Recensione di: “Una scintilla nell’oscurità” di Emanuela Riva

Ciao Notters 🙂
È con molto piacere che oggi vi presento “Una scintilla nell’oscurità” di Emanuela Riva, una storia che mi ha catturato, ammaliato, incuriosito, affascinato e anche spiazzato, per i suoi personaggi indimenticabili, per le sue atmosfere cupe e tormentate, per l’amore dalle mille sfumature, per il pizzico di originalità e trepidazione che mi ha portato a divorarla pagina dopo pagina.
Una storia in bilico tra luce e oscurità, tra bene e male.

divisorio

9k=
TITOLO: Una scintilla Nell’oscurità
AUTORE: Emanuela Riva
CASA EDITRICE: Trame Dei Sogni
DATA PUBBLICAZIONE 16 SETTEMBRE 2015
GENERE: Urban Fantasy
FORMATO: eBook
PAGINE: 264
PREZZO: € 3,99

 

SINOSSI

Emma Sullivan è una ragazza semplice, altruista e molto testarda, che vive con suo fratello maggiore a Baselga, un paesino nel Trentino. Insieme cercano di superare lo shock della perdita dei genitori, Amelia e Christopher, uccisi due anni prima da due rapinatori. In seguito alla loro morte, la ragazza inizia a fare incubi ricorrenti.
Un giorno Emma si reca al centro commerciale, insieme alle sue migliori amiche, e incontra Adam Cooper, un uomo arrogante e bellissimo, destinato a cambiarle per sempre la vita. Ma dietro quel volto bello e fiero si nasconde una creatura mitologica creata da Dio in epoche lontane. E ben presto per Emma le cose si metteranno male, soprattutto quando si imbatterà nel vescovo Francesco Doria e il suo aiutante don Carlos, finendo coinvolta nella più antica delle faide: la lotta tra il bene e il male.

RECENSIONE

Un’atmosfera surreale, per certi versi magica…che si trasforma nel  peggiore degli incubi!
La foresta di notte, un cacciatore che ti insegue, che brama il tuo sangue, la tua vita.
Un uomo misterioso che nasconde il volto dietro un cappuccio.
Un sogno che spaventa, che sembra così reale, troppo reale.
Ma cosa sono i sogni? Premonizioni di eventi che devono ancora accadere? Reminiscenze di eventi che sono già accaduti? Ricordi sepolti? O soltanto scherzi del proprio inconscio?

“Il fogliame era talmente fitto da non lasciare quasi filtrare la luce del sole. Ero in una foresta immensa e meravigliosa. Sentivo gli usignoli tra gli alberi che cantavano all’unisono insieme alle foglie mosse dal vento. Non avevo mai visto così tanta bellezza. L’odore dell’erba bagnata dalla rugiada mi riempiva le narici. Il mio sguardo catturava ogni piccola creatura che abitava in quella foresta incantata, mi sentivo parte integrante di quella foresta. Vicino al fiume vidi un piccolo di stambecco bianco che si stava abbeverando con la madre al fianco, decisi di avvicinarmi per guardarli più da vicino. Erano bellissimi. Quella quiete però fu spazzata via da un rumore assordante, sembrava il colpo di un fucile. Il cuore incominciò a galoppare veloce, la paura si impadronì del mio corpo. Gli animali scomparvero all’istante mentre dal cielo di un grigio perlato iniziarono a cadere dei piccoli fiocchi di neve. Poco dopo arrivò un altro sparo. Chiusi gli occhi tappandomi le orecchie. Volsi lo sguardo sul piccolo stambecco. Con orrore vidi la mamma distesa a terra piena di sangue e il piccolo vicino a lei che belava. Dal folto della foresta sbucò il cacciatore armato di fucile e si avvicinò al piccolo.”

Siamo a Baselga di Pinè, un paese in provincia di Trento, a circa 964 metri di altitudine, immerso nella natura incontaminata, circondato da boschi che nascondono più di un segreto.

