Recensione di: “Sei il mio peccato e il mio tormento” di Deborah M.

Ben trovati Notters,
oggi giornata ghiotta di recensioni! La mia recensione è in occasione, dell’imminente uscita di: “Sei la mia passione” di Debora M., terzo ed ultimo capitolo della trilogia “Hearts on fire” così composta:

  • Sei il mio peccato;
  • Sei il mio tormento;
  • Sei la mia passione;

Oggi vi parlo, dei primi due capitoli della trilogia: “Sei il mio peccato e il mio tormento”!

divisoriountitledqwe

 

TITOLO: Sei il mio peccato e il mio tormento- Vol.#1-2
AUTORE: Deborah M.
EDITORE: Self-Publishing
DATA PUBBLICAZIONE: 15 Novembre 2015
PAGINE: 344
FORMATO: Ebook
PREZZO: € 2,99 (Gratis Kindle Unlimited)

 

 

SINOSSI

Sei il mio peccato: a causa di una grossa delusione avuta con Fabio, l’uomo del quale è innamorata da tempo, Katia decide di lasciare Roma e trasferirsi altrove, facendo di Londra la sua nuova casa. Diversi mesi dopo, conosce Will, un affascinante avvocato, che la conquista col suo sguardo limpido e profondo e i modi gentili e premurosi. I due si fidanzano e ben presto, lei si trasferisce nel suo appartamento di Piccadilly Circus. Tutto fila liscio finché Will non le propone di trascorrere le ferie a Roma. Katia sa che soffrirà nel rivedere Fabio, ma la voglia di riabbracciare la famiglia e gli amici è troppo forte, perciò sceglie di partire con Will. Il primo incontro tra Katia e Fabio sfocia in uno scontro acceso. Quelli successivi non vanno meglio e finiscono per coinvolgere Will e Natalia, la fidanzata di Fabio. Lite dopo lite, i due si avvicinano sempre di più e scocca inevitabilmente la scintilla. Katia capisce di non aver mai smesso di amarlo e sebbene si senta in colpa nei confronti di Will, s’imbarca in una storia clandestina con Fabio, sperimentando una passione intensa e bruciante, un piacere selvaggio e a volte brutale. Quale sarà l’epilogo di questa relazione? Che cosa ne sarà di Will e Natalia?

Sei il mio tormento: Katia è distrutta per il tradimento di Fabio, che prima le ha promesso una vita insieme e poi l’ha abbandonata, lasciandola ripartire per Londra insieme a Will. Will ha scoperto la relazione di Katia con Fabio e adesso l’unico scopo della sua vita è punirla, umiliandola e ferendola in tutti i modi possibili. L’amore sconfinato che provava per lei si è tramutato in odio profondo e la sua anima buona è diventata oscura come una notte senza luna. Katia non ha la forza di sottrarsi alla sua mano vendicativa e subisce in silenzio. L’unico spiraglio di luce è il suo nuovo amico Josh, incontrato in un negozio di musica. Fabio sta con Natalia, ma non è felice come cerca di far credere. Vive nel tormento, proprio come Katia. Il già fragile equilibrio di tutti viene ulteriormente scosso da una notizia: Viola e Samuele annunciano il loro matrimonio e tra gli invitati ci sono anche Will e Katia, scelta come damigella. La ragazza è decisa a rifiutare, terrorizzata dall’idea di rivedere Fabio, ma Will, crudele fino in fondo, la costringe ad accettare. Il giorno delle nozze, mentre avanza nervosa lungo la navata della chiesa, lo sguardo di Katia si perde in quello di Fabio. Che cosa succederà tra i due?

Sei il mio peccato e Sei il mio tormento sono i primi due volumi della trilogia romantica/erotica Hearts on Fire.

Contiene scene sessuali esplicite

RECENSIONE
*** ATTENZIONE POSSIBILI SPOILER ***

Prima di incominciare con le mie impressioni, voglio farvi leggere la prefazione. Perché già lì mia ha catturata!

