Recensione di: “Tu. Unico per me” di Flavia Rossetti

Ciao Nottes, eccoci di nuovo insieme per la recensione settimanale! 🙂
Oggi vi racconto la storia di Micah ed Annika, i due protagonisti del libro di Flavia Rossetti dal titolo “Tu. Unico per me”.

Siete pronti a lasciarvi trasportare da questa nuova e dolcissima storia d’amore? ❤

divisorio

1d5783f9-5832-432e-927e-e194b7dc9f8d

TITOLO: Tu. Unico per me
AUTRICE: Flavia Rossetti
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE: 08 Marzo 2015
GENERE: Romance
FORMATO: eBook
PAGINE: 135
PREZZO: € 1,98 (Gratis su Kindle Unlimited)

 

 

SINOSSI

Annika e Ginger, amiche inseparabili condividono e custodiscono un segreto ingombrante che deve assolutamente rimanere tale. Ma quando Micah Ross, ultimo di tre fratelli e uno dei ragazzi più popolari dell’Edgewood College, entra con il suo giro in maniera improvvisa nelle loro vite, tutto cambia. Sullo sfondo di Madison, Wisconsin, un amore sul quale nessuno avrebbe mai scommesso, stupisce tutti, decolla e prende il volo.

RECENSIONE
***ATTENZIONE, POSSIBILI SPOILER***

Annika e Micah… (lo ammetto, mi avevano già conquistata i nomi!). Sono loro i protagonisti di questa storia d’amore. Una storia intensa e travagliata.

Annika è una ragazza timida, introversa, una ragazza che non ama stare al centro dell’attenzionenm2645189 ma anzi fa di tutto per non farsi notare; una ragazza che cammina a testa bassa lungo i corridoi della scuola per essere sicura di non dover incrociare sguardi indagatori di persone che non conosceva. Ha un passato complicato, porta sulle spalle il peso di una sofferenza profonda (che non mi svelerò!), la stessa sofferenza che l’ha spinta, insieme alla sua migliore amica Ginger, a trasferirsi lontano da casa, dai genitori, da quella quotidianità che le lacerava il cuore. E’ la semplicità fatta persona, i capelli di un castano ordinario e gli occhi marroni a incorniciarle il volto, le sue amate Dr Martens che la accompagnano in ogni occasione.

dreamcast-6-anna-and-the-french-kiss-di-steph-L-TAch4rMicah Ross è uno dei ragazzi più ambiti della scuola, un ragazzo bello ed intrigante dal magnetismo singolare; il sorriso mozzafiato e l’innegabile carisma lo rendono irresistibile agli occhi delle ragazze e anche piuttosto popolare tra i ragazzi. Leader delle feste e dei combattimenti clandestini è famoso per essere una “testa calda” o forse sarebbe più giusto dire “una testa calda senza pietà” 😉
Micah ha due fratelli, Preston e Josh, tutti e tre molto diversi tra loro e molto importanti per lo svolgimento della nostra storia.
Anika e Micah si trovano, per merito di Ginger, ad andare insieme ad una festa; non avevano mai parlato prima di quella giornata e anzi, a dirla tutta, i loro sguardi non si sono nemmeno mai incrociati nonostante la nostra dolce ed insicura protagonista abbia silenziosamente un debole per lui, il “lui” che vede così irraggiungibile e lontano da lei e dal suo mondo.

Nonostante qualche difficoltà iniziale la storia tra i due protagonisti prende piede in fretta, Micah è sempre più consapevole di quanto Annika sia diversa dalle ragazze di cui è solito circondarsi, quelle ragazze che fanno di tutto per farsi notare, che gli si lanciano addosso e che non gli fanno mancare sorrisi provocanti in qualsiasi circostanza. Annika no, lei è timida e lo guarda appena. Lei gli fa domande sul perché abbia accettato di uscire insieme, lei non ha paura di un rifiuto, non fa di tutto per piacergli, non è maliziosa, é… semplice. Una ragazza pura dalla quale farà sempre più fatica a prendere le distanze mentre lei, ogni volta che lo guarda, capitola senza freni innamorandosi di lui sempre di più.

