Presentazione di: “Quotidiana Follia” di Antonio Venezia

Oggi, ne abbiamo per tutti i gusti! 😉
Se fino adesso, vi abbiamo segnalato romanzi rosa, ora passiamo a qualcosa di estremamente diverso, suggestivo e mistico. “Quotidiana follia” di Antonio Venezia, una raccolta di racconti horror, thriller e paranormali, dove il dominatore è: La Follia!

divisorio51RW2kO3+AL__SX311_BO1,204,203,200_

 

TITOLO: Quotidiana follia
AUTORE: Antonio Venezia
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE: 2014
GENERE: Horror
FORMATO: Ebook
PREZZO: Gratis
LINK D’ACQUISTO: Qui

 

SINOSSI

L’antologia Quotidiana Follia di Antonio Venezia parla di una serie di racconti con un unico comune denominatore: la follia. Scene di vita quotidiane vengono prese e distorte in un universo oscuro dal quale i protagonisti faticheranno a sfuggire. I racconti che la compongono sono:

1. Abbie Evans
È la storia di un’insegnante di scuola materna che, avendo perso un figlio in gravidanza a causa delle percosse ricevute dal marito e non potendone più avere, si congiunge carnalmente con un demone. Rimane incinta ma ad un patto: il demone gli chiede il sangue di dieci bambini innocenti.

2. Il cibo degli Dei
Un uomo inventa, insieme ad un suo amico genio dell’informatica, una stampante 3D che è in grado siriprodurre qualsiasi tipo di cibo da una miscela prodotta in laboratorio. Il cibo prodotto ha una controindicazione: chiunque lo mangi diviene affetto da cannibalismo e rabbia.

3. Il Signore del bosco
Un uomo e sua moglie decidono di deviare dall’autostrada per visitare una piccola cittadina non segnata su nessuna mappa stradale. Si ritroveranno a Oaksville, dove il tempo sembra essersi fermato così come l’avvento della tecnologia. Scopriranno di non poter più lasciare il paese perché gli abitanti adorano il Signore del bosco, un entità soprannaturale che richiede un doppio sacrificio umano ogni anno

4. Il grammofono maledetto
Un uomo ritrova nella cantina della sua nuova casa un vecchio grammofono da cui sembra parlare direttamente il diavolo. Egli lo comanderà nell’uccidere tutte le persone vicine al protagonista.

5.La bottega delle anime
Durante la notte di Halloween, Alan Morris sente qualcuno che lo chiama da un vecchia bottega diroccata. Con orrore scoprirà che la bottega non è affatto disabitata e un burattinaio lo attende per manovrare i fili del suo destino.

ESTRATTO

“Tiffany Hill si avviò alla lavagna e cominciò a disegnare delle croci proprio dove Abbie aveva disegnato il prato fiorito. Alla fine Abbie le contò sgomenta: erano dieci. “Questo è un prato fiorito ed è qui che sono stata sepolta!” disse con voce demoniaca “e questa troia pervertita ucciderà altri nove di voi e vi sotterrerà qui, insieme a me. Giocheremo insieme per sempre!” concluse Tiffany sorridendo e mostrando i denti marci e sporchi di terra”

CHI E’ ANTONIO VENEZIA?

Nato a Melfi il 28/07/1986 , dove attualmente vive… Chi di noi non ha mai avuto paura del buio o di mostruosi insetti? Antonio ne aveva tante di paure, come tutti i bambini, ma, crescendo, un bel giorno ha deciso di iniziare a combattere i suoi “nemici”, affrontandoli. In questi casi non c’è antidoto migliore della lettura stessa dei racconti horror. Dapprima quelli per ragazzi, per poi passare alle opere più impegnative di A. E. Poe e Stephen King, che oggi definisce essere il suo “maestro”. Quelle letture hanno reso fervida l’immaginazione e veloce la penna di Antonio Venezia, giovane ventottenne lucano, autore del libro “Quotidiana Follia”, edito da MJM, in uscita nelle librerie italiane nei prossimi giorni. E’ una raccolta di racconti horror che hanno come filo conduttore la follia, quella follia che alberga negli abissi dell’animo umano e che, talvolta, può oltrepassare i confini della realtà fino ad arrivare ai limiti dell’irrazionale. In ognuno dei quattro racconti, di cui si compone il libro, si avverte il tormento che attanaglia la vita del protagonista, costretto a varcare i limiti della realtà fino a ritrovarsi nell’infido mondo della follia. La passione per la scrittura ha animato la vita di Antonio fin dall’adolescenza, quando si è cimentato soprattutto nel genere fantasy. Alcuni dei suoi passati racconti sono stati pubblicati su un forum online, altri giacciono ancora nel cassetto, forse, in attesa di rivedere la luce. Oggi l’amore per la scrittura e per il genere horror è ritornato preponderante accanto al suo lavoro, che lo vede impiegato in un’azienda con sede in Basilicata. “L’idea di “Quotidiana Follia” – spiega Antonio – nasce un giorno qualunque, all’ora di pranzo, mentre guardavo il telegiornale. Dopo le notizie di morti, suicidi e assassini, qualcosa si è fatto strada nella mia testa. Al giorno d’oggi, esiste un confine molto sottile tra follia e realtà. Un confine che, purtroppo, si oltrepassa facilmente. Così, ho cominciato a pensare ad alcune “situazioni limite”, dove è molto facile perdere la testa e fare cose di cui poi ci si può pentire.” Quelli del suo libro sono quattro racconti che lasceranno il lettore con il fiato sospeso fino all’ultima riga, e allo stesso tempo lo indurranno ad una riflessione sulla psiche umana. “Quotidiana Follia”, come il titolo stesso suggerisce, non è una semplice raccolta horror. Riposto il libro sul comodino, il lettore rifletterà sulla facilità con cui l’uomo può perdere il controllo della ragione nei momenti più vulnerabili della propria vita. Labile è il confine tra noto e ignoto, razionale e irrazionale, normalità e follia. Un libro sempre attuale, adatto non solo agli amanti dell’horror, ma anche a coloro che amano addentrarsi nei meandri della mente umana. Il libro è in vendita nelle librerie italiane, sul sito della casa editrice e sui siti delle maggiori case editrici italiane (Mondadori, Ibs, Feltrinelli, Rizzoli, Amazon, ecc.).
Ha partecipato e vinto il concorso lanciato dalla Edizioni Ensemble di Roma con il racconto “Tropical Hotel” e lo stesso è stato inserito nell’antologia “Racconti d’Estate II” insieme ad altri autori emergenti italiani. Attualmente ha superato la prima selezione del concorso indetto dalla Marcelli Editore di Ancona con il romanzo fantasy “Il Teschio del Deserto”, scritto a quattro mani con la sua collega scrittrice Maddalena Cafaro.

10286890_10203430012625305_4368878615724694820_o
divisorio

Fatevi prendere dalla… FOLLIA di Antonio Venezia!

Naty&Julie

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...