Recensione di: “L’eco del tuo respiro” di Laura Bellini

Ciao Notters 🙂
È con molto piacere che oggi vi presento “L’eco del tuo respiro” di Laura Bellini, un romanzo storico che mi ha fatto sorridere, emozionare, arrabbiare, riflettere, sperare e anche sognare.

Ogni pagina, un’emozione diversa.
Per certi versi una lettura impegnativa e anche sofferta, perché, passo dopo passo, si conoscono maggiormente i personaggi, le loro emozioni, i loro pensieri e si soffre assieme a loro.
Un libro molto emozionante, non c’è che dire 😉

divisorio

eco

TITOLO: L’eco del tuo respiro
AUTRICE: Laura Bellini
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE:
GENERE: Storico
PAGINE: 288
FORMATO: eBook/Cartaceo
PREZZO: € 1,33/ € 15,60 (Gratis su Kindle Unlimited)

SINOSSI

Maggio 1383 Aliénor Dumont è rassegnata a sposare Adam Moreau, ma l’incontro con il destino cambierà le sorti di un intero regno mettendo in gioco le vite delle persone a lei più care. C’è solo un modo per evitare che chi ama soccomba e Aliénor non esita a sacrificare se stessa pur di donare un futuro alla sua famiglia.
Diciotto anni più tardi Arwen, erede al trono, percorre la strada che dall’assolata capitale conduce al freddo nord, pronta a conoscere il suo promesso sposo per coronare il sogno del padre di vedere le famiglie Moreau e Dumont unirsi. Lungo la strada però, due occhi violetti le rapiscono il cuore. Ismael e Arwen, due cuori destinati ad appartenersi. Il loro amore però nasce sotto una cattiva stella. I due conoscono solo parte del passate del regno in cui vivono. Arwen è promessa al fratello di Ismael, loro erediteranno lo scettro che un tempo apparteneva a una famiglia scomparsa nella furia della guerra che ha devastato il regno anni prima della loro nascita. Una guerra scatenata dall’amore, l’unico sentimento in grado di cambiare le sorti di un intero popolo. E sarà l’amore a guidare le scelte dei due ragazzi. Essi si amano e si perdono, ma niente sarà in grado di minare il sentimento che li lega. La forza dell’amore travolge i giovani ragazzi innescando una lotta dall’esito incerto contro il destino.
In questo romanzo si racconta il coraggio di un amore che riesce a resistere alla vita, che abbatte ogni ostacolo pur di guadagnarsi il diritto a essere vissuto. Si narra il sacrificio, perché non c’è gesto di amore più grande.

RECENSIONE
***ATTENZIONE, POSSIBILI SPOILER***

piuma1.jpg“Per quanto tempo un cuore può fingere di amare? Nascondere le proprie emozioni, i propri sentimenti agli occhi della gente e perfino a se stessi? Quanto tempo può durare una menzogna? Il tempo di un battito di ciglia, del breve ed elegante volo di una farfalla. E quando questo scompare non resta altro che la cruda realtà e un sogno… Un sogno che porta con sé odio e morte.”

Anno 1383.
Adam Moreau, nobile irascibile, dedito alle donne e all’alcol,si sta recando dal suo amico Abel Dumont, che abita a Stafford, capitale di  una contea aspra e fredda nella  quale la famiglia del ragazzo governa da generazioni.
E si innamora della sorella del suo migliore amico.

Aliènor Dumon è una bellissima ragazza dai lunghi capelli neri e dalla carnagione chiarissima. Cresciuta sotto l’ala protettiva del fratello Abel e istruita a divenire una Lady  di alto rango.
Due grandi e profondi occhi violetti capaci di ammaliare chiunque incontri.
La sua bellezza è divenuta leggenda per molte miglia e numerose sono le richieste di matrimonio da parte dei più facoltosi uomini del regno.

La ragazza non ha dubbi sul fatto che sposerà chiunque il padre  scelga per lei. È molto leale nei confronti della famiglia, ma è anche giovane e una romantica sognatrice e spera e desidera cin tutta se stessa l’amore, un amore che la faccia volare e sognare.
E in cuor suo sa che Adam non è l’uomo ‘giusto’ per lei.

Una sera, allontanandosi dalla confusione delle giostre del paese, in un piccolo boschetto, tra profumatissime e candide margherite, incontra un ragazzo che le fa battere forte il cuore all’impazzata .VD_banner08-midsummerly.png
Uno sguardo ed è perduta.
Arthur Ledoux, il principe, l’erede al trono.
Basta un attimo e il mondo sembra fermarsi.
Esistono soltanto loro due.
Aliènor e Arthur.
Due anime che si appartengono.

“Il chiarore della luna si rifletteva negli occhi di lui che non aveva smesso per un solo secondo di fissarla, prese una ciocca di capelli neri fra le mani e la arrotolò  fra le dita sfiorando per caso la delicata pelle del suo collo. «Sembri  fatta di alabastro»  le  disse.
Lei sorrise abbassando lo sguardo, timorosa che lui potesse leggere nelle sue espressioni quanto lo desiderasse. Arthur le sollevò il mento impedendole di posare gli occhi a terra e dopo averle sorriso la baciò.
Le sue labbra erano morbide e aderivano alla perfezione a quelle di lei come  se fossero state modellate per quell’istante. 
Aliénor sentiva il cuore martellarle  nel petto e le gambe vagamente posate sul terreno, la testa le girava così forte che lui fu costretto a tenerla stretta a sé quando si staccò da lei.
Aliénor avrebbe desiderato ricominciare, assaporare di nuovo il  vino direttamente dalla sua bocca ma l’unica cosa che riuscì a  fare fu correre a perdifiato nella direzione da cui era venuta e chiudersi in camera  sbattendo la porta. Con la schiena posata al legno ruvido e duro si permise di  fare mente locale su quello che era appena successo.
Arthur l’aveva baciata.
Non un casto bacio fra ragazzi ma  un vero e profondo bacio!
Posò le dita sulle labbra ancora umide alla ricerca del recente contatto con le sue ma le trovò sole, nostalgiche.”