“I miei occhi troverebbero i tuoi fra mille. Il fragore più assordante non riuscirebbe a nascondere alle mie orecchie il suono della tua voce. Il mio corpo e la mia anima vibrano al solo pensiero di te. Sono nata per amarti, per desiderare di vivere al tuo fianco, ma la dolorosa realtà è che io per te non esisto neanche. Non mi hai mai visto nello stesso modo in cui io vedo te e non c’è niente che possa lasciarmi sperare che un giorno questa situazione cambi. Sono nata per soffrire, per odiare la donna che occuperà il posto che io non avrò mai. Dovrei scappare via, lontano dalla mia città, lontano da te, e provare a essere felice, ma non trovo la forza per lasciarti. E così, sono ancora qui, in balia di questo sentimento non corrisposto che prima o poi mi annienterà, facendo di me un guscio vuoto e inutile. Ti amo e ti odio – mi odio –, eppure sono ancora qui ad aspettarti.”

Leggendo queste poche righe, capiamo che questa trilogia è tutta una ‘strada in salita’. Una trama diversa dalle solite, una storia d’amore sofferta con colpi di scena che non ci aspettiamo. Tra le pagine che scorrono, leggiamo i vari cambiamenti dei personaggi. Questa trilogia è un tripudio di emozioni, il primo capitolo per me è stata una sorta di Purgatorio, il secondo l’Inferno… rabbia, dolcezza, odio, lussuria, peccato, tristezza e gioia,(non in questo ordine, intendiamoci!) sono le emozioni che scorrono tra queste pagine. Il primo volume è raccontato, solo dal punto di vista di Katia, il secondo da entrambi, Katia e Fabio. Rende la lettura più completa e, i sentimenti dei protagonisti, le scelte prendono una forma molto narrativa, oggetto di una lettura intensa ed emozionante.

Katia, si è trasferita a Londra dopo essere scappata da Roma. E’ scappata da un uomo, Fabio, che l’ha delusa e che non è riuscito ad amarla, nonostante le promesse. Da qualche mese ha una relazione con Will, avvocato londinese che le dimostra ogni giorno l’amore che prova per lei. Katia però in mente ha sempre lui, si sente indegna dell’amore di Will. Anche se con il passare dei giorni, riesce a stabilire una tranquillità interiore fino a quando non decidono di tornare a Roma per le vacanze estive. Qui inizia il peccato di Katia: Fabio. Lei cerca di distogliere l’idea di Will di trascorrere le vacanze a Roma, sa che cosa rischia tornando alle origini, sa chi può trovare, sa che stargli lontano sarà difficile.

Il primo incontro tra Katia e Fabio, non tarda ad arrivare, l’attrazione è palpabile ma tentano di respingersi. O meglio Katia tenta di respingere l’impulso, che la sovrasta ogni qual volta vede Fabio. Fino cedere, e tra i due la passione scoppia. I loro incontri clandestini, si fanno sempre più frequenti e le bugie che Katia si sente costretta raccontare, la fanno sentire una donna di poco valore. Ma quando c’è l’amore che ti chiama… bisogna ascoltarlo!

“Mi alzai dal divano. «Mi sta chiamando Angelica. Le rispondo fuori, così non disturbo». «D’accordo» disse Will. Anche se avrei voluto correre, mi costrinsi a mantenere un’andatura normale mentre mi dirigevo verso l’uscita. Fabio era appoggiato al muro, accanto alla porta. Appena mi vide, le sue labbra si allargarono in un sorriso affascinante e gli occhi si accesero di malizia. «Chi ti ha detto che ero qui?» «Nessuno. Ero in giro e ti ho visto passare in macchina insieme a Will». «Quindi mi hai seguito?» «Sì».«Tu sei pazzo, Fabio!» bisbigliai. Lui mi attirò tra le sue braccia. «Pazzo di te» sussurrò , e mi baciò con una prepotenza disarmante. Schiusi le labbra, dando facile accesso alla sua lingua diabolica, che si strusciò a lungo contro la mia, procurandomi brividi dappertutto. «Non dovresti essere qui. Will è dietro quella porta, a pochi passi da noi». Tuffò le mani tra i miei capelli e mi baciò ancora. «Non me ne frega un cazzo di lui. In questi due giorni, lontano da te, ho creduto d’impazzire. Dovevo vederti, Katia». Il fatto che avesse un tale bisogno di me, mi rendeva euforica.”

