Recensione di: “Possession: Ascesa” di Valentina C. Brin

Buongiorno, Notters!
Oggi vi parlo di “Possession” di Valentina C.Brin. Un romanzo M/M, dove l’oscurità e luce tentano di sovrapporsi.

divisorio

51wmq13sjpl-_sy346_

 

TITOLO: Possession: Ascesa
AUTORE: Valentina C. Brin
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE: Giugno 2016
GENERE: M/M
PREZZO: €2,99 (Gratis con KU)

 

SINOSSI

Londra, 1680. Per il giovane Charles Rochester, marchese di Bolton ed erede del duca di Norfolk, desiderare un uomo è inaccettabile: la feroce attrazione che il nuovo servo suscita in lui deve essere soffocata a qualunque costo. Tuttavia non è facile costringere il cuore a tacere quando coloro che dovrebbero comprenderti ti tradiscono e l’unica persona leale sembra essere la sola da cui cerchi disperatamente di scappare. Per Dorian Pratt, invece, non c’è speranza: capisce subito di essere perduto non appena posa gli occhi sul suo signore. Sa bene che non potrà mai averlo, eppure impedire al proprio corpo di reagire in sua presenza sembra essere impossibile.
Quando i pericolosi segreti nascosti tra le mura di Norfolk House vengono a galla, tutto precipita. C’è solo un modo in cui Charles può sperare di tenere Dorian con sé, ma per poterci riuscire deve essere pronto a sacrificare il valore più importante che Dio gli ha donato: la propria umanità.
I torti non si perdonano e per il sangue versato c’è sempre un prezzo da pagare.

**Attenzione!**

A causa di scene crude e inquietanti, di tematiche violente e di sesso descrittivo tra uomini, si consiglia la lettura di “Possession – Ascesa” a un pubblico adulto e consapevole.

RECENSIONE

*** ATTENZIONE, POSSIBILI SPOILER! ***

Dorian dopo anni vissuti in orfanotrofio, sembra che finalmente una famiglia sia disposta di prenderlo in adozione. La bellezza e dolcezza di Dorian, forse riescono a trovare un luogo affettuoso.img_20161121_151032 Ma quello che succede a Norfolk House e tutt’altro che affetto. Le carte in tavola si mescolano brutalmente e la luce che circonda Dorian, viene ben presto oscurata dal tenebroso ma altezzoso figlio del duca di Norfolk. Charles uomo ben voluto da tutti, stimato e attratto da questo giovane ragazzo arrivato nella sua reggia. E qui voi direte: Ehm beh, che c’è di male? Assolutamente nulla! Ma invece molto “grave” per il periodo storico. Il 1680 in Inghilterra, già conosciuta per altri ben più noti pettegolezzi.

Un passo. Un altro. E ancora, ancora. Furono come affondi di pugnale per il suo cuore già provato dalla presenza del marchese, e quando quest’ultimo lo raggiunse, quelle coltellate divennero squarci.

Charles che con tutte le forze reprime questo sentimento ingiusto verso Dorian. img_20161121_151045 L’anima tormentata ha bisogno di sfogare le sue ire, ma lo fa nella maniera sbagliata. Il terrore ora ricopre quelle mura. L’inferno brucia all’interno… Brucia quanto la passione viscerale. Cruda. Charles, un uomo che sa dare una carezza dolorosa quanto uno schiaffo. Tutta la passione può trasformarsi in possessione? Posseduta dal male l’anima tanto quanto è forte la possessione per quell’ingenuo ragazzo che lo fa tanto impazzire.

L’oscurità si nutriva di questo. Lo corrodeva. Gli levava il fiato. Ed era bizzarro, perché Charles riusciva a intravedere alcuni fugaci momenti di luminosità proprio in quegli istanti, quando il suo valletto scostava le lenzuola e gli faceva spazio nel letto. Quando le sue mani si posavano sulla sua pelle nuda e non c’erano altro che baci e ancora baci, e per un attimo il sollievo sembrava essere davvero possibile. Ma viveva nell’angoscia, Charles. Il buio era troppo fitto perché potesse domarlo […]

Due personaggi così diversi che si completano da rendere la lettura intensa. Il disprezzo che si prova per Charles e così potente quanto la dolcezza che si prova per Dorian. Valentina C. Brin non si perde in inutili dettagli, ma sono tutti perfettamente incastrati tanto da coinvolgere il lettore fino alla fine. Ben scritto il periodo storico, la storia passionale e tutto il susseguirsi di scene crude. Si arriva alla fine con il cuore in gola da quanto è trascinante. Quando si arriva alla fine con il cliffhanger che lascia sbigottiti si vuole subito il seguito. Vi consiglio questo libro se amate le storie misteriose e intense. Vi consiglio questo libro se siete lettori con larghe vedute.

Naty
Il mio giudizio:
IMG-20160606-WA0039

Annunci

Un pensiero su “Recensione di: “Possession: Ascesa” di Valentina C. Brin

  1. Valentina C. Brin ha detto:

    Grazie mille per la bellissima recensione Naty, sono onorata! Sapere che Possession – Ascesa ti sia piaciuto non ha prezzo *____* Grazie a te e a tutto lo staff per avermi aperto le porte del blog, siete state splendide. Un abbraccio.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...