Recensione di: “Abbracciami più forte” di Marilena Boccola

Ciao Notters, oggi una nuova recensione su una piacevole lettura, scorrevole, romantica e con un pizzico di malizia, sempre molto apprezzata nel genere romance. “Abbracciami più forte” di Marilena Boccola.

Ora venite con me che conosciamo meglio questo bel romanzo! 😉

divisorio

image

TITOLO: Abbracciami più forte
AUTORE: Marilena Boccola
EDITORE: Self – publishing
DATA PUBBLICAZIONE: 31 Luglio 2015
FORMATO: eBook
GENERE: Romanzo rosa
PREZZO:€ 0,99

SINOSSI 

Simone è il neo direttore di un’importante Fondazione bancaria; tuttavia, il successo professionale non riesce a ripagarlo dall’amarezza che gli ha lasciato la relazione con la direttrice alla quale è succeduto. Ora che lei se ne è andata, non si sente ancora pronto a cedere all’attrazione che, in fondo, prova per Martina, una ragazza intelligente e spigliata che non nasconde l’interesse nei suoi confronti e che, con pazienza, torna ogni volta da lui, cercando di farsi addomesticare come la volpe del “Piccolo Principe”.
Martina ha un master in editoria digitale, è al suo primo vero lavoro e, soprattutto, ha sette anni meno di lui. <> si dice Simone, anche quando i suoi occhi profondi e scuri si posano sul corpo slanciato di lei, sui suoi seni appuntiti sotto alla maglietta attillata, sulla bocca innocente che desidererebbe schiudere in un bacio appassionato… Però non è come con Anna Laura, con lei la passione si confonde con la tenerezza, la semplice amicizia si mescola ad un sentimento ancora difficile da ammettere, eppure, Simone non vuole rischiare di perdere la testa e di soffrire ancora una volta…
<> Pensa, rivolto all’amico Fabio che gli chiede di intercedere con lei, affinché la sua amica Carlotta torni a parlargli, anche se Fabio sa bene di aver sbagliato. In più, ci si mettono il collega gay Luca, la madre, la sorella, il nipotino Francesco, la nonna di Mantova, due scheletri preistorici abbracciati e persino Mirò… tutto sembra concorrere affinché i pretesti per vedersi e stare insieme si trasformino in rituali che creano legami, anche se Simone non è convinto che sia il caso…

 RECENSIONE 

Marilena Boccola mi piace molto come scrive, è il suo primo romanzo che leggo e sicuramente leggerò anche le altre sue opere! Scrittura semplice, scorrevole e a tratti divertente… un mix davvero rilassante per queste giornate uggiose.

image

Simone è un giovane uomo, neo direttore di banca. Rimasto scottato da una breve relazione con la sua ex collega e predecessore alla direzione. È un uomo affascinante ma un pò pantofolaio. Per uno strano caso del destino conosce Martina, giovane ragazza di ventisei anni, solare, divertente e maliziosa.

I loro incontri inizialmente sono tutti amichevoli. Martina cerca sempre un appiglio per affascinare Simone, lui non si lascia mai troppo andare. Ma poi incomincia ad averla sempre nei suoi pensieri, il sorriso di Martina è una luce nella nebbia nella mente di Simone.

Anche lì, nel posto meno adeguato, sente l’eccitazione prendergli l’inguine e solo i pensieri più tremendi che riesce a scovare in quei pochi secondi sconfiggono l’erezione che stava per avere. No, non ci siamo… Si dice, frustrato dal sopravvento del suo corpo sulla ragione. Dev’essere colpa della lunga astinenza, riflette, in fin dei conti, dopo l’ultima volta con Anna Laura, due mesi e mezzo fa, non ho più toccato una donna…
<<Cosa state leggendo?>>  Chiede Martina, distogliendolo dai suoi pensieri. << Una versione per la prima infanzia del Piccolo Principe>>
Risponde Simone, mentre Francesco annuisce, allungando alla ragazza il grosso libro che tiene in mano:
<< A voppe!>> Esclama soddisfatto, indicando l’animale raffigurato sulla pagina.”


L’attrazione tra i due è palpabile fin dall’inizio, ma è proprio il rispetto dei tempi senza correre troppo che rende più “gustosa” la lettura. Cosa che mi ha fatto apprezzare ancora di più il romanzo di Marilena.
Un’altra parte che mi ha affascinata è relativa alle varie citazioni del “Piccolo Principe” che noi tutti conosciamo fin dalla nostra infanzia.

“<<eggi, zio!>> Francesco lo riscuote dal suo torpore, presentandogli davanti una pagina illustrata con la volpe ed il Piccolo Principe seduti, una di fianco all’altro, davanti ad un tramonto. < <… non ho bisogno di te. E neppure tu hai bisogno di me. Io non sono per te che una volpe uguale a centomila volpi. Ma se tu mi addomestichi, noi avremo bisogno l’uno dell’altra. Tu sarai per me unico al mondo, e io sarò per te unica al mondo>>
Legge infine, Simone al nipote con la voce spezzata dall’emozione.”

image

Dopo vari “mordi e fuggi” tra Simone e Martina, la piacevole storia d’amore sboccia.

“<< Amore… cos’hai capito? – la sollecita con una voce dolce e suadente che la fa vibrare dentro, arrivandole direttamente tra le cosce – quello che è successo tra di noi è stato meraviglioso e non puoi far finta di credere che sia stato solo sesso… >> Finalmente, si sente incoraggiata a confidare in quello che non sperava: forse anche lui mi ama esulta dentro di sé, ancora titubante.”

image

Altro punto a favore che completa il romanzo e piace molto, perché immerge il lettore immaginando i luoghi è la descrizione dettagliata. Quindi che dirvi? …Leggetelo! 🙂

Naty 💖

image

image

Annunci

Un pensiero su “Recensione di: “Abbracciami più forte” di Marilena Boccola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...