Recensione di: “Buonanotte amore mio” di Daniela Volontè

Ciao Notters! 😊

Si sta finalmente avvicinando l’estate, il primo sole che abbronza, la crema sulla pelle, il mare, le passeggiate, la frutta estiva…Oltre a tutto questo però non può mancare un bel libro a farci compagnia ed è proprio per questo che oggi vi racconterò qualcosa in
più di “Buonanotte amore mio” di Daniela Volonté.

divisorio

buonanotte-amore-mio
TITOLO: Buonanotte amore mio
AUTRICE: Daniela Volonté
DATA PUBBLICAZIONE: 8 Gennaio 2015
EDITORE: Newton Compton Editori
FORMATO: eBook/ Cartaceo
PAGINE: 241
PREZZO: € 0,99/€ 4,99
LINK PER L’ACQUISTO: Buonanotte amore mio (eNewton Narrativa)

SINOSSI

Valentina Harrison lavora a Milano, in un’agenzia pubblicitaria internazionale. È intelligente e precisa, ma poco appariscente, per questo passa spesso inosservata. Non ha alcuna passione per i bei vestiti, i tacchi, le borse, lo shopping in generale e, pur amando la
città, preferisce vivere in un tranquillo paesino di provincia.

James Spencer, affascinante e snob, vive negli Stati Uniti. Quando un problema mette in crisi l’agenzia e lui viene convocato a Milano per risolverlo, i due, opposti in tutto, si conoscono. Il loro primo incontro si rivela un totale insuccesso: James è un uomo che cura l’aspetto fisico e la sciatteria di Valentina lo innervosisce, in più è burbero e le si rivolge con poco garbo. Lei, invece, è gentile, dolce e attenta ai piccoli ma essenziali gesti. Eppure, sin da subito cade vittima del suo fascino. L’obiettivo di James è salvare l’agenzia
dai guai in cui versa e, consapevole dell’affidabilità di Valentina, decide di coinvolgerla per raggiungere l’importante meta professionale. Ma questa collaborazione forzata farà assumere al loro rapporto sfumature davvero inaspettate…

RECENSIONE
***ATTENZIONE, POSSIBILI SPOILER!***

Valentina Harrison, James Spencer e la famosa legge fisica de “gli opposti si attraggono”.

Se dovessi riassumere in una manciata di parole questo libro vi direi esattamente questo ma ormai mi conoscete e sapete che il dono della sintesi non è esattamente la mia prima virtù quindi partiamo dall’inizio. 😉

Ragazza semplice, anticonformista, insicura, brillante nel lavoro e riservata nelle relazioni lei; forte, sicuro di se, irresistibile e “sciupa femmine” lui.
Due caratteri diversi, due mondi paralleli, un atteggiamento diverso alla vita ma non al lavoro.
Valentina e James si troveranno infatti a lavorare a stretto contatto quando l’agenzia in cui lei lavora si troverà nei guai ed il bel Spencer verrà spedito dalla grande mela a Milano per salvare la situazione.

“Mi sto guardando allo specchio prima di uscire per andare al lavoro. I capelli sembrano una matassa marrone informe. Ieri sera ho usato uno shampoo lisciante, avrebbe dovuto fare miracoli, invece sono un disastro. Pace. A mali estremi, estremi rimedi: sono abbastanza lunghi da poterli legare. È il primo giorno di lavoro con il nuovo capo, vorrei dare l’impressione di una donna che sa il fatto suo, grintosa e preparata. Nell’armadio deve esserci qualcosa di adatto. Oddio, non è che ci sia molta scelta. Credo di essere nata con qualcosa in meno rispetto alle altre donne: odio fare shopping. Non mi piace comprare vestiti, scarpe, borse e non sopporto i gioielli. Ma in questi casi ne pago le conseguenze… Alla fine la scelta è quasi obbligata: il tailleur nero che mi ha regalato Marta qualche anno fa. Non credo che dal mio armadio si possa tirar fuori nulla di più elegante.
[Valentina]”

Ora immaginate un’assistente imbarazzata anche dalla macchinetta del caffè, un capo che invece sfoggerebbe sicurezza anche in boxer, sandali e calzini (esiste qualcosa di più orribile?), il lavoro di anni da salvare, poco tempo a disposizione ed un’infinità di informazioni da ricostruire.

