Presentazione di: “La Sposa Oscura” di Daniela Ruggero

Ciao Notters! 🙂
Restiamo in tema “Fantasy” e vi segnaliamo un’altra serie imperdibile per gli amanti del genere, “I Guardiani degli Ingeri” di Daniela Ruggero.

Venite a scoprire il primo volume! 🙂

divisorio

La-sposa-oscura-di-Daniela-Ruggero

 

TITOLO: La sposa oscura
AUTRICE: Daniela Ruggero
SERIE: I Guardiani degli Inferi #1
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE:
GENERE: Dark Fantasy/Paranormal Romance
PAGINE: 264
PREZZO: € 0,99 (Gratis su Kindle Unlimited)

 

 

SINOSSI

Marcus il figlio di Lucifero viene incatenato nella dimensione umana dalla madre Annia, la prima Eletta che con l’aiuto di sei donne pure di cuore crea i Sigilli di Luce capaci d’incarcerare i demoni negli Inferi. Dopo cinquecento anno Selene, una Novizia ignara delle sue origini mistiche, incontra Marcus che a causa di un giuramento di sangue dovrebbe proteggerla, ma che attratto dal suo potere la lega a sé attraverso il marchio del possesso. Demoni degli Inferi, stregoni, Novizie e Gran Maestri mescolano le loro vite in una cascata di eventi che esplode accecandoli. Il bene e il male, la luce e il buio cambiano pelle. I buoni saranno i carnefici e le vittime troveranno conforto tra le fiamme dell’inferno. In una sequenza di eventi che toglie il fiato colei che sola può causare l’Apocalisse si ritroverà ad amare ciò che tutti temono.

ESTRATTI

Selene sobbalzò nel letto scossa dai sogni turbolenti che puntuali le facevano visita. Si soffermò a guardare Adrian e Febe che dormivano abbracciati come due amanti clandestini. Sorrise, la sua amica stava vivendo il suo sogno meraviglioso, non l’avrebbe disturbata. Amare qualcuno che non contraccambia doveva essere qualcosa di profondamente doloroso. Sospirò, amare qualcuno che vuole il tuo sangue per aprire le porte al male era doloroso, poteva comprenderla. Si alzò silenziosa, in punta dei piedi e uscì dalla stanza.

Il corridoio era illuminato da piccole luci soffuse, la bellezza di quella Villa era pari a quella dei suoi abitanti. Scese le scale facendo attenzione a non fare alcun rumore, si tenne forte al corrimano temendo di scivolare. Si diresse in cucina guardandosi intorno circospetta, nessun rumore, nessun respiro, aprì il frigorifero e prese dell’acqua, la versò in un bicchiere e si avvicinò alle grandi finestre. Dallo scorcio di giardino che le offriva non poteva far altro che apprezzarne la bellezza. Gli alberi da frutto rigogliosi, i fiori e le piante sembravano finti tanto erano curati, vide la luna, fiera e maestosa nella sua luce pallida. I brividi le percorsero la pelle propagandosi lenti in tutto il suo corpo, quando notò il cerchio rosso contornarla. «La luna di sangue», sussurrò decisa. «Porta sventura.»

Appoggiò la mano sui ventri come per poter toccare il cielo e fu percorsa da una scossa gelida che si propagò dai polpastrelli alla colonna vertebrale.

«Gli scudi di Alexander.» Selene sobbalzò vedendo Marcus materializzarsi dietro di lei. «Ti ho spaventata?», chiese lui gentile.

«Un po’.»

Marcus si avvicinò alla finestra e alzò gli occhi verso il cielo guardando quella flebile palla che vive di luce di riflessa. «È la luna che ti rapisce?»

«Sì è meravigliosa, ma allo stesso tempo spettrale», rispose Selene che allungò il dito per indicare un punto preciso. «Vedi il cerchio rosso che la circonda? È presagio di sventura. Ogni qual volta nel cielo si alza il velo e la luna è offuscata dal mantello rosso, il sipario che separa i mondi si assottiglia e…»

«Le creature degli Inferi danzano incantando gli esseri umani» terminò Marcus. Lei si voltò guardandolo seria, lui le prese le mani e ne baciò i palmi. «Conosco le profezie Eletta, le ha scritte mia madre. Ho studiato, l’eternità è molto lunga, è fondamentale trovare qualcosa da fare quando si è lontani dalla propria casa», sorrise mentre una dolce melodia iniziò a cullarli. «Balla con me non vorrei offendere colei che mi ha dato la vita?», la cinse per la i fianchi senza attendere la sua risposta. Lei si lasciò trasportare appoggiandole la testa sul petto, il cuore batteva regolare, forte e deciso. «Perché non dormi Selene?», chiese sussurrando tra i suoi capelli.

«I sogni mi tormentano.»

Marcus la strinse protettivo, si mossero lenti, trasportati dalle note di quelle musica che si era materializzata nell’aria accarezzandole i sensi. «Che cosa sogni?», lei si morse il labbro nervosa, non aveva mai avuto la forza di parlare con nessuno di quei tormenti che da mesi disturbavano il suo sonno. «Coraggio puoi fidarti so mantenere i segreti», la esortò caldo.

