A tu per tu con: Belinda Laj!

Ciao Notters,
dopo aver letto “Mezzo Vampiro” di Belinda Laj ho avuto la fantastica opportunità di togliermi qualche dubbio e di fare qualche domanda alla disponibilissima autrice.
Seguitemi per saperne di più 😉

divisorio

Ciao Valentina (o preferisci Belinda? O tutti e due? :p ) grazie per il tempo che ci stai dedicando, per Notting Hill Books è un onore!

“Doveva essere solo Belinda, ma ora che si sa il nome mi chiamano in entrambi i modi. Mi sembra di essere tipo dottor Jekyll e mister Hyde :D”

Come già sai ho avuto il piacere di leggere “Mezzo Vampiro” che mi ha appassionato moltissimo e proprio per questo vorrei togliermi qualche curiosità! :p
Iniziamo!

“Ok!”

  1. Julian non è un personaggio facile, spigoloso, tormentato… da dove hai tratto ispirazione per lui…e per Blake? 

    Julian è nato dalla mia mente come tutti gli altri. Non mi sono ispirata a persone reali o personaggi immaginari. Però ognuno di loro ha qualcosa di me, ma molto poco. Diciamo che si sono caratterizzati da soli. Hanno le loro personalità, differenti dalla mia. Sono i personaggi che non ho mai trovato in altri libri e che me li sono creata da me, Julian e Blake soprattutto.

  2. Scrivevi già da bambina? Da dove nasce la tua passione per i vampiri e le altre creature immortali? 

    In realtà no. Da bambina preferivo disegnare. E mi sarebbe tanto piaciuto diventare una mangaka. Sono cresciuta tra i fumetti, grazie alla fumetteria che aveva mia mamma e i loro disegni mi hanno influenzata. Ma sono sempre stata brava a copiare, inventare no. La scrittura è nata per gioco, poi ho pensato di prenderla seriamente e provare a farmi le ossa e provarci sul serio. Tutto è nato da questa storia, è su di lei che ho imparato a scrivere.
    I vampiri mi piacciono da sempre, da Dracula.
    Ho da sempre un debole per l’occulto e il soprannaturale, quindi ecco perché i vampiri, angeli e demoni nel libro.

  1. Hai mai pensato di trasformare Mezzo Vampiro in un fumetto o una graphic novel? 

    In realtà no. Però sarebbe una cosa bellissima! Io purtroppo non sarei in grado di farlo. Ma se qualcuno se la sentisse di portarlo in versione fumetto mi piacerebbe davvero 😀
    Soprattutto in versione manga, visto che io li amo.
    Lanciamo l’appello: chi vuole trasformare mezzo vampiro in fumetto o graphic novel mi contatti! xD

  1. Quale dei tuoi personaggi ti rappresenta di più? 

    Julian. Anche se lui è molto peggio J

  1. Julian, Blake, Logan… o li ami o li odi (a me sono piaciuti tantissimo): cosa rispondi a chi li critica o non li capisce? 

    I gusti sono gusti. Sono consapevole che i miei personaggi non possano piacere a tutti. Ma i personaggi dei libri non devono essere perfetti, o per me mancherebbero di credibilità. Chi è perfetto e senza difetti nella realtà? Nessuno. Quindi non mi interessa se i miei vampiri non piacciono perché arroganti, presuntuosi, maleducati, e tanto altro. Loro sono così, e non li cambierò per ottenere consensi. Le persone non cambiano per gli altri, a meno che non lo vogliano loro. E con i miei personaggi è uguale. Se cambiano è perché lo vogliono loro.

  2. Sono presenti pochi personaggi femminili nel tuo romanzo, e quelli presenti appaiono quasi irrilevanti rispetto ai forti protagonisti maschili: come mai? 

    Perché la storia è questa. Incentrata su Julian e sui suoi compagni di avventure. E nessuno di loro sarebbe stato meglio donna. Io non sento la mancanza di personaggi femminili in questo primo libro della serie, qualcuna arriverà quando sarà il momento. Poi diciamo che Mia, per me conta molto, e in futuro avrà sempre più rilevanza J

  3. Se dovessi definire questo mondo con una parola, quale useresti da scrittrice? 

    Uhm, intrigante. Io amo gli intrighi :p

  4. Qual è il primo libro che hai letto? E il tuo preferito? 

    Tralasciando topolino e paperino e quelli per scuola e i vari battelli a vapore, i primi libri letti sono stati Dracula e Dorian Gray. Ho tanti libri che mi piacciono, se usciamo dal campo dei vampiri la serie di Harry Potter, se stiamo nei vampiri io amo la Rice, e Lestat in particolare.

  5. Hai qualche rito particolare quando scrivi? 

    No.

  6. Progetti per il futuro?
    2e8ef65d-f474-4595-b091-73148fd97c75
    Tanti. Fuori dalla scrittura finire l’università, nel campo della scrittura finire di scrivere e pubblicare lo spin-off, che è un romanzo a parte, con Logan come protagonista. Anche lui non è di facile gestione, ma lo amo così com’è. E la sua storia è interessante, e il mio vampirello vuole che scriva un po’ di lui. Questo romanzo sarà comunque collegato a mezzo vampiro.
    Poi naturalmente nei progetti c’è il seguito. E ci sono tantissime altre storie nella testa che vorrei scrivere.

divisorio

Grazie ancora per il tempo prezioso che ci hai regalato e spero di leggerti prestissimo! 🙂

Serenella

“Grazie a te e grazie al blog per questa intervista 😀
Mi sono piaciute molto le domande, speriamo piacciano le risposte!”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...