A tutto questo aggiungete che James è sempre stato abituato a godere della compagnia di assistente avvenenti, tendenzialmente rifatte dalla testa ai piedi, con il sedere ad altezza spalle ed emotivamente disponibili e che la sua natura prevederebbe di finire a letto con quest’ultima nel giro di poche ore. Questa volta, invece, oltre a trovarsi migliaia di chilometri dal suo mondo, disperso nelle campagne varesine
, si trova a dover collaborare con un’assistente timida, insicura e per niente spigliata. Uh sì dimenticavo, neanche particolarmente curata… (Vi basti pensare che Spencer si rivolgerà a lei chiamandola Harry, si esattamente con un nome da uomo!!!)

“«La faccia entrare». Riaggancia, sbrigativo come sempre, poi mi guarda. «È arrivata la tua assistente». «Bene, non facciamola attendere». Qualcuno bussa alla porta. «Avanti», esorta Vic, alzandosi. Visto il gesto galante, mi pare il minimo imitarlo, dato che sarò a contatto con questa donna per molte ore al giorno. La porta si apre e una voce incerta si fa strada: «Buongiorno dottor La Blanche». Oh cazzo, non ci posso credere! E questa dove l’hanno pescata? «Buongiorno a lei, dottoressa Harrison, le presento il nostro nuovo acquisto, il dottor James Spencer». «Piacere dottor Spencer, sono Valentina Harrison», mi dice tendendomi una mano.
Rimango immobile per qualche secondo, poi guardo Vic, sorridendo. Sarà uno scherzo. Dal suo sguardo truce direi che non lo è. La ragazza ha ancora la mano tesa verso di me. Si è fatta rossa in volto. Perfetto, prima sembrava solo vestita in modo sciatto e ora pare un peperone con addosso un abito sciatto. Abbassa veloce la mano e inizia a fissarsi la punta dei piedi. Dio, cosa sono quelle? Scarpe? Ma nemmeno una nonna oserebbe tanto! Qui c’è lo zampino di mio padre. L’ho fatto talmente adirare con la storia di Linda, che ora mi ripaga mettendomi accanto un’assistente con la quale non ci proverò mai.
[James]”

Valentina dal canto suo è una ragazza sveglia e intelligente, con una grande passione per il suo lavoro e, a dispetto delle apparenze, tutt’altro che “ismita” ma anzi, furba e indipendente.
Ha un solo difetto, quello di non riuscire ad imporsi e farsi rispettare perché troppo presa dal lavoro da svolgere e dal buon senso  (o no?) di tacere.

Potrebbe esistere uno scenario più catastrofico per due persone destinate a lavorare insieme? Entrambi i nostri protagonisti si troveranno a vivere il loro incubo peggiore senza neanche aver mangiato pesante! 😀

Scopriremo in fretta nel corso della storia come la determinazione di James e la dedizione di Valentina li porteranno a scontrarsi e, al tempo stesso, a condividere momenti di quotidianità inaspettata, attimi di dolcezza imprevisti e a scambiarsi opinioni che si renderanno conto essere meno distanti di quanto pensassero.

“Continuo a fissare quel piccolo contenitore di ceramica. È solo un caffè.
Allora perché sono così stupito? Avvicino il vassoio, ma non trovo la bustina dello zucctumblr_nq69mpTU531s8plm7o1_250hero. 

Pace, lo berrò amaro. Invece mi sorprendo nel berlo: è poco zuccherato, proprio come piace a me. Le mie assistenti non mi hanno mai portato qualcosa di loro iniziativa. Non hanno mai anticipato una mia richiesta. Le bustine erano sempre tre, forse nella speranza di addolcire il loro capo.
È una perfetta collaboratrice o in una settimana ha già imparato a conoscermi tanto bene?
Delle due, la seconda ipotesi è quella che mi spaventa di più. 

[James]”

…e come siamo soliti dire “da cosa nasce cosa”.
Da uno sguardo un battito mancato, da un caffè leggermente zuccherato un’abitudine, da una paura un contatto.
tumblr_static_tumblr_static_cni4pjbcpc844wocwcwcso4cg_640
E’ semplicemente questo che accadrà tra Valentina e James: una continua e graduale scoperta l’uno dell’altro, di emozioni mai provate e del crescente bisogno di essere vicini, fisicamente o virtualmente, per avvertire la sensazione di essere al posto giusto.

