Recensione di: “Una settimana per (non) innamorarmi” di Silvia Castellano

Ciao  Notters!

Oggi passiamo la parola a Carmela, che ha letto e recensito il romanzo di Silvia Castellano “Una settimana per (non) innamorarmi”. Ora seguitela che vi racconta un po’ cosa ne pensa! 🙂

divisorioUna settimana per (non) innamorarmi_ebook
TITOLO: Una settimana per (non) innamorarsi
AUTRICE: Silvia Castellano
EDITORE: Self-publishing
DATA PUBBLICAZIONE: 9 febbraio 2016
GENERE:  Romanzo rosa
FORMATO: Ebook
PAGINE: 300
PREZZO: € 1,99
LINK D’ACQUISTO: Una settimana per (non) innamorarmi

 

SINOSSI

Kenzie Stewart ha ventidue anni ed è la pecora nera della famiglia. Sua nonna è la classica signora ricca fissata con le apparenze e ha pianificato minuziosamente le vite di Kenzie e dei suoi fratellastri. Kenzie, però, ha sempre fatto a modo suo, e sua nonna non manca occasione di farglielo pesare. Da quando ne ha ricordo, inoltre, Kenzie non sopporta i matrimoni, ma alla festa di fidanzamento della sua migliore amica Lily non può proprio mancare. Lì incontra Adrian: bellissimo, coi capelli scuri e gli occhi di un blu intenso… Sembra un principe delle fiabe. E naturalmente esce con Amy, la bellissima ex coinquilina del college di Kenzie e Lily. Kenzie ed Adrian parlano per qualche minuto, dividendosi un piatto di mousse al cioccolato, e, i giorni seguenti, Kenzie non riesce a toglierselo dalla mente. Almeno fino a quando Lily non le rivela che Adrian non è affatto il fidanzato di Amy… bensì un gigolò! Kenzie non può che avere dei pregiudizi su di lui e la sua occupazione eppure non può mentire a se stessa: lui le piace. Quando sua nonna la chiama per ricevere la conferma che il suo fidanzato andrà con lei al matrimonio di sua sorella Keira, che avverrà tra qualche settimana, Kenzie non riesce proprio ad ammettere di essersi lasciata con David, così finge e le promette che verrà accompagnata. Disperata, Kenzie chiede l’aiuto di Adrian, il quale accetta. E così, Kenzie e Adrian si preparano a fingere di essere fidanzati per una settimana intera. Ce la faranno a convincere tutti, soprattutto la nonna di Kenzie? Ma soprattutto, riuscirà Kenzie a non innamorarsi dell’affascinante e carismatico Adrian?

RECENSIONE
*** ATTENZIONE, POSSIBILI SPOILER! ***

7357fdde15f0542d698dca4ee83b854aL’amore arriva nel momento meno atteso, perché il cuore riconoscematt-bomer-matt-bomer-34282790-325-475 la sua metà, prima che gli occhi e il corpo comprendano chi hanno davanti. L’amore è il filo conduttore di molte favole, in cui le giovani fanciulle attendono l’arrivo del principe azzurro con il cavallo bianco per potersi innamorare, ma c’è sempre qualche ostacolo da superare o qualcuno da sconfiggere. In questo romanzo la strega cattiva (Géneviève, la nonna di Kenzie) trasforma il principe in un accompagnatore professionista, Adrian, un principe dagli occhi castani e capelli neri che incontra Kenzie in una festa di fidanzamento. Kenzie è una giovane donna laureata in letteratura che sogna l’amore da favola, come nel suo film preferito “Come d’incanto”: “lui è un uomo normale, invece lei, Giselle, viene dal mondo delle fiabe. In una scena molto carina sono a Central Park e lei gli insegna una canzone da cantare alla sua fidanzata per dirle che l’ama. “ Che fai per dirle che l’ami, e dirle ciò che hai nel cuore?” canticchiò”.

