Recensione di “Markus Kane” di Silvia Gurieri!

Buongiorno Notters!
Questa settimana ho avuto il piacere e l’onore di leggere e recensire per voi una splendida e imperdibile novità: “Markus Kane” di Silvia Gurieri.
Una lettura che mi ha regolato emozioni molto intense, che mi ha permesso di distaccarmi dal mondo reale per qualche ora per entrare in una realtà maledettamente seducente.
E nel mentre, ovviamente, mi si formavano gli occhi a cuoricino! ❤
Fidatevi di me: non potete perdervelo! 🙂

divisorio

12508817_1067561263307006_7036142935984775372_n

TITOLO: Markus Kane
AUTRICE: Silvia Gurieri
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE: 02 Febbraio 2016
GENERE: Erotic Romance
FORMATO: eBook
PAGINE: 150
PREZZO: € 1,99

 


SINOSSI

Porzia è una giovane ragazza di 25 anni rimasta orfana troppo presto, lavora come impiegata in uno studio legale, nonostante i genitori alla loro morte, le abbiano lasciato un ingente patrimonio. E’ allegra, sfrontata e dispotica, con l’indole di cacciarsi spesso nei guai. Saranno proprio queste sue qualità a catapultarla nel mondo oscuro di Markus Kane. Lui è un uomo di origine asiatica, bello, ricco ed estremamente potente e pericoloso, tutta Bologna è ai suoi piedi.
Qualcuno ritornerà dal passato e una morte misteriosa dovrà trovare il suo colpevole.

Un’unica domanda: incidente o omicidio?

RECENSIONE
***ATTENZIONE, POSSIBILI SPOILER***

Alcuni dicono che tra l’odio e l’amore ci sia solamente un filo sottile che li separa, che in realtà il confine tra l’uno e l’altro sia sfuocato, indefinito.
C’è chi dice che odio e amore possono convivere, uno accanto all’altro.
E c’è, invece, chi dice che chi ama, non può provare odio e viceversa. Mai.
Quella di Markus Kane più che una storia, è una scommessa.
Una di quelle scommesse difficili anche solo da pensare, perché la posta in gioco è davvero alta.
Una scommessa che vede come protagonisti proprio Markus e Porzia, questi due strani e meravigliosi amanti, che hanno il potere di fare sognare e trepidare il cuore di ognuno di noi.
Sono i protagonisti di una scommessa inaspettata, che si avventa sulle loro vite come fosse uno tsunami: può l’odio, diventare amore?
Questa domanda rappresenterà per loro solo l’inizio di un’intensa, drammatica, passionale, brutale, aggressiva, esagerata e bellissima storia d’amore.

87570307-a5bc-4089-81dc-32fa511b7dd3Porzia è una bellissima ragazza in carriera, lavora infatti in un importante studio legale nella sua città natale, Bologna.
Forte, indipendente e decisa, Porzia cammina sotto i portici della città con fierezza e determinazione, felice di quello che la circonda: una città che ama, una casa in pieno centro che condivide con i suoi due migliori amici Anna e Nicholas e un lavoro che le piace e che sa fare bene.
Gli anni di tristezza e di instabilità, in cui Porzia si è sentita mancare la terra sotto i piedi a causa della morte dei suoi familiari, sembrano ormai lontani anche se rappresentano una ferita nel suo cuore che continua a sanguinare.
Ma si sa, basta un attimo e la vita può cambiare… Per sempre.
Quell’attimo, nella vita di Porzia, è Markus Kane.

Ora voi starete sicuramente pensando: “beh dai, sarà sicuramente come tutte le altre storie in cui lei lo vede e si innamora all’istante!”.
Mi dispiace deludervi cari lettori ma… No.
L’incontro di Porzia con Markus è più uno scontro: a causa sua, Porzia perde il lavoro.
È infuriata, si sente umiliata e oltraggiata e non riesce a non provare che odio per quell’uomo che le ha incasinato la vita fino a quel momento quasi perfetta.
Ma Porzia non è una persona che ha paura di affrontare le situazioni e così, presa da un impeto d’ira, decide di affrontare direttamente Kane, giusto per fargli sapere quel che pensa di lui, fregandosene di tutto e tutti e ignorando di avere davanti a se l’uomo più ricco di Bologna.

“<<Scusate l’interruzione, ma devo assolutamente conoscere il responsabile del mio licenziamento per un errore che per altro, può capitare a qualunque essere umano.>>
<<Signorina Costantino, ma come ora entrare così nel mio ufficio, lei non fa più parte dello staff e se non se ne va subito, la faccio trascinare fuori dalla sicurezza>>, fa per alzarsi dalla sua poltrona in pelle quando Markus lo blocca e alzandosi, mi sovrasta con il suo corpo, avvicino il suo viso al mio.
Il suo alito profuma di menta e il suo corpo emana una fragranza speziata che mi fa girare la testa.
<<A cosa devo l’onore signorina…?>>
<<Come mi chiamo non è affar suo, volevo solo fare la sua conoscenza e dirle di persona quanto sia stronzo>>, cerca di intimorirmi con il sul sguardo di ghiaccio, ma con me non attacca e noto che questo spiazza. Non abbasso gli occhi, anzi li mantengo fissi suoi suoi.

