Presentazione di: “La Herbaria” di Barbara Coffani

Ciao Notters,
nuova segnalazione per voi! E’ l’appassionante romanzo di Barbara Coffani, “La Herbaria” pubblicato il 21 Gennaio 2016 e disponibile nei maggiori store online.

divisorio

herbaria 1 (1)

TITOLO: La Herbaria
AUTRICE: Barbara Coffani
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE: 21 Gennaio 2016
GENERE: Romance
FORMATO: eBook
PAGINE: 105
PREZZO: € 4,99

 

SINOSSI

I boschi di Molina, il mondo superstizioso e pieno di paure di un borgo di montagna della seconda metà del ‘700, una comunità legata a rigide regole di convivenza e, in mezzo a tutto questo, Rosa, una giovane donna “diversa”. Diversa fisicamente in quanto segnata fin dalla nascita dal marchio di una lieve deformità fisica; diversa psicologicamente, in quanto incapace di seguire altro che non sia ciò che desidera; diversa socialmente, perchè chi non fa quello che fanno tutti, diventa un pericolo per tutti.

Una storia d’amore inconfessabile con suo cugino la pone in una posizione inaccettabile; decisa a liberarsi di un figlio che non potrebbe crescere da sola, Rosa varca la soglia di una delle zone più impervie dei dintorni di Molina per chiedere aiuto a Malvina, la herbaria di Vegri. Tra le due donne accomunate proprio dalla “diversità” e dal loro essere fondamentalmente “strìe” nasce una profonda amicizia che sfocerà nell’apprendistato, da parte di Rosa, dell’arte delle herbarie e che la porterà a conoscere mondi ed esseri della cui esistenza non avrebbe mai potuto immaginare.

In questo romanzo i miti, le tradizioni e il folcklore della Valpolicella e Lessinia si intrecciano ad una profonda conoscenza  delle sue caratteristiche geografiche e naturalistiche.

“Si girò a guardarlo e lui le circondò le spalle con un braccio senza smettere di fissare le braci. «Finché resterai qui veglierò su di te e ti starò accanto.» sussurrò lui. Poi, voltandosi a guardarla a sua volta, sorrise: «Quale piacere più grande di prendermi cura di una donna del borgo dagli occhi come la resina?»
«Per quanti giorni dovrò restare?» chiese Rosa.
«Non ha importanza.» rispose lui.
Le prese una mano e la fece alzare e la condusse al suo giaciglio. Rosa esitò.
«Sono al sicuro, qui?»
Lui la fece spogliare e sedere sul letto, poi si stese e l’attirò vicino a sé. «Vieni,» le sussurrò «ora ti dirò il mio nome.»
«Mi hai già detto chi sei» protestò lei.
«Sssh» fece lui. Le baciò la fronte in mezzo agli occhi con delicatezza, poi le avvicinò la bocca all’orecchio e le scostò i capelli.
Rosa si irrigidì e lui le accarezzò dolcemente la testa: «Non pensare. Ascolta.»
Fuori, il vento spense le fiaccole e lui le sussurrò il suo nome in un orecchio. C’era un buon profumo di artemisia e menta, e muschio e altre erbe. Il vento soffiò più forte facendo mormorare le foglie degli alberi. Sì, c’era un buon profumo ma non era il bosco, era il re delle capre. Si stava così bene, laggiù, c’era una tale pace… Rosa si rannicchiò e si fece più vicina; con la pancia morbida e calda, quasi come se fosse ubriaca, si addormentò avvolta dal suono di quel nome.”

48_1_7491a48941939bd.jpg


CHI E’ BARBARA COFFANI?

12191877_1661829080758072_7595647948656966271_n

Insegnante, naturopata e formatrice, inizia il proprio percorso personale con la meditazione e la danza a metà degli anni 80, proseguendo con lo studio del Flamenco e seguendo alcuni corsi di Danza Orientale. Contemporaneamente studia lingue straniere presso l’Università di Verona, dove approfondisce i testi in antico francese del ciclo della Tavola Rotonda, su cui verte la sua tesi di laurea.