Lo stile di Daniela è “wow!” 🙂
Un linguaggio fresco e pulito, uno stile brillante ed incalzante in grado di assumere, in pochissime battute, una sfumatura completamente diversa. La Volontè ha infatti la straordinaria capacità di giocare con le parole in maniera sublime: un momento il carattere del romanzo è leggero e spensierato, un attimo dopo invece si fa romantico e…caldo.
Probabilmente è facile pensare che la trama sia un po’ banale e inon ci troviamo di fronte ad una scelta di intreccio sconvolgente ma è altrettanto vero che sull’altro piatto della bilancia c’è una scrittura impeccabile, uno stile ben definito, un susseguirsi di eventi che impedisce al lettore distrazioni di qualsiasi genere.
E’ un libro che non ti lascia possibilità di annoiarti e dal quale difficilmente un lettore può staccarsi senza inveire contro qualunque essa sia la sua fonte di distrazione.

E’ il primo libro che leggo di Daniela Volonté ma ho l’assoluta certezza che non sarà l’ultimo 😉

P.S. Notters, quasi dimenticavo! Daniela vi saluta! 🙂

IMG_9583 (1).JPG

Julie ❤


Buonanotte amore mio
(eNewton Narrativa)

 

 

picsart_01-08-12.48.14.jpg

picsart_01-08-02.10.57.jpg

Annunci

Release Blitz di: “Riscatto” di Sagara Lux!

Ciao Notters! Eccoci al release blitz di “Riscatto” di Sagara Lux! Che il 23 Maggio è finalmente online

Blitz Release Sagara Lux

divisorio
Cover Sagara Lux

Titolo: Riscatto
Autore: Sagara Lux
Editore: Selfpublishing
Pagine: 310 (versione cartacea)
Data di pubblicazione: 23 Maggio 2016
Genere: Dark-romance/Romantic-suspense
Prezzo eBook: € 2,99 (gratis con KU)
Prezzo cartaceo: € 9,88

TRAMA

Alcuni segreti feriscono più dei coltelli. Convivere con la consapevolezza di avere tradito il proprio cuore non è semplice per Iryna, così come non lo è stato vivere nella menzogna negli ultimi due anni. Quello che tutti credono è falso. Non è morta. Non ha dimenticato quello che ha fatto. E non ha dimenticato lui. Ogni scelta ha delle conseguenze. Prigioniero di un pericoloso gioco di potere, schiavo dell’ambizione che ha dominato tutta la sua vita, Genz non ha tempo di pensare al passato che ha seppellito in un angolo della propria memoria; almeno finché non rivede lei. Certi sentimenti non ti lasciano tregua, né alternativa. Entrambi feriti, entrambi orgogliosi, Genz e Iryna si troveranno ancora una volta uno di fronte all’altro. Mettere da parte il passato e riscattare se stessi non sarà affatto semplice, soprattutto perché Iryna non è stata l’unica ad avere nascosto un segreto negli ultimi anni.

amazon

goodreads

goodreads

BOOKTRAILER

ESTRATTO

Sul fondo della stanza, in corrispondenza della sedia su cui adagiavo i vestiti, c’era qualcuno. La luce rossa della sigaretta che stava fumando si accendeva ogni volta che aspirava, per poi sciogliersi insieme al suo respiro. Era buio. Non mi era possibile vederlo. In fondo a me stessa, però, sapevo perfettamente di chi si trattava. Il brivido che mi correva lungo la schiena fino ad addensarsi nel ventre era un misto di fuoco e paura. Nella mia vita avevo incontrato un uomo soltanto capace di suscitarmi insieme i sentimenti più contrastanti. «Iryna…» Sussultai. Era da così tanto tempo che non lo sentivo chiamarmi per nome. Lo faceva soltanto quando era arrabbiato o quando desiderava che lo ascoltassi con attenzione. La verità mi trafisse come una lama affilata. Non mi aveva perdonato. Se lo avesse fatto mi avrebbe chiamato in una maniera ben diversa.

Mia pace.

