A tu per tu con: Melissa Spadoni!

Cari Notters,

Dopo essermi emozionata, innamorata, aver regalato al mio cuore tanti episodi di tachicardia e dopo aver asciugato le mie lacrime all’ultima pagina del libro “Non sono un angelo”, ecco che ho avuto il piacere di fare quattro chiacchiere con Melissa Spadoni! Volete saperne un po’ di più?

Venire a leggere, compagni di lettura! 🙂

divisorio

  1. Melissa, innanzitutto ancora complimenti, il tuo libro mi ha letteralmente conquistata! “Non sono un angelo” è una storia d’amore emozionante, divertente e commovente. Come nasce dalla tua penna? Ti sei ispirata a qualcosa o a qualcuno?

    Ciao a te Edna e a tutte le Notters!
    Sono davvero felice per questa opportunità e super commossa per il fatto che il mio libro ti sia piaciuto! “Non sono un Angelo” nasce una sera mentre stavo lavorando al bar. Era un po’ che mi girava in testa l’idea di una storia simile, ma non riuscivo a darle una forma! Poi una sera le idee hanno iniziato a fluire limpide e nel giro di tre settimane era finito. Il libro è tutto di fantasia, come praticamente tutti quelli che scrivo. Mi nascono così, mentre sono in giro, o parlo con i miei amici ed uno di loro dice una frase o una parola particolare. Alle volte anche mentre sono nel dormiveglia! È per questo che ho sempre carta e penna a portata di mano!

  2. Tu sei una scrittrice italiana; come mai hai deciso di ambientare il tuo racconto in America?

    È una domanda che mi rivolgono spesso. Non saprei dire proprio il perché… forse è per la voglia di scoprire e visitare luoghi nei quali non sono mai stata o vorrei andare! Una sorta di giro del mondo su carta!
  3. Parliamo un po dei protagonisti… Autumn è una ragazza apparentemente delicata ma con una grande forza d’animo d tanta, tantissima voglia di lasciarsi andare. È una ragazza inesperta che, durante il racconto, sembra guardi il mondo per la prima volta. Come nasce la protagonista? Perché hai scelto che crearla in questo modo?

    Autumn nasce dalla voglia di creare un personaggio che sia insieme fragile, ma anche tanto forte. Volevo una ragazza che fosse sia un angelo che un demonietto. Avevo creato la trama e sapevo che ad uno dei miei protagonisti avrei posto qualche bell’ostacolo sul suo cammino, ma non volevo nemmeno che fosse la classica ragazzina fragile spaventata dal mondo con la lacrima facile! Volevo renderla più reale ecco. Bella e delicata sì, ma anche imbranata, impacciata e con i medesimi desideri di una qualunque adolescente fatta crescere sotto una campana di vetro. Quelli di vivere e lasciarsi andare per una volta nella vita.

  4.  Mael apparentemente sembra l’opposto di Autumn, in realtà, conoscendolo nel profondo, non è poi così diverso da lei: sono fragili allo stesso modo ed entrambi non hanno mai amato per davvero. A chi ti sei ispirata per creare questo personaggio?

    Sì. Mael vuole fare il duro, ma in realtà è un ragazzo dal cuore d’oro, sempre pronto ad aiutare chi ama, più dolce e sensibile di quanto persino lui non si immagina. Persino timido certe volte! Non volevo creare il classico protagonista maschile tutto macho arrogante e pieno di sé, non lo trovavo adatto al tipo di storia! Purtroppo non conosco un ragazzo così nella vita reale… è tutto frutto della mia immaginazione aihmé!

  5. La loro è una storia d’amore semplice, a tratti quasi “fanciullesca”, nulla a che vedere  con i romanzi “di punta” degli ultimi tempi. Perché questa scelta?

    Forse per la voglia di scrivere di un amore… lo vogliamo chiamare puro? Una storia che parlasse di cosa c’è oltre al sesso, oltre alla pura attrazione fisica. Una storia che parlasse di cosa si prova quando si ama qualcuno incondizionatamente. Un tipo di amore che magari è più facile incontrare quando si è più giovani.

  6. Piccola curiosità: qual’è il personaggio che senti più vicino a te, quello in cui ti rivedi maggiormente?

    Direi senza ombra di dubbio, sotto molti punti di vista, mi rivedo molto in Autumn. Soprattutto sull’essere imbranata!
  7. Parliamo un po di te… Qual è stato il momento in cui hai capito ami la scrittura?

    Diciamo che l’ho sempre amata senza saperlo. Ho sempre inventato storie fin da piccola, sia che fossero esse sotto forma di fumetti, sia che fossero racconti scritti. Mi è sempre piaciuto farlo e ci passavo sopra intere giornate! Ma forse l’imprinting finale c’è stato 7 anni fa, quando ho provato a scrivere il mio primo e vero racconto illustrato. Da allora non mi sono più fermata ed ora mi ritrovo con decine e decine di storie che aspettano solo il momento opportuno per essere realizzate!

  8. Cosa ne pensi del mondo “self”?

    È stata una bellissima scoperta per me! È vero che essendo da sola tutto dipende unicamente da te… devi trovarti qualcuno che ti faccia un editing, qualcuno che sappia crearti una copertina se non sei in grado di fartela da sola, farti pubblicità a tutto spiano… però è bello e gratificante alla fine! Mi ha aperto un mondo intero e fatto conoscere un sacco di gente nuova e fantastica! È anche vero che con questa storia chiunque può decidere di pubblicare un libro, che sappia scrivere o meno, ma io non ci vedo nulla di sbagliato! Se uno ha un sogno è giusto che ci provi e se proprio ha scritto qualcosa di orribile… beh! Magari andrà meglio la volta dopo! In fondo se uno non impara dai propri errori come farà a migliorarsi? Se uno sogna come me di diventare una scrittrice o scrittore, il mondo dei self è un buon modo per provare ad avvicinarsi a questo sogno!
  9. Avresti la voglia, la curiosità, di creare una storia diversa, che si discosti dal Romance?

    Sì. Mi piacerebbe molto provare a fare qualcosa di diverso, un fantasy o uno storico tipo, però temo di non esserne in grado! O non ancora almeno. Magari in futuro, chissà!

  10. Ultima domanda: quando ci regalerai un altra chicca come “Non sono un angelo”?
    Io, personalmente, non vedo l’ora! 🙂

    Sono già al lavoro con un nuovo racconto. Volevo vedere se riuscivo a pubblicarlo entro San Valentino, ma staremo a vedere. Io ci spero! Come spero davvero tanto che vi piacerà! Terrò le dita incrociate!!!

    divisorioGrazie infinite a Melissa per questa piacevolissima chiacchierata e, soprattutto, per le emozioni che mi ha regalato! ❤

    Edna.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...