Alla fine degli anni ’90 incontra Vicki Noble da cui, nel 2008, riceve la pratica delle Cinque Dakini. Nel 2007 conclude il suo percorso di formazione come naturopata presso l’istituto Riza di Milano. Nel corso degli anni partecipa a numerosi lavori sul femminile sacro e conduce cerchi di donne, approfondendo in particolare gli archetipi di Diana ed Ecate.
Collabora con aziende e case editrici per quanto riguarda il settore dell’olismo e, dal 2011,  con la rivista d’arte “Bacchanale”. Dal 2012 si avvicina al teatro con i testi “Le Sirene”, “Un thé con Eva” e  successivamente “La memoria del grano”, progetto per cui ha goduto della preziosa collaborazione del maestro Viktor Csàny nel 2013-2014. Nel 2013 partecipa al festival su Dante “Bosco divino” con “Perpulchra” ed è del 2013 anche il suo progetto “Danzare la bellezza” con cui partecipa alla rassegna “I colori della danza” al teatro della Gran Guardia di Verona. Inizia inoltre la sua collaborazione con il maestro Luigi Scapini nella preparazione del testo “Symballo”. Nel 2014 ha pubblicato con lo pseudonimo di Imogen Barnabas la screwball comedy “Veleno e pozioni d’amore” per le edizioni Ophiere, con cui ha vinto il riconoscimento letterario “Gusti tra le righe 2014”. Inoltre nel 2014 ha pubblicato “Seguendo la luna” per Nuova Ipsa di Palermo, testo cui fa seguito il percorso olistico e di danza “La Danza della Luna”, e ha iniziato la sua collaborazione con la compagnia teatrale GattoRosso.

Nel 2015 ha debuttato come librettista d’opera per Giulietta e Romeo di Pietro Salvaggio, in cartellone nella stagione lirica 2015 di Verona.

divisorioUna storia fresca e al tempo stesso molto profonda, una storia in cui la natura è protagonista e cornice… Siete pronti? Cliccate qui!

Naty&Julie ❤

Annunci

Presentazione di: Trilogia “Oltre i confini” di Noemi Gastaldi

Ciao Notters 🙂
Notting Hill Books, ormai lo sapete, è fan delle trilogie e oggi ve ne presenta del genere fantasy-surreale. L’autrice è Noemi Gastaldi, autrice emergente che ha già riscosso un invidiabile successo tra i lettori con la sua Trilogia “Oltre i Confini” costituita di tre romanzi che vi presentamo qui… 🙂

divisorio

61qSPWj6oZL
TITOLO: Il tocco degli spiriti antichi #1
AUTRICE: Noemi Gastaldi
SERIE: Oltre i confini
EDITORE: Self-Publishing
GENERE: Fantasy
PAGINE: 251
FORMATO: eBook/Cartaceo
PREZZO: € 0,90/€ 9,51
LINK DI ACQUISTO: QUI

 

SINOSSI

Lucilla soffre di allucinazioni fin da quando era molto piccola.
Francesca è in grado di viaggiare tra due mondi: la realtà materiale e quella immateriale sono separate da un velo sottile, e lei è capace di squarciare questo velo.
Lucilla e Francesca dovranno vedersela con gli Spiriti Antichi, creature inumane, che vivono esclusivamente per soddisfare la propria perversa natura…

“Nei giorni successivi, Lucilla provò e riprovò più volte la meditazione guidata di Clelia, ma di Fantasy non c’era più ombra. Riuscì comunque a godersi quei viaggi, facendo lunghe passeggiate sulla spiaggia deserta. Le piaceva molto anche solo starsene seduta sui ciottoli bianchi, piccoli e tondeggianti, ascoltando il loro ticchettio che si ripeteva a intervalli regolari durante la risacca.
Quel posto era perfetto per starsene un po’ da soli e nella pace più completa. Tutto quel che serviva per tornare alla realtà era rilassarsi, lasciarsi andare al sonno.

