciulle romantiche. 😉

Ethan e` un uomo dal grande fascino, e` abituato che le donne gli cadano ai piedi. Le sue sono sempre tutte avventure di una notte, non e` un uomo da impegni a lungo termine. A parte essere un donnaiolo e` una persona molto generosa e affettuosa con le persone a lui care. Non e` abituato ai rifiuti, ma Patty la sorella di Klain anche se attratta da lui fisicamente lo rifiuta categoricamente. Ethan associa le donne a piatti di alta cucina gustosa, e` un uomo che se vuole sa essere dolce e Patty tutto ciò` la manda in confusione.

Patty cerca di girare alla larga da Ethan, cerca di convincerlo anzi forse cerca piu` di convincere se stessa che non sono fatti l’uno per l’altra. Lei e` una donna che in amore ha già sofferto e sa che con Ethan potrebbe accaderle di nuovo.

Ma complice sarà cupido, che con la sua freccia è pronto a far innamorare Ethan e Patty!

La mia opinione personale? Un libro molto bello, personaggi dai caratteri forti, miele per tutti e un pizzico di humor hanno fatto si che, il romanzo nel suo completo ti tenga incollata alle pagine fino alla fine! Anche se si sa come possano andare a finire questi genere di romanzi, ho tifato fino alla fine per il trionfo dell’amore.
Per una buona lettura rilassante l’ho consiglio? Certo!

Naty ❤

 

wpid-picsart_1446468514859.jpgwpid-picsart_1446469013285.jpg

http://rcm-eu.amazon-adsystem.com/e/cm?t=notti-21&o=29&p=8&l=as1&asins=B00V7DM6U6&ref=tf_til&fc1=000000&IS2=1&lt1=_blank&m=amazon&lc1=0000FF&bc1=000000&bg1=FFFFFF&f=ifr

 

Annunci

Recensione di: “Un principe quasi azzurro” di Elena Russiello

Ciao Notters, eccoci all’atteso “lunedì di recensioni”! 🙂
Questa settimana mi sono immersa in una piacevolissima lettura firmata da Elena Russiello dal titolo “Un principe quasi azzurro”.
Venite con me a scoprire qualcosa in più?

divisorio

Un principe quasi azzurro WEB

TITOLO: Un principe quasi azzurro
AUTRICE: Elena Russiello
EDITORE: Self-Publishing
DATA DI PUBBLICAZIONE: 05 Settembre 2015
GENERE: Contemporary Romance
PAGINE: 169
FORMATO: Ebook
PREZZO: € 0,99

 

SINOSSI

Vogliamo il bravo ragazzo, ma alla fine scegliamo sempre il cattivo.
Lui non è per niente romantico.
E’ diretto, maschilista e scorbutico.
Lei è sbadata, testarda, estremamente dolce.
Ma non crede nell’amore.
Non si sopportano, eppure… Lui corre sempre in suo aiuto e lei è sempre in prima fila per sentirlo cantare. Come finirà?

Divertenti e appassionanti, Marco e Giulia vi faranno innamorare!

RECENSIONE
“Il principe azzurro è solo l’uomo a cui perdoniamo più difetti che a tutti gli altri”

Ammetto che il titolo e la copertina mi avevano conquistata prima ancora di iniziare a leggere ma, dalle prime pagine, ho capito che la mia prima opinione sarebbe stata confermata. 🙂

“Un principe quasi azzurro” è una storia giovane e divertente, racconta le avventura di Giulia, indiscussa protagonista ritardataria e un po’ sbadata delusa dall’amore, di Ludovica, migliore amica fedele di Giulia, che crede nel principe azzurro e cerca disperatamente l’amore, di Simone, Cristian, Mattia e Giorgio, i ragazzi della compagnia, dal ragazzo responsabile e secchione, a quello che sogna di diventare uno scrittore, da quello che studia solo perché deve e a quello che non sa nemmeno perché lo fa ed infine è la storia di Marco, cugino di Mattia, musicista sexy, scontroso ed un po’ maschilista che si incontra e si scontra con la nostra dolce Giulia (si un po’ come succede in Kiss me Licia 🙂 ).
Giulia e Marco sono al tempo stesso simili ma diversi, lei razionale ragazza studiosa che nonostante i suoi 21 anni lavora in una trattoria per mantenersi, almeno in parte, gli studi che ancora non sa esattamente cosa farà nel suo futuro.
Marco è bello e dannato, ha inseguito il suo sogno di diventare un musicista e si mantiene suonando nei locali con la sua band. E’ un ragazzo responsabile e istintivo, non scappa dalle emozioni ma anzi le vive a pieno. Al contrario di Giulia è un po’ sfacciato, scontroso e alle volte maschilista mentre la nostra protagonista femminile nasconde, dietro alla sua personalità “peperina” ed indipendente, la dolcezza di una ragazza che sogna l’amore da favola.

