A tu per tu con: Giulia Borgato!

Ciao Notters,
mercoledì, come consuetudine, di chiacchierate con i nostri autori ed oggi a farmi compagnia c’è Giulia Borgato talentuosa scrittrice Self-Publishing di diversi romanzi.

Andiamo a conoscerla un po’ di più! :p

divisorio

Ciao Giulia!

Posso iniziare questa intervista solo in un modo: ringraziandoti per il tempo che mi hai dedicato e stai regalando a Notting Hill Books ma soprattutto per avermi sopportata nel corso della lettura del tuo libro, assecondando i miei deliri notturni di ansia da “happy-ending”! 😊

Ora smetto di blaterare e inizio con le domande! 😜

c71f67cf-f716-40f8-b3c7-90f000c73502

  1. Quella di Giada e Antonio è la storia di una coppia normale, con paure, imbarazzo ed emozioni normali di chi si scopre irrimediabilmente innamorato. Dicci di più, come è nata questa idea? 

    Come spesso accade per i miei scritti, gli spunti che hanno portato alla nascita di Sei parte di me, sono reali. Trovo l’ispirazione in tutto ciò che mi circonda, nelle cose che mi accadono o che accadono alle persone che amo, in una canzone che ascolto alla radio e nei volti che incontro per caso.
    Amo raccontare storie che potrebbero accadere davvero, perché in fondo, cosa c’è di più magico dell’amore?

  2. Quando hai deciso di pubblicare questa bellissima storia? Qualcosa o qualcuno ti ha spronata? 

    Dalla stesura alla pubblicazione passa sempre del tempo tecnico, nel mio caso parecchio perché sono anche molto lenta a scrivere… Ci è voluto circa un anno perché Giada e Antonio fossero pronti a fare la vostra conoscenza, e come sempre sono stata aiutata lungo tutto il percorso da molte colleghe e amiche.

  3. In una delle nostre conversazioni mi hai confessato che Giada ti assomiglia moltissimo… Ti va di svelarci in cosa? 

    La mia protagonista, così come me, ha perso la madre troppo presto e si è ritrovata sperduta. Giada deve lavorare molto per trovare la sua strada nella vita, e nel corso del romanzo la seguiamo mentre cerca di affrontare e superare la perdita dolorosa che ha subito e mentre lavora su se stessa e sulla sua autostima. Inoltre è una persona che crede che ci sia sempre una seconda possibilità per essere felici.

  4. E adesso una domanda sul protagonista maschile: il profilo del personaggio di Antonio è frutto della tua fantasia o ti sei ispirata a qualcosa? 

    Antonio è nato guardando una fotografia di Clive Standen, l’attore che interpreta Rollo nella serie tv Vikings. Per quanto riguarda il suo carattere invece, credo di aver miscelato diversi tratti di persone che conosco fino a ottenere un uomo ferito dalla vita, ma che dentro di sé ha ancora tanto amore da dare.

  5.  Prima di “Sei parte di me” hai scritto altri romanzi che hanno avuto un grande successo in rete, in particolare “Accanto a un angelo” è tra i più letti. Perché consiglieresti a chi ci segue la lettura di questa storia?cover_giulia.jpg 

    Accanto a un angelo, a differenza di Sei parte di me, è un paranormal romance. Lo consiglio a chi ama di più questo genere e le storie che parlano di adolescenti (i protagonisti si sono appena diplomati), ma anche a chi ama la storia dell’arte, che è molto presente all’interno del romanzo.

  6. Oltre ai due libri che abbiamo citato sopra ne hai scritti altri. Ti senti particolarmente legata ad uno di questi? Perché? 

    Prima dei romanzi ho pubblicato due racconti: “Promesse mantenute” e “Il poema di Antenore”, entrambi paranormal.
    Se dovessi sceglierne uno sceglierei il primo, perché è quello con cui ho cominciato seriamente l’avventura della scrittura.

  7. Se ti chiedessi di descrivermi i tuoi libri con una parola, quale attribuiresti a ciascuno di loro? 

    Per i racconti direi magico per “Promesse mantenute” e mitico per “Il poema di Antenore”.
    “Accanto a un angelo” lo definirei romantico mentre “Sei parte di me” profondo.

  8. Una domanda che facciamo a tantissimi autori della quale ci incuriosisce molto leggere le risposte: tantissimi tuoi colleghi hanno un posto particolare in cui scrivere, oppure lo fanno con accanto un amuleto, un portafortuna… Anche tu segui un “rito” o hai un’abitudine particolare che ti accompagna nella scrittura? 

    A dire la verità non ho nessun rito particolare, però scrivo sempre a casa mia in cucina, in compagnia delle mie gatte e di una bevanda calda, soprattutto in inverno!

  9. Qual è il tuo rapporto con la scrittura? Come è nato e come lo descriveresti oggi? È cambiato nel corso del tempo? 

    Il mio rapporto con la scrittura ha radici profonde perché ho sempre scritto, fin da bambina. Ovviamente è cambiato negli anni, soprattutto perché prima scrivevo storie che leggevano solo famiglia e amici, mentre adesso posso, almeno idealmente, scrivere per tutti. In ogni caso rimane sempre un’esigenza.

  10.  Ultima domanda: oggi Giulia Borgato sta scrivendo? Se sí, cosa? 😜 

    Giulia sta scrivendo 🙂
    Ha da poco iniziato un altro romance contemporaneo e ha diverse idee per racconti paranormal.

divisorio

Siamo arrivate alla fine di questa piacevolissima chiacchierata. ❤

Grazie ancora Giulia per il tuo tempo e per avermi fatto innamorare di Giada e Antonio! 😍

Julie

Annunci

2 pensieri su “A tu per tu con: Giulia Borgato!

  1. Christiana V ha detto:

    Come sempre riconoscere Giulia, anche in poche parole, ti arricchisce dentro. E devo dire che i progressi nella scrittura si notano eccome. Prima si sarebbe persa in mille giri di parole, adesso va dritta al punto. Go baby!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...