Dopo una di quelle lunghe passeggiate, Lucilla si risvegliò ed ebbe l’impressione di perdere l’equilibrio; era certa di aver iniziato la sua meditazione sdraiata sul letto, ma ora si trovava in piedi vicino all’armadio e davanti a lei c’era sua madre:
– Sei sonnambula o cosa? – si allarmò questa, fissandola con occhi sgranati.
– Sonnambula? Perché? … Stavo meditando, come mi hai insegnato… – rispose timidamente Lucilla.
Clelia fece un passo indietro senza sapere cosa dire. L’aveva vista con i suoi occhi, mentre andava in giro per la camera come uno zombi; le aveva chiesto se si sentisse bene, e lei non aveva risposto. Le aveva intimato di fermarsi un attimo, e lei aveva continuato a vagare tra quelle quattro mura, per poi dirle “È meglio che mi lasci sola, adesso” e diventare pallida come un cadavere, come se lo sforzo di parlare fosse qualcosa di eccessivo per lo stato in cui si trovava.

– Mamma, che c’è? – chiese ancora Lucilla, che non aveva idea di come sua madre si fosse spaventata vedendola in quel modo. Ora appariva fresca e riposata, come se nulla fosse stato.
– Meditavi… poi ti sei addormentata e sei stata sonnambula? – provò a elaborare Clelia.
– No, ero solo… profondamene concentrata. Come se fossi in un altro posto. –
– Sicura che non dormivi? –
– Sono sicura, quando dormo è diverso. –

Clelia si sedette sul bordo del letto, tentando di sembrare calma. In realtà, era sicura che ci fosse qualcosa di molto strano in quello che aveva visto.
– A proposito, – disse ancora, subito pentita d’aver iniziato la frase in quel modo – hai ancora avuto delle allucinazioni, dopo la falena gigante? –
Lucilla si morse un labbro; ne stava avendo una proprio in quell’istante ma, ormai, per lei quella era la norma.
– Le ho ancora, a volte, ma non mi spaventano più: ho imparato a distinguere quel che è reale da quel che non lo è. – rispose, seguendo con lo sguardo una nuvoletta violacea alle spalle di Clelia. Poi distolse lo sguardo: non era niente, non c’era motivo di guardare.
Madre e figlia restarono sedute vicine per qualche minuto, ognuna con i propri pensieri. Poi Clelia, si voltò a guardare la finestra:
– Ero convinta che ci fosse uno spiffero. – disse, toccandosi una spalla e sentendosela gelata.
D’istinto, anche Lucilla volse lo sguardo in quella direzione: sul suo letto, alle spalle di Clelia, c’era una bambina circondata da un alone di quella luce viola che aveva visto poco prima. Aveva una grossa massa di capelli ricci e rossastri e portava un abitino bianco e rigonfio come quelli delle dame di epoca Vittoriana. Lucilla scacciò il pensiero che quell’allucinazione potesse in qualche modo aver fatto sentire freddo a sua madre:
– È quasi ora di cena! – disse, alzandosi di scatto e invitando la madre a uscire dalla stanza.
La bambina, però, non era soddisfatta dalle poche attenzioni che le erano state rivolte: saltò giù dal letto facendo ticchettare le scarpine sul pavimento, prese una boccetta di inchiostro per disegni dalla scrivania di Lucilla e la buttò a terra.
– Com’è caduta? – chiese Clelia, spaventata dal rumore del vetro che andava in pezzi nel silenzio della stanza.
– Non lo so… – rispose Lucilla facendosi pallida. Aveva visto quel che era successo, ma si rifiutava di crederci: era la prima volta che una sua allucinazione andava così oltre il semplice farsi vedere.
– L’avrai messa male. Vado a prendere qualcosa per pulire. – disse infine Clelia, uscendo dalla stanza e lasciando sola sua figlia.
– Io… vado in bagno… – disse Lucilla fra sé e sé, convinta di non dover dare attenzione a quella cosa, se non voleva impazzire. Era turbata dall’accaduto ma, dopo l’episodio della falena, non voleva assolutamente farlo capire a sua madre.