Come Katia è fidanzata con Will, anche Fabio ha una fidanzata, Natalia. Sia Will che Natalia hanno un grosso impatto sul libro, sono personaggi che aleggiano sempre, tra i due protagonisti. Giochi di sguardi, litigi e promesse, sono gli elementi del primo capitolo: Sei il mio peccato. Primo capitolo, che termina nella tristezza più profonda.

“Piccadilly Circus, Londra. Ero convinta che non ci avrei più rimesso piede e invece, eccomi qui. Appena entrammo nell’appartamento di Will, lui sbatté la porta con violenza e mi mollò un ceffone potentissimo, spedendomi dritta dritta sul pavimento. Come quella sera in cui era venuto a sapere che Fabio ed io c’eravamo baciati. Gridai, per la sorpresa e il dolore bruciante . Mi portai una mano alla guancia e sollevai il viso per guardarlo. Era furioso ed io non sapevo il perché. Provai a chiederglielo, ma al posto delle parole mi uscirono dei singhiozzi. «Tu credi davvero che io sia così stupido?» sbottò, e mi tirò per un polso, rimettendomi in piedi con la sua sola forza. «Io… Io non… Io non capisco…» balbettai, tremando di paura. «Non capisci? Te lo spiego io». Tirò fuori dalla tasca dei jeans un pezzetto di stoffa rosa e me lo sventolò davanti alla faccia. Aggrottai la fronte, confusa. «Sai che cos’è questo?» «No» mormorai. «È un lembo della tua gonna di seta rosa, quella che ti ho regalato io poco dopo essere arrivati a Roma. La stessa che è magicamente scomparsa dal tuo guardaroba tre giorni fa. Hai presente?» Impallidii. Parlava della gonna che Fabio mi aveva strappato in cantina. Nella foga del momento, doveva essermi sfuggito quel piccolo pezzo e Will lo aveva raccolto, ottenendo così la prova del mio sporco tradimento. Lui sapeva che ero nascosta in cantina, eppure aveva fatto finta di niente. Addirittura si era scusato con Fabio per essersi presentato senza preavviso in casa sua insieme a Natalia. Negli ultimi giorni aveva continuato a trattarmi con rispetto e gentilezza, nonostante tutto. Si era trattenuto , aspettando che arrivassimo a Londra per rivelarmi che era al corrente della nostra relazione. Perché?”

Sei il mio tormento:  L’Inferno per Katia, sta per arrivare. Will sta progettando una vendetta, dura, cruda e piena di rabbia. Qui ha inizio il: tormento. Katia è costretta a subire i soprusi di Will, li accetta perché sa di essere colpevole, sa di aver provocato una profonda sofferenza a Will, sa di aver tradito la sua fiducia. Ma quello che non sa, che non solo lei sta passando un tremendo tormento. Perché c’è una persona, che soffre profondamente, lontano da lei. Fabio, la sua vita con Katia, non ha avuto opportunità ed è obbligato stare con Natalia. Katia, sarà obbligata nascondere a tutti le sue ferite. Il nuovo incontro tra i due non tarderà ad arrivare. Ma non tirerete un sospiro di sollievo, anzi la strada sarà tutt’altro che in discesa. Le loro vite parallele, in questo secondo capitolo scorrono apatiche, tristi, cariche di rabbia. Leggiamo scene crudeli e distruttive per Katia. Ma la luce, tornerà a splendere? Katia e Fabio, lotteranno?

Vorrei davvero continuare a raccontarvelo, ma vi consiglio assolutamente di leggerlo… non vi pentirete di esservi lasciati trasportare dalla scrittura di Deborah M. poi manca davvero poco, all’uscita del terzo capitolo: Sei la mia passione. E non tarderà ad arrivare la mia opinione anche su questo! E per mio appunto personale… non vedo l’ora di sapere come andrà a finire 😉

Naty ❤

untitledqwe
Sei il mio peccato e il mio tormento:
‘Hearts on fire’ trilogy #1-2

 

picsart_01-08-01.48.46.jpg
IMG_6806

 

 

 

Annunci

Un pensiero su “Recensione di: “Sei il mio peccato e il mio tormento” di Deborah M.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...