Non possiamo dire che quello tra Marco e Giulia sia proprio stato un colpo di fulmine, quanto piuttosto un temporale dalle conseguenze disastrose con qualche accenno di fulmini qua e là, quelli che bastano a far accendere tra i nostri due protagonisti una scintilla che li rende incapaci, inconsapevolmente, di fare a meno l’uno dall’altra.
Marco è presente quando Giulia è in difficoltà e a lei va bene così, si diverte a stuzzicarlo e nonostante la faccia arrabbiare, non riesce a tenergli il broncio per più di qualche minuto. Coinvolta (forse sarebbe meglio dire “incastrata”) dalla mamma in un pranzo con una vecchia ed odiata compagna di scuola che millanta un fidanzato ricco e di successo davanti alla sua solitudine sentimentale, Giulia, non è rassegnata a sopportare questa ennesima ed umiliante situazione quanto Marco decide di “salvarla” (sarà vero? 🙂 ) e di improvvisarsi il suo amorevole ed affettuoso fidanzato.
Da quel momento si innescheranno una serie di divertenti ed imbarazzanti equivoci con i genitori di Giulia, con l’intera compagnia di amici e anche con Andrea, ex fidanzato di Giulia pentito degli errori commessi e determinato a tornare con lei ad ogni costo.

img_6852

Giulia è combattuta, sa che dovrebbe porre fine a quella che lei definisce una recita dallo scarso appeal ma al tempo stesso si rende conto che pensare di chiudere il finto rapporto con Marco è più difficile di quanto non lo sia portarlo avanti.
A complicare ulteriormente le cose, penserà Andrea, che invita l’intero gruppo a trascorrere un weekend nella sua casa al mare… Giulia e Marco non hanno altra scelta che accettare e saranno costretti a rendere le cose ancora più credibili per placare i dubbi che già attanagliano un implacabile Andrea.
I giorni sull’Isola trascorrono, non possiamo dire senza imprevisti e colpi di scena, il primo fra tutti è proprio relativo al rapporto tra Giulia e Marco che “in questa recita” sembrano più a loro agio di quanto entrambi pensassero prima di partire…

<<Questo è il momento in cui tu stai zitto ed io ti bacio.>>
A queste parole è Marco che prende l’iniziativa e mi bacia. Non credo di aver mai provato baci come questi in vita mia. Il modo in cui la sua bocca tocca la mia è come una venerazione; quando la sua lingua entra in contatto con la mia, il mio mondo esplode. Non è mai stato così, con nessuno. Mi stringe a sé, con le mani circonda la mia schiena, che inarco per sentirlo ancora di più. E lo sento. Sento quanto mi vuole e questo mi manda fuori di testa. Insinuo le mani sotto la sua maglietta e tocco il suo corpo perfetto. Credo che non abbia mai voluto nulla così intensamente come voglio lui, sopra di me.

tumblr_mzklhsEl1C1rvq7y7o1_500.gif

Quando la breve vacanza giunge al termine Giulia è convinta che insieme a questa finirà anche la sua relazione con Marco e si rende finalmente conto di non desiderare affatto questo epilogo per la loro storia ma quando si trova davanti ad un Marco freddo e silenzioso lungo il tragitto che li condurrà verso casa, si convince che lui nonabbia mai provato le emozioni e le sensazioni che invece fanno battere il suo cuore.
Inevitabilmente questa sua lettura delle cose porterà i nostri due protagonisti ad allontanarsi entrambi determinati a non cedere ai loro sentimenti, troppo orgogliosi per fare un passo indietro.
A dare una scossa alla situazione penserà Mattia, che si presenterà alla porta di Giulia con l’obiettivo di farle aprire gli occhi e darle la forza di prendere in mano la situazione.
Giulia cederà? Accetterà di mettere da parte l’orgoglio per dare una speranza al suo sentimento? Si arrenderà al fatto di aver finalmente trovato il suo principe QUASI azzurro?  ❤

divisorio

“Un principe quasi azzurro” è una storia che puoi toccare con mano e che il lettore può vedere, toccare, sentire. E’ una di quelle storie che ti fanno sognare perché sono reali, fatta di ragazzi normali, di sogni normali e di emozioni vere.
Elena Russiello è riuscita a farmi sentire sulla pelle la sensazione delle farfalle nello stomaco, l’angoscia di una storia che pensi sia finita e la gioia nel cuore quando capisci che forse non lo è.

