Recensione di: “La ragazza con le scarpe di vernice rossa” di Andrea Sperelli

Ciao Notters,
oggi vi racconto un romanzo che all’inizio mi aveva lasciato l’amaro in bocca, poiché il passaggio dal tempo passato a quello presente lasciava aperte tante domande. Alla fine le domande hanno trovato le loro risposte nella profondità delle sue parole. 🙂

 

divisorio

Beautiful alluring woman

TITOLO: La ragazza con le scarpe di vernice rossa
AUTORE: Andrea Sperelli
DATA PUBBLICAZIONE: 18 Febbraio 2016
EDITORE: ErosCultura
GENERE: Erotico / Sentimentale
FORMATO: eBook
PAGINE: 54
PREZZO: € 2,99

 


SINOSSI

Vent’anni dopo la fine di una grande storia d’amore, un uomo affronta un viaggio che lo riporta negli stessi luoghi di allora. Man mano che li riscopre, nella sua mente tornano a disegnarsi gli avvenimenti passati, dal primo incontro fino alla passione irrefrenabile e all’inevitabile separazione. I flashback tendono quasi a fondersi con il presente, in un susseguirsi di momenti di tenerezza, di rabbia e di estrema carica erotica. Pian piano l’uomo lo rivisita il passato e lo analizza quasi in terza persona, per cercare di dare un ordine compiuto alle emozioni che ancora vagano dentro di lui in maniera caotica. Alla fine del viaggio scopre finalmente la verità nascosta dietro quella storia, una verità che dà forma e sostanza all’intera sua vita.

RECENSIONE

 

Di solito i ricordi si annidano nella zona più remota della nostra mente e si cercano un angolino in cui potersi rifugiare, per ritirarsi in solitudine. Quest’angolino è un luogo fatto di silenzio in cui i pensieri si animano perché si sentono al sicuro, come se fossero in una scatola, pronti ad esplodere nel momento in cui, l’anima ritorna a reclamare quella parte della propria esistenza che volutamente aveva rimosso. I ricordi non si lasciano guidare verso la luce molto facilmente, donano all’anima dei piccoli flashback per rendere l’attesa sia piacevole sia dolorosa. La memoria trattiene sempre qualcosa per sé, come se fosse un contenitore in cui accumuliamo pensieri, emozioni, avvenimenti temporanei, ossia tutto ciò che la frenesia della vita non ci dà la possibilità su cui riflettere. A volte, basta una foto, una canzone, una lettera, un profumo per rianimarli; in questo caso sono delle mail. Un metodo pratico e veloce di metterti in contatto con una persona, dove le regole della scrittura si mettono in gioco per fornire molteplici interpretazioni, senza che le emozioni si percepiscano, perché il muro non-reale del mondo virtuale si presta come un ottimo escamotage per nascondersi alla realtà dei fatti.

Il romanzo si apre con un flashback, che ripercorre la relazione tra Andrea Sperelli, uno pseudonimo datogli al protagonista da Delia, la ragazza conosciuta vent’anni fa, quando si propose come redatdownload (1) (1)tore nella rivista on line gestita da lei. L’uomo intraprende un viaggio sia fisico sia mentale per ripercorrere a ritroso le emozioni e le sensazioni provate durante la grande passione che ha coinvolto due persone sconosciute, lui e Delia.
Il racconto è molto diretto e preciso, l’uomo racconta in maniera minuziosa i ricordi, come il viso della donna, il colore dei suoi occhi, i luoghi dei loro incontri, le sensazioni provate durante la loro relazione, dapprima virtuale con il semplice scambio di mail, dopo con l’uso di Skype e infine con l’incontro reale tra i due. La loro storia è alimentata dai continui alti e bassi, provocati dalla forte personalità di Andrea e dalla paura di Delia di perdere la maschera, che si era costruita per protegge la sua moralità. L’odio e l’amore, la differenza di età non ostacola la passione che esplode ogni qualvolta che i loro corpi sono vicini da fondersi in unico solo corpo, al punto di perdere la forza sia fisica sia mentale, perché solo nell’eros più profondo ritrovo i germogli dell’amore più puro.

La scelta dello pseudonimo non è una scelta a caso, poiché Andrea Sperelli, è un personaggio immaginario dannunziano, un personaggio che ci conduce in un mondo di sensazioni, dove la ricerca edonista del piacere arriva all’estremo, producendo delle forti immagini erotiche. Ogni incontro reale tra i due sfocia sempre in un gioco erotico che li conduce in un pianeta parallelo dove l’uomo diventa il conquistatore e la donna, una sottomessa. Insieme condividono una passione violenta, dove il dolore e il piacere si fondano in un’unica sensazione travolgente, trovando la loro sintesi nella più elevata forma di estasi carnale, dove tutto si fonde al solo scopo di renderci foImmagine (2)lli. Questa passione si affievolisce nel momento in cui il protagonista scopre l’unica verità che gli era sempre stata celata dalla passione: nell’attimo in cui ho scoperto di amarla ho smesso persino di avvertire l’esigenza di averla accanto, perché in quell’istante lei mi è entrata dentro per sempre, facendo di noi due un’unica essenza.

Il racconto intreccia una scrittura diretta e precisa raccontandoci i protagonisti del romanzo, come se potessimo guardarli senza poter proferire parola, solo assistere alla passione profonda che li lega, generando una tensione tra il passato e il presente, senza essere freddo. Una passione nata con incontri in chat con il solo scopo di conoscersi dal punto di vista fisico che si trasforma in qualcosa di reale, con incontri sporadici per dare sfogo alle loro fantasie più oscure, senza mai tralasciare la parte romantica, per colmare il vuoto tra il sesso e l’amore.

Carmela ❤

Il mio giudizio:

IMG_0092

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...