Presentazione di: “Una vita in più” di Marilena Boccola|Anteprima!

Ciao Notters,
oggi abbiamo una bellissima presentazione per voi! IN ANTEPRIMA!!!! 🙂
Dall’autrice di “Una casa per due”, “Abbracciami più forte” e “Abbracciami, è natale”, Marilena Boccola approda nuovamente online con “Una vita in più”, romanzo autoconclusivo, spin-off di “Abbracciami più forte” pubblicato ad Agosto 2015.

divisorio12651186_10206857550535794_8040281313215966926_n

TITOLO: Una vita in più
AUTORE: Marilena Boccola
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE: Febbraio 2016
GENERE: Romance
FORMATO: eBook
PREZZO: € 1,99

 

 

SINOSSI

Simone, o meglio, il dottor Simone Ferrante è il promettente e affascinante manager di un’importante Fondazione bancaria il quale, dovendo lavorare a stretto contatto con la direttrice generale della Fondazione, la dottoressa Anna Laura Gualtieri, inaspettatamente si sente attratto da lei, anche se la raffinata e bellissima quarantenne, distaccata e severa, non perde occasione di rimproverare i suoi ritardi e affermare il proprio ruolo di superiorità in azienda.Tuttavia, giorno dopo giorno, nonostante gli scontri e le resistenze iniziali, la corazza che l’avvenente donna in carriera, sposata e con figli, si è costruita nel tempo inizia a incrinarsi e, complici alcune situazioni propizie, il fuoco della passione divampa tra i due protagonisti, al di là di ogni freno razionale. Se poi,  oltre all’attrazione sessuale, subentrano anche dei confusi sentimenti, il rischio di finire bruciati diviene pericolosamente probabile.Fanno da sfondo a questa piacevole commedia romantico/erotica, narrata dal punto di vista maschile, l’ex fidanzata di Simone, il collega gay Luca e Debora con i quali il protagonista trascorre le pause-pranzo, gli amici con cui esce alla sera o programma le vacanze estive e i familiari che incontra nei tradizionali pranzi domenicali.