Due anni e mezzo erano scivolati via veloci, senza un perchè. Eravamo cambiati entrambi, eppure avevo la sensazione che quello che c’era tra di noi fosse rimasto inalterato. Tremai, vinta dal desiderio di sentire le sue mani afferrarmi e stringermi come aveva fatto innumerevoli notti. Lui, però, non lo fece. Non mi toccò. Non mi baciò. Non mi guardò. Aspirò ancora la sigaretta, come se avesse bisogno di farlo per non avventarsi su di me e distruggermi. Sarebbe stato facile. Gli sarebbe bastata una parola soltanto. Il cuore prese a battermi rapido in petto. Il suo odore, il rumore del suo respiro, il modo in cui la luce che filtrava dalle persiane metteva in risalto i segni che l’acido gli aveva lasciato addosso… Era tutto più vivido, più reale. E più pericoloso. «Guardami, Iryna. Che cos’e cambiato?» «Tutto.» Niente. Un sorriso crudele gli incurvò le labbra. «Bugiarda.» La luce della sigaretta bruciò la notte e i pensieri. C’era qualcosa che non andava. Era come se si stesse forzando a restare distante da me, e non era da lui. «Perché non riesci a toccarmi?» Vidi qualcosa di impercettibile adombrargli lo sguardo. Ebbi la sensazione che, nonostante il contegno che mostrava, dentro di sé stesse ribollendo di una miriade di sensazioni contrastanti. Era questo a bloccarlo; il fatto che temesse di non potersi controllare. Con me non doveva. Con me poteva essere se stesso. Inspirò a fondo prima di tornare a guardarmi. «Il punto non è cosa riesco o non riesco a fare. Il punto è quello che voglio fare.» Coprii la distanza che ci separava. Mi avvicinai fino a trovarmi a un soffio dalle sue labbra. E a quel punto mi giocai il tutto per tutto, tentandolo in tutti i modi che conoscevo. Con gli occhi. Con il corpo. Con il cuore. «E cosa vuoi?»

 

TEASER

Teaser1

Teaser2

GIVEAWEY

Partecipa al giveawey!

LA SERIE BROKEN SOULS

#1 Di carne e di piombo (23 settembre 2015)

     #2 Inganno (23 dicembre 2015)

#3 Riscatto (23 maggio 2016)

#4 Vendetta (inedito)

 

Di carne e di piombo

Inganno

 

L’AUTORE

Sagara Lux

Sagara Lux crede nelle seconde occasioni, benché la vita non gliene abbia mai concesse. Non ama parlare di sé, ma ama scrivere e dare a vita a personaggi capaci di colpire stomaco e cuore insieme.

Se volete, potete trovarla qui.
Pagina Facebook |
Gruppo Chiuso |
Amazon |
Goodreads |
Google+ |
Youtube

Presentazione di: “Il tempo delle lucciole” di Francesca Gnemmi

Notters, continuiamo con le nostre presentazioni!
Ora vi presentiamo un romanzo storico, ambientato nel primo dopo guerra italiano, che tratta il rapporto di quell’epoca, in particolar modo tra padre e figlia. Francesca Gnemmi con “Il tempo delle lucciole”.

divisorio6128n2vnxiL__SX350_BO1,204,203,200_

 

TITOLO: Il tempo delle Lucciole
AUTORE: Francesca Gnemmi
EDITORE: Silele Edizioni
DATA PUBBLICAZIONE: Settembre 2015
GENERE: Storico
FORMATO: Cartaceo
PREZZO: € 17

 

SINOSSI

1915 l’Italia entra in guerra. Tre anni di scontri che lasceranno profonde cicatrici nel nostro paese, famiglie distrutte, altre riunite. Un uomo stanco e provato si ferma davanti al cancello di casa Montali, nella pianura parmense; scorge una bimbetta dallo sguardo vivace e l’espressione curiosa. Riconoscerebbe quegli occhi ovunque. Emma sa che quello è il suo papà, assomiglia un poco alla fotografia che sua madre le mostra quando parla di lui. Corre ad abbracciarlo, per la prima volta. Tra i due nasce un rapporto esclusivo, che nel tempo si trasformerà in conflitto. Una battaglia silenziosa e dolorosa tra un padre padrone e la sua unica figlia, che segnerà la crescita di una giovane donna, forte e determinata a proteggere se stessa e sua madre, per ritrovare il sorriso e il suo posto nel mondo.