Una storia pulita e divertente, una storia d’amore semplice ma che tutte le ragazze dal cuore tenero sognano.

Consigliato? Sì.
Promosso? Sì.
Ami Marco? Mi chiamo Giulia non potrebbe essere altrimenti! ❤ 😉

Clicca qui per farti trasportare dalla dolce storia di Giulia e Marco.

JULIE. ❤

wpid-picsart_1446468514859.jpg

1

Recensione: “Deva” di Gloria Angeline Dawn

Rieccomi tra voi Notters, con una nuova recensione!

Questa volta, lascio da parte i miei adorati romanzi rosa e vi parlo di un fantasy, ma che ha lo stesso un bellissimo amore! Si tratta di: “Deva” di Gloria Angeline Dawn.
Scrittrice esordiente, anche se lei preferisce definirsi una ragazza che vuole mettere la sua fantasia su carta “.
Detto ciò andiamo a conoscere chi è o meglio chi sono i Deva!

Prima di tutto vi presento l’autrice, Gloria:
BIOGRAFIA

“Io non so scrivere ma posso provare a raccontarti una storia. Quella favola che abbiamo tutti dentro, o forse quel sogno lasciato a sperare da solo nel cassetto, o magari una seconda vita che scorre cosi come la vorremmo in altri mondi, dimensioni o ere. A volte purtroppo rimane confinata nelle mani Morfeo, mentre ci culla beati, lontani dal vivere di ogni giorno. Vorrei tanto riuscirci e regalare, anche se per poco, la misteriosa garanzia che per ognuno c’è tutto un mondo da plasmare, fatto di orchi e draghi, di assassini ed eroi, di fate e maghi, di salvatori ed eroine, di galassie lontane e portali del tempo, ma anche di Christian ed Edward,Bella e Anastasia , di Biancaneve e i sette nani. Cosi nacque il mio di mondo, quando all’età di 5 anni sedetti in un cinema per la prima volta e scoprii che se solo chiudevo gli occhi potevo essere là con loro; dopo 33 anni non ho ancora smesso e vivo nella ferma convinzione che un giorno potrò mostrarvi ciò che la mia mente crea . Con mille o poche parole voglio accompagnarvi per mano in questo guazzabuglio di parole che spero, nel profondo , sarà di vostro gradimento.”

divisorio

16151-big.jpg



TITOLO: Deva
AUTORE: Gloria Angeline Dawn
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE: 12 Novembre 2015
GENERE: Fantasy Romance
PAGINE: 399
PREZZO: € 1,99

SINOSSI

L’amore ha ancora il potere di cambiare le cose? L’amore è davvero questa forza così devastante per la vita di un essere umano? Per la vita di Tayla si.
E’ una ragazza come tante altre ma la sua vita cambia radicalmente dopo che la sua amica le mostra una vita e una realtà che non avrebbe mai immaginato esistessero. Nel mezzo di questa intricata esistenza incontra il suo spirito affine Ryan costretto in una forma che gli impedisce di stare con colei che gli è destinata da milleni.
Tra Inghilterra e America questi due giovani amanti dovranno dimostrare di avere la forza di volersi e di cercarsi nonostante un’antica leggenda gli imponga un futuro mistico e inquietante.
Sarai il mio destino.. Sarai il mio battito, il vento sulla pelle, una lacrima sulle guance. Sarai quel sorriso arricciato sulle labbra, sarai un sogno e una bolla d’aria. Sarai la pioggia d’estate e il mio sole in un inverno.. sarai dentro al mio dolore e in fondo ad ogni respiro… Mi perderò ogni volta nel suono della tua voce, e mi ritroverò nella sicurezza dei tuoi occhi.. sarai lontano e sarai la mia mente impazzita…Ma ogni giorno, ogni dannata volta che il sole sorgerà di nuovo io sarò con te..
Come tu hai giurato .. in un altra vita, io solennemente giuro.. che ti cercherò per tutte le vite che vivrò.

