A tu per tu con: Flavia Rossetti!

Buongiorno Notters! 🙂
Vi ricordate la mia recensione di “Tu. Unico per me”? Il romanzo di Flavia Rossetti che racconta la storia di Micah e Annika? (Cliccate qui per fugare ogni dubbio! :p)
Bene, oggi mi trovo in compagnia dell’autrice per farmi raccontare qualcosa in più di questa bellissima storia e… ci sarà un regalo inedito per voi!!!! 🙂

Seguitemi, fino alla fine mi raccomando! :p

divisorio
Ciao Flavia,

sono molto felice che tu abbia accettato di fare questa chiacchierata con me, è un onore per me poter essere qui con te oggi! 😍
Cominciamo subito, non vedo l’ora di scoprire di più della bellissima storia di Annika e Micah!

  1. Annika e Micah. Una storia d’amore dai pochi fronzoli e tantissimo sentimento. ❤️
    É una storia frutto della tua fantasia o racchiude anche un pizzico di realtà? 🙂Sono veramente contenta di essere tua ospite, Julie, e di tutto il gruppo, anche perché, sono sincera, credo che non mi abbia mai ospitata nessuno fino ad oggi! Quindi che bello, sono emozionata 🙂
    Ovviamente la storia nasce dai viaggi delle mia testolina che fantastica, fantastica su questi ragazzi pieni di fascino, belli e che ci fanno sognare. E, come sempre, nella protagonista femminile c’è un po’ di me, soprattutto nella assoluta normalità del suo aspetto fisico! In fondo, è il sogno di tutte noi ragazze e donne normali essere notate da uno strafigo! (Chiamiamolo sogno o miracolo).
  2. Quando hai deciso di pubblicare questo tuo “bambino”? Qualcosa o qualcuno ti ha spronata?Io scrivo per passione e per lavoro. Scrivo di vari generi, quindi direi che per me dare forma a un romanzo e poi metterlo in circolazione è come disegnare un cerchio. In modo naturale si deve chiudere, e chiuderlo vuol dire pubblicare il mio bambino in ebook e aspettare di sentire cosa ne pensino le lettrici.
  3. Hai dato al tuo libro un titolo che mi ha colpito molto: “Tu. L’Unico per me”. Ricordo che quando a scuola ci chiedevano di dare dei titoli ai paragrafi per me era molto difficile.
    Tu come hai scelto il tuo titolo, come hai capito che sarebbe stato “l’unico”?La scelta del titolo è sempre complicata: devi cercare di condensare in due o tre parole l’essenza del romanzo. Perché già dal solo titolo qualcuno dovrebbero volermi comprare? Ho cercato di imprimere la forza dei sentimenti che Annika prova verso Micah, e devo dire che forse ci sono riuscita!
  4. Nella tua storia hai descritto Annika e Micah con estrema cura, hai sottolineato gli aspetti caratteriali dei personaggi con molta dedizione.
    Come sono nati i tuoi personaggi? Hai “costruito” un personaggio attorno al quale hai poi sviluppato la storia oppure sono nati tutti insieme, uno complementare all’altro?
    I personaggi sono sempre ben presenti nella mia mente e da lì passano agli appunti: ognuno è caratterizzato al meglio di quelle che sono le mie capacità. Cerco di immaginare semplicemente delle persone vere.
  5. Tra tutti i personaggi presenti nel libro, a quale di loro ti senti più legata? Perché?Ho un debole per Preston, perché incarna il mio ideale di uomo: taciturno, un po’ scorbutico e orso, quello nel cui cuore bisogna fare breccia ma che una volta che è stato conquistato… non ti molla più.
  6.  Oltre a “Tu. Unico per me” hai scritto altre storie. Se ti chiedessi di descrivermi i tuoi libri con una parola, quale attribuiresti a ciascuno di loro?Tu. Unico per me: romantico;
    Tu. La mia salvezza: passionale;
    Il mistero di Agreen Country: fresco.
  7. Qual è il tuo rapporto con la scrittura? Come la consideri nella tua vita e quando hai capito di esserne innamorata al punto da voler diventare scrittrice?