AUTORE

Francesca Gnemmi, nata e cresciuta a Novara, vivo nei pressi della città insieme alla mia famiglia. Mamma di due bambini, mi dedico alla scrittura per passione: poesie, favole e novelle ambientate nel dopoguerra. Affascinata dai racconti che ascoltavo quando ero bambina, ho sempre amato immedesimarsi nelle parole dalla nonna. In un periodo storico difficile, in una famiglia che, nonostante l’amore, nascondeva una profonda sofferenza. Il tempo delle lucciole, edito da Silele edizioni nel settembre 2015 è il mio primo romanzo, storico formativo. Attualmente collaboro con i blog Gli scrittori della porta accanto e Cultura al femminile, attraverso la stesura di articoli e recensioni. Recentemente terza classificata al Premio Piemonte Letteratura, sezione narrativa, con il racconto La bambina del casello. Progetti in corso. Un’antologia di favole, insieme ad altre autrici e illustratrici, il cui ricavato sarà devoluto all’Ospedale dei Bambini di Parma. Pubblicazione di una favola. Stesura del seguito del romanzo.

divisorio

Buona lettura!

Naty&Julie

Presentazione di: “Rainbow” di Cecilia K.

Ciao Notters,
oggi abbiamo il piacere di presentarvi il libro d’esordio di Cecilia K., un romance scritto con il cuore. Definito dai lettori coinvolgente, attuale e scritto  con i valori che nella nostra società sembrano quasi scomparsi. Tutto questo è: “Rainbow”.

divisorio51oblgQO+oL__SX352_BO1,204,203,200_

 

TITOLO: Rainbow
AUTORE: Cecilia K.
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE: Marzo 2016
GENERE: Rosa
FORMATO: Ebook
PREZZO: € 2,99
LINK D’ACQUISTO:Rainbow

 

SINOSSI

Rain è una giovane ragazza con una vita difficile. La mamma è morta dandola alla luce e il padre è un uomo violento. Nella piccola cittadina di Blue Groove conoscerà per la prima volta l’amore e il calore di una famiglia. Ma Rain ha un obiettivo, andarsene per sempre e farsi una nuova vita, lontano da questa che sta faticosamente vivendo adesso. Riusciranno amore e amicizia a farle cambiare idea? Oppure Rain farà comunque questo passo, abbandonando chi si è preso cura di lei? Spesso la vita ci mette di fronte a scelte coraggiose e, a volte, ci premia se seguiamo la strada giusta.
EDITING A CURA DI: Mandy mandy.moon@email.it

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

AUTORE

Cecilia K. nasce a Roma. Vive con il compagno, il figlio piccolo e un cucciolo peloso. Da sempre appassionata di cucina, serie televisive e letture che vanno dal fantasy, al romance, all’horror e all’erotico, pubblica il suo primo romanzo da Self Publisher.

divisorio

Un romanzo davvero interessante! Noi a breve lo leggeremo e voi?

Naty&Julie

Recensione di: “Il tocco degli spiriti antichi” di Noemi Gastaldi

Ciao Notters,

oggi vi parlo di “Oltre i confini – Il tocco degli spiriti”, romanzo d’esordio di Noemi Gastaldi, e primo capitolo di una trilogia.
Seguitemi 😉

divisorio

950a47_ff93255adb8a4ac0bb1daee9e834104e

TITOLO: Il tocco degli spiriti antichi #1
AUTRICE: Noemi Gastaldi
SERIE: Oltre i confini
EDITORE: Self-Publishing
GENERE: Fantasy
PAGINE: 251
FORMATO: eBook/Cartaceo
PREZZO: € 0,90/€ 9,51
LINK DI ACQUISTO: Il tocco degli Spiriti Antichi (Trilogia “oltre i confini” – vol 1)

SINOSSI

Lucilla soffre di allucinazioni fin da quando era molto piccola.
Francesca è in grado di viaggiare tra due mondi: la realtà materiale e quella immateriale sono separate da un velo sottile, e lei è capace di squarciare questo velo.
Lucilla e Francesca dovranno vedersela con gli Spiriti Antichi, creature inumane, che vivono esclusivamente per soddisfare la propria perversa natura…