Selene sospirò rassegnata, a una voce così calda e rassicurante non avrebbe potuto tacere nulla. «Ogni notte lo stesso incubo mi fa visita. Le fiamme mi avvolgono stringendosi intorno a me come volendomi soffocare. La paura mi stordisce tanto da impedirmi di reagire, urla di dolore in lontananza mi trapassano l’anima e quando sembra che tutto è perduto la mano di una donna mi porta via dall’inferno», alzò la testa per guardare Marcus che si era fermato. «Al mio risveglio mi sento dolorante come se mi avessero presa a pugni devo fare lunghe ore di preghiera affinché il mio spirito possa trovare pace, questi sogni mi stanno consumando.»

Marcus la guardò con insistenza per qualche istante. «Posso prometterti fin da ora che non saranno quelle le fiamme che ti accompagneranno nella vita», le baciò le labbra leggero e la prese in braccio.

«Che cosa fai?», domandò Selene imbarazzata.

«Ti porto a letto.»

«Per dormire?», quelle parole le uscirono dalla bocca ribelli, avrebbe voluto cancellarle, ma le aveva pronunciate e lo sguardo di Marcus la fece palesemente sprofondare nella vergogna.

«Hai altre idee?», domandò lui con un lampo di fuoco negli occhi.

«Nel modo più assoluto no», farfugliò mordendosi le guance.

Salirono le scale ascoltando il silenzio della notte, giunti nel corridoio il demone svoltò a destra, percorse ancora qualche metro e poi si fermò di fronte a unna porta di legno scuro che si aprì come per accoglierli. La stanza era illuminata da candele che emanavano un profumo dolce e sensuale. «Questa non è la mia stanza», protestò Selene scandalizzata ed eccitata al tempo stesso.

«No è la mia», ripose Marcus adagiandola sul letto.
«Non posso dormire con un uomo è davvero troppo.»
«Adrian è nel tuo letto o sbaglio?»
«Sì, ma è accanto a Febe.»
«Ma è nel tuo letto questo è un fatto Eletta», le si stese accanto accarezzandole il viso. «Dormi Selene le fiamme non ti avvolgeranno.»

Lei chiuse gli occhi, quel dolce comando la strinse e quando le grandi lingue di fuoco si concretizzarono strozzarla nella paura vide Marcus passarci attraverso. Lo sentì pronunciare veloce alcune frasi incomprensibili e le fiamme divennero piccole scintille. Lui allungò la mano. «Vieni Selene. »

Lei la strinse titubante, quel contatto le diede una sensazione profonda, in un lampo e vide la sua vita attorcigliarsi su se stessa, fu invasa da una terrificante sensazione di morte che venne sostituita con una senso di appagamento profondo, ebbe la certezza di essersi nutrita di assenzio e ambrosia, precipitò in sonno senza sogni.

CHI E’ DANIELA RUGGERO?

Daniela Ruggero nasce a Torino il 30 Settembre 1976, sposata e mamma.

Nella vita di tutti i giorni è un’infermiera mentre nel tempo libero scrive. E’ una lettrice compulsiva dipendente dal genere Horror e Noir. Ama il Fantasy in tutte le sue sfaccettature, ma non disdegna una buna storia anche se non fa parte di queste categorie. Ama le serie televisive come Supernatural e simili e Dexter Morgan è il suo serial killer preferito.

Autrice della Saga Dark Fantasy, “I Guardiani degli Inferi”:

Il blog dell’autrice danielaruggero.blogspot.it è nato per creare un contatto con i lettori e per sostenere gli autori emergenti che come lei si affacciano sul panorama letterario italiano camminando in punta dei piedi.

Contatti: daddara76@yahoo.it

I LETTORI NE DICONO….

“…Ebbene sì! Pur avendo letto la prima edizione di “La Sposa Oscura”, non potevo perdermi la storia di Selene e Marcus in questa nuova versione, con tanto di cover spettacolare. Devo essere sincera: l’Autrice è stata in grado di ‘emozionarmi’ ancora, se non addirittura di più, pur sapendo gli sviluppi della storia. Adoro la Saga de “I Guardiani degli Inferi” e adoro Ruggero Daniela!”

“Con ‘La Sposa Oscura’, ho trascorso momenti unici che non vedo l’ora di ripercorrere, ho conosciuto personaggi che desidero fortemente rincontrare. Per me è raro emozionarmi con un libro scritto in ‘terza persona’, ma Ruggero Daniela ne è stata veramente capace!
Complimenti davvero!”

“Questo primo capitolo di una saga paurosamente seducente, accattivante, azzardo a scrivere anche romantica sebbene il romanticismo non sia nelle corde del protagonista, mi ha lasciato con la fatidica domanda che mi assale quando finisco un libro che merita: E poi? Devo sapere cosa succederà tra Selene e Marcus. Il triangolo Adrian, Febe, Michele. “

divisorio

Notters, siete pronti a lasciarvi trascinare in questo labirinto di emozioni?

Naty&Julie 🙂

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...