Così uscì dalla sua stanza e percorse a passo svelto il lungo corridoio che portava in bagno. Non smise per un attimo di sentire le scarpettine verniciate della bambina trotterellare dietro di sé.
Aprì la porta e si chiuse dentro. Si sciacquò mani e viso con l’acqua fredda, ripetendosi che andava tutto bene e che presto l’allucinazione se ne sarebbe andata, come sempre. Ancora grondante d’acqua sollevò il viso dal lavandino e guardò nello specchio: dietro di lei non c’era nulla.
Sollevata, prese l’asciugamano e se lo buttò in faccia. Dopo essersi accuratamente asciugata lo rimise a posto ma, nel farlo, si accorse che ora lo specchio restituiva un’immagine diversa: c’era quella bambina, alle sue spalle.

– Tu non esisti… – si disse Lucilla, sentendo il battito del suo cuore accelerare.
Per tutta risposta, la bambina prese un flacone di profumo e lo ruppe contro il muro.
– Chi sei? – chiese Lucilla: a quel punto doveva ammettere che quella che aveva davanti non era una semplice allucinazione.
– Non sai chi sono? Allora non puoi liberarmi! – disse la bambina, pestando i piedi sul pavimento con rabbia. – Cerca di sbrigarti a capire come funzionano le cose, o diventerai come me! E non è divertente! – aggiunse ancora, prima di sparire dalla vista di Lucilla.”

divisorio
61WriyvUiGL._AC_UL320_SR226,320_
TITOLO: Il battito della bestia #2
AUTRICE: Noemi Gastaldi
SERIE: Oltre i confini
EDITORE: Self-Publishing
GENERE: Fantasy
PAGINE: 294
FORMATO: eBook/Cartaceo
PREZZO: € 0,99/€ 7,80
LINK DI ACQUISTO: QUI

 

SINOSSI

Lucilla si risveglia dopo la battaglia, incredula, incapace di accettare l’idea che il mondo oltre i confini sia stato dissolto. Le basterà trovare il coraggio di affrontare la situazione per accorgersi che le due facce della realtà, simbionti e inscindibili, sono soltanto cambiate…

divisorio

61ydtNPqWIL._AC_UL320_SR226,320_

TITOLO: Il canto delle forze ancestrali #3
AUTRICE: Noemi Gastaldi
SERIE: Oltre i confini
EDITORE: Self-Publishing
GENERE: Fantasy
PAGINE: 456
FORMATO: eBook/Cartaceo
PREZZO: € 0,99/€ 10,92
LINK DI ACQUISTO: QUI

 

SINOSSI

Lucilla si sveglia nel mondo che credeva perduto.
La realtà circostante è ormai mutata a causa degli squilibri, il mondo sta scivolando nel caos. La stessa Viator è molto cambiata: quel tanto che le servirà per trovare la sua strada…


L’AUTRICE: NOEMI GASTALDI

Noemi Gastaldi è nata e cresciuta in provincia di Torino, città in cui attualmente risiede. Ama scrivere fin da quando era piccola, ma la sua prima pubblicazione risale al 2009, quando collabora al romanzo erotico-sentimentale “22 fiori gialli”, attualmente edito da Eroscultura. Nel 2011, affascinata dal mondo sommerso dell’arte indipendente, riprende in mano una vecchia bozza ideata anni prima e mette le basi per la saga “Oltre i confini”. Il primo volume della stessa, “Il tocco degli Spiriti Antichi“, viene autopubblicato nel novembre 2012. Il secondo volume, “Il battito della Bestia”, viene autopubblicato nel gennaio 2014. Il volume conclusivo “Il canto delle Forze Ancestrali” è disponibile dal 22/03/2015.