RECENSIONE
***ATTENZIONE, POSSIBILI SPOILER!***

Una storia particolare, dalle atmosfere surreali e fantastiche, dai luoghi misteriosi e oscuri, dove la magia si fonde (e si confonde) con la realtà, dove nulla è come sembra, dove basta un passo falso per cadere nell’abisso più profondo che esista.
Una storia che mi ha incuriosito e respinto allo stesso tempo, che mi ha attratto e spiazzato, che mi ha catturato e confusa.
Una storia che, al di là di qualche mia piccola e personale perplessità, dovuta più a scelte linguistiche che al contenuto in sé,  merita un’opportunità perché particolare, perché misteriosa, perché diversa da molte altre storie che io abbia letto.
Una storia dal sapore antico, magico…ultraterreno.
Una storia che va al di là della logica e della realtà stessa, che oltrepassa il confine della vita, che rende reale il mondo degli spiriti.
Una storia che ho avuto il piacere di leggere e che adesso posso presentare a voi 😉

“Siamo davvero in grado di comprendere quel limite sottile che separa la percezione dal disturbo mentale?
Lucilla aveva dodici anni ed era nata e cresciuta in un paesino dell’alta val Susa. 
Qualcuno sosteneva che lei potesse vedere gli spiriti. 
I fantasmi, gli abitanti di un’altra dimensione,  i pensieri solidi di  altre  persone. 
Altri, più semplicemente, ritenevano che lei soffrisse  di allucinazioni. A Lucilla non importava  appurarlo: se prima di addormentarsi vedeva qualche piccolo folletto ballarle sulla testiera del letto, per lei era solamente il principio di un sogno.  Che importanza aveva cercare di definire  questo fenomeno in qualche modo? 
Lucilla s’addormentava e non ci pensava più. Da bambina era diverso.”

Lucilla è una bambina come tante, capelli scompigliati biondo miele, un sorriso impertinente disegnato sulle labbra, un grande amore per i cavalli, eppure…è diversa.
Lei vede cose che gli altri non vedono.
00f01d54cda501a9e8dc283e4696dcaeVede bambini sfavillanti, presenze oscure che le bloccano il respiro, corpi in decomposizione, esseri e mondi di cui non sa spiegarsi l’esistenza.
Fantasmi? Spiriti? Incubi? Allucinazioni?
Sempre sul chi vive, sul filo del rasoio…sull’orlo della pazzia.
Perché quello che non si conosce spesso spaventa e i suoi genitori sono preoccupati e anche spaventati da quello che le sta succedendo…da lei.
E a volte è più facile e meno doloroso mentire, far finta che si tratti di un brutto sogno, che quello che si vede non sia reale.

Lucilla è solo una bambina e cerca come può di contenere il suo “dono”.
Non comprende quello che le sta succedendo.
Può solo negarlo o accettarlo.
Anche se chi le sta attorno crede che sia pazza.
E gli anni passano, Lucilla cresce e, tra le amicizie e il lavoro in un maneggio, tra una meditazione e l’altra, riesce a mantenere una parvenza di equilibrio. O almeno ci prova.

Impilò i suoi disegni lasciando in cima l’ultimo, ancora leggermente bagnato.
Prese un nuovo cartoncino bianco e lo appiccicò alla scrivania con il nastro adesivo di carta,così da evitare che s’imbarcasse,mentre con una grossa pennellessa stendeva un fondo color giallo ocra. 
Il foglio aveva un’alta  percentuale  di  cotone e si sarebbe asciugato presto, mentre lei selezionava due  o tre pastelli dai toni caldi per iniziare ad abbozzare la figura che  aveva chiara in testa. 
Gli occhi di Lucilla sorridevano nel  perfetto silenzio di quella casa isolata, dove tutti dormivano; la ragazza osservava distrattamente  i  pastelli che aveva in mano, in  preda a un entusiasmo che la faceva sentire un po’ sciocca ma che, al contempo, la rendeva felice. All’improvviso, sentì qualcosa smuovere l’aria alle sue spalle.   Smise immediatamente di sorridere, il suo stomaco si strinse come in una  morsa.  
Non voleva voltarsi per  guardare: il pensiero che un estraneo si  fosse  in qualche  modo intrufolato nella  sua stanza senza fare il minimo rumore le si era rapidamente insinuato in testa, ma era decisa a mantenere la calma: era molto più  probabile che fossero le sue  solite allucinazioni, non valeva la pena di  prestare attenzione a tali scherzi  della mente.”