RECENSIONE

Devo dire che la copertina mi ha molto colpita, lo stile “ghost”sa il fatto suo! La trama fa trasparire ben poco cosa possa capitare, ma comunque capiamo che si tratta di un fantasy romance, demoni e leggende ne fanno da contorno.
La scrittura di Gloria e` molto curata, per essere il suo primo romanzo ho trovato davvero pochissimi errori di editing. Appena l’ho cominciato per un po’ di pagine, faticavo a trovare un nesso tra le cose e lo trovato un pochino noioso. Ma a meta` mi sono ricreduta, molti nodi sono venuti al pettine e ho capito il filo conduttore dei protagonisti (davvero non capivo cosa stesse succedendo alla protagonista!).

Tayla e` una giovane ragazza come tante, ma un giorno fa una cosa “magica” con la sua amica Angeline e lì la vita di Tayla cambia radicalmente. Rimasta cieca dopo questo rito di cui non ha ricordo, l’unico posto dove lei vede sono i suoi sogni e ogni volta le si presenta un ragazzo. Infatti dopo un po’ che tutti le notti lo sogna non capisce più qual e` la realtà o fantasia, crede davvero che stia impazzendo.

Fino a meta` del libro, il lettore non capisce chi sia questo ragazzo, l’unica cosa che percepisce e` che una forza oscura e una passione fanno sentire Tayla al sicuro. Piu` volte lei lo chiama anche durante il giorno, ma lei non sa che lui e`sempre vicino a lei, come se fosse un fantasma.

<<SARAI IL MIO DESTINO… SARAI IL MIO BATTITO, IL VENTO SULLA PELLE, UNA LACRIMA SULLE GUANCE. SARAI QUEL SORRISO ARRICIATO SULLE LABBRA, SARAI UN SOGNO E UNA BOLLA D’ARIA. SARAI LA PIOGGIA D’ESTATE E IL MIO SOLE D’INVERNO… SARAI DENTRO AL MIO DOLORE ED IN FONDO AD OGNI RESPIRO… MI PERDERÒ OGNI VOLTA NEL SUONO DELLA TUA VOCE E MI RITROVERÒ NELLA SICUREZZA DEI TUOI OCCHI… SARAI LONTANO E SARAI LA MIA MENTE IMPAZZITA… MA OGNI GIORNO, OGNI DANNATA VOLTA CHE IL SOLE SORGERÀ DI NUOVO IO SARÒ CON TE… COME TU HAI GIURATO, IN UN’ALTRA VITA IO SOLENNEMENTE GIURO… CHE TI CERCHERÒ PER TUTTE LE VITE CHE VIVRO`.>>

Un giorno Tayla decide di raccontare alla sua amica Angeline i sogni che fa, le racconta di questo ragazzo misterioso che poi scopriremo chiamarsi Ryan. Angeline sa gia` di cosa e di chi si tratta, porta Tayla da un “santone” come si scoprira` essere… Leggetelo se no vi rovino davvero la storia perche` tutto ha una spiegazione e non mi basterebbe un giorno per spiegarvelo!

Fantasia e leggende, luoghi e personaggi hanno tutti un ruolo importante. Gloria riesce a immergere in questo romanzo il lettore, fa` viaggiare la fantasia e ti fa` vivere a pieno i luoghi sembrando davvero con loro!

Per gli amanti del genere fantasy ma anche con un pizzico di romanticismo, l’amore che lega i due personaggi e il perche` si sentono una persona sola vi faranno vivere una bella magia per qualche ora!

image

divisorio

Leggetelo non rimarrete delusi 🙂

Naty ❤

http://rcm-eu.amazon-adsystem.com/e/cm?t=notti-21&o=29&p=8&l=as1&asins=B017Y0C59W&ref=qf_sp_asin_til&fc1=000000&IS2=1&lt1=_blank&m=amazon&lc1=0000FF&bc1=000000&bg1=FFFFFF&f=ifr

 

wpid-picsart_1446468514859.jpg

Recensione di: “Moon Witch” di Dunwich Edizioni|ANTEPRIMA!

Ciao Notters!
Sono di nuovo qui con la mia “fantasy-recensione” settimanale.
Questa volta vi racconto un libro un po’ particolare dal titolo “MOON WITCH” edito da Dunwich Edizioni,  una raccolta di racconti collegati da un filo sottile ma ogni storia è a se stante. Sono usciti gli episodi in ebook e ora presentiamo anche il romanzo cartaceo che da fa raccolta!

