A tu per tu con: Lucia Guazzoni!

Ehi Notters!

Come ogni mercoledì, ecco l’intervista a Lucia Guazzoni, che è stata protagonista del nostro lunedì di recensioni con il suo bellissimo romanzo “Brughiere Selvagge”.
Se anche voi amate la storia, le epoche passate e la magia di quei tempi, venite a scoprire di più su Lucia e il suo libro!

divisorio

1- Lucia, il tuo libro rappresenta un vero e proprio tuffo nel passato. Da cosa nasce questa tua curiosità, passione, interesse per l’epoca che fa da sfondo al tuo racconto?

Ho sempre avuto la passione per la storia e quindi a volte mi immergo in un periodo e ci vivo dentro per un po’. Questo periodo storico in particolare mi attirava e mi ci sono buttata dentro!

 2- Cosa ti ha spinto a creare “Brughiere Selvagge” e ad ambientarlo sia in Scozia che a Londra? C’è qualcuno o qualcosa che ti ha dato l’incipit iniziale?

Adoro la Scozia, le storie dei Clan, le canzoni, le leggende…e abbinare assieme la Londra un po’ libertina del tempo mi è sembrato una buona idea

3- Veniamo ai personaggi… ho apprezzato molto il fatto che nel racconto tu abbia dato il giusto spazio anche alla storia d’amore tra Bruce e Maeve piuttosto che focalizzarti solo su quella tra Bruce e Isobel. Perché questa scelta?

Diciamo che la storia è nata con Maeve; ma poi in mente mi è venuto il personaggio di Isobel e quindi ho spostato l’attenzione su di lei, mantenendo però vivo il personaggio quasi fatato di Maeve

4- Bruce è un uomo eroico, senza dubbio. Come nasce il suo personaggio?

Ah, io ho sempre amato i personaggi così! Forti, eroici, intraprendenti, i Principi Azzurri delle fiabe! E poi sono cresciuta vedendo Ivanhoe alla TV!

5- Leggendo il libro, è facile innamorarsi sia di Maeve che di Isobel, è impossibile non fare il tifo per loro! Ma questi due personaggi, a mio avviso, sono agli antipodi. Come li hai creati? Puoi svelarci qualcosa di più su entrambe?

Maeve è l’amore puro, la dolcezza della donna, la famiglia, tutto ciò che di positivo ci può essere in una donna. Isobel è la trasgressione, la sfida, la femminilità al quadrato. E non sono agli antipodi, ognuna delle due è DONNA completa e credo che dentro ognuna di noi ci sia un po’ di tutte e due

6- Tutta la storia è raccontata con grande ironia, nonostante la drammaticità degli eventi. Hai avuto difficoltà nel mettere insieme questi due elementi durante la scrittura del libro?

No, è il mio modo di scrivere, di vivere. Per quanto le cose vadano male, anche nella vita, cerco sempre di vedere il lato ironico, il lato leggero. E’ un sistema per andare avanti senza suicidarsi ad ogni angolo di strada o ad ogni difficoltà che si incontra!

7-Per raccontare il crudele piano messo a punto sia per l’uccisione di Maeve che per la “distruzione” di Bruce, hai preso spunto da qualche altra storia oppure è tutto frutto della tua fantasia?

Credo che in fondo alla nostra mente ci siano storie già raccontate, già udite. Non coscientemente, no, non ho copiato niente ma non potrei dire con certezza che non esistano da qualche parte…in fondo, noi raccogliamo le storie dall’universo, no?

8- Parliamo un po’ di te… dalla tu biografia ho letto che nel mondo della scrittura sei nata come autrice di articoli di viaggio e di costume nei quotidiani italiani ed esteri, poi hai deciso di scrivere libri. Come mai? Da cosa deriva questa tua scelta, questo tuo cambiamento?

Forse perché con gli articoli hai uno spazio limitato, un numero di battute in cui restare circoscritto e a volte invece mi veniva da approfondire, da allungare. Così ho optato per i racconti e per i romanzi e adesso mi trovo perfettamente a mio agio così

9- Ho letto anche che oltre a “Brughiere Selvagge”, hai anche scritto un romanzo d’amore e uno d’avventura. C’è un genere che prediligi di più, che ti cattura di più da sviluppare per creare un libro?

Il genere che preferisco è un mix di avventura, amore, giallo…sono cresciuta leggendo i romanzi “gotici” inglesi e mi piace quello stile che mischia un po’ la storia d’amore con un pizzico di suspense e di mistero. Ho cercato di attenermi a quel filone, che mi è decisamente congeniale

10- Ultima domanda Lucia: quando ci delizierai con un altro dei tuoi emozionanti romanzi? Noi di Notting Hill siamo tutte orecchie ! 😉

A breve uscirà un nuovo romanzo storico, sempre con lo stesso editore, Santi Edizioni, dove amore e mistero di mischieranno di nuovo in uno scenario ricco di atmosfera…altro non posso dire!!!

Edna ❤

Annunci

Un pensiero su “A tu per tu con: Lucia Guazzoni!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...