IL BOOKTRAILER 🙂


I LETTORI NE DICONO…
“Appassionante, la prima cosa che mi viene in mente è quella, scorrevole, ben scritto, sono entrata subito nell’ottica narrativa. I personaggi ben scritti e messi al posto giusto. Mi ha entusiasmato da subito, un racconto pieno di fantasia raccontato benissimo con uno stile fresco e innovativo.”

“La sua storia è avvincente, inizia lentamente per poi trasformarsi in un cuore pulsante che ti scalda l’anima ogni pagina di più. I personaggi sono molteplici e perfettamente caratterizzati. Impossibile non innamorarsi di Lucilla e, ancor di più, della sua amata Fantasy: un amore anticonvenzionale raccontato nel più casto dei modi, una donna che incarna tutti gli attributi del perfetto principe azzurro vestita di candide piume di cigno.”

“La sua storia è avvincente, inizia lentamente per poi trasformarsi in un cuore pulsante che ti scalda l’anima ogni pagina di più. I personaggi sono molteplici e perfettamente caratterizzati. Impossibile non innamorarsi di Lucilla e, ancor di più, della sua amata Fantasy: un amore anticonvenzionale raccontato nel più casto dei modi, una donna che incarna tutti gli attributi del perfetto principe azzurro vestita di candide piume di cigno.”

Notting Hill Book è impaziente di immergersi in questa storia, voi che dite? 😉

Naty e Julie ❤

Presentazione di: “Ospite inatteso” di Scarlett Douglas Scott

Buongiorno Notters 🙂

Questa presentazione è di un libro approdato da pochissimi giorni sul web, di un’autrice già molto apprezzata sia per le sue opere Self-Publishing che per quelle pubblicate da famose case editrici. Lei è Scarlett Douglas Scott e da sabato 24 Gennaio è disponibile, nei maggiori store online, “Ospite Inatteso”, un romance storico (new adult) che, ne siamo certe, saprà coinvolgere i lettori 🙂

divisorio

OSPITE INATTESO copy web.JPG

TITOLO: Ospite Inatteso
AUTRICE: Scarlett Douglas Scott
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE: 24 Gennaio 2016
GENERE: Romance Storico
FORMATO: eBook
PAGINE: 160
PREZZO: € 2,99

 

SINOSSI

Inghilterra, 1827. La flotta britannica ha sconfitto i Turchi a Navarino, riportando una grande vittoria e scacciando definitamente le navi degli invasori dal Mediterraneo. Il tenente Wright ritorna a Londra il 24 dicembre portando con sé una lettera per Miss Vianna Murray, la sorella del suo migliore amico. Vianna, orfana e affidata alle cure di una zia nubile, la terribile Miss Amelia Hatkins, di tutto si aspetta tranne che una visita a mezzanotte con le peggiori notizie che si potrebbero ricevere la notte di Natale. Suo fratello è gravemente ammalato, e Wright riesce a ottenere per lei un imbarco sulla Confidence, la nave da guerra inglese comandata dal Capitano Anderson. Vianna , lungo il viaggio burrascoso che la porterà in Italia, sarà presa da sentimenti di affetto per Wright e per la sollecitudine che dimostra nei suoi confronti, ma anche da una irresistibile attrazione per il Capitano Anderson, ufficiale dal carattere indomito e leader indiscusso dell’equipaggio della Confidence.