    Guarda, vorrei poter affermare come tante colleghe che scrivo da sempre, fin da quando ero adolescente…no! Assolutamente no, scrivo romanzi da quando sono grande, da circa otto anni. Prima, pur avendo una buona mano, non mi è mai passato per la testa di mettere i miei pensieri nero su bianco.
  8. Dopo la storia di Annika e Micah hai scritto un libro anche su Ginger e Preston, due personaggi importanti, che possiamo definire co-protagonsti, in “Tu. L’unico per me”.
    Cosa ci racconti di questo nuovo capitolo d’amore? Perché i lettori dovrebbero leggere “Tu. La mia salvezza”?
    Perché è una storia diversa dalla prima. Ginger è una vera tosta, una ragazza che non si è fatta piegare dalla sventura che l’ha colpita e Preston… beh, Preston è il mio amore, l’uomo duro dal cuore tenero.
  9. Flavia, oggi stai scrivendo? Hai in mente qualche nuova storia? Se sì, hai voglia di svelare qualcosa ai lettori di Notting Hill Books?Si, sto scrivendo una nuova storia, ma soprattutto sono impegnata con le mie amiche di romanzo nella stesura della Mac Talbot saga. Infatti ho la fortuna di collaborare con Nora Cocian e il suo staff. Nora che è una scrittrice di grande talento che si cimenta in romance fantastici ambientati in Scozia e ricchissimi di intrecci amorosi e non. Anzi, approfitto: non lasciatevi scappare “Il fuoco della verità” e “Il fuoco dell’inganno”, creano dipendenza, sono stupendi!
  10. Questa non è una domanda quanto regalo che, sfacciatamente, ti chiedo😜
    Se ti chiedessi di dirmi cosa è successo tra Annika ed Micah dopo quel dolce incontro che ha segnato il loro riavvicinamento, come mi risponderesti? 😍Ehhh… vediamo… eravamo rimasti qui:

“Micah mi guardò risoluto. «Mi ha chiesto di poter dire in giro che è stata lei a scaricarmi e le ho detto che poteva farlo. Ha affermato che le spettava come risarcimento perché non ho voluto andare fino in fondo con lei.» Arrossii cogliendo il significato esatto di ciò che voleva intendere.

«L’unica con cui desidero andare fino in fondo d’ora in poi sei tu, Annika.» Le sue parole scesero come un balsamo sul mio cuore. Lo abbracciai tenendolo stretto contro di me e sentendo il suo battito che mi martellava contro l’orecchio.

«Tu sei l’unico per me» mormorai contro il suo petto lasciandomi cullare dalla certezza che non ci saremmo mai più allontanati.”

Allora il mio piccolo regalo alle letrici di Notting Hill Books è questo:

“…Le sue labbra trovarono le mie e fu come un familiare ritorno a casa. La bocca di Micah aveva un sapore conosciuto e dolcissimo. Mi strinsi forte alle sue braccia mentre in un solo gesto gli regalavo corpo e anima insieme, tutta me stessa. Mi baciò con la passione che la nostra separazione aveva alimentato ma poco dopo si staccò. Ansimava. Tenne la sua fronte qualche secondo premuta sulla mia e sussurrò «per sempre» prima di rendermi ancora una volta la ragazza più felice di tutta Madison.”

divisorio

Grazie ancora una volta per il tempo che hai accettato di dedicare a me e a Notting Hill Books!
Julie ❤️

Flavia: Grazie a te Julie, per avermi ospitata e per lo spazio che mi hai dato, sei stata davvero molto cara.

1d5783f9-5832-432e-927e-e194b7dc9f8d

 

 

 

 

 

Tu. Unico per me

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...