La realtà è molto diversa, perché quando la vita è poco propensa a darci ciò che vogliamo, accettiamo tutto, anche se non corrisponde a ciò che desideriamo e per non sfigurare davanti agli altri cerchiamo di costruire un’immagine di noi stessi che non corrisponde alla realtà. Kenzie è disillusa e non ha aspettative, perché ha capito che si soffre di meno se non ci si aspetta niente. La vita, però è un palcoscenico dove ci sono cose che ti vengono a cercare e cose che non sai come andranno a finire, ma ricorderai sempre come sono iniziate.

pageLa favola di Kenzie ha inizio alla festa di fidanzamento della sua amica Lily, dove incontra il suo principe moderno, Adrian e continua nella scelta controcorrente che va contro i suoi valori: presentare Adrian, come suo fidanzato alla sua famiglia al completo, nonna, papà, e fratelli Jason e Sharleen in occasione del matrimonio di sua sorella Keira.

Come si dice nel romanzo il problema non è il problema. Il problema è il tuo atteggiamento verso il problema. Kenzie sottovaluta che il problema non sia il lavoro di Adrian, ma la trappola che il suo cuore dovrà affrontare. Una sola regola deve rispettare Kenzie per contare sull’aiuto di Adrian: non deve innamorarsi. Riuscirà a mantenere la promessa?

Kahil Griban recita che il vero amore non è né fisico né romantico. Il vero amore è l’accettazione di tutto ciò che è, è stato, sarà e non sarà. Le persone più felici non sono esclusivamente coloro che hanno il meglio di tutto, ma coloro che traggono il meglio da ciò che hanno. Kenzie e Adrian sfruttano al meglio il tempo a loro disposizione per potersi conoscere a vicenda sia caratterialmente sia fisicamente, perché la passione scoppia tra i due inesorabilmente. Entrambi vogliono donarsi all’altro, senza chiedere niente in cambio, poiché è questo il bello di ciò che stiamo facendo noi due. Prendiamo quello che vogliamo e lo facciamo senza vincoli. Nessuno ci cambierà. Dal momento che è meglio vivere qualcosa che pentirsi di non averla fatta.

Sembra un sogno Kenzie si sente una principessa e considera Adrian il suo principe 966430f36b98d10a056e1201b6008fecperfetto che in poco tempo è riuscito a scalfire il muro che Kenzie aveva retto intorno a se, per non soffrire e questo porta a una sola conseguenza: non mantenere la promessa.

«Adrian, devo dirti una cosa» annunciai. Dovevo confessargli i miei sentimenti.  «Che cosa?» mi chiese, curioso.  «Non ho mantenuto la promessa.»  «Quale promessa?»  «Quella di non innamorarmi» dissi tutto d’un fiato.  Adrian si incupì di colpo. Strinse la mascella. «Ti avevo avvisata» sbottò.  «Lo so, ma… non l’ho fatto apposta! È capitato!»  «Era una regola importante, dannazione!» «Io pensavo…» provai ad aggiungere, ma poi rinunciai. Forse era meglio non parlare.  «Cosa? Che io ricambiassi? È il mio lavoro, io fingo, Kenzie! Era quello che volevi e io l’ho fatto!»  «Non parlo di come ti comporti con i miei parenti, ma quando siamo da soli!» replicai testarda. «Mi hai portata a conoscere il tuo migliore amico, mi hai presentato la tua mentore, mi hai raccontato della tua famiglia e mi hai consolata in varie occasioni. Deve pur significare qualcosa!» «No, proprio niente!» Si alzò e si infilò i pantaloni. «Almeno non quello che pensi tu!»  «Io non credo, c’è di più! Ammettilo!».