Inizierà per loro una conoscenza lenta insieme ad una inversamente proporzionale passione, una passione che faranno sempre più fatica a domare ma che, per vicissitudini drammatiche, sarà costretta ad aspettare abbastanza a lungo fino a che, una volta superati quei momenti di disperazione…

“​La sua bocca era qualcosa d’irresistibile e non ero più umanamente in grado di aspettare. Mi avvicinai lentamente alle sue labbra. Micah rimase immobile ma i suoi occhi sembravano intorbiditi di qualcosa che volli credere fosse desiderio. Per me. Gli sfiorai le labbra con le mie. Sospirai a quel contatto quasi elettrico. Erano calde, morbide ma dalla consistenza dura, qualcosa che mi spingeva ad assaggiare e mordicchiare. Leccai il cerchietto d’argento. Anche Micah si lasciò sfuggire un ansito. Sapevamo entrambi che quella sera saremo andati molto più lontani di qualche bacio e forse quella consapevolezza era qualcosa di difficile da gestire, un’emozione e un’attesa troppo forte.
«Micah, io…»
«Cosa, Annika?»
«Devo dirti una cosa…» Mi prese le mani, le mie erano gelate e le sue caldissime. «Lo hai mai fatto, Annika?» rimasi interdetta per un attimo, con la bocca socchiusa e il cervello che non riusciva a registrare il significato di quelle parole.
Micah pensava che fossi vergine e che fossi titubante per quel motivo. Mi balenò davanti agli occhi come un lampo la possibilità che il fatto che non lo fossi, potesse essere una delusione per lui e ne rimasi ferita. Ma fu solo un secondo. Lo guardai. Era impossibile che in fondo a quegli occhi pensasse una cosa simile. Aveva un’espressione così trattenuta e rispettosa che mi sentii in colpa per non essere ciò che forse si aspettava che fossi.
«Sì, io l’ho già fatto.» Il fiato mi uscì tutto insieme dai polmoni e li sentii quasi bruciare per il sollievo.
Lo guardai negli occhi e in quel verde scuro che tanto adoravo, vidi solo le pupille dilatate da un desiderio grande.
«Allora, cosa c’è?»
«Nulla» risposi. E mi ritrovai fra le sue braccia con la consapevolezza che non avrei mai permesso a niente di guastare quel momento magico.

tumblr_ntv4pcm2WP1u3acxbo1_500.gif
Due ore più tardi, eravamo nel mio letto, completamente nudi e avvolti nelle lenzuola a fiorellini. Poggiavo la testa sul petto di Micah e mi godevo il battito rilassato del suo cuore. Non ero un’esperta di avventure amorose o tanto meno di sesso, ma avevamo fatto l’amore e sentivo che tutto era cambiato fra noi.
Micah era stata la mia più bella esperienza, il suo tocco su di me aveva risvegliato delle parti che credevo morte e altre di cui non conoscevo neanche l’esistenza. La mia inesperienza lo aveva in qualche modo coinvolto ancora di più, avevo avuto la sensazione forte di essere amata, accudita, voluta. Mi sentivo così felice che mi scoppiava il cuore. Non avrei potuto desiderare niente di più.”
Purtroppo quel momento magico non durò a lungo, accadde qualcosa.
Qualcosa che ruppe l’incantesimo che si era creato tra loro in quelle poche ore insieme, quelle ore che li avevano uniti in maniera indissolubile ma che forse, sarebbero state le ultime…
Per Micah e Annika iniziò un periodo buio, cinque settimane di lontananza, di silenzio, di sguardi evitati, di indifferenza. Il sentimento che nutrivano l’uno per l’altra era forte e profondo così come la delusione di Micah nell’aver scoperto qualcosa del passato di Annika che non avrebbe mai voluto sentire se non dalla sua bocca e come il dolore che dilaniava il cuore della nostra protagonista per aver tradito la fiducia della persona che amava.Come in tutte le storie d’amore che si rispettino però non mancheranno i colpi di scena!
Voi riuscireste a rinunciare all’amore della vostra vita con la consapevolezza di aver commesso un errore, di aver omesso una verità che rischia di rovinare per sempre il vostro futuro? Mi sembra di sentire le vostre voci e so che la risposta sarebbe “no” perché quando amiamo perdiamo ogni razionalità e anche gli ostacoli più insormontabili sembrano sciocchezze. Per la nostra Annika sarà esattamente lo stesso. Troverà dentro di sé una forza, una tenacia, una motivazione che credeva di aver perso per sempre; sentiva battere il cuore all’impazzata ogni volta che pensava agli occhi di Micah e decise di non voler rinunciare a quell’emozione, a quell’amore.