ESTRATTO

“Nessuno le intimò di tornare sotto coperta. Dopo aver preso un profondo respiro, rinfrancata dal non essere più intrappolata nella cabina, Vianna si volse verso il cassero, cercando un volto familiare, che però non vide. Si aspettava di trovare Wright al suo posto insieme agli altri ufficiali di turno, invece non c’era. Chissà perché, si era messa in testa che le avrebbe fatto compagnia durante il viaggio. Invece non era passato a vedere come stava come aveva promesso il giorno prima, e da questo dedusse che all’uomo lei non interessava più dell’incarico che gli era stato assegnato. Il proprio egocentrismo la fece sorridere. “Sei proprio una sciocca, Vianna! Speri sempre di essere apprezzata per le tue doti fisiche, come se tu fossi la più bella di Londra.” La campana batté sei rintocchi, il sole era sprofondato nell’oceano quasi all’improvviso. La Confidence si illuminò di lanterne seguendo un vento leggero che la faceva filare dritto senza sbandamenti, tenendo le vele ben tese. Si decise a scendere in cabina per aspettare il Nostromo Williams ed essere scortata nel quadrato ufficiali, di cui non conosceva la posizione. A dire la verità le sarebbe piaciuto visitare la nave, ma probabilmente, oltre allo spazio riservato al comando, il resto dei ponti erano adibiti agli alloggi dell’equipaggio e del reparto di fanteria, mentre le stive erano cariche di vettovaglie, polvere da sparo ed equipaggiamento da guerra. Incrociò Williams mentre stata venendo a prenderla. Si era infilato gli abiti migliori e aveva pettinato la chioma ribelle ricoprendola con una parrucca. Tenendo sollevata la lanterna per illuminare il corridoio la condusse fino al quadrato ufficiali. Quando entrarono Vianna trovò un ambiente largo e dal soffitto basso, sul fondo del quale si aprivano le vetrate che davano sull’oceano. Un tavolo rettangolare era stato allestito per la cena, e otto uomini in divisa si alzarono dalle sedie per accoglierla. Uno di essi, il Capitano Anderson, le andò incontro inchinandosi sopra la sua mano.”

CHI E’ L’AUTRICE?

Solange Mela vive e lavora a Piacenza.
Si occupa di editing e grafica di copertina.
Presiede l’Associazione Culturale Piazza dei Bardi, e si occupa di creazione d’eventi culturali e rievocazione storica.

Il sito personale dell’autrice: www.solangemela.it

Pubblicazioni:
1998 – “Notte senza Stelle”, sul quotidiano piacentino “La Libertà”.
1999 – “Amadron” (Blu di Prussia), scritto a quattro mani con la sorella Lizzia.
2000 – “Savanne” (Effedue Edizioni).
2001 – “Leggende piacentine di Donne, Streghe e Sante” (Effedue Edizioni)
2002 -“I Signori di Sarmato” (Effedue Edizioni)
2003 – “Il testamento degli O’Connors” (Effedue Edizioni).
Curatrice per le opere della Effedue Edizioni tra il 2000 e il 2004.
Nel 2006 apre la casa editrice Edizioni Domino con le quali pubblica le opere successive:
2007- “Placentia: Streghe, santi e cavalieri” (Libro e Autore dell’anno 2008 con Laurea ad Honorem – Accademia F. Petrarca di Capranica (Viterbo) )
2009 – “Il Codice Morrigan”
2010 – “Christmas Island – Ho vinto te” (come Scarlett D. Scott)
2010 – “Casta Diva”, contenuto nella raccolta “365 racconti erotici per un anno” Delos Books.
2011 – “Evangeline”, racconto (La Corte Editore)
2011 – “Coelo Aureo” contenuto nella raccolta “I Vampiri? Non esistono…” (come Scarlett D. Scott).

Pubblica in self-publishing:
2015 – “La verità nel cuore – Meine Liebe”, racconto romance
2015 – “Infusi & refusi”, racconto racconto mainstream
2015 – “Cuore Impavido”, racconto storico
2016 – “Ospite Inatteso” romance storico

divisorio

Volete essere i primi a recensire questo nuovo romanzo? Non perdete altro tempo, cliccate qui!