Porzia ha, infatti, un vizio che le si ritorcerà contro: non legge giornali e non guarda la tv, quindi non ha assolutamente idea di chi sia in realtà Kane…

image (8)Markus è un maschio alfa in piena regola e decisamente pericoloso, troppo pericoloso.
Un uomo tutto d’un pezzo, orientale, con i suoi due metri di altezza, gli occhi oro, i capelli neri e spettinati e i suoi immancabili abiti eleganti, sprizza virilità e arroganza da tutti i pori.
Il mistero è sicuramente l’arma preferita di Kane, nonché estraneamente letale (sicuramente per tutte le donne del pianeta!) per lui e per chi ha accanto.
Un po come si dice di Attila, ovunque sia Markus, tutto viene eclissato dalla sua immagine, dalla sua presenza che è un qualcosa di magnetico e accattivante.
Insomma… Difficile resistergli!

Eppure Porzia non ce la fa, non riesce a guardare Markus con uno sguardo che non sia dispregiativo.
Beh certo, ne riconosce la bellezza, l’effetto che fa un suo solo sguardo o il suo tocco, del resto è pur sempre una donna!
Ma quell’arroganza e prepotenza che fanno da padrone al carattere irruento di Markus, non permettono alla nostra Porzia di lasciarsi andare, di provare a capire cosa c’è sotto quella corazza da uomo rude che indossa ogni giorno Kane.

Ma Markus ha altri piani, altri progetti per lei, e non si risparmia ne nel dirglielo ne nel dimostrarglielo…

“Succede tutto in un attimo.  Markus irrompe nella toilette, chiudendo la porta a chiave dietro di se e afferra ndomi i polsi, me li blocca dietro la schiena provocandomi dolore. «Che cosa vuoi, lasciami bastardo»,  cerco di divincolarmi ma lui è troppo for te e non riesco a muovermi. Si avvicina al mio orecchio,  i nostri corpi sono come incollati e posso sent ire la sua erezione contro il mio sedere, «Io e te abbiamo una questione in sospeso, e io odio avere questioni in sospeso». Una lacrima mi riga il viso, «Non farmi del male, ti prego», tremo e ho paura di non riuscire ad uscire dal  bagno sulle mie gambe. Mi gira di scatto e mi ritrovo schiacciata tra il muro e il suo corpo di marmo. «Se avessi voluto ucciderti saresti già morta, voglio solo chiudere questa storia », mi guarda per poi prendermi il viso tra le mani e baciarmi con passione e trasporto,  sento la sua erezione farsi sempre più possente. «Non avresti dovuto offendermi,  tanto meno baciarmi ragazzina, ora voglio le tue scuse e poi voglio il mio cazzo dentro di te ».”

Comincia così un gioco tra i due in cui ogni momento è quello giusto per sfidarsi, per far prevalere l’uno sull’altro, per non abbassarsi mai al volete dell’altro, proprio per evitare il rischio di spezzarsi definitivamente.

image (9)

“Sento il suo respiro affannato nel mio orecchio «TU SEI MIA», mi dice in tono grave.
«NO».
«SI ».
«NO ».”

Ben presto, però, Porzia si ritroverà a fare i conti con la potenza di Kane e, inevitabilmente, si ritroverà nel suo appartamento, nel suo letto, nella sua macchina, con tanti vestiti nuovi e… Un anello.
Ma ben più importante, si troverà davanti Markus con il suo cuore in mano.
E in quel momento, Porzia, si ritroverà a fare i conto con i suoi dubbi, le sua domande.
Resistergli o cedere?
Lasciarsi andare o chiudersi in se stessa?
Aprire anche il suo cuore o mantenerlo chiuso per sempre?

Mi sto veramente sforzando per non dirvi di più, per non svelare quello che succede ai nostri due eroi, che si ritroveranno ad affrontare non solo le proprie paure ma anche minacce esterne che minano fin da subito il loro rapporto.
Vi basti sapere che questa storia regala emozioni.
Regala sorrisi, regala arrabbiature, grattacapi, lacrime e sogni ad occhi aperti.
Vi basti sapere che…

image (10)“La sensazione di sentirsi  un corpo solo e di toccarsi solo scambiandoci sguardi.
E non c’è mai una fine, e poi mi fai morire stringimi forte amore stringimi forte e non sentirò più niente ma solo il tuo cuore
spogliati e non parlare convinci pure il sole che, che ci potrà bruciare e che la pioggia non bagnerà anche se arriva un temporale ”
[Non è mai una fine – Modà.]

Vi è mai capitato di provare delle emozioni, sensazioni talmente intense e forti da non riuscire a comprendere e spiegare?
Quelle emozioni che solo a gesti si possono spiegare?
“Markus Kane” di Silvia Gurieri, è in grado di regalarvele.
Un ritmo incalzante, una scrittura fresca e ammaliante, un colpo di scena dietro l’altro, l’attenzione che viene inevitabilmente posta sul profondo sentimento che lega Markus e Porzia sono le carte vincenti di questo libro che è, come direbbe Morgan ad xfactor, davvero “una bella storia”.

Edna ❤

12508817_1067561263307006_7036142935984775372_n

     Markus Kane

picsart_01-08-01.48.46.jpg

image

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...