12687901_10206858088389240_6932437305204510814_n


ESTRATTO

«Eccolo! Dottor Ferrante, si accomodi!»
Anna Laura lo invita a entrare nel suo ufficio. In piedi accanto a lei c’è il dottor De Andreis, docente universitario, nonché membro del Consiglio d’Amministrazione della Fondazione.  «Come le dicevo, io e il dottor Ferrante stiamo rivedendo attentamente l’intero progetto» prosegue il discorso rivolta al Presidente. 2016-02-2--21-15-02
«Lo sa, vero, che è previsto un co-finanziamento?» la interrompe il luminare.
«Sì, lo sappiamo, infatti dobbiamo analizzare a fondo la questione perché non ricordo se i costi vengano integrati dall’Ente o se sia prevista una partnership».
«Mi sembra di ricordare che prevedano di integrarli loro stessi» interviene Simone.
Entrambi si voltano nella sua direzione, sorpresi.
«Come vede, il dottor Ferrante è molto preparato» sottolinea la direttrice.
«Sì, sono informato sulle sue ottime capacità. Bene! Vi lascio al vostro lavoro anche perché i tempi sono abbastanza stretti: il consiglio si riunisce il 28 giugno» li informa frettoloso. «Allora, buon proseguimento!» conclude, avvicinandosi alla porta e posando la mano sulla maniglia.
«Grazie. Anche a lei!» gli risponde Anna Laura con un sorriso.
«Arrivederci!» lo saluta Simone, mentre lo osserva uscire.
«Solito rituale?» gli chiede con complicità, appena rimangono soli.2016-02-2--21-11-16
Simone la guarda perplesso, senza capire.
«Caffè?» specifica lei.
«Ah sì, grazie!» risponde, compiaciuto.
Dopo aver chiamato Pasquale e aver bevuto un buon caffè, si mettono al lavoro. Simone non può far a meno di farsi inebriare da quel suo profumo delicato, ma persistente, che ormai si è impossessato delle sue narici al punto di sentirlo anche quando è a casa.
«Ha portato la pen drive con le ridefinizioni che le avevo chiesto di fare?»    «Certo» ed estrae dalla tasca un pezzetto di plastica rettangolare, porgendoglielo. La guarda, intanto che lo inserisce nel portatile: osserva le sue mani curate, le unghie corte, ma perfettamente limate e colorate di rosa in tinta con la maglietta firmata, abbinata ai pantaloni bianchi che porta disinvoltamente con dei sandali dal tacco alto. Le guarda il profilo, la pelle dorata coperta di piccole efelidi, gli occhiali posati sul naso, quella coda così severa stretta sulla nuca. Gli verrebbe da allungare la mano e scioglierle i capelli.
Che cazzo mi succede! Si rimprovera mentalmente, cercando la giusta concentrazione.
«Ha sentito cosa le ho detto?»
«Eh?»
«Le ho chiesto quale cartella devo aprire?»
«Ah sì, mi scusi… il file è quello» lo indica sullo schermo del computer «modifiche Clessidra».
«Okay!» Cliccandoci sopra due volte, Anna Laura lo apre e si appresta a leggere il documento ad alta voce.
«Direi che va molto bene!» esclama dopo dieci minuti che hanno consentito a Simone di continuare a osservarla in silenzio.
«Teniamo aperto sia il suo file che quello del progetto, così trascriviamo mano a mano le osservazioni? Cosa ne dice?»
«Per me va bene, anche se questa modalità le ruberà più tempo».
«Non importa, ho visto a che ora ha finito ieri sera».
Simone la guarda togliersi gli occhiali e fissarlo con quei suoi occhi talmente verdi da portarlo ad abbassare lo sguardo.
«Preferisce scrivere lei?»
«Se non le dispiace, sì».
Si scambiano il posto e il sedere di Anna Laura gli passa all’altezza del viso. Intravede persino il triangolo dal quale parte il filo del perizoma sotto al cotone bianco dei pantaloni. Qualcosa si muove nelle parti basse, prepotente, irriverente…[..]

CHI E’ MARILENA BOCCOLA?

Marilena Boccola è, innanzitutto, un’appassionata lettrice che scrive da sempre per il puro piacere di farlo. Laureata in scienze politiche a indirizzo sociale, vive a Mantova con la sua famiglia e lavora presso una cooperativa sociale che gestisce servizi per persone disabili.
Fin da bambina ha tenuto un diario e negli anni ha scritto diversi racconti, tra cui alcuni per i suoi figli (nel 2011, il racconto per bambini “Il Ragno Luigi” è risultato tra i 25 vincitori del concorso letterario “Racconti nella Rete” ed è stato pubblicato nell’omonima antologia edita da “Nottetempo”).
Romantica e sognatrice, recentemente si è cimentata nella scrittura di romanzi rosa senza tralasciare un pizzico di erotismo. Nel 2015 ha pubblicato “Una casa per due” e “Abbracciami più forte” riscuotendo in entrambi i casi apprezzamenti e positive recensioni.
A Natale 2015 ha pubblicato tre novelle natalizie: “Abbracciami è Natale” con gli stessi protagonisti di “Abbracciami più forte” alle prese con il primo Natale insieme; “Una lettera dal cielo” con i protagonisti di “Una casa per due” pubblicato nell’antologia “Un Natale speziato” a favore di Unicef e “Una magia di Natale” con personaggi inediti pubblicato nell’antologia “A Natale ti regalo l’amore” a favore di AIRC.
Ottimista e solare, è convinta che la vita e le persone ricambino nello stesso modo chi sorride loro.

 

divisorio

Ora non vi resta che acquistarlo e immergervi in questa commedia romantica/erotica di Marilena Boccola!

Naty&Julie ❤

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...