Emma, 18 anni, capelli castani scuro, carnagione molto chiara, occhi castani screziati. Una ragazza come tante, se non fosse per l’immenso dolore che si porta dentro e che la rende più schiva e taciturna.
Due anni prima ha perso entrambi i genitori in seguito a un’agghiacciante tragedia e adesso vive assieme al fratello maggiore Jason, dividendosi tra il lavoro e le amiche, tra la cupezza della dura realtà e la leggerezza consona alla sua giovane età.
Quasi ogni notte è tormentata dagli incubi. Incubi inquietanti, sempre più dettagliati e realistici, che la portano a dubitare della propria sanità mentale.

Tutto cambia quando incontra Adam Cooper, ragazzo bellissimo dai profondi e ipnotici occhi di ghiaccio, in grado di sciogliere il cuore.
Una scarica elettrica sembra passare tra i due giovani.
Un momento che segnerà la fine o forse l’inizio di tutto.

52ca7f1f176db0703c5b9e60ece2fcbb

Adam mi prese dolcemente la mano e mi baciò il dorso, guardandomi negli occhi.
«Piacere di averti conosciuta, signorina Emma».
Quel semplice gesto così all’antica mi colse di sorpresa togliendomi completamente il respiro.

Incontri casuali che ogni volta fanno battere forte il cuore a Emma.
O forse è il destino che li fa incontrare per poi separarli quasi immediatamente.

Due anime collegate da un filo rosso.
O da un lontano passato.
Un segreto li divide e li unisce.
Un segreto che affonda le sue radici nell’alba dei tempi.
Un segreto nato assieme al mondo.
Un segreto tra fede e speranza.

Basta un semplice sfiorarsi e il mondo si accende.
Un cuore morto da secoli torna a battere.
Un altro cuore rischia di spezzarsi.
Una minaccia oscura e maligna aspetta nell’ombra.
Il confine tra bene e male non è mai stato così labile, così privo di consistenza.
Un passo e l’intero mondo potrebbe scomparire.

Emma e Adam non riescono a stare lontani.
Si cercano, si desiderano.
Solo l’uno nei pensieri dell’altro.
Un’ossessione, un desiderio a cui non possono e non vogliono resistere.
Si respingono per poi attrarsi.
Come luce e oscurità.

IMG_20160313_213538

Sfiorò con il pollice le mie labbra che si schiusero al suo tocco.
«Tu mi fai letteralmente impazzire. Ho camminato millenni con il cuore in silenzio, come se il mondo appartenesse a un altro. Poi ti ho incontrata… Io voglio amarti, non resisterti, e fino a quando avrò fiato in corpo continuerò ad insistere, perché solo quando sono con te io posso credere ancora di esistere». Il cuore incominciò a battermi così forte che pensai potesse esplodere e mi girava anche un po’ la testa.

Occhi gialli che scrutano nel buio.
Incubi che continuano ad agitare le notti di Emma.
Una misteriosa malattia.
Una nuova versione della storia.
Un grande potere che tutti bramano.
E un dolce, passionale e intenso  amore per cui si è disposti a tutto, pur di difenderlo.
Anche a compiere il sacrificio più grande che si possa compiere, se necessario.
Perché basta una scintilla per sconfiggere l’oscurità.
Un’unica scintilla.

tumblr_nw3s5arTCU1uhjunvo1_500

“Sei una scintilla che riaccende ogni mio sentimento, morirei per te, mille e mille volte.”

Una storia avvincente, che scorre fluida e veloce, che un attimo fa sorridere, l’attimo dopo sciocca per certe scene che, per il modo semplice e quasi spensierato in cui sono scritte, rileggi anche due o tre volte!!! 😉
Scene divertenti, ironiche, romantiche, tenere, spiazzanti.
Per me un buon libro non è un libro scritto in maniera impeccabile, senza la benché minima sbavatura, ma un libro in grado di emozionare.
E devo dire che questo libro ha saputo emozionarmi.
In molti diversi modi.
Anche le scene più difficili da leggere hanno suscitato comunque un’emozione (indignazione? Rabbia? Sollievo quando tutto si risolve? ) e non posso che fare i complimenti alla giovane autrice per averci regalato questa storia, della quale non vedo l’ora di leggere il seguito!

Lo consiglio? Assolutamente sì!

9k=
Una scintilla nell’oscurità

image

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...