Naty&Julie ❤

 

Presentazione di: “Il buio dell’anima” di Alexandro Bonanno

Ciao Notters,
è una giornata di grandi segnalazioni oggi e in questa giornata speciale non poteva mancare Alexandro Bonanno ed il suo “Buio dell’anima” 🙂

divisorio

12049291_934471026625495_3414428518237261584_n.png
TITOLO: Il buio dell’anima
AUTORE: Alexandro Bonanno
EDITORE: 0111 Edizioni
DATA PUBBLICAZIONE: 30 Settembre 2015
GENERE: Fantasy Young Adults
FORMATO: eBook/Cartaceo
PAGINE: 188
PREZZO: € 4,99/€ 15,90

 

SINOSSI (inedita!)

Alexander è un ragazzo normale che vive una vita normale nella sua piccola città. Ha due cari amici con cui condivide ogni suo momento da quando era bambino e una madre affettuosa che lo cresce amorevolmente, ma qualcosa in lui è destinato a cambiare. Alexander ha un potere di cui non è a conoscenza ma che si mostra improvvisamente quando sulla sua strada appare una misteriosa donna.
Chi è quella persona? E perchè sua madre sembra essere impaurita dalla situazione tanto da correre a rifugiarsi da sua sorella?
Tanti dubbi confondono la mente del giovane protagonista che assieme a Sophia la sua amata cugina, ai suoi amici e soprattutto assieme a Lara la ragazza che gli ha rubato il cuore cercherà di venirne a capo.

538190914


ESTRATTO

«Vedi Alexander, amare è proprio questo: riuscire a trasformare i suoi sogni in realtà ed esserne felice come se fossero tuoi.»
Quanta enfasi in quelle parole. Nonostante gli anni passati, avevano la forza di trasmettermi lo stesso sentimento di allora, come se il tempo non avesse potuto intaccare quel ricordo tanto vivo nel suo cuore prima che nella memoria.


CHI E’ ALEXANDRO BONANNO?

imagesAlexandro Bonanno è nato il primo giorno dell’anno, precisamente dell’anno 1988.
Attualmente vive a Vibo Valentia, ma in passato ha avuto il piacere di abitare anche in grandi città come Roma, Milano e Torino. È responsabile d’ufficio, ha un orario elastico che gli consente di mantenere vivi i suoi hobby: ama la musica, lo sport e viaggiare. La scrittura rappresenta la voglia di raccontare il suo mondo, quello albergato nel profondo dell’anima, dove sono annidate le storie inventate, immaginate o sognate, come la sua prima opera: “Il buio nell’anima”. Al momento, il suo obiettivo è diventare uno scrittore completo e versatile, continuando a sfornare avventure per lasciare che la sua stessa passione sia trasmessa in forma letteraria.

QUALCHE INFO IN PIU’…
Alcuni link dove potete trovare info utili:

 

unnamed.jpg

 

divisorio

Siete curiosi di scoprire la storia di Alexander? Che aspettate, cliccate qui!

Naty&Julie 🙂

 

Presentazione di: “Rosa meccanica” di Giulia Anna Gallo

Ciao Notters,
altra segnalazione del martedì ed è della nostra, ormai affezionata, Giulia Anna Gallo che questa volta ci presenta il terzo capitolo della serie “Once Upon a Steam”: Rosa Meccanica. 

divisorio

OUAS3


TITOLO: Rosa Meccanica
AUTRICE: Giulia Anna Gallo
SERIE: Once Upon a Steam – Episodio III
EDITORE: Dunwich Edizioni
DATA PUBBLICAZIONE: 19 Gennaio 2016
GENERE: Steampunk/Fantasy
FORMATO: eBook
PAGINE: 90
PREZZO: € 0,99 (Gratis per Kindle Unlimited)
LINK DI ACQUISTO: qui!