Lucilla è inesperta, impreparata, sono molti i particolari che non conosce, che non riesce ad afferrare, che le sfuggono, e spesso è questa ignoranza, questa non conoscenza del proprio potenziale e  delle proprie capacità che porta a scegliere una strada più tortuosa, a commettere più errori, a sbagliare e a correre il rischio di perdersi.
Però Lucilla non è completamente sola.
Al suo fianco c’è Fantasy, eterea, quasi sempre con indosso un vestito bianco di piume, occhi scuri, cappelli rossi, una ragazza con un profondo legamIMG_20160523_234355e con un cigno,avvolta quasi sempre dalla luce.

Un’amica, una confidente, l’altra parte di lei.
Ma è reale? O appartiene al mondo dei sogni? Chi è realmente Fantasy?
Cosa si nasconde dietro i suoi sorrisi e nei suoi silenzi?

Sono molte le domande, molti i dubbi.
Ogni personaggio porta con sé interrogativi, segreti, misteri.
Una cosa si può dire: non mi sono annoiata perché la voglia di ottenere delle risposte esaurienti porta a leggere pagina dopo pagina 😉

Il libro, infatti, ha due ritmi.
Ci sono momenti in cui scorre lento, pacifico, che pare non debba finire mai, soprattutto quando ci si muove nel regno degli spiriti. Tutto avviene al rallentatore, anche le emozioni, le sensazioni…gli amori.
E poi ci sono momenti in cui gli eventi si susseguono così rapidamente che il cuore balza in gola e si annaspa mentre ci si snoda tra i vari intrecci, mentre si seguono le tracce dei diversi protagonisti.
Potrebbe sembrare caotico presentandolo così, ma, invece, ogni elemento si incastra come una tessera di un puzzle e tutte le storie si uniscono nel gran finale.

Lucilla non è sola.
C’è Fantasy.
E c’è Francesca, una donna determinata, coraggiosa, pronta a rischiare se stessa per quello in cui crede, sempre al limite per superare i propri limiti, per conoscere e apprendere nuovi concetti.
E ben presto le strade di Lucilla e Francesca si incrociano.
Perché entrambe sono Viator.
Sono viaggiatrici tra il mondo reale e il mondo degli spiriti.
La prima un poco più inconsapevole e pigra, la seconda più consapevole delle proprie capacità e ricettiva.

Oltre il confine un mondo misterioso si apre davanti ai loro occhi.
Paesaggi incantevoli, immense distese di natura incontaminata, paludi oscure…meravigliose bestie con le quali entrare in contatto si rivela essere un’esperienza unica e preziosa.

All’improvviso, Lucilla sentì come un colpo al cuore: la falena le era volata sopra il  petto, ma lei aveva sentito qualcosa trafiggerla  da  parte a parte. 
Avrebbe giurato che quell’animale si stesse inglobando nel suo ventre e, in effetti, quel che stava accadendo era molto simile.
La pressione tra le due si fece sempre più alta, mentre Lucilla avvertiva i suoi respiri diventare più  corti. 
IMG_20160523_234059Ora sentiva  zone calde appena sotto le braccia, dietro la schiena e  sulla testa: ebbe la strana sensazione di un’esplosione multipla sul suo corpo, quando le spuntarono un secondo paio di braccia, le antenne e le ali.
Si mosse convulsamente in preda al panico per qualche secondo, poi,d’un tratto, si  accorse di sentirsi estremamente bene.
Sentì l’istinto di buttarsi giù da quel fiordo, ma volle a  tutti  i costi  frenarsi: aveva  paura. Concentrandosi  sul  punto  in  cui  dalla  sua  schiena  fuoriuscivano  le  imponenti ali della falena, Lucilla iniziò a sbatterle, accorgendosi  che le veniva estremamente naturale.  
Quando staccò  i  piedi  da  terra,sentì  un  vuoto  allo  stomaco,  poi  il  desiderio  di  muovere  le  sue nuove  ali  sempre  con  più  forza  per  volare  verso  le  nuvole.  Aveva  le  vertigini  e  le  piaceva,  si  sentiva libera,  serena,  in  pace.”