Scopriamolo! 😉

divisorio

imm
TITOLO: Moon Witch
AUTORI: Giulia Anna Gallo, Davide Camparsi, David Falchi, Maria Benedetta Errigo e Cristiano Fighera
GENERE: Fantasy/Paranormal Romace
PAGINE: 290 circa
FORMATO: eBook
PREZZO: € 0,99 l’uno
ANNO DI PUBBLICAZIONE: 2015

Gli episodi sono:
1) La Lama D’Argento di Giulia Anna Gallo
2) D’Ambra e d’Ombra di Davide Camparsi
3) Streghe della Luna di Maria Benedetta Errigo
4) Una Lucertola dalla Pelle di Donna di Cristiano Fighera
5) Il Ritorno di Rebecca di David Falchi

SINOSSI

Nonostante sia discendente di potentissime streghe e membro della prestigiosa congrega della Luna Crescente, la diciassettenne Aurora Prandi non è affatto portata per la magia. Poco prima di un raduno, scopre che proprio per questa ragione è stata estromessa dalla sorellanza e, umiliata, decide di allontanarsi da sola dal luogo del ritrovo… finendo dritta tra le grinfie di un inquisitore. L’uomo, deciso a ucciderla, non sa che all’interno del pugnale da lui brandito è custodita l’anima di Elizabeth Blanchard, arsa sul rogo secoli addietro a Salem. Dopo una lunga reclusione, lo spirito di Beth trova finalmente nella giovane strega la persona adatta a ospitarlo.
Nel frattempo Ivan, mezzo-demone in fuga dai suoi simili, vede la sua ferma convinzione di essere destinato alla solitudine andare in frantumi a seguito dell’incontro fortuito con Aurora. O è forse stato il fato a condurlo da lei?

RECENSIONE

Devo e voglio fare una piccola premessa: non sono un’amante dei racconti, preferisco piuttosto leggere una saga di tre o più libri però devo ammettere che dopo aver letto “Moon Witch” mi sono un poco ricreduta. Solo un poco perché ho divorato il primo racconto e arrivata alla fine mi sono detta: e adesso? E non in modo pacifico, lo confesso, perché, pur essendo non tanto lungo, mi aveva appassionato.
Ogni racconto è una storia a sé ma al tempo stesso collegata alle altre da un potente filo conduttore, ha una sua personalità e, arrivata all’ultima riga, ho pensato: complimenti agli autori che hanno saputo imprimere il proprio tocco al racconto ma sempre mantenendo un legame tra le protagoniste, all’inizio lieve poi, mano a mano che procedeva la storia, sempre più intenso.
La raccolta è composta da cinque racconti che si dividono tra il presente…e Salem nell’anno della più feroce caccia alle streghe.

“E prima dell’esecuzione Rebecca  era stata capace di lanciare il più  potente incantesimo che fosse  mai stato pensato, capace di sfruttare le energie della natura e quelle della più nera  spiritualità. Grazie a quel sortilegio Rebecca  e le sue sorelle si erano salvate dal  rogo e avevano trasferito le loro  anime negli oggetti più disparati,  in attesa che le trame del destino,  guidate dalla volontà della loro  maestra, le  riunissero. E Sonia  vide in quell’uragano di informazioni che altre erano  tornate e stavano cercando proprio lei.
Streghe”.

Cinque storie a sé che andranno a unirsi nel capitolo finale e io vorrei presentarle una a una.

Il primo racconto si intitola “La lama d’argento” di Giulia Anna Gallo.

cover-1-moon-witch.jpgLa protagonista è Aurora, primogenita di una potente strega ma poco incline alla magia, considerata dalle altre streghe della congrega un peso, una nullità..una povera incapace. Persino sua madre e la sua sorellina, che dimostra un talento naturale per la magia, la guardano con compassione e ogni volta Aurora si sente morire di fronte ai loro sguardi. Ma Aurora è forte, testarda, con una lingua affilata, consapevole dei suoi limiti, ma umile e pronta a impegnarsi fino in fondo, solo che una notte tutto cade a pezzi, i suoi sogni, la sua famiglia. Sua madre, infatti, la disconosce… la ripudia come figlia perché non è degna di far parte della congrega di streghe.
Aurora, arrabbiata, delusa, ferita e indignata, si allontana e cade nella trappola del nemico.