 

SINOSSI

In una terra da favola in cui Bene e Male paiono poli opposti privi di sfumature intermedie, Bestia è sempre stato etichettato al primo sguardo come Cattivo, in parte per via delle sue origini e in parte per via dell’aspetto rozzo e minaccioso. Nessuno considera l’ipotesi che possa decidere di assecondare il suo lato umano e non c’è modo che la brava gente di Steamwood lo tratti come qualcosa di diverso da un mostro. L’unica capace di vedere oltre le apparenze e giudicarlo in base alle sue azioni sembra essere la giovane Bella, la prima fanciulla ad avvicinarglisi senza riserve e a fargli accelerare i battiti del cuore.

Peccato che per redimersi agli occhi del mondo non abbia altra scelta se non tradirla.

QUALCHE INFO IN PIU’…

Steamwood non è un regno da favola. È immerso nel vapore e le sue esalazioni nascondono le stelle, lasciando intravedere nel cielo soltanto una cupa vastità illuminata da due lune gemelle. In un’ambientazione a tratti vittoriana e a tratti steampunk, si muovono i protagonisti delle novelle della serie, incontrandosi – e scontrandosi – sullo sfondo di un universo in bilico tra l’incanto e una minacciosa profezia circa l’arrivo della Stagione dell’Insomnia. Il Narratante, una figura misteriosa senza volto né voce, farà da collante alle varie storie, manifestandosi in modi sorprendenti. Ogni racconto è la rivisitazione di una fiaba classica, ben conosciuta dai lettori, ma che si rivelerà ai loro occhi con nuove sfumature.

«Cosa vorresti fare?» le chiese con voce rotta, quasi tremante.

Lei gli rivolse un luminoso sorriso. «Viaggiare, visitare Steamwood, esplorare il mondo e le sue meraviglie.» Pareva bastare la sola prospettiva a esaltarla, ma d’un tratto si fece più quieta e arrossì. «Stavo pensando che, ecco, potrei accompa­gnarti fino al tuo regno per assistere al salvataggio dell’erede al trono», propose timidamente.

Voleva seguirlo, condividere con lui la libertà tanto attesa. Sarebbe stato perfetto se solo fosse esistito un luogo chiamato Metalheart con una principessa in attesa di soccorsi, se le sue convinzioni non fossero state una ragnatela di inganni.

«Sarebbe bello», disse lui con sincerità, disprezzandosi.

Strinse la presa sulla sua mano perché, se fosse dovuto finire all’inferno, tanto valeva meritarlo ampiamente, approfittare di quel momento, di quella ragazza, anche se si sentiva contorcere le viscere all’idea di ferirla. Voleva imprimersi nella memoria il suo sguardo sognante e pieno di fiducia, prima che scoprisse di avere a fianco il vero mostro.


L’AUTRICE

Giulia Anna Gallo nasce a Torino, ma cresce in un tranquillo paesino di provincia immerso nella campagna ai piedi delle Alpi Cozie. Laureata in Scienze e Tecniche Psicologiche, si sta specializzando in Psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione.
È il tipo di persona che ha sempre un romanzo in borsa e uno sul comodino, la cui camera da letto è un labirinto di pile di libri e che si addormenta e si sveglia immaginando i possibili sviluppi dell’ennesima storia che le frulla per la testa.

I LETTORI NE DICONO…

“…reinventa totalmente la storia de La Bella e la Bestia, donando all’opera un melodioso tono steampunk che non altera la natura primigenia della fiaba da noi conosciuta.”

“Una fiaba moderna, dai tratti antichi, fumosi, ambientata in una realtà lontana dalla nostra, ma con personaggi tanto vividi da entrare sottopelle, stuzzicando la coscienza che spesso teniamo a bada affinché possiamo vivere in pace con noi stessi.”

“Un’avventura che è difficile da riassumere in una semplice recensione: è più una testimonianza emotiva nero su bianco, senza filtri e diretta nel suo divenire.”

divisorio
Giulia Anna Gallo è una garanzia, ascoltate il nostro consiglio: non perdete altro tempo!

Naty&Julie ❤