Si armò di pazienza, mise da parte l’orgoglio e andò a riprenderselo.
​”E poi, lo vidi. Una sagoma scura stava seduta su una panchina di fronte a un cespuglio completamente sfiorito. Era lui.
Micah si alzò in piedi. «Annika, cosa fai qui?»
La sua voce era stupita, forse quanto lo ero io di scoprire che veramente era lì.
In quell’atmosfera così irreale, quasi da sogno, spensi il cervello rifiutandomi di ragionare. Non lo avevo fatto fino a quell’istante, se avessi davvero ragionato non sarei stata lì a quell’ora. Mi gettai fra le sue braccia incapace di parlare. Micah le aprì immediatamente. Sapeva di buono, di rifugio caldo, di abbraccio che avevo tanto sospirato di avere in quelle settimane. Sentire le sue braccia forti che mi stringevano fece sciogliere il nodo di angoscia che sentivo nella gola e permise a tutte le mie lacrime di scendere.
«Micah io voglio stare con te. Non ho nessun altro posto in cui vorrei essere se non tra le tue braccia.»
Lui tacque per un istante che mi parve infinito senza smettere di stringermi. Se in quel momento mi avesse allontanata da sé, non avrei saputo cosa fare. Invece, mi strinse più forte e parlò.
La sua voce la sentii nell’orecchio e nel cuore: «Sai perché sono qui Annika? Non riesco a fare più niente. Non riesco a studiare, lavorare, dormire… Da q
uando non sei più nella mia vita, niente ha senso.»

Davvero era stato così doloroso per lui? Ripensai a come mi era sembrato rilassato quando lo avevo incontrato a scuola in mille occasioni. 
«Ma io credevo che tu…» le parole mi morirono nella gola.
«So fingere bene, amore.»
Quella parola mi riscaldò il cuore.”
tumblr_m8hjs7ppU21ruiwgy.gif
Lo so me ne rendo conto, sono stata molto vaga ma se vi avessi svelato di più vi avrei rovinato il piacere della lettura e… non sia mai! Vale la pena leggere questa storia 🙂
Una storia d’amore ma anche di profonda amicizia, di stima e di rispetto tra le persone. Una storia che straripa di sentimento senza mai annoiare il lettore. Nel racconto non mancano i colpi di scena e non c’è un attimo in cui tu abbia voglia di chiudere il libro dicendo “ma sì dai tanto so cosa succede!”; questo non solo non accade ma il desiderio di volare alla fine delle pagine per capire cosa succede è quasi irrefrenabile.Flavia, l’autrice, scrive bene, in maniera pulita e con pochi fronzoli cosa che apprezzo tantissimo per l’efficacia con cui ti emoziona.
Qualche errore di battitura è vero, compare, ma non condiziona assolutamente la lettura quindi non mi resta che fare i complimenti a Flavia e correre a leggere il secondo volume della Saga dei Fratelli Ross “Tu. La mia salvezza” che vede come protagonisti Ginger e Preston, altri due personaggi dai caratteri niente male che, sono certa, ci faranno sognare!

Julie. ❤
picsart_01-08-01.50.58.jpg
picsart_01-08-02.10.57.jpg
Annunci

3 pensieri su “Recensione di: “Tu. Unico per me” di Flavia Rossetti

  1. Flavia Rossetti ha detto:

    Buongiorno e grazie julie 🙂
    Ci ho messo una vita per riuscire a fare l’accesso, sono proprio impedita! Volevo dire grazie per questa bella recensione, per lo spazio e per il tempo che mi hai dedicato!
    Flavia

    Liked by 1 persona

    • nottinghillstaff ha detto:

      Ciao Flavia, grazie a te per avermi dato la possibilità di leggere questa bellissima storia, per le emozioni che mi hai dato e per quelle che ancora mi regalerai con Ginger e Preston!

      Un bacio 🙂
      Julie.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...