“Sento… un’increspatura nell’aria  che mi attraversa e pizzica le corde del mio spirito. Corde che nemmeno sapevo di possedere.  Mi suona come uno strumento. Riconosco l’impalpabile sussurro della magia, ma non è un’impronta nota. […]  È un potere seducente e antico, e mi chiama a sé come se mi conoscesse o, meglio, mi riconoscesse.  Una parte di me risponde,si desta.  Mi ritrovo a correre in cerca dell’ origine di quel segnale come se fosse una questione di vita o di  morte. Non  ho mai provato un simile trasporto, una tale affinità, per niente e nessuno, e certamente non per  qualcosa che fosse legato alla stregoneria.  Non sono mai stata così acutamente consapevole della mia vera essenza. Dimentico qualsiasi altra cosa al di fuori della traccia che sto seguendo. Mi riempio di anticipazione, nella convinzione che alla  fine della corsa mi attenda il fato stesso.  Ma non è la mia serata e ciò che mi  aspetta è invece un inquisitore dal sorriso soddisfatto”.

In suo aiuto, però, inaspettatamente, arriva Ivan, un segugio dell’inferno…a metà.
Nato da madre umana, braccato dai suoi simili per aver avuto il coraggio di non entrare nel loro clan. Troppo umano per vivere all’inferno,  troppo animale per vivere tra gli uomini.

“A scoppio ritardato colgo la fragranza che ha scosso la mia metà ferina nel profondo. È un profumo delicato e selvatico al tempo stesso, come di sale e rugiada, di pace e tempesta. […]
Quel sentore mi afferra e mi lega un cappio attorno all’anima. Devo seguirlo, non posso fare altrimenti”.

Un legame li unisce dal primo sguardo, esseri così differenti ma complementari. Qualcosa da difendere dai mali del mondo, qualcosa per cui valga la pena lottare.

E in gioco c’è molto più di quanto si creda perché Aurora non è una strega poco dotata e poco incline  alla magia ma la discendente perfetta per riportare in vita una delle streghe della più potente delle congreghe: la coven di Salem, guidata da Rebecca Nurse.
Nel momento in cui sfiora un athame, entra in contatto con l’anima di Elizabeth e prende coscienza del suo potere, della sia vera natura…e del suo destino.

“L’altra anima accoglie la mia senza più remore e, benché questo sia il nostro primo incontro, sembra che ci siamo sempre appartenuti, come fossimo due metà appena ricongiunte”.

Accompagnata dal fedele Ivan, si mette in viaggio alla ricerca delle sue sorelle appartenute a una vita precedente.

Il secondo racconto è “D’ambra e d’ombra” di Davide Camparsi.

Ci ritroviamo in Scozia assieme a Celestine, una giovane donna traumatizzata dalla vita…e da un incidente che le ha strappato via l’amata madre e l’ha costretta su una sedia a rotelle.

“D’improvviso si sentì sola e ancora più inabile del solito, inchiodata a quella maledetta carrozzina,  come una stramba sirena metà donna, metà ruote gommate e pesante acciaio. Prima di riuscire a impedirselo colpì con forza e frustrazione uno dei braccioli rivestiti. Lacrime calde e gemelle sgorgarono dagli occhi già arrosati, scivolandole lungo le guance”.

Come ricordo della madre le rimane solo un ciondolo d’ambra…e gli incubi, che la fanno dubitare di tutto, del terribile incidente, di quello che sente dentro, di se stessa. cover-2-moon-witchkindle-300x400
E quando i sogni si fanno più nitidi e capisce che sta rivivendo un istante reale, accaduto secoli prima in un’altra vita, che quelle donne che vede giustiziare su un rogo sono realmente esistente, tutto acquisisce un senso, anche il legame che in sogno sente nei confronti della donna che corre accanto a lei: Abigail.
E la scoperta della verità la porterà a compiere una scelta che le cambierà la vita. E una scelta la farà anche il suo amico prete, da sempre innamorato di lei ma che adesso vede in lei l’incarnazione del male.

Il terzo racconto è “Streghe della luna” di Maria Benedetta Errigo.

