Presentazione di: “Il cacciatore di libellule” di Giuliana Guzzon

Ciao Notters,
oggi concludiamo la giornata con un libro di alta suspense, un libro che non vi farà dormire sonni tranquilli, che vi farà sentire osservati ma incredibilmente rapiti.
Lei è Giuliana Guzzon che con “Il cacciatore di libellule” vi regalerà emozioni contrastanti di cui non potrete fare a meno! 😉

divisorio

747af0f8-b5a0-4c7f-9ce2-4b35597eab97

TITOLO: Il cacciatore di libellule
AUTRICE: Giuliana Guzzon
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE:
GENERE: Thriller
FORMATO: eBook/Cartaceo
PREZZO: € 2,99/-

 

SINOSSI

Gabriel Larsen è un antropologo molto legato al suo lavoro. Nella sua Firenze continua a tormentarsi sui reperti rinvenuti in uno scavo effettuato in Africa. Sente di dover dare una spiegazione a ciò che sembra apparentemente inspiegabile. La scoperta del corpo mutilato di una ragazza a Malindi fa da propulsore a una spirale di omicidi. Toccherà alla profiler Doris, al patologo Steven e al tenente Robert addentrarsi in uno dei peggiori incubi lastricato di ossa. L’unica prova che si tratti di un serial killer è la presenza di ali di libellula inserite negli occhi dei cadaveri. Questa la sua firma. Ma qual è il significato? Chi conosce il suo segreto? Il killer è rapido, veloce e non perde mai il controllo: segue i meandri oscuri della perversione umana ossessionato dalla poesia e la musica. Una sola certezza; ucciderà ancora. Nessuna donna è al sicuro; le sceglie, le segue, le tortura. Ogni volta che uccide le fantasie diventano più intense, provocanti e violente. Ambientato in uno scenario di toni caldi, profumi e odori che evaporano tra la terra arida e il verde, dove il rosso trova spazio negli incredibili tramonti, si è catapultati nel cuore del Kenya, dove si sente il respiro del popolo Masai.

ESTRATTO

Si era abituata al buio.
Era stata rinchiusa e non sapeva nemmeno che giorno fosse.
C’era l’odore rivoltante di carne andata a male e la corda che aveva intorno ai polsi le scorticava la pelle.
Aveva perso molto peso e le sue braccia erano piene di lividi; lui le aveva tagliato i capelli con un rasoio.
La sete.
Quanto sarebbe potuta sopravvivere senza acqua?
Una settimana? Un mese?
Con sei passi l’uomo la raggiunse, tirò la corda costringendola ad alzarsi.
La lama del coltello le accarezzò la gola.
Esitò un istante e sussurrò qualcosa, proprio mentre lei stava perdendo i sensi.
Poteva essere chiunque e avrebbe potuto farle qualsiasi cosa.”


L’AUTRICE: GIULIANA GUZZON

mia foto
Giuliana Guzzon è nata a Vercelli il 5 ottobre 1958. Trasferitasi per lavoro in Costa Azzurra vive a Menton, dove svolge la sua attività come agente di viaggio.
Una scuola d’arte, frequentata in età adulta, per progettare e costruire vetrate del ‘400, le ha permesso di realizzare le sue aspirazioni artistiche. Ama gli autori classici, il suo preferito è Foscolo, ma si appassiona anche ai romanzi Noir e Thriller.
Si è avvicinata al pubblico nel 2003 iscrivendosi al sito “liberodiscrivere” con lo pseudonimo di Irisfairy e successivamente al sito “scritturafresca”.  Scrive con lo pseudonimo di Sacrarmonia. Cura un blog dedicato all’arte delle vetrate. Si è distinta in numerosi concorsi di poesia aggiudicandosi premi e riconoscimenti.
La prima pubblicazione è uscita con Amazon.it, un self-publishing in ebook della Silloge poetica “Una rosa nera e la seta d’un verso per mantello”, di genere gotico.

2014 – 26 novembre ha pubblicato in cartaceo con Twins Edizioni per David And Matthaus edizioni silloge poetica “Sussulta delirante il mio intimo di donna” distribuzione Feltrinelli e RCS libri (Mondadori).

In ambito letterario si occupa contemporaneamente alla scrittura, di recensioni, pubblicate nei suoi due blog personali e negli store di vendita: http://giulianaguzzon.altervista.org/ e http://artevetro-giulia.blogspot.it/ per alcune case editrici.
“Il cacciatore di libellule” è il suo primo romanzo di genere thriller. Il secondo è in corso di scrittura e pur non essendo la continuazione del primo, si riallaccia alla sua storia.

CI HA DETTO DI LEI…

Sin dall’età di 9 anni ho sempre scritto poesie e brevi racconti. Sono attratta dal genere gotico; che prevale nei miei testi poetici. 

Amo gli autori classici, si può dire che sono cresciuta con questa cultura. 
Mio nonno materno, appassionato di letteratura, mi leggeva alla sera, soprattutto d’inverno davanti al camino, i testi di mitologia greca al posto delle comuni fiabe che si raccontano ad una bimba di 7 anni.
Il passaggio dalla letteratura greca ai classici del ‘200/300, fino all’800, è stato breve.
Sognavo di scrivere io stessa le liriche e poemi. Mi suonavano musicali nelle orecchie e in testa.
Schiva ai giochi con gli altri bambini, tendevo all’isolamento in compagnia dei miei pensieri.
La scoperta di Ugo Foscolo, ha innescato un capovolgimento dei miei sentimenti e desideri, avvicinandomi al neoclassicismo e romanticismo e gettandomi in un conflitto esistenziale con l’opera “Dei sepolcri”.

In contrapposizione inizia una passione per i romanzi gialli/thriller.
La nascita della decisione di scrivere il primo romanzo del genere, è nata da una sfida lanciata da un mio amico di Firenze, che leggendo le mie poesie e storie mi ha praticamente obbligata con una promessa a compiere la stesura del libro.
Sfide e promesse mi caricano di entusiasmo e ho accettato; ora ho preso gusto e sto scrivendo il secondo romanzo.
Non per ultimo sono madre di 4 figli; una ragazza e tre ragazzi ormai grandi e adulti.

 

DOVE TROVARLO?
Notting Hill Books risponde! 🙂
I LETTORI NE DICONO…

“Romanzo dal ritmo incalzante dove i sentimenti si scontrano con la fredda logica di un killer spietato che semina morte e terrore nel suo cammino folle e determinato.”

“Chiudi il libro dal quale non sei riuscito a staccarti fino alle ultime righe e scopri che la fine non è la fine. Qualcuno sta osservando anche te”

“Giuliana Guzzon ci regala un romanzo lucido che scivola via piacevolmente e, quando le risposte alla fatidica domanda “chi è l’assassino?” iniziano a farsi spazio nella vostra mente, il sorprendente epilogo vi lascerà senza parole. Ma sarà un epilogo? Chi lo può dire….”

divisorio
Siete pronti per questo viaggio?
 Naty&Julie❤️

 

Annunci

Un pensiero su “Presentazione di: “Il cacciatore di libellule” di Giuliana Guzzon

  1. Giuliana Guzzon ha detto:

    Ringrazio Naty&Julie per la bellissima presentazione 🙂
    Se avete amato i personaggi del libro, seguitemi nel prossimo thriller e li ritroverete coinvolti in un’altro incubo!!!
    GRAZIE DI CUORE ❤
    Giuliana Guzzon

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...