Victor Hugo dice che “non è facile rimanere in silenzio quando il silenzio è una bugia”. Kenzie apre il suo cuore credendo che il suo amore fosse corrisposto, ma la realtà, a volte, è diversa dai sogni. Le cose materiali o gli errori passati impediscono alle persone di vivere felici con le persone amate, come nel caso di sua sorella Keira che vuole rinunciare al suo amore per la realizzazione di un sogno, quando solo grazie all’intervento di Kenzie, comprende che solo con l’aiuto della persona amata ciò che si desidera può diventare realtà. Il coraggio di Kenzie scaturisce dalla consapevolezza che:

 L’amore non si compra, non si impone. Colpisce all’improvviso e ti lascia senza fiato. E se si perde, si perde forse per sempre. Io lo so: l’ho cercato, l’ho forzato, poi l’ho evitato e infine mi ha trovato lui. Tu hai un uomo che ti ama con tutto se stesso, ma lo stai perdendo per qualcosa di effimero. Non fare quest’errore, ti prego, siamo qui per pregarti di ripensarci.

La favola della principessa Kenzie s’infrange quando scopre che Adrian era d’accordo con maxresdefaultla nonna e si allontana da tutti per riflettere. Ma come si sa, ogni favola che si rispetti non può finire finché l’amore non trionfa sul male. Dopo una telefonata inaspettata, Kenzie scopre che Adrian ha cambiato vita e lei non ha dubbi, il suo amato è pronto per diventare il suo principe.

«Aspetta, sto cercando di dire che tu, Kenzie, mi hai cambiato. In meglio, davvero. Penso che… io… tu… insomma, io ti amo.»  Non potrei mai spiegare cosa provai nel sentirgli dire quelle due parole, così semplici ma magiche. Era sorpresa, timore, entusiasmo tutto insieme. Fu una scossa elettrica che mi attraversò tutto il corpo.  «Non stai scherzando, vero?» riuscii a farfugliare.  «Non potrei mai scherzare su questo.»  Dai suoi occhi capii che era serio.  Mi lasciò il volto e le sue mani andarono a prendere le mie. Lo lasciai fare, ancora disorientata. «Sono venuto in Connecticut non per i soldi, credimi, ma per te. Non ti conoscevo, ma mi sei entrata dentro dal primo momento, con i tuoi begli occhioni tristi e il piatto pieno di mousse al cioccolato. Ho sbagliato a non raccontarti tutto subito, ma temevo che non ti saresti fidata di me, che non mi avresti mai dato una chance. Volevo solo farti sentire bene.» Fece una pausa, durante la quale sospirò. «Innamorarmi di te non era contemplato, ma amarti è una cosa che non posso più evitare. Prima avevo paura di ammetterlo perché sapevo che dopo non sarei mai potuto tornare indietro, ma adesso non voglio più nascondere ciò che provo.»

Lo stile e la scrittura del romanzo sembrano collaborare per una migliore riuscita del romanzo. Il testo, le parole sono collocate come in un vortice in continua evoluzione, grazie alla presenza di segreti, emozioni, colpi di scena che destabilizzano i protagonisti e attirano l’attenzione del lettore. Ogni pagina del romanzo racconta la storia presente, mettendo in discussione il passato e facendo crede di prevedere il futuro, un futuro prossimo che non si afferra mai, poiché tutto è sconvolto dalla fragilità umana che cede all’insicurezza che un sogno si possa avverare. Il sogno diventa realtà quando ci sono gli elementi essenziali per trasformarlo in una cosa reale: l’amore di due persone che condividono tutto, come la passione rappresentata dal rumore dei battiti del cuore che suonano unisono in una melodia senza tempo.

L’amore è un sentimento cosi complesso caratterizzato da elementi cosi semplici che hanno la potenza di scatenare delle forti emozioni, come un semplice bacio, infatti spesso la gente si innamora in modi che, razionalmente, appaiono incomprensibili, ma è questo il bello. L’amore è un mistero e rimarrà sempre così.

Carmela

Il mio giudizio:

IMG-20160606-WA0039

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...