Siamo a Ferrara e la giovane Lara è nata e cresciuta in una famiglia di Inquisitori, i più acerrimi nemici delle streghe, che le hanno perseguitate e uccise brutalmente senza dar loro la possibilità di difendersi.
Sua madre è scomparsa due anni prima ma lei la vede ancora nei propri sogni. Il padre, austero e fervente inquisitore, ha tolto ogni ricordo della donna dalla casa…e dai loro cuori, come se non fosse mai esistita.
Per fortuna Lara può contare su suo fratello maggiore e sul suo migliore amico Gianluca, anch’egli Inquisitore. Tra i due ragazzi c’è molta complicitcover-3-moon-witchkindle-300x400 (1)à e affetto e Lara sa che può fidarsi del ragazzo ed è quello che fa quando scopre la cruda realtà riguardo la scomparsa della madre…e la sua vera natura.
Perché Lara non è destinata a entrare nella cerchia degli Inquisitori, anche se addestrata al combattimento fin da bambina, ma a diventare quello che fino a quel momento ha considerato il nemico: una strega.

“Lara allungò la mano per prendere la spilla. Fu un attimo: appena l’oggetto arrivò sul suo palmo, Lara si sentì mancare il respiro. Sbattè le palpebre un paio di volte, come se una mano invisibile l’avesse colpita in pieno viso”.

Metà strega e metà cacciatrice, capisce che deve fare una scelta e seguire il suo destino, che la porterà a sfidare la sua famiglia ma a ritrovare il legame con il suo vero io dormiente, con il potere che le scorre nelle vene e con l’eredità lasciatele dalla madre. Una scelta che porterà drastici cambiamenti e un nuovo inizio…e un amore indissolubile che mai avrebbe pensato di provare.

Il quarto racconto è “Una lucertola dalla pelle di donna” di Cristiano Fighera.

“Mentre si infilava a fatica gli ultimi capi d’abbigliamento lo sguardo le scivolò sulla specchiera appesa sotto il suo vecchio mobile dei trucchi. Quelli che vide riflessi furono una coppia di vecchietti: Jonas, settantacinque anni passati. E lei, che per la prima volta nella sua vita ne dimostrava almeno cento”.

Un racconto che sembra differenziarsi da quelli precedenti.
La protagonista è Amanda, una delle streghe di Salem ma una reietta, una sopravvissuta ai secoli, una che aveva sempre rifiutato l’invito a unirsi alla coven di Rebecca.
Amanda che è molto malata.cover 4 moon witchkindle.jpg
Amanda a cui tutti, streghe e inquisitori, danno la caccia.
Amanda che è capricciosa e bugiarda.
Amanda che odia il suo riflesso nello specchio.
Amanda che non sopporta di essere considerata debole.
Amanda che considera l’amore una debolezza.
Amanda che nasconde un potente segreto.
Amanda che è più di quanto dice di essere.
Un racconto tutto da scoprire!

Infine il quinto e ultimo racconto è “Il ritorno di Rebecca” di David Falchi.

Già il titolo annuncia l’arrivo, anzi il ritorno, della potentissima strega. Tutto è pronto, i pianeti allineati, le energie intense, le streghe tornate in vita. Per l’ultima battaglia. Quella decisiva. Streghe contro Inquisitori.

“Il  silenzio  è  finalmente  rotto  da  un  suono, una sorta di tintinnio, e Rebecca si desta, sfidando in un solo istante anni di  forzata immobilità. Essere prigioniera di quella gabbia costruita da lei stessa è stato difficile ma l’ultimo periodo è  stato persino peggiore. Da quando l’altra strega ha  preso possesso  dell’oggetto, restare sveglia è  diventato sempre più complicato e  in un momento imprecisato deve  aver perso la lucidità”.

La battaglia ha inizio.

cover 5 moon witchkindle.jpg
Magia bianca schierata contro l’abuso di potere in nome di quella che giustizia non è ma paura dell’ignoto, di quello che non si comprende e che nemmeno si vuole comprendere. Una battaglia senza esclusioni di colpi che vedrà vecchi amici e nuovi alleati.
Una raccolta di racconti che mi ha entusiasmato.

Consigliata? Sì!!!

P.s. Però non sarebbe male leggere un intero libro su ognuna delle protagoniste 😉

Serenella

“Sei solo mio” di Viviana Leo | Anteprima!

Ciao Notters,
siamo molto emozionate nell’annunciarvi l’imminente, imminentissima uscita di “Sei solo mio” della bravissima Viviana Leo!
Da oggi infatti il romanzo sarà disponibile in eBook e, a partire dal 04 Gennaio 2016 lo troveremo anche in formato cartaceo in tutte le librerie.