Un bacio e il mondo come lo conoscevano non esiste più.
Un bacio che sconvolgerà il mondo.
Perché Aliènor e Arthur si completano, si appartengono e non possono stare divisi, non riescono e non vogliono.
Ma il loro amore è ostacolato da Adam, reso cieco dalla gelosia e dal dolore per essere stato rifiutato.
E a volte l’amore non corrisposto può fondersi nel suo sentimento opposto e generare odio.
Un odio così forte da annientare una famiglia.
Un amore finito in tragedia.
Ma da quell’amore così intenso, sofferto, combattuto e indimenticabile,  nascerà Ismael.
L’ultimo discendente della famiglia Ledoux.
Il legittimo erede al trono.

Quasi vent’anni dopo la storia sembra ripetersi.
La principessa Arwen Moreau, figlia di quell’Adam Moreau, adesso divenuto re, è in viaggio verso Stafford.
Uno spirito combattivo e ribelle, radiosa e vivace, curiosa e intraprendente.
Grandi occhi verdi, lunghi capelli biondi e una lingua tagliente. Testarda, insofferente a ogni rigida etichetta, schietta, sincera…e promessa sposa a Robert Dumon, figlio di Abel.

Quando incrocia gli occhi violetti di Ismael tutto cambia, il suo intero mondo viene stravolto.
cappuccetto-rosso-sangue-immagini-3.jpg
Occhi negli occhi, cuore a cuore.
Le parole perdono significato, ma i loro sguardi si allacciano per non lasciarsi più, i loro cuori parlano una sinfonia misteriosa agli occhi del resto del mondo.
L’intero mondo scompare nel momento in cui le loro mani si sfiorano.

“Arwen  non riuscì a  resistere  a  quel sorriso, allungò la  mano  per  sfiorargli  il  volto.
Le sue dita erano fredde e lui le  prese fra le sue  mani  per  scaldarle.  Erano vicini, così vicini  che nemmeno un alito di vento avrebbe potuto passare fra  di  loro.  I  loro  occhi  si  fissavano,  colmi  di  stupore  per  ciò che  stava  avvenendo  fra  loro.  Era come  se  non si sentissero estranei, ma  parte di qualcosa che nemmeno  loro riuscivano a capire.
«Stai tremando»  affermò lui  posandole il mantello sulle spalle  ma lei non aveva freddo, era il contatto con lui a farla rabbrividire. Lei sentiva il cuore battere forte, avrebbe voluto affondare le mani in  quella folta chioma  nera e arrotolare i suoi ricci  fra le dita per sentirne la morbidezza.
Ismael, da canto suo, sognava di cingere la sua vita con le mani e farla appoggiare con la schiena al  nudo terreno per baciarla. Non  riusciva a staccare gli occhi da quelle labbra, dalla pelle luminosa del suo viso e da quei bellissimi  occhi verdi che brillavano dei  riflessi delle fiamme.”

Ma non si può sempre vivere in un sogno e la cruda realtà irrompe nella vita dei due giovani e fa scoppiare, come una bolla di sapone, quel fugace attimo di pura felicità.

Aliènor è una principessa, è l’erede al trono e la promessa sposa di Robert.
E Ismael è… Chi è realmente Ismael? Un’intera vita vissuta in quella che si può considerare una gabbia dorata, perché, anche quando esiste l’amore, una bugia può creare prigioni.
E adesso Ismael è alla ricerca di se stesso.
L’amore che lo unisce ad Aliènor sarà abbastanza forte da sconfiggere ogni ostacolo che si presenterà loro?

«Mi dispiace,  ma io mi sono innamorata.».
«Non sai  neanche chi sia»  borbottò lui.
«No, non lo so. Ma conosco benissimo il battito del mio cuore  e sento ciò che mi dice. 
[…] Se non sarà Ismael l’uomo che avrò accanto non mi importa chi dividerà il mio letto o chi sarà il  padre dei miei figli perché, in ogni caso, finché avrò un solo anelito di  vita, sarà lui che amerò.»

Incontri fugaci, baci rubati.
Un amore intenso che non può essere vissuto alla luce del sole.
Un amore che non dovrebbe esistere.
Un amore che un secondo fa volare fino al paradiso e l’attimo dopo fa sprofondare nell’inferno più cupo e doloroso.

Sono passati vent’anni ma la storia continua a ripetersi.
Un altro amore osteggiato e combattuto.
Un altro amore destinato a finire in tragedia?
La guerra, gli obblighi di corte, una terribile epidemia, la distanza, pericolosi nemici nell’ombra, i fantasmi del passato che ritornano, la lealtà alla propria famiglia che viene messa in discussione… Molte sono le sfide che i due ragazzi dovranno affrontare e sarà sempre e solo l’amore a guidare i loro passi.

frasi-poesie-belle-amore-romantiche.jpg

Una storia emozionante, intensa, anche molto sofferta e commovente.
Una storia che mostra come l’amore possa essere meraviglioso e far volare, ma anche spietato e crudele.
Una storia di crescita e di rinascita.
Una storia di amore e di speranza.
Una storia con due protagonisti indimenticabili.
Una storia che, piano a piano, cattura il lettore e lo porta a vivere le emozioni dei protagonisti sulla propria pelle.
Una storia che regala molte emozioni.

Lo consiglio? Certo che sì!

Serenella

11349101_1643140562591136_1029697779_n

 

 

 

 

L’eco del tuo respiro

 

image

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...