Ma il mondo degli Spiriti non è solo paesaggi incantevoli e fusioni sublimi con meravigliosi animali dal nobile cuore.
Presenze oscure e misteriose abitano queste vaste terre.
Chi sono realmente i Viator?
E gli Spiriti Antichi?
Chi sono l’Antico Spirito Eremita e lo Spirito Antico Alchimista?
Amici? Nemici?
Esseri potenti la cui esistenza si perde nei secoli dei secoli.
Una guerra il cui inizio è avvolto nell’ombra e nel mistero e che dura da tanto di quel tempo che se ne sono perse le tracce e nessuno ne serba più il ricordo.
E qual è il ruolo di Lucilla in tutta questa storia?
Perché è così importante che lei capisca e comprenda veramente il suo potere?
Tante le domande a cui dare una risposta.
Ogni  nodo, ogni dubbio verrà sciolto.
E anche Lucilla forse troverà le risposte che va cercando da una vita.

Una storia al confine tra realtà e sogno, che si fonde con il mondo magico degli spiriti.
Una storia di amicizia e di amore, di coraggio e avventura, una storia particolare, dalle atmosfere ovattate, misteriose e in certi punti cupe.
Una nota di rilievo meritano anche i disegni che si trovano all’interno del libro, molto suggestivi 😉

Lo consiglio? Sì!
Serenella 🙂

picsart_01-08-01.50.58.jpg

Presentazione di: “Maledetta voglia di averti” di Mia H.

Buongiorno Notters! 🙂
E’ ufficiale, è online la nuova creatura di Butterfly Edizioni dal titolo “Maledetta voglia di averti” di Mia H.
Il titolo cattura e la cover? Vogliamo parlarne?
Facciamo che intanto ve lo raccontiamo, poi ne parliamo! 😉
divisorio
TITOLO: Maledetta voglia di averti
AUTRICE: Mia H.
DATA PUBBLICAZIONE: 24 Maggio 2016
EDITORE: Butterfly Edizioni
GENERE: Romance
PAGINE: 160
FORMATO: Ebook e cartaceo
PREZZO: eBook € 2,99 (domani e fino al week end in offerta a € 0,99, disponibile anche su kindle unlimited)
PREZZO: cartaceo € 9,90
LINK PER L’ACQUISTO: Maledetta voglia di averti

 

SINOSSI

 

“Sin dalla nascita siamo destinati a qualcuno e niente e nessuno può rompere quel legame…”

Un matrimonio alle porte, un prete che viene sostituito e i ricordi di un amore passato che tornano a tormentarle l’anima…
SandBeach, Lexie, sedicenne, parte con i genitori per le vacanze estive, lasciando le sue amiche e il suo grande amore Kevin. Sessanta giorni di lontananza a cui non riesce a rassegnarsi. Li conta, uno per volta, sperando passino in fretta ma il destino capovolge la sua vita, costringendola a prendere una strada che non avrebbe mai pensato di imboccare.
Una verità sconvolgente, la rinuncia dell’amore e la speranza di riuscire a dimenticare tutto. Ma è possibile dimenticare l’amore?
“Maledetta voglia di averti” racconta delle attese e di quegli amori che continuano a restare nel nostro cuore per sempre. Anche a distanza di anni.

Perché l’amore non si placa con il tempo, quando è vero basta una scintilla per tornare ad appiccare un fuoco indomabile che pensavamo fosse ormai spento.

divisorio

Scopri gli altri ebook della Butterfly Edizioni, ecco gli ultimi pubblicati:

– “Una sorpresa per te (in ogni tuo respiro)” di Rujada Atzori logo butterfly pallina farfalla
– “Sfida d’amore a San Valentino” di Antonella Maggio
– “Come vento ribelle” di Francesca Prandina
– “Amarti è il mio destino” di Margaret Privitera
– “Prova a guardare col cuore” di Antonella Valletta
– “Anima dannata” di Massimiliano Bellezza
– “L’amore nei tuoi occhi” di Rujada Atzori
– “Manchi solo tu” di Antonella Maggio
– “L’eco del mio cuore” di Annarita Pizzo
– “Scrittore innamorato nei guai” di Mirko De Gasperis

…. e tanti altri!

 Buona Lettura!
Naty&Julie ❤