Siamo certe che la Newton Compton si stia sfregando le mani, in attesa del prossimo strepitoso successo di un’altra emergente autrice resa nota dal fenomeno di Self- Publishing, autrice, possiamo dirlo, che sta spiccando il volo e alla quale, la rinomata casa editrice, ha dato la possibilità di farsi conoscere ed emozionare una
più vasta platea di lettori.
divisorio

Sei-solo-mio-di-Viviana-Leo
TITOLO: Sei solo mio
AUTRICE: Viviana Leo
EDITORE: Newton Compton Editori
DATA PUBBLICAZIONE: 14 Dicembre eBook – 04 Gennaio 2016 carteceo
GENERE: Contemporary Romance
PAGINE: 288
FORMATO: eBook – Cartaceo (prossimamente)
PREZZO: € 2,99 eBook  – € 4,99 Cartaceo


SINOSSI

Lisa conosce Dante da una vita. Lui è il migliore amico di suo fratello ed è anche il ragazzo con cui giocava quando era solo una bambina. Ma Lisa ha un segreto: lo ama follemente, fin da allora, anche se non ha mai trovato il coraggio di confessarglielo. Dante, pugile dilettante che aspira a una carriera da professionista, sembra non ricambiare quei sentimenti, e continua a trattarla al pari di una sorella minore. Ma a volte la vita sa essere imprevedibile, mette di fronte a un bivio e costringe a scegliere. Lisa sarà capace di conquistare Dante? E lui, che sembra così deciso a non aprirsi all’amore, sarà disposto a lasciarsi conquistare?

Un libro di passione, lacrime ed emozioni intense.


VIVIANA LEO

Viviana Leo vive a Calimera, in provincia di Lecce.
Laureata in Lettere e filosofia, scrive fin dall’età di dieci anni11949312_10204620741065307_2846691302176859056_n, legge da quando ha memoria ed è fermamente convinta che libri e animali siano il dono più bello che Dio possa aver fatto agli uomini.
“Sei solo mio”, romanzo già auto-pubblicato, ha avuto un notevole successo in rete.

Scrittrice resa famosa della Casa Editrice Butterfly Edizioni, con la quale ha pubblicato “L’altra metà della mela”, (che Notting Hill Books recensirà a breve!) Viviana Leo ha dichiarato che con il romanzo “Sei solo mio” si cimenterà in un genere molto diverso dal suo che riuscirà, ciò nonostante, a catturare l’attenzione del lettore e di tenerlo incollato alle pagine con l’indiscussa eleganza che contraddistingue l’autrice.

12309586_10204996009526784_7145311439851777202_o.jpg

Cover completa di “Sei solo mio” di Viviana Leo


ESTRATTO

«Sei bella, Coniglietta». Quella frase giunse inaspettata. Mi squadrò, dai capelli di certo in disordine ai piedi ancora scalzi, e un fremito mi attraversò la schiena. Perché non potevo avere sempre quello sguardo in quel modo? Avrei pagato per rivederlo, ma così come era comparso, in un attimo sparì. «Credi?». Deglutii. «Certo». L’ennesima folata di vento ci colse, mentre ci fissavamo senza dire nulla. Era cambiato qualcosa, me lo sentivo. Scivolai verso di lui, avvicinandomi fino a sfiorarlo con le cosce, e percepii immediatamente il calore del suo corpo a contatto con il mio. Gli occhi blu erano diventati a un tratto più foschi, quasi neri. Non dissi nulla e iniziai a giocare con la sua mano, accarezzandola piano con un dito, per poi salire verso il braccio. Mi aggrappai al suo maglione e mi rizzai in piedi. La pelle nuda dei piedi scalzi toccò il selciato freddo, ma non me ne importò. In quel momento tutta la mia attenzione era concentrata solo su di lui, sul suo viso che mi guardava dall’alto, a un battito di ciglia dal mio.

 

tumblr_nffr96U4P81u0lr1co1_500


I LETTORI NE DICONO…

«Ragazzi, questo libro bisogna leggerlo, assolutamente.»
Rita

«Se ci fossero più stelline, Sei solo mio le meriterebbe. Meraviglioso.»
Marianna

«Viviana Leo non è solo una garanzia, ma è una perla rara. Le sue storie sono uniche!»
Antonietta

divisorio
…Lo avete già comprato vero? Se così non fosse rimediate subito cliccando qui!

Julie&Naty ❤