A tu per tu con: Rossella Padovano!

Ciao Notters,
la settimana scorsa ho letto e recensito “La grazia dell’acqua” romanzo di Rossella Padovano edito Lettere Animate. E per la rubrica: “La voce dello scrittore” ho avuto il piacere di togliermi qualche curiosità! 😉

divisorio

Ciao Rossella,
innanzitutto voglio farti i complimenti per la bellissima e avvincente storia che ci hai regalato, mi è piaciuta veramente tanto e spero di poter leggere presto il seguito!

1- La storia è ambientata nel futuro ma sembra più un futuro retrogrado, medioevale. A cosa si deve questa tua scelta particolare?

Le atmosfere cupe del medioevo mi hanno sempre affascinato, alla base c’è la passione per l’opera e per i romanzi epici. Il futuro retrogrado è, per me, il palcoscenico ideale per i personaggi che definirei classici nei sentimenti ma allo stesso tempo contemporanei e moderni nell’approccio alla vita. Ho desiderato vederli coinvolti in una situazione scomoda e spesso contraddittoria per i loro sentimenti, dove libertà e pregiudizio si scontrano e si accarezzano per tutto il racconto.

2- Sophia è una principessa passionale e dolce, sarcastica ed elegante, combattiva ed empatica. Una forza della natura, una protagonista degna di questo nome. È nata all’improvviso dalla tua fantasia? Ti rispecchia poco o tanto?

Sophia è la summa di personaggi femminili provenienti dall’opera, eroine come Clorinda di Monteverdi, coraggiosa e abile con le armi, o la tormentata Isotta  di Richard Wagner. Ho voluto esaltarne anche i valori estetici e mi sono ispirata alle figure dipinte dagli artisti preraffaelliti, che mi hanno suggerito la bellezza e la sensibilità. Le quattro amiche protagoniste del racconto, ad esempio, si possono ritrovare nell’opera “Hylas and the Nymphs” di John William Waterhouse. Il personaggio nato all’improvviso e che definirei “intruso” è Braent, sbucato dal nulla, arrivato a sconvolgere gli eventi. Come ha raccontato Tolkien, spesso i protagonisti nascono da soli e a tua insaputa.  Riguardo alle similitudine tra lei e me, posso affermare che per chi mi conosce bene un tratto comune potrebbe essere la caparbietà.

3- Quanto hai impiegato a scrivere questo romanzo così lungo e completo?

Un anno e mezzo circa, lavorando costantemente ogni giorno, compatibilmente con gli impegni di lavoro. Ho sacrificato buona parte del tempo che in genere si dedica allo svago. È stato un lavoro lungo e minuzioso, ma mi ha dato soddisfazione perché i lettori lo hanno apprezzato.

4- Quando è nata la tua passione per la scrittura?

Ho sempre scritto, ma l’idea di cimentarmi con un romanzo vero e di tentarne la pubblicazione non mi aveva mai sfiorato prima di qualche anno fa. È stato naturale ed emozionante, ho sentito l’esigenza di scrivere una storia e ho desiderato che altri potessero leggerla. Poi la casa editrice Lettere Animate mi ha dato questa possibilità.

5- Come vivi il rapporto con i tuoi lettori?

È presto per dirlo. La Grazia dell’Acqua è stato pubblicato a giugno del 2015. È sempre interessante conoscere il punto di vista di chi legge, ti aiuta a capire i gusti, dove puoi migliorare e cosa piace in genere. Diciamo che è un’ottima indicazione anche per capire come funziona il mercato della narrativa.

6- Cinque motivi per cui dovrebbero leggere il tuo libro? 😉

Motivo n.1: Credo che si dovrebbe leggere il mio libro per conoscere dei personaggi interessanti e ricchi, tanto da spingermi spesso a trascorrere la serata con loro e non in una pizzeria del centro. Il potente e illuminato Percy-Bysse, Evan, cadetto di Ardesia e la sua passione per le spade e la scienza, Soφια (Sofia), principessa risoluta e audace che impara a sfidare i suoi limiti o ancora l’austero e spietato Bρεvτ (Brent), sono personaggi le cui storie, incrociandosi tra loro, incrociano anche le sorti dei regni di Rosemund ed Ardesia, due culture opposte e avversarie. Motivo n.2: Se amate le storie di duelli e amor cortese è il racconto che fa per voi. Motivo n.3: Sono quasi tutti belli (il che non guasta mai!) Motivo n.4: i personaggi sono così vari e differenti che qualcuno in cui immedesimarvi, o di cui volete innamorarvi, o per cui fare il tifo e da poter odiare lo troverete sicuramente. Motivo n.5: è una storia che accompagna il lettore attraverso la crescita e i sentimenti dei protagonisti, tirando i fili della tensione e facendo spesso sorridere.

7- Raccontaci qualcosa di Rossella: chi è? Cosa fa nel tempo libero?

Sono una designer che nel tempo libero scrive. Non credo sia utile rivelare di più, Rossella presto sparirà nel nulla e lascerà il posto al suo doppelgänger, avrà un nome nuovo e una nuova identità.

8- Leggi tanto? Il tuo genere preferito? Quello che meno ti piace?

Leggere è aprire una finestra su un mondo che non ti appartiene, è un modo per dialogare con persone che altrimenti non incontreresti mai. Non riuscirei a immaginare un mondo senza libri. La lettura è una grande passione da sempre. Più che generi prediligo gli autori irruenti e viscerali come Jean-Claude Izzo o Louis-Ferdinand Céline. Mi piacciono anche testi classici, Tolstoj, Jane Austin, Virginia Woolf o Shakespeare che costituiscono un punto di riferimento per la mia scrittura. Non sono una grande lettrice di romanzi rosa e gialli anche se ultimamente ne ho letti alcuni ben scritti e molto piacevoli.

9- Ti piacerebbe vivere in un’epoca diversa? Nel futuro tra navicelle spaziali? Nel passato tra dame e cavalieri? Oppure non cambieresti il presente con nulla al mondo?

Mi piace il presente in cui vivo, nonostante tutti i casini che ci sono in giro. In poche ore puoi vedere il mondo, non si muore più di consunzione e non corri il rischio di essere sfidato a duello o di venir accusato di stregoneria con le relative e inevitabili conseguenze. In realtà vorrei essere a conoscenza del segreto più ambito, essere in grado di viaggiare nel tempo (dote che dovrebbe essere necessariamente unita alla tecnologia che permette di tornare indietro).

10- Progetti per il futuro? Una nuova storia? Il seguito de “La grazia dell’acqua”?

In pochi giorni il mio secondo racconto sarà finito, si tratta di un urban-fantasy abbastanza noir, dove mi sono divertita a intrecciare le tematiche appartenenti al mondo fantasy con le atmosfere dark di un fumetto poliziesco. Posso confermare di essere pronta per il seguito de “La Grazia dell’Acqua”, la storia è tracciata a grandi linee e già ora mi chiedo chi sarà stavolta ad apparire all’improvviso per sconvolgere gli eventi. Probabilmete sarà qualcuno che, come Braent, viene da lontano. Di sicuro è già in viaggio.
Grazie a Notting Hill Books!

Serenella: Grazie per la collaborazione  🙂

 Serenella 🙂

 

Annunci

2 pensieri su “A tu